"Grillo, il Cavaliere e la giustizia barbara Ecco la mia verità"

Il capo del governo: "Sono un vero garantista, non inseguo i Cinque stelle. L'accordo per le riforme reggerà. Berlusconi ha condotto l'ennesima campagna elettorale da combattente" 

Roma - Presidente Renzi, arrivando qui il tassista mi ha detto: «Quel Renzi mi piaceva molto, ora però mi pare che non gli facciano fare niente e che abbia intorno i soliti politicanti. Quasi quasi voto Grillo così vanno a quel paese».

Non teme che stare al governo la abbia resa agli occhi degli elettori meno “nuovo”, più «come gli altri»?
«Onestamente, penso che di cose ne abbiamo fatte moltissime. Oggi racconterò in una conferenza stampa il mio giro d'Italia in 80 giorni: il provvedimento sul lavoro, gli 80 euro, la legge elettorale approvata dalla Camera, il decreto Cultura che apre ai finanziamenti privati, la riforma della Pubblica amministrazione e del Terzo settore. Abbiamo rivoluzionato tempi e modi di governo, messo metà donne ovunque, rinnovato i vertici delle aziende pubbliche. Si poteva fare meglio? Di sicuro. Ma sfido chiunque a fare altrettanto. Se poi quel tassista vuol votare Grillo pazienza, cercherò di recuperarlo fino all'ultimo secondo».

In 80 giorni ha fatto 9 decreti legge e chiesto 9 fiducie. C'è un problema nella sua maggioranza?
«Assolutamente sì, negarlo sarebbe scorrettezza intellettuale. Il problema c'è. E l'assetto istituzionale non aiuta. Sto aspettando che si riformino finalmente i regolamenti parlamentari, poi sarà più semplice superare gli eccessi di fiduce e di decretazione d'urgenza».

Si sarà reso conto di essere il premier con meno poteri in Europa. S'è pentito di non aver messo questa riforma in cima alla lista?
«No. Quello della forma di governo è un problema reale, che va affrontato. Ma non è urgente come la riforma del bicameralismo e del federalismo. E a volte è necessario trovare delle mediazioni alte per riuscire a portare a casa i risultati».

Intanto però le riforme arrancano. Non è stato un errore accettare le pressioni di pezzi di Pd e dei suoi alleati e non fare subito l'Italicum?
«Se l'accordo sui tempi avesse retto, avremmo già portato a casa la riforma del Senato in prima lettura. Ci siamo fermati perché Berlusconi ha chiesto di tenere il tema fuori dalla campagna elettorale. Credo che su questo abbia sbagliato a dar retta a cattivi consiglieri: avrebbe giovato anche a lui intestarsi le riforme. Ma le porteremo a casa, inutile strapparsi i capelli per qualche settimana in più dopo vent'anni di ammuina totale».

L'accordo con Berlusconi reggerà anche dopo il voto?
«Dire no alle riforme gli nuocerebbe. A Berlusconi va riconosciuta l'ennesima campagna elettorale da vero combattente: i sondaggi lo danno poco sotto un anno fa. E senza Ncd. Quest'anno ha subito una scissione, una condanna, la decadenza, i servizi sociali, ha fatto cadere un governo. Ne ha fatte e subite di tutti i colori ed è ancora lì: onore al merito. Ma fare le riforme conviene all'Italia. E anche a lui».

A proposito di condanne, non pensa di aver fatto un errore a inseguire Grillo sul suo terreno, ad esempio sul caso Genovese?
«Alt: non abbiamo inseguito nessuno. Ho sempre detto che per me chi non è condannato definitivamente è innocente. Ho difeso il diritto a far politica, anche da sottosegretario, di chi ha un avviso di garanzia, contro i mâitre-à-penser di certa sinistra. E questo giusto ieri mi è costato un “processo” in streaming nella redazione del Fatto. Sono tra i pochi a resistere alla barbarie degli avvisi di garanzia come condanna anticipata. Ma su Genovese la Camera doveva solo decidere se ci fosse il fumus persecutionis, e il Pd lo ha trattato come un qualsiasi cittadino. Non ho ceduto alla furia giustizialista: se c'è stato qualcuno a sinistra che ha criticato i magistrati quando era giusto sono io. Ma la legge e uguale per tutti, dalle nostre parti».

