Grillo attacca la Boldrini: "Usa la Camera come tv commerciale"

Il leader M5S prende di mira la Boldrini per la convocazione della Camera sul dl femminicidio fissata per il 20 agosto

La presidente della Camera Laura Boldrini finisce nel "mirino" di Beppe Grillo. Il leader M5S la accusa di usare Montecitorio "come se fosse una semplice tv commerciale attraverso la quale migliorare la propria immagine". Dal suo blog Grillo parte all'attacco fissando un po' di date: "Il 10 agosto la Presidente della Camera Laura Boldrini scrive sulla sua pagina Facebook che la Camera dei Deputati lavorerà probabilmente subito dopo il 20 agosto per il decreto sul femminicidio confondendo così il mero adempimento con i veri e propri lavori della Camera", osserva Grillo. "È chiaro - prosegue - che Laura Boldrini o chi per essa ha lasciato intendere cose per un semplice ritorno di fama come se la Camera fosse una semplice tv commerciale attraverso la quale migliorare la propria immagine".

Secondo il leader del Movimento 5 Stelle "dall’inizio di questa legislatura il Parlamento non ha approvato nessuna legge di propria iniziativa. Ripeto nessuna". E a chi si oppone a questa affermazione Grillo risponde così: "Il 9 agosto, l’ultimo giorno di seduta alla Camera, una deputata del Pd e un deputato del Pdl hanno affermato, dopo le nostre incalzanti accuse, che il Parlamento non è vero che non ha ancora fatto leggi visto che ha ratificato il trattato di Istanbul. La ratifica di un trattato però non è una legge di iniziativa parlamentare ma appunto una semplice ratifica di un trattato internazionale". Perciò, va avanti di Grillo, "per aver citato in loro difesa il trattato di Istanbul significa che abbiamo perfettamente ragione".

"La Camera dei Deputati si riunirà di nuovo il 6 settembre, questa è la verità e nessun’altra. Noi torneremo con tutta la nostra forza per difendere la Costituzione e gli italiani cercando di imprimere un ulteriore cambio di marcia con l’aiuto di tutti i cittadini. Loro non molleranno mai (inizio ad avere i miei dubbi), noi neppure (ne sono sicuro!)". Con questo ultimo post, dal titolo eloquente ("Il Parlamento delle zero leggi"), Grillo bacchetta l'intera classe politica.

Commenti

titina

Lun, 12/08/2013 - 13:41

grillo dimentica che in parlamento ci sono 163 grillini, quindi la colpa bisogna darla a tutti, specie a chi fa ostruzionismo.

jakc67

Lun, 12/08/2013 - 13:56

oops!!! grillo non sta neppure con i vendolini... al voto, al voto!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Lun, 12/08/2013 - 14:00

Sulla Boldrini ha ragione Grillo.

igiulp

Lun, 12/08/2013 - 14:26

Quando si dice che è il presidente della camera a determinare l'ordine dei lavori..... Il "femminicidio" prima di tutto, poi il resto meno importante.........

unosolo

Lun, 12/08/2013 - 14:50

certo che ce ne ha messo il Grillo per capirlo , dai primi segnali quando ha cambiato gli uomini della sicurezza ritenendoli non alla sua altezza , poi per zittire voci ha aumentato i stipendi dei dipendenti in camera , insomma è arrivato il pagatore peccato solo che i soldi che spreca sono i nostri , non suoi , come se ruba al popolo e regala agli amici.

xawdoo

Lun, 12/08/2013 - 15:00

sulla boldrini grillo ha pienamente ragione.

Ritratto di I£port@borse

I£port@borse

Lun, 12/08/2013 - 15:32

la boldrini a marzo aveva promesso di ridurre gli stipendi dei dipendenti interni (stenografi da 259 mila euro l'anno e commessi da 8.000 netti al mese), si è più saputo qualcosa? in compenso però si è adoperata in un bando da 4 milioni per "depolverare i volumi" della biblioteca della camera

Beaufou

Lun, 12/08/2013 - 15:40

Ah, bene, Grillo ha finalmente capito di che razza è la Boldrini? Alla buon'ora. E non poteva arrivarci un po' prima, Beppuzzo? Ma già, come con Rodotà, lui arriva sempre buon ultimo, ma in ogni modo sempre meglio tardi che mai.

