Grasso contro le fiction tv: "Dannose, mitizzano i mafiosi"

Il presidente del Senato: "Le fiction trasformano il poliziotto antimafia in una specie di Superman e inducono l’idea che la lotta alla mafia la fanno i super eroi"

Il presidente del Senato Pietro Grasso condanna le fiction sulla mafia. L'accusa è di essere "dannose" per l'opinione pubblica. "Da un lato trasformano il poliziotto antimafia in una specie di Superman e quindi indurre l’idea che la lotta alla mafia la fanno solo i super eroi - spiega - dall'altro mitizzano il mafioso"

In una intervista a Repubblica, Grasso ha ammesso di avere ancora sul gozzo la storia del Capo dei capi e del ragazzino di appena 17 anni, capo di una piccola banda a Milano, che conservava in tasca i ritagli della fiction. Per Grasso Riina è un perdente: "Credo che lo sia anche agli occhi dei suoi, perché la sua strategia è fallita". E, dopo le minacce al pm Nino Di Matteo, "per evitare le ferite laceranti e dolorose del passato, per evitare che si ripetano", il presidente del Senato crede che sia "giusto avere la massima attenzione e mettere in atto tutte le misure possibili per proteggere l’ex collega".

Nell'intervista Grasso parla anche dell'elezione di Matteo Renzi a segretario del Pd. "Per me tutti i cambiamenti sono positivi", assicura la seconda carica dello Stato pur ricordando all'ex rottamatore che sulla legge elettorale deve perseguire due obiettivi: "rappresentatività e stabilità". "O altrimenti vogliamo tornare a una legge come ai tempi della prima Repubblica? - racconta - quando io chiesi a un pentito di mafia: 'Come facevate a scegliere chi aiutare?', lui mi rispose: 'Dottore, per noi era perfetto. Riuscivamo a dividere perfettamente i voti tra i partiti dell’arco costituzionale'".

Commenti

Klotz1960

Mer, 18/12/2013 - 12:33

Mi domando che senso abbia questo articolo.

killkoms

Mer, 18/12/2013 - 12:36

detto da chi coltivò la propria giovanile passione calcistica alla bacigalupo di palermo!e che quindi conosceva dell'utri,mangano ed il figlio di un boss mafioso!ma per alcuni non c'è il reato di"amicizia"!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 18/12/2013 - 12:43

Ai tempi della prima repubblica "riuscivamo a dividere perfettamente i voti tra i partiti dell’arco costituzionale": così dice il mafioso a Grasso. Insomma, l'unico partito antimafia era il Movimento Sociale Italiano.

mar75

Mer, 18/12/2013 - 13:05

Ha solo ragione. Il vostro caro leader maximo diceva che lo sceneggiato "La Piovra" danneggiava la reputazione italiana all'estero e che lui le avrebbe vietate quelle serie, però ho visto che mediaset è in prima linea nel produrre fiction che esaltano i mafiosi, sempre coerenti....

daniele66

Mer, 18/12/2013 - 13:20

Giusto. vietiamo pure le fiction e non dimentichiamo di inserire nella stabilita' il respirometro.........l'aria costa !!!

piedilucy

Mer, 18/12/2013 - 13:42

mi domando se questo non è meglio che lavora invece di cazzeggiare gli italiani stanno morendo di fame...

elalca

Mer, 18/12/2013 - 13:50

ma non ha altro a cui pensare questo beota?

agosvac

Mer, 18/12/2013 - 13:59

Egregio mar75, è strano, io certe fiction neanche le vedo perchè mi sembrano del tutto idiote. Lei è così idiota che le vede, e per giunta sul canale del nemico???

mar75

Mer, 18/12/2013 - 14:09

@agosvac: dove ho scritto che le vedo? Io guardo pochissima tv e di certo non guardo fiction di quel tipo.

egi

Mer, 18/12/2013 - 14:18

quelli che questo ha protetto e mai arrestato, vergognati nulla facente

Ritratto di enkidu

enkidu

Mer, 18/12/2013 - 14:18

Anche io mi sono stufato di Mafia e piovre servite come piatto unico nazionale. Il problema è che il presidente del senato non ha alcun titolo per stabilire i contenuti dei programmi televisivi. Lui è lì per garantire che la libertà di espressione sia libera, anche se "dannosa".