Teme i contraccolpi di una forte affermazione di Grillo?
«No. Il suo era il primo partito, alle scorse elezioni. Se gli italiani voteranno con cuore e testa e non con la pancia, lunedì non lo sarà più. È uno straordinario professionista della comunicazione, dice cose opposte a seconda della piazza che ha davanti. A Torino sta con i NoTav, a Roma coi carabinieri. A Firenze con Berlinguer, in periferia con Casa Pound: è il primo leader il cui programma dipende più dal Tom tom che dalle idee. Ma mi ostino a credere che ci sia un'Italia stanca di insulti e odi reciproci. Punto a quell'Italia: non mi importa cosa ha votato in passato, non ho la puzza al naso tipica di chi vede nell'altro il nemico. Per me chi ha votato Grillo o Berlusconi è un cittadino da conquistare con le nostre proposte, e spero che siano tanti. È solo che oggi chi vuole un'Italia che conti in Europa deve votare Pd: pensi un po' come stiamo messi...».

I dipendenti Rai - con Grillo - la contestano. S'è messo contro la tv pubblica?
«È divertente vedere gli incendiari grillini trasformarsi in pompieri, a braccetto con l'Usigrai. Io chiedo voti anche per smontare quei pezzi di potere. Sottoporre la Rai alla spending review è un fatto di giustizia sociale. Ma vedendo le reazioni mi sono convinto che sia necessario e urgente dare un altro assetto al servizio pubblico. Come? Lo saprete presto».

Commenti

syntronik

Ven, 23/05/2014 - 08:35

Di idee me ha tante, quello che dice é compatible con un paese democratico e tutti sanno i problemi che abbiamo, la intenzione di fare si vede, ma in italia, tra il dire e il fare, é un gran dilemma e di difficile attuaziome, spero riesca nel suo intento, forse con l'appoggio del suo virtuale rivale, riesce a fare qualche cosa, ma non tutto, dipende molto, da come prende in mano la padella il pentasfigato, generatore di panzane e bufale.

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Ven, 23/05/2014 - 08:46

renzi parla bene , ha idee ma anche lui deve combattere contro i niet di certa classe politica del suo partito . da furbo non ha toccato , ovvero non gli hanno posto la domanda , di cosa pensasse della kienge e delle sue cafonate , e se la boldrini rimarrà al suo posto . potevo forse pensare che in europa la kienge è un colpo di mitra all'italia , e forse sarebbe stato meglio buttarla fuori . non basta licenziare la dirigenza di equitalia , occorre pensare alla nostra libertà e alla nostra dignità calpestata da una magistratura incivile e dalla presenza di certi esponenti come la boldrini e la kienge o del musulmano dal nome impossibile . di certo a questo punto non voterò renzi

angelomaria

Ven, 23/05/2014 - 08:53

fai sta' benedetta lfioegge elettotale smetti di cazzzeggiare buongiorno e buontutto a voi cari lettoti

edo1969

Ven, 23/05/2014 - 09:04

"messo metà donne ovunque".. Renzi con tutto il rispetto questa non mi sembra che abbia un impatto sulla vita degli italiani. Perchè non dire anche che ha fatto cambiato la carta igienica a Palazzo Chigi?

edo1969

Ven, 23/05/2014 - 09:16

Il Giornale e FI in genere sono morbidissimi su Renzi. Sta dicendo subliminalmente "votatelo pure, perchè se cade lui cadiamo tutti". O anche "tutto ma non Grillo". da un altro canto Renzi ha ancora bisogno totale dell'appoggio "esterno" di Berlusca. Bananas se volete dare davvero un colpo a Grillo votate Renzi...

Ritratto di ..Vinciamo..Noi!

..Vinciamo..Noi!