Ritratto di ohm

ohm

Lun, 12/08/2013 - 15:49

Siamo stufi di preideni della camera che fano i ropriaffari. Qui bisogna salvare l'Italia quindi ci sono delle priorità : i femminicidio, l'omofobia ( parola nettamente in contrasto con il tema della legge che si propone) deono metteri in coda. Priorità è la legge elettorale, priorità è l'annullameno dell'imu, priorità è non aumentare l'iva, priorità è rivedere totalmente l sistema pensionistico dopo lo scherzetto della Fornero, priorità è sistemare gli esodati , priorità è generare posti di lavoro per i nostri figli , priorità è la ricrescita delle aziende italiane, priorità è la dicurezza per strada soprattutto a Torio he sta diventando una città del terzo mondo. Cara Boldrini come vede le sue priorità non sono le nostre.

Nadia Vouch

Lun, 12/08/2013 - 15:58

Per #I£port@borse. E dire che, quando frequentavo un istituto tecnico, la stenografia era considerata materia "secondaria". Saluti.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Lun, 12/08/2013 - 15:59

Come al solito si perde tempo con le leggi inutili: legge contro il femminicidio, che cavolo vuol dire? L'omicidio era già proibito e comprendeva anche le femmine, che facevano parte del genere umano e non femminiano! Solito clichè: per alcuni mesi al telegiornale si parla di donne ammazzate e si tace di altrettanti uomini ammazzati, dopodiché si inculca nella la necessità di fare la 300.000° legge e se ne discute nei talk-show in modo da distrarre la gente mentre si sta preparando l'ennesima mazzata di tasse !! Poi la legge contro l'omofobia, che sarebbe forse la paura dei gay, a quando la legge contro la chirotterofobia, cioè la paura dei pipistrelli? (mia moglie ne è terrorizzata e una legge in tal senso la farebbe stare meglio).

Giangi2

Lun, 12/08/2013 - 16:30

Stenografi? Ma a che servono?

Francesca da roma

Lun, 12/08/2013 - 16:39

Non vedo l'ora di buttarla giu da quella poltrona questa spocchiosa antipatica radical-chic dei miei stivali pensa solo ai capperi suoi e ai poveri rifugiati. E a noi chi ci pensa? Alle nostre strade piene di delinquenti Che dobbio pure mantenere . Scio a Casa seguita da kyengee

angelomaria

Lun, 12/08/2013 - 16:47

sara' quel che sara'ma questavolta ha ragione

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Lun, 12/08/2013 - 17:05

certo caro grillo ,è evidente

roccheus

Lun, 12/08/2013 - 17:28

Ma nemmeno su articoli semplici riuscita a fare dell'informazione corretta al Giornale: tutto quello che e' stato scritto qui ed attribuito a Grillo, in realta' l'ha scritto/detto Fico ... non avrebbe senso che Grillo scrivesse alcune di quelle cose, visto che lui non e' nemmeno in parlamento! ... pfff ...

1VULCANO

Lun, 12/08/2013 - 17:41

1 + antipatico dell' altro !

unosolo

Lun, 12/08/2013 - 18:23

in ogni posto di lavoro esistono contratti per la manutenzione e la pulizia di uffici e librerie , o sale di conferenza ecc, ecc , per quale motivo la pulizia dei volumi in camera deve essere un contratto a parte ? si vede che col passare degli anni e rinnovando gli appalti , sempre le stesse ditte , pian piano hanno nascosto quel piccolo codicillo ed ecco che spendiamo altri bei soldini per sua maestà la capo camera, come gli aumenti per i dipendenti , elargisce senza controllare se in appalti precedenti esisteva la pulizia della biblioteca.