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Mer, 18/12/2013 - 14:21

@agosvac,una curiosita' del tutto personale e fuori argomento,ma lei oggi ce l'ha con l'intero mondo?la leggo eccessivamente astioso nei confronti degli "avversari/nemici",con toni quasi oltre le righe.Forse mi sbaglio ma ricordo una sua vis polemis piu' moderata e argomentata in passato.Le chiedo preventivamente scusa per la mia curiosita' e buona giornata.

rokko

Mer, 18/12/2013 - 15:08

Si è totalmene rincoglionito, non c'è altra spiegazione. Dare ad una fiction sulla mafia delle responsabilità sull'esistenza dalla mafia, è da rincoglioniti. Piuttosto, pensi alla mafia vera.

therock

Mer, 18/12/2013 - 15:23

Che brutto...Grasso che utilizza esattamente le stesse argomentazioni di berlusconi...

bruna.amorosi

Mer, 18/12/2013 - 15:25

io invece mi domando il perchè dobbiamo pagare la scorta a questi magistrati ..con tutti i soldi che prendono potrebbero pagarsela anche da soli .tanto tranquilli nessuni li sfiorerà sono protetti dalla sinistra .

mar75

Mer, 18/12/2013 - 15:25

@rokko: non ha capito quello che ha letto, eppure è scritto in italiano.

beale

Mer, 18/12/2013 - 15:30

un appello a Gubitosi: una fiction per mitizzare i procuratori antimafia.il copione lo si può commissionare a Camilleri.Però un pensierino al riguardo può farlo anche mediaset.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 18/12/2013 - 15:30

Se si prova a dare una definizione scientifica della mafia, tipo: "Consorteria per eludere la legge del Parlamento e per lo sfruttamento del Paese" potrebbe calzare su misura alla "Magistratura democratica". Che la Rosi Bindi almeno provi a definirla, quell'associazione a delinquere.

rokko

Mer, 18/12/2013 - 15:53

@mar75, ho capito benissimo, dice che le fiction sulla mafia sono dannose per l'opinione pubblica ecc. ecc., e quindi si è rincoglionito.

rokko

Mer, 18/12/2013 - 15:54

@mar75, ho capito benissimo, dice che le fiction sulla mafia sono dannose per l'opinione pubblica ecc. ecc., e quindi si è rincoglionito.

delcio

Mer, 18/12/2013 - 16:35

Le stesse cose le diceva B., anche contro le sue televisioni, quindi il Grasso si è svegliato tardi

delcio

Mer, 18/12/2013 - 16:35

Le stesse cose le diceva B., anche contro le sue televisioni, quindi il Grasso si è svegliato tardi

enzo1944

Mer, 18/12/2013 - 17:15

..........ma questo da dove viene??.....già,..................................lui vive,respira e pensa solo come il suo presidente della repubblica,cui è molto devoto!!

Ritratto di semovente

semovente

Mer, 18/12/2013 - 17:33

Ed allora figuriamoci quale effetto ha il nostro parlamento sulle imberbi generazioni.

rossini

Mer, 18/12/2013 - 20:08

Ci mancava anche questa. I magistrati vogliono censurare anche le fiction. E meno male che lo stesso Grasso riconosce che i poliziotti sono presentati come dei Superman, cavalieri dell'ideale, pronti al sacrificio, integerrimi, coraggiosi e professionali. Figuriamoci cosa direbbe se le fiction, qualche volta, rappresentassero anche l'altra faccia della medaglia e ritraessero i poliziotti con un po' più di aderenza alla realtà ad esempio come quelli che hanno massacrato Stefano Cucchi o Federico Aldrovandi.

angelovf

Mer, 18/12/2013 - 22:04

E certo che la lotta alla mafia la fanno solo i super eroi, senza alcun dubbio, a parole si fanno molte cose, e se molti magistrati non sono morti come Falcone e Borsellino significa che non si sono esposti come hanno fatto gli eroi della giustizia, anzi, li ostacolavano e rendevano noti tutti i spostamenti, altrimenti sarebbe stato difficile sopprimerli se tutti i giudici proteggevano i colleghi eroi.

blues188

Gio, 19/12/2013 - 08:55

Ma è la normalità, dai! Visto che tanti al Sudde si sentono 'grandi' registi, e la mentalità l'è quella che l'è, si fanno filmati unicamente su Sud, mafia e delinquenza varia. Oppure barzellette raccontate come film. Non è possibile vedere altro che derivi da quelle parti, dove la mentalità è identica a sé stessa da secoli. Di cosa si lamenta, allora, Grasso, visto che anche lui ha quelle medesime idee nella sua crapa?

vincenzo

Sab, 08/02/2014 - 11:42

......(continua)...il guaio è che con loro ci perdono tutti gli Italiani!