Ven, 23/05/2014 - 09:19

la verità da Il Bomba, un POLITICANTE ABUSIVO in campagna elettorale? la verità,quella vera è che il pd ed i suoi compari alleati di PDd2 hanno una PAURA FO..... che gli italiani LI MANDINO MERITATAMENTE E FINALMENTE AFF...

evergreen ave

Ven, 23/05/2014 - 09:23

Meglio parlare con te che con Bersani..ma usalo bene il tempo che Silvio ti ha concesso.

colapesce

Ven, 23/05/2014 - 09:28

bravo Renzi piu furbo perfino del suo maestro .......fara il pieno di voti.......

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 23/05/2014 - 09:28

renzi è un bugiardo. come tutti i sinistronzi. dice troppe cazzate, e sta ribaltando i fatti per far tornare a suo vantaggio gli effetti (ossia il voto ottenuto con l'inganno).....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 23/05/2014 - 09:31

Il terzo fantoccio del Bilderberg messo a "capo" della colonia italiana.

james baker

Ven, 23/05/2014 - 09:34

Renzi : non faccio critiche ma constato. Ha fatto il panegirico dei contratti firmati con le ditte tedesche ma non ha detto una parola sul made in italy. Mi spiego : Con Prodi abbiamo già assistito alla vendita delle scarpe delle Marche e ci siamo ritrovati le strade di tutto l'Adriatico zeppe delle ""ragazze"" di Kiev senza mutande e con le ciabatte ... non vorrei che adesso si stanno vendendo gli stracci di Prato senza sapere cosa riceveremo in cambio ... per cui, questi contratti di investitori tedeschi altro non fanno che dimostrare quello che ho già ripetuto su questo blog : Renzi-Merkel non sono il futuro dell'Italia. Berlusconi in trincea con l'elmetto sulla testa é l'emblema di un imprenditore (a forza trascinato nella politica per la realtà comunista in Italia) che in tutti i casi é l'esempio di un'azienda "italiana", con mila dipendenti, all'inizio circa 50/60 mila) che non ha fatto mai casini sindacali, scioperi in piazza, ammortizzatori sociali, robots al posto delle persone (famiglie), giramenti di direzione del vento politico a seconda del governo di turno etc., etc., eccetera. Non ha detto infine nemmeno una parola sulla situazione del meridione, parlando soltanto di Bari ed Elettrolux come l'aspirina che salverà un mal di cuore ormai diventato cronico . Per dire che non mi convince : é, come dice Silvio, sveglio, intelligente, ma ... Voi sapete che, in tutti i discorsi, tutto va bene fino a quando arriva il famoso "" MA "". Qui, di ma ce ne sta più di uno e la cosa mi induce a riflettere su queste elezioni europee di domenica. Non mi assumo la responsabilità delle conseguenze delle decisioni non nostre ma di tanti galli a cantare. L'Europa non é ancora nata. E' una "bambina"" nel grembo della madre i cui termini di gestazione naturale sono scaduti. Per me, l'idea di un bambino che non riesce a nascere dopo nove mesi, rimane un problema molto critico per tutti i ginecologi del mondo : salviamo la madre, oppure la bambina : vogliamo gli ideali dei padri fondatori che sono i miei , oppure salviamo le imprese tedesche in ITALIA ??? Rispondete alla mia domanda, prima di mettee la croce dove vi pare e piace. E per risolvere i problemi di Renzi occorre essere i primi dentro l'internazionale socialista con i nuovi rappresentanti del PD, cioé ex Partito Comunista Italiano. Buon voto a tutti. -james baker-.

bruna.amorosi

Ven, 23/05/2014 - 09:36

povero RENZI sei grandicello per non capire che è l'ora delle scelte o di quà o di là un piede in due scarpe non puoi metterlo perciò finiscila di zompettare e promettere , mari e monti quando sai e perfettamente che così devi dare sempre un contentino a tutti ed è quello che ti bugererà e non farai niente cosi come niente hanno fatto tutti quelli che come te sono costretti alla coalizione deciditi se essere di destra o di sinistra e facci tornare alle urne solo allora forse potrai fare qualcosa nella tua casa . perchè così sei ambicuo .