Ritratto di stock47

stock47

Lun, 12/08/2013 - 18:56

Non saprei dire sulla Boldrini, indubbiamente è spocchiosa e agisce come se il Parlamento fosse lei, su questo occorre dare ragione a Grillo. Anche sulle Leggi, non presentate da nessun parlamentare, Grillo ha ragione, sono diventati tutti quanti degli yes men. La colpa di tutto ciò è l'attuale sistema elettorale, nato per facilitare e ottenere una maggioranza su un fronte unico e finita allo sbando. Il sistema è stato quello di annullare le Preferenze degli elettori, i rappresentanti sarebbero stati presentati dal partito dopo regolare confronto interno. Il guaio è che di confronti interni non ce ne sono mai stati, ogni partito ha fatto come meglio gli è convenuto in base al dominio della segreteria di partito. Un simile sistema poteva funzionare solo dopo avere stabilito delle regole interne ai partiti fatte per legge; com'è adesso, invece, gli eletti sono solo dei burattini in mano alla segreteria di partito. Poche persone decidono il destino di un intera nazione, è solo che assurdo visto che il nostro Parlamento era nato per rappresentare il popolo sovrano. L'ho scritto altre volte, il sistema istituzionale italiano è bacato fin dall'inizio della sua nascita. Le discrepanze sono sorte appena la frammentazione fra forze opposte è divenuta uguale, con un Parlamento fuori controllo e avvinto da sempre alle lobby economiche e ideologiche. Con l'attuale sistema elettorale del porcellum, che voleva essere un surrogato alla mancanza di decisione del Parlamento e del Governo, si è finito per cadere, invece, fra le mani di pochi che decidono per tutti, andando fuori dai desiderata del cosiddetto popolo sovrano. L'unico modo di risolvere il tutto è tornare alle preferenze dichiarate dagli elettori per ogni singolo onorevole. L'altra cosa che manca è un Governo che non sia legato alle crisi determinate dal Parlamento. In altre parole un Governo che decide senza chiedere il consenso del Parlamento ma, se il Parlamento dovesse ritenere che va fuori dalle regole istituzionali o dagli obiettivi e interessi nazionali, possa far dimettere con voto apposito ma con le dimissioni contemporanee del Parlamento stesso, affinchè la parola su Governo e Parlamento ritorni agli elettori, il vero e unico potere sovrano per dirimere qualsiasi controversia della conduzione nazionale. Fin tanto che non si farà questo, l'Italia e gli italiani sono e rimarranno nel fango totale e nel prevedibile disastro, che ci attende a tutti quanti.

mezzalunapiena

Lun, 12/08/2013 - 19:10

il linguaggio di grillo molte è offensivo ma per quanto riguarda la boldrini,io aggiungo anche grasso, ha perfettamente ragione,d'altra parte chi li ha scelti?il cotechino l'ex segretario del pd.

macchiapam

Lun, 12/08/2013 - 20:37

Volete vedere che ci toccherà di rimpiamgere Fini?

