Grillo fa bene a cacciarli tutti

Il M5S è una setta, non può rinunciare alla coerenza. E i sondaggi lo premiano

La contabilità dei fuoriusciti dal Movimento 5 stelle non va sottovalutata: sono ormai 13 gli ex grillini, cioè coloro i quali per un motivo o per un altro sono stati epurati dal vertice o se ne sono andati in contrasto con la linea dettata dal capo. Per gli osservatori più superficiali si tratterebbe di una diaspora che segnala un malessere profondo nel relativamente nuovo partito, la cui performance elettorale, lo scorso anno, fu avvertita come eccezionale. In effetti, 13 parlamentari messi alla porta per varie ragioni sono tanti in poco più di 12 mesi. Un fenomeno che fa impressione. Tuttavia se diamo un'occhiata ai sondaggi, che non sono il vangelo ma neppure da prendere alla leggera, ci rendiamo conto che le liti, le conseguenti punizioni degli indisciplinati e dei contestatori, le proteste e le ripicche non hanno prodotto un gran danno al movimento sotto il profilo dei consensi. In due parole, i pentastellati, nonostante le tribolazioni e le beghe interne, hanno perso soltanto un paio di punti percentuali. Il che significa che la popolarità di Beppe Grillo e della sua leadership non ha subìto danni.
Come mai? Alle prossime consultazioni europee, il M5s è dato ancora al 20 per cento e oltre. Segno evidente che la soldataglia grillina, deputati e senatori, per quanto si agiti e dimostri insofferenza verso la linea calata dall'alto, è stimata assai meno influente del generale fondatore. Perché? La gente probabilmente è affascinata, o suggestionata, da Grillo, cui riconosce autorevolezza o almeno carisma, ed è pronta a seguirlo ancora, mentre non dà alcuna importanza ai peones, dei quali sa poco o nulla: non li stima, non li ritiene fondamentali ai fini di un successo politico.
In termini ancora più crudi, l'elettorato del Movimento 5 stelle ascolta il guru genovese, gli dà retta, lo venera addirittura, crede nelle sue capacità di demolitore del sistema che detesta, ma non dà alcun peso alle sue truppe capricciose e, in certi casi, anche vogliose di godere dei privilegi assicurati dal Palazzo a chi lo frequenta. Il problema principale del M5s è mantenere una certa compattezza, non disperdere le proprie forze in correnti e sottocorrenti, non cedere alle opinioni personali dei fortunelli che grazie alle iniziative del leader si sono trovati nel cono di luce della politica.
Per essere ancora più schietti, e meglio comprendere cosa stia accadendo nel M5s, occorre rammentare che senza Grillo non esisterebbero neanche i grillini. I quali, pertanto, devono ciò che hanno conquistato fin qui solamente a lui. Ed è giusto che gli obbediscano, evitando di andare in cerca di gloria fuori dal recinto. Fatalmente, chi sgarra, perché convinto di potersela cavare in proprio, è destinato a essere espulso. Non ha alternative.
Si obietterà che la democrazia richiede un continuo confronto di idee fra gli iscritti a un partito, quindi non hanno torto i grillini che reclamano il diritto di esprimere i propri punti di vista e di imporli attraverso il famoso dibattito; ma fra la teoria e la pratica c'è di mezzo l'esigenza di sopravvivere alla burrasca politica. Se il movimento si adeguasse alle regolette che assegnano a chiunque la facoltà di comportarsi secondo coscienza, addio collaborazione, addio unità di intenti. Sarebbe una bolgia.
Fa benissimo Grillo a usare il pugno di ferro: o state con me o andatevene. Chi se ne va, non ha capito che rischia l'oblio. Perché il M5s forse non è neanche un partito, bensì una setta. E le sette stanno in piedi finché c'è uno che comanda e gli altri che eseguono. Poche storie.

Commenti

xgerico

Sab, 08/03/2014 - 13:52

Ma sii chiamatela setta, purchè se ne parli, a noi fa comunque piacere. Fatto stà che da zero in un sola tornata elettorale siamo il secondo partito! Però non confondetela con il massone N.1816!

Stefan Alm

Sab, 08/03/2014 - 14:16

Poche storie