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Ven, 23/05/2014 - 09:38

Ancora una volta, la speranza per l'Italia è avere qualcuno disposto a parlare con Berlusconi. Fino ad oggi la sinistra tout-court nella sua furia distruttrice e nella sua smania di potere se ne è fregata del bene comune, Si è disinteressata del bene dell'Italia. Grillo, come ha detto bene Renzi, parla per la piazza. Fa uno show comico carico di appeal per lo sfascismo ma di nessuna utilità per il bene comune. I vari Civati, Cuperlo, Bersani, Letta, con il codazzo di senatori spaventati dalla possibile perdita dell'agognata poltrona: stanno solo aspettando qualche défaillance Renziana per far saltare, ancora una volta, il tavolo della governabilità. Casini ed i centristi stanno solo aspettando di vedere la direzione del vento per spiegare le loro vele dell'opportunismo politico. Stanno a guardare per scoprire chi potrà garantirgli una poltrona, una sedia, un seggiolino. Ed allora? L'unica speranza è che Berlusconi (con tutto quello che ha subito, come ha riconosciuto anche Renzi) abbia ancora la forza sufficiente per poter essere l'interlocutore di chi abbia voglia di parlare del bene dell'Italia.

peppe1944

Ven, 23/05/2014 - 09:42

Caro ebetino di Firenze, lunedi mattina dovrai prendere atto dello tsunami elettorale che ti spazzerà via... Dovrai dimmetterti insieme a quell'altra cariatide di Napolitano... TI piacevaa ebetino giocare a fare il presidente del consiglio, promettere tutto a tutti, un vero Silvio in miniatura... Sono le vostre ultime ore, poi sarete travolti... (politicamente parlando)... Ciao ebetino salutamassorete!!! E buona giornata a 5 Stelle anche a te e famiglia

peppe1944

Ven, 23/05/2014 - 09:45

Fratello Gabriele Foglietta quando il programma del MoVimento 5 Stelle sarà attuato ne trarrai beneficio anche tu che adesso non riesci a capire. Buona giornatissima a 5 Stelle per te fratello!!! In Alto i Cuori!!!! VINCIAMONOI MoVimento 5 Stelle

bastadestrasinistra

Ven, 23/05/2014 - 10:08

Renzi e' l unico che ha un programma di governo vero e articolato, non fatto di singoli punti sparati a caso, ma organizzato e strutturale. Ed è l unico che sta parlando di programmi effettivi, che possono anche scontentare molti. Berlu ha avuto il tempo per dimostrare, ma ha sempre fallito. Quanto ai Vinciamonoi, a me fa veramente dispiacere pensare che ci siano italiani che votano solo perché Grillo fa il simpatico sul palco, sparando delle ca...te atomiche. Ha già tutti quei deputati in parlamento e invece di fare opposizione costruttiva si limita all ostruzionismo. E le proposte che fa quali sono? Il patibolo mediatico di quattro ignoranti via web? O l uscita dall euro per portarci alla fame? O lui e casa leggio ministri? E di che cosa, della parolaccia? Del vaffa? Sconfortante. Spero che si voti Pd o PDL, ma non i 5 stelle.

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Ven, 23/05/2014 - 10:35

Caro peppe1944, fino ad ora di programmi non se ne ' sentito parlare. Secondo le piazze, in cui si svolgevano gli show, ho sentito parlare di cose che non vanno. Le cose che non vanno le conosco anche io quello che vorrei sentire sono le proposte di soluzione. L'Italia è divisa in tre parti (di cui una nasce solo sull'ondata dell'antipolitica e dalle parole di un guitto che per una volta invece di far ridere cerca di suscitare la rabbia) per poter governare c'è bisogno che due delle tre parti si parlino cercando le soluzioni. Con la rabbia e basta non si va da nessuna parte. L'anarchia non paga. Qui c'è un paese pieno di storture, di abusi, di sprechi, da riprendere in mano e raddrizzare. Le denunce dei 5 stelle? Benvenute. Qualcuno dovrà intervenire a correggere le anomalie denunciate? Chi ci deve pensare: Grillo? Salvo epurazioni nei confronti dei non allineati.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 23/05/2014 - 10:51

