Grillo esulta (sotto voce): "M5S virus inarrestabile"

Dopo la vittoria a Livorno e Civitavecchia, il comico si limita a complimentarsi su Facebook. Teme forse altri flop come Parma?

Pur non passando a Fano, Modena e in altri ballottaggi nei quali era impegnato, il Movimento 5 Stelle riesce a ridimensionare il flop delle europee. E Beppe Grillo può agilmente appuntarsi sul bavero altre due stellette: la conquista della "rossa" Livorno, dove in funzione antipiddì Filippo Nogarin ha staccato di 20 punti Marco Ruggeri raccogliendo voti trasversali dalla destra e dalla sinistra "radicale", e il trionfo di un'altra città importante come Civitavecchia. Qui il sindaco sarà Antonio Cozzolino che ha lasciato al palo il potente democratico Pietro Tidei, due volte deputato e tre volte sindaco della città portuale. "I nostri sindaci Cinque Stelle sono sempre di più - ha commentato Grillo - è un virus inarrestabile".

Per i grillini, l'impresa di Livorno ha il sapore di una seconda Parma: cori e caroselli davanti al Comune sono andati avanti fino a notte fonda. Netto l'astensionismo: 35.899 voti per Nogarin, 31.759 per Ruggeri, per un'affluenza totale del 50,44% dei voti, il 15% in meno rispetto al primo turno. A caldo, Nogarin ha affermato che "questa non è solo la rottura di una tradizione che durava da quasi settant'anni, questo è un vero e proprio cambiamento storico per la città". Una vittoria che, insieme all'ottimo risultato incassato a Civitavecchia, sembra ridare fiducia ai Cinque Stelle sfiancati dalla litigiosità interna e dallo strapotere di Grillo. Secondo Luigi Di Maio, vice presidente della Camera, "la partecipazione ha vinto sull'arroganza del potere del Pd". Il tono è tutt'altro che trionfalistico. Perché sulle spalle i grillini ha troppe sconfitte che pesano. Lungo il cammino del sindaco di Parma Federico Pizzarotti il continuo braccio di ferro col comico e la debacle amministrativa hanno dimostrato una scarsa capacità degli stellati a governare. Incapacità che è stata confermata anche a Roma e che minaccia di azzoppare anche gli eurodeputati grillini.

Grillo cerca comunque di monetizzare la vittoria. E metterci sopra la propria bandierina. Lo fa con un post su Facebook per complimentarsi con Nogarin e Cozzolino: "Vi aspetta una bella avventura, difficile ed impegnativa, ma so che la affronterete con la massima serietà ed il massimo impegno". Il comico genovese ha poi ringraziato tutti gli altri candidati sindaci del M5S che non hanno tagliato il traguardo: "Ci avete entusiasmato e reso fieri di fare parte di questa comunità e continuerete a farlo da opposizione". Infine una battuta: "Sarà vero che vinceremo poi? Non so, ma io sono contento adesso". Più deciso nell'esultare è sicuramente Pizzarotti: "In questo periodo storico i sindaci hanno un ruolo più che fondamentale: le città sono il motore di sviluppo del Paese ed una politica virtuosa, onesta e competente può davvero fare la differenza".

Commenti

schiacciarayban

Lun, 09/06/2014 - 15:11

Si, si , due comuni, veramente un virus inarrestabile!!!!

KARLO-VE

Lun, 09/06/2014 - 15:17

il Giornale "....e la debacle amministrativa hanno dimostrato una scarsa capacità degli stellati a governare...." Parma entra nei Comuni virtuosi: Il Comune di Parma entrerà a far parte dell’associazione dei Comuni Virtuosi,promosse politiche su rifiuti e mobilità..... Ma razza di giornalisti siete?

vilo55

Lun, 09/06/2014 - 15:23

Questa volta niente brogli elettorali - tutto regolare - . I brogli vengono evocati sempre quando si perde , per non ammettere la sconfitta, e nel caso dei M5S alle Europee la disfatta

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 09/06/2014 - 16:00

Fu vera gloria? Il Pd ha ceduto alla schiuma dei centri sociali. Se poi finisce come a Parma...Tra fatwe, insulti fratricidi e pizze in faccia, temo che i compagni non faticheranno a riprendersi la città.

angelomaria

Lun, 09/06/2014 - 18:24

come direbbero i cinise un virus scusate ma sono cinesi inculabile!!!!

Accademico

Lun, 09/06/2014 - 18:33

Il povero grillo fa solo casino. Anche quando esulta o finge di farlo. Il neo primo cittadino livornese sarà un altro flop targato 5 Stalle. Come fu per Parma!

Ritratto di chris_7

chris_7

Lun, 09/06/2014 - 18:38

il virus ha trovato troppe persone immuni, mi dispiace ma il contagio non ha avuto successo

Ritratto di _alb_

_alb_

Lun, 09/06/2014 - 19:29

I virus però spesso portano alla morte l'organismo ospite...

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Lun, 09/06/2014 - 20:51

Caro Grullo ti auguro di andare a prelevare qualche Migrante e di accoglierlo nel tuo cielo stellato; vedrai i danni che hai fatto senza dire quelli che vorresti fare; sei proprio incorreggibile e meno male che non siamo andati tutti al mare. Forza Italia e Forza Lega N. Shalom

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Mar, 10/06/2014 - 06:43

Non so che tipo di virus pensa di essere, ma sempre di malattia si tratta. Un antibiotico efficace è solo questione di tempo.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 10/06/2014 - 08:02

Che sia davvero inarrestabile non credo (e, soprattutto, me lo auguro), ma che sia certamente un virus mortale è una certezza. Oltretutto, come se non bastasse la sua letalità, è un virus simbiotico al virus rosso. Fate, per esempio, la somma algebrica dei voti rossi e grillini del primo turno e otterrete i voti con cui è stato eletto il nuovo sindaco di Pavia; il fatto, poi, che Cattaneo abbia preso 3000 voti in meno (-16%) tra primo e secondo turno, è una di quelle cose allucinanti che mi fanno dire che sono proprio l'indolenza, l'ignavia, l'indecente passività, l'autolesionismo di una montagna di Italiani (la stragrande maggioranza) che non sono "rossi" né tantomeno "virus-contagiati", che rendono mortali ed epidemiche queste malattie virali. Sarà meglio che ci svegliamo alla svelta e proviamo a debellare questa vera e propria "malattia" così simile alla "rabbia silvestre", che dopo la fasi della bava alla bocca, dell'aggressività, della paralisi dell'organismo infettato... porta inevitabilmente alla morte. L'unica differenza tra la "rabbia" e il "virus pentastellato" è che nel primo caso l'animale-serbatoio è il pipistrello mentre nel secondo è... un grillo. Un grillo doppiamente pericoloso, perché all'inizio faceva solo ridere, poi ha cominciato a mordere "a caso" tutto e chiunque per poi finire per infestare le menti più deboli (o più "non-menti") assieme a "quattro gatti" (infettati primigeni) che decidono chi colpire stando annidati in una "rete".