Il grande fratello non è gratis

Alla fine si sarà convinto pure lui che non è più il caso di insistere con tutte queste collaborazioni gratuite. Claudio de Magistris, dopo due anni passati accanto al fratello-sindaco senza prendere il becco di un quattrino, anzi finendo indagato dalla Procura di Napoli per turbativa d'asta nell'inchiesta sui presunti appalti pilotati della Coppa America, ha detto stop. E si è deciso, a quanto pare, a farsi pagare per allestire un po' di eventi nell'ambito del «Forum delle Culture». La kermesse napoletana doveva partire a inizio 2013 ma poi è slittata a fine settembre per far posto alle sfortunate (giudiziariamente parlando) regate di vela nel Golfo. D'altronde, de Magistris jr, conosciuto a Palazzo San Giacomo col nomignolo di «grande fratello», è un apprezzato manager dello show-biz all'ombra del Vesuvio. A organizzare l'evento internazionale, che sembra sarà aperto da un grande concerto di Ennio Morricone, sarà il Comune di Napoli. Di cui è «primo inquilino» l'altro de Magistris, Luigi. 'O sindaco.