Caro Fonsie Rensi, è inutile che sfacciatamente provi a leccare il culo a Silvio Berlusconi ribadendo che è ancora un grande "combattente". Gli Italiani questo lo sanno benissimo perchè hanno avuto modo di verificarlo più volte nell'arco del tempo. Piuttosto se le elezioni Europee(come pare)determineranno un clamoroso successo di Grillo la colpa sarà soltanto tua visto che hai condotto una campagna elettorale zeppa di cazzate che, al confronto, quelle di Grillo appaiono addirittura serie. Pertanto preparati a fare fagotto, tu e le tue galline coccodè al seguito, preceduti ovviamente dal satrapo del Quirinale che ti ha permesso di intrufolarti abusivamente a Palazzo Chigi disprezzando come non mai la volontà del Popolo Italiano!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 23/05/2014 - 10:52

"A Berlusconi va riconosciuta l'ennesima campagna elettorale da vero combattente: i sondaggi lo danno poco sotto un anno fa." Quando si ricevono elogi dal nemico la conclusione non può essere che una: intelligenza col nemico.

peppe1944

Ven, 23/05/2014 - 11:11

Fratello Gabriele Foglietta, vai sul sito www.beppegrillo.it e prova a leggere i programmi... Noi abbiamo anche il programma europeo, cosa che non hanno le alte forze politiche... Credimi è la verita... Buona giornata a 5 Stelle a te Fratello

edo1969

Ven, 23/05/2014 - 11:41

a Grillo puzza anche l'alito: lo scrive Sallustio

agosvac

Ven, 23/05/2014 - 12:55

Io non sono di sinistra pertanto non voterò mai per Renzi. Però ammiro il coraggio che ha avuto accettando di fare il Premier senza essere passato dalle elezioni politiche. Il motivo è semplice: Renzi pur avendo per sè la maggioranza del partito non ha la maggioranza dei deputati Pd in Parlamento perchè questa maggioranza è stata eletta in liste bloccate scelte dal precedente segretario. E' per questo che non avrei mai creduto che Renzi accettasse di fare il Premier con "questo" Parlamento, e per questo dico che ha avuto un coraggio da leone!!!

edo1969

Ven, 23/05/2014 - 13:06

mortimermouse voterà Renzi ma non osa scriverlo

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 23/05/2014 - 13:15

Avevo molta simpatia per il giovane Renzi, battagliero e anticonvenzionale. Poi è salito al Colle e ne è sceso trasformato: la legge elettorale per votare subito non serve più, le elezioni si faranno fra 4 anni, forse, e le riforme non si faranno mai, perché il Furbetto non ha una maggioranza per poter modificare coerentemente la costituzione. Poi ha solo tagliato i compensi a manager di Stato, però trovando il modo di non scontentare l’unico che aveva pubblicamente minacciato di andarsene, tale Moretti se non ricordo male. Dopo di che chiacchiere, tante chiacchiere, senza freno, e un DL 66 il cui ignobile art. 1 serve solo a fargli salvare la faccia, dopo che i tecnici gli hanno spiegato che non si potevano restituire le imposte (i tragici 80 euro) in misura superiore a quanto pagato, per cui - per salvargli la faccia - ne è nata una complicatissima quanto incostituzionale norma per dare quanto promesso a chi non ne avrebbe avuto titolo, così erogando un regalo a spese degli altri italiani, anche di chi è più povero dei beneficiati. Però dove è arrivato al massimo, regalandoci finalmente un poco di ilarità, è stato ieri quando si è speso in memoria di Berlinguer: esilarante. Poverino ….

pinux3

Ven, 23/05/2014 - 13:22

"Giustizia barbara"? E quando mai Renzi si è espresso in questo modo? Volete far parlare Renzi come Sallusti? Patetici...

angelomaria

Ven, 23/05/2014 - 13:57

sull'assetto pubblico RAI non c'e' dubbio che vada rivisto e col la lente d'ingrandimento!!!!

pinux3

Ven, 23/05/2014 - 14:15

@edo1969...Fanno così perchè sperano nel "buon cuore" di Renzi per cercare di salvarsi dal disastro incombente...Renzi ha bisogno di Berlusconi? Prima di dirlo aspetterei i risultati di FI il 26...