Il grido di Confidustria:"Imprenditori suicidi?Ora Monti passi ai fatti"

Dopo Marchionne anche la Marcegaglia in pressing sull'esecutivo: "Per fermare i suicidi bisogna passare ai fatti". E avverte: "Ora deve puntare alla crescita"

Dopo l'ad della Fiat Sergio Marchionne anche la numero uno degli industriali Emma Marcegaglia prende le distanze dalla politica economica del governo. È finita la luna di miele per il presidente del Consiglio Mario Monti che, negli ultimi giorni, non perde l'occasione per ammettere che inizia a sentire il peso della politica. 

Più volte scontentata dalle misure messe in cantiere dai tecnici, la Marcegaglia è tornata a lanciare un appello a Monti affinché si impegni maggiormente a mettere in cantiere quelle riforme necessarie al Paese per tornare a crescere. Dopo la parziale ammissione del ministro del Welfare Elsa Fornero sugli errori del governo ("Pensavamo che alle misure di rigore seguisse la crescita ma questo non si è verificato"), gli industriali sono tornati ad alzare la voce. "Noi lo diciamo da molto tempo che l’austerità è importante ma adesso abbiamo bisogno di crescita", ha avvertito la Marcegaglia sottolineando, come ha fatto ieri lo stesso Monti, il rischio che si acuiscano tensioni sociali. La leader degli industriali spera che la svolta economica possa essere realmente a portata di mano. Il problema resta, però, la crescita che tarda ad arrivare. Dai principali Paesi dell'Eurozona arrivano, infatti, segnali inequivocabili: non solo la Grecia, la Francia e l’Italia, adesso anche i tedeschi hanno detto "basta" alle politiche di austerity.

"Bisogna rimettere al centro la crescita e l’occupazione", ha aggiunto la Marcegaglia invitando il governo a fare riforme che ridiano speranza agli italiani. Con uno sguardo preferenziale per gli imprenditori, i precari e i disoccupati che non riescono ad arrivare a fine mese e decidono di farla finita togliendosi la vita. Secondo la Marcegaglia, Monti deve "passare adesso dalle parole ai fatti" attuando "misure concrete per aiutare gli imprenditori" ed evitare ulteriori suicidi. Proprio per questo la numero uno di viale dell'Astronomia ha invitato l'esecutivo a lavorare sulla compensazione di crediti e debiti della pubblica amministrazione e sugli aiuti agli imprenditori che non riescono a ottenere crediti dalle banche.

Commenti

sergian100

Lun, 14/05/2012 - 13:45

Ma cosa volete che sappia,questo prof. dei miei stivali di economia?Sa solo tassare,tassare e ritassare.Una casalinga saprebbe fare molto meglio!!!!!!!! Io inorridisco all'idea che questo incapace abbia insegnato economia alla Bocconi.Poveri studenti e poveri noi che l'abbiamo come premier!!!!!!! Non ha ancora capito che sta affossando gli italiani ed ha il coraggio (che hanno solo gli imbecilli) di parlare di equità.Ma lo sa il significato di questa parola,questo spocchioso individuo?Mandiamolo ad insegnare alle scuole per corrispondenza,ma fuori dal governo e dalle p@@@e

lucioottavio

Lun, 14/05/2012 - 13:47

Ma ancora esterna questo gallinaccio??????

pasquale_tibur

Lun, 14/05/2012 - 14:03

La Confindustria è stata la prima ispiratrice dell’aumento delle aliquote dell’IVA, già esagerate di suo, poi ha appoggiato a spada tratta il Governo tecnico delle tasse e degli sprechi, e ora lancia il grido di dolore. Lacrime di coccodrillo. Di certi errori se ne dovrebbe rispondere, e invece a pagare ci pensano i cittadini.

analistadistrada1950

Lun, 14/05/2012 - 14:09

Il Nostro, si è laureato all'epoca del boom ed è vissuto sempre dietro ad una scrivania esternando pareri, teorie, ipotesi e quando colpì Microsoft, non lo fece Monti, ma l'Europa; per poter pensare alla crescita, essendosi fermato alla stagnazione, dovrebbe fare uno specifico master che gli apra le meningi. Glli attuali interventi per il sud, attingono a soldi già esistenti dai fondi europeri e desinati in altri settori, li ha semplicemente dirottati. Non è in grado di trovare risorse se non estorcendole senza possibilità di obiettare da chi è alla luce del sole. Non ho ancora capito da quale baratro ci abbia salvati, dopo averci spremuti ci sta facendo affondare ancora più di prima. Tutto questo caravanserraglio non ha mai rischiato capitali per investire in attività produttive alimentando l'occupazione e neppure sanno cosa sia il lavoro vero. Certo avranno il muscolo della lingua molto robusto, come le unghie lunghe da predatori.

killkoms

Lun, 14/05/2012 - 14:22

ma cos'altro ha da dire la presidentessa uscente di confindustria?non fù lei una delle massime sponsorizzatrici del fantastico governo tecnico?disse"o il governo ci dà SUBITO quello che chiediamo,o se ne va"!il governo(legittimo)si è dimesso,ma il governo tecnico ed ipocrita che poi si è insediato,non ha fatto nulla di quello che si aspettavano tutti quelli che lo hanno evocato!ha solo tartassato gli italiani su desiderata della ku.lona!

fossog

Lun, 14/05/2012 - 14:39

Una burocrate senza cervello e capacità. Lo sà che CRESCITA è solo il titolo di un argomento sfaccettato e lungo da applicare ? NO, non lo sà, altrimenti farebbe proposte concrete e reali e razionali e analitiche, citando fatti e risorse e modalità oltre che sinergie. MA NON LO FA', NON NE E' CAPACE, però ciancia.... tutti cianciano con parole generiche, e così' ciancia il burocrate principe Napolitano, quel parassita del capo del vaticano, la monnezza della politica che distrugge bene E non costruisce nulla, ecc . Io cittadino VOGLIO invece la Cancellazione spreco corrrente, di quel milione trecentomila zecche che vivono di politica, il licenziamento delle centinaia di migliaia di consiglieri delle municipalizzate, oltre 10.000 società, che ci costano 12 miliardi l'anno e non sono previsti dalla legge. VOGLIO la fine delle sovvenzioni alla stampa fallita che non vende, ed al parassita vaticano, e la chiusura degli enti inutili, PER TROVARE RISORSE E FUTURO.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Lun, 14/05/2012 - 14:46

Il modus operandi di Equitalia dovrebbe essere analizzato e scrutinato a fondo da una commissione di esperti. Non è possibile che 9 su 10 italiani si lamentino per il trattamento minaccioso ricevuto da parte dell´Agenzia e di alcuni arroganti e abusivi funzionari. Inutile continuare a ripetere che le tasse vanno pagate ma si dovrebbero invece usare appropriate ammissibili civili maniere per la riscossione. Occorre una certa preparazione psicologica per assistere coloro che si sono ritrovati in difficoltà economica perché magari loro stessi sono creditori dello Stato che è lento a pagare. L´ufficio delle entrate invece di confiscare a priori i beni di qualche sfortunato, farebbe invece meglio, come da anni già fanno in paesi più civili ad assistere l´individuo per formulare una scheda di pagamento dilazionato e conforme ai suoi redditi. È ora di civilizzare anche il nostro Paese e poi sarà pure giustificato e possibile pretendere che i cittadini rispettino lo Stato e le autorità.

Raul Novi

Lun, 14/05/2012 - 14:44

Emma, non vorrai mica dire che andava meglio quando dicevi che Berlusconi doveva mollare! Hai applaudito il Prof e i tecnici, ora che fai, ti rimangi tutto? Non bisogna essere prof ne industriali per capire che siamo in cacca! tasse, balzelli, miseria, disoccupati, più cassa integrati, esodati a spasso, maggior ricorso alla cassa integrazione, le tasse superano il 50% e tu chiedi al prof di passare ai fatti. forse chiedi troppo anche a lui, il possibile cerca di farlo, per i miracoli si deve attrezzare.

lot

Lun, 14/05/2012 - 14:52

Quale crescita? I soldi che Monti ha racimolato li ha dati alla speculazione internazionale e con le bricile rimastegli si è messo a fare l'elemosina. Perciò di che crescita parlano?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 14/05/2012 - 15:15

"Misure di rigore"....Dove sono?La Marcegaglia le ha viste?Noi no!Dove è il taglio alla spesa pubblica,etc.etc?....Abbiamo visto solo TASSE!......Crescita,si preoccupa della "crescita"(per le sue tasche),sapendo bene che la "crescita" come la intende lei,NON CI SARA' PIU!....Un bilancio familiare,lo si modifica in due modi:o riducendo le spese,o aumentando le entrate....Visto che queste ultime,per la ns capacità di competere sul MERCATO sono ridotte al lumicino(continuiamo a produrre articoli di bassa tecnologia,da Cinesi,sfruttando in Italia manodopera "straniera" a basso costo(lasciando il resto dei problemi, agli Italiani che pagano le tasse...),o delocalizzando in Romania,Ungheria,tunisia,etc....),l'unica possibilità e ridurre la spesa,....ma questo non lo dice!.....Parla di "crescita"....Certo ci potrebbe essere una crescita,solo passando prima attraverso una drastica riduzione della spesa,e con UN PROGRAMMA POLITICO(chimera!),volto al recupero di 65 anni di ladrocinio.

baio57

Lun, 14/05/2012 - 16:18

Pensate che l'altro ieri sul tema "suicidi" un deficente che posta quasi giornalmente sul forum ha avuto il coraggio di affermare che si sta dando risalto al problema solo ora e ciò per incolpare questo governo . Continua dicendo invece che è dal (notate bene) 2008 col governo Berlusconi che si sta verificando . Non dal 2007 o inizio 2008 ( governo Prodi) ,no la gente ha cominciato a suicidarsi appena si è insediato il Cdx . Ditemi voi come c#a#z#z#o si può ragionare con simili acefali...