Luigi Farinelli

Lun, 12/08/2013 - 21:21

Il Trattato di ISTAMBUL, con la scusa delle donne, impone i principi dell'ideologia gender e gay. Da La Nuova Bussola Quotidiana del 30.05.2013 (pubblicato su Bastabugie.it del 12.07.2013, a cura di Tommaso Scandroglio) si legge: "La lotta contro la violenza sulle donne è solo una parte della più ampia strategia posta in essere per indottrinare le nuove generazioni secondo i principi omosessuali". Nonostante le cifre stiano lì a parlare chiaro, i politici continuano ad imporre l'ideologia alle cifre perché se uno solo di essi provasse a dare al pubblico le cifre vere perderebbe letteralmente la poltrona in quanto oggi il Parlamento si è autoaccordato il diritto di truffare impunemente i cittadini, rifiutandosi di mostrare i dati VERI e a cosa mirino le ideologie laiciste. Eppure le cifre VERE sulla violenza sono lì a disposizione del politico, dello studioso o del cittadino: riassumendo: 2003=192 delitti di donne (compresi quelli dovuti ad altre donne, dei quali si parla pochissimo, come si tace in TV sui delitti su uomini, già creando una discriminazione grave) con CALO COSTANTE fino al 2012=123 delitti (dei quali molto meno di cento da parte di uomini). Se si considerano 30 milioni di donne, (occorrerebbe considerare solo quelle comprese nella fascia 14 e 50 anni ma rimaniamo sui 30 milioni, giocando anche a favore di chi parla di femminicidio): Se 100 sono i delitti compiuti da soli uomini (in realtà sono meno), 100 diviso 30 milioni moltiplicato 100 fa 0,00033%. Anche se un solo caso è di troppo una persona assennata si metterebbe prima a ridere per la maniera come viene ostinatamente imposto l'allarme sociale con dati del genere, poi si incavolerebbe, giustamente, come una jena. La realtà è che ai politici il donnismo e il vittimismo femminista fanno comodo in termini elettoralistici e perché imposto dalla Commissione Europea che ormai comanda su tutto, affossandoci come nazione non solo attraverso le crisi economiche inventate ma anche con le ideologie politicamente corrette. L'articolo citato conclude così: "SE FACCIAMO CREDERE CHE LE DONNE CADONO COME MOSCHE SARA' PIU' FACILE FAR PASSARE LEGGI PER LA TUTELA DEL , CIOE' LEGGI PER INCORAGGIARE L'OMOSESSUALITA'. LA CONVENZIONE DI ISTAMBUL IN BUONA SOSTANZA E' UN ULTERIORE TASSELLO DI QUEL MOSAICO CULTURALE CHE VUOLE STRAVOLGERE L'ANTROPOLOGIA NATURALE E SOSTITUIRLA CON UNA INVENTATA A TAVOLINO, DOVE UNA DONNA BIOLOGICA PUO' DIVENTARE UN 'UOMO' E UN UOMO UNA 'DONNA'". Questa ideologia (assieme alla spinta all'aborto e all'abolizione dell'obiezione di coscienza dei medici) è stata propalata nel mondo negli ultimi decenni dall'ONU (Dale OLeary: 'The Gender Agenda' e 'Maschi o femmine? La guerra del genere'; oltreché M. Schooyans: 'Il volto nascosto dell'ONU') attraverso le Conferenze di Pekino, Cairo, Stoccolma, Rio, anche queste, truffe aggravate dove rappresentatnti radical-femministe hanno speculato persino sulle difficoltà di traduzione per imporre concetti come "genere" al posto di "sesso", far passare le proposte (pro-aborto e pro-gender) come leggi di Stato e quindi incontrovertibili. La Convenzione di Istambul va nella stessa direzione: truffare i cittadini facendogli trovare dalla sera alla mattina come leggi dello Stato delle ideologie che parrebbero da mentecatti se superficialmente esaminate, in realtà arma micidiale per la distruzione della società così come oggi la concepiamo. La Boldrini, Mr. Hyde Veronesi, Pisapia, Vendola, il SEL...sono i terminali in Italia di questo devastante attacco e dovrebbero essere trascinati dinnanzi ad un tribunale del Popolo, correttamente informato dei loro loschi raggiri e processati quantizzando i danni già arrecati alle future generazioni con la loro propaganda infame e contronatura.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 12/08/2013 - 21:22

Boldrini non mi piace affatto. Naturalmente non mi piace quello che dice, ma - come tutti - è libera di dirlo, se e nella misura in cui non offende altri. Mi secca, invece, che si avvalga della sua immeritata carica per diffondere la sua "dottrina" politica, che poi è quella del partito in cui è stata eletta, dottrina che è molto lontana dal mio sentire. Mi auguro che dopo le prossime elezioni, ormai alle porte, non sia riproposta in una carica che a mio avviso non è in grado di rappresentare degnamente.

prodomomea

Lun, 12/08/2013 - 23:23

Boldrini e Grillo? Preferisco Olio e Stalio: sono più seri e fanno ridere.

Roberto Casnati

Mar, 13/08/2013 - 05:53

Questa faccia di ....Boldrini convoca le camere per argomenti stupidi e marginali! Non partecipate! Che la Boldrini si trovi di fronte ad un'aula vuota!

Accademico

Mar, 13/08/2013 - 07:50

Disistimo il Comico genovese, ma devo ammettere che questa volta ci ha preso!

Ritratto di limick

limick

Mar, 13/08/2013 - 07:59

E' finita la luna di miele Boldrini-fancazzisti-grillini.. peccato, a sto giro son d'accordo coi grillini, la boldrini e' indifendibile.

Giunone

Lun, 19/08/2013 - 22:46

Stando ai fatti, il rinnovo della terza poltrona da parte di altro soggetto è uno dei validi motivi per i quali in tanti desiderano andare al voto...