Rossana Rossi

Lun, 14/05/2012 - 16:37

Ma quale crescita se con tutto il credito che gli è stato dato questo governicchio non ha fatto altro che aumentare tasse! Con cosa cresce l'economia se soldi in giro non ce ne sono? Chi fa investimenti? Chi compra e cosa? Chi consuma? Chi assume gente per fare un lavoro che non c'è? Ma dove vivono sti tecnici sulla luna? Altro che Europa, stiamo andando a carte quarantotto però abbiamo un governo tecnico che parla parla....Ma per favore !

simbruino3

Lun, 14/05/2012 - 16:33

se si suicidia Maradona,,mi suicidio anche io, altreminenti no,,continuo a campare e di equitalia me ne frego--

macchiapam

Lun, 14/05/2012 - 16:54

Napolitano invita ad avere fiducia; però ce l'ha solo lui (forse). Marcegaglia dichiara che "bisogna rimettere al centro la crescita e l'occupazione": ma guarda! chi l'avrebbe mai detto? La verità è che occorrono subito tre provvedimenti: anzitutto bloccare l'eccesso di spesa nella P.A. attuando con decisione la riforma Brunetta e tagliando i rami superflui senza riguardo alle proteste (qui, la benedizione di Napolitano sarebbe decisiva); poi prelevare una nuova "tassa per l'Europa" (come a suo tempo fece il governo Amato), che pesa poco e rende molto e presto; infine disporre attraenti incentivi fiscali e contributivi a favore di chi intraprende nuove imprese o attua nuovi investimenti. Allora sì che potremmo avere fiducia.

seve

Lun, 14/05/2012 - 17:05

Monti di fatti che non siano aumenti di imposizioni , non ne sa fare. Mettetevi ilcuore in pace.

gianni piquereddu

Lun, 14/05/2012 - 18:15

ma non doveva essere casa a fare la mamma a tempo pieno?

gianni piquereddu

Lun, 14/05/2012 - 18:14

se monti da retta alla maestrina dalla penna rossa e dovesse davvero passare ai fatti,vuol dire che deve tassare anche quelli "fatti"di coca?

alibrandicarlo

Lun, 14/05/2012 - 18:44

ma se si verificano i seguenti fatti: per evitare il default la pressione fiscale è alle stelle, se le spese dello Stato sono incomprimibili, per legge, se siamo stati costretti ad aumentare tutte le accise sui prodotti energetici, se la richiesta di cassa integrazione aumenta in modo verticale, cosa potrebbe fare Monti di diverso? NULLA. non si può nuotare con una roccia appesa al collo e fare il record dei 100 metri s.l. forse si può rimanere a galla, e non è detto. mettiamoci l'anima in pace. sarà sempre peggio per 10 anni.

analistadistrada1950

Lun, 14/05/2012 - 18:52

Non è un discorso gradevole ma, d'altro canto, se il Prof. Monti ha usato la Grecia come parametro, io suggerirei, qualora non esistesse, d'effettuare una ricerca epidemiologica dei venti anni precedenti dalla quale risulti, laddove certificato, il motivo del suicidio; naturalmente, se il suicida ha lasciato un'ultima nota oppure se fatti psichiatrici o contabili possano aver affiancato il dato afferente la tipolioia al freddo numero. Ciò non toglie che i suicidi non debbano essere considerati oggi per quel che sono senza accusare l'uno o l'altro, la realtà, che vivo personalemente è che, in questo momento, ci troviamo nella fase più acuta e, se posso permettermi, manco Monti, Keynes o Darhendorf, nel decennio precedente avrebbero potuto avviare il processo di crescita con una moneta che vale quel che vale, rispetto al posseduto reale, alla globalizzazione ed agli squali internazionali dei mercati della finanza.

disalvod

Lun, 14/05/2012 - 21:06

Senza Nessuna Polemica E Senza Nessuna Presunzione Io,umilmente, Avrei Fatto Meglio Di Coloro Che Hanno Rappresentato La Confindustria Negli Ultimi Anni.secondo Me,se Avessero Fatto Il Proprio Dovere Senza Compromessi E Con Convinzione Di Stare Nel Giusto,la Fiat Ancora Sarebbe Iscritta Alla Confindustria.l'immagine Televisiva E Nulla Piu' E' Una Presa Per I Fondelli Ed E' La Rovina Della Categoria.

bruno1959

Mar, 15/05/2012 - 09:13

ma questa sta sempre a gridà???? la malagurata scelta di Monti non l'ha fatta anche lei? Monti non è più il salvatore della patria? colui che avrebbe portato l'italia (la minuscola non è un caso) fuori dal baratro? E cosa fanno i partiti? votano tutto ciò che gli propina un premier cialtrone? Sulla pagina facebook di Alfano, i commenti (chiamamoli così per non dire altro) si sprecano, centinaia di proteste sulla linea del partito, e lui che fa? scrive buongiorno...buonasera, oggi ho fatto un bagno di folla...ecc. ma siamo impazziti? veramente si crede ancora che dopo il distastro di Monti, basterà di dire 4 *******ate e recuperare i milioni di voti persi? ILLUSI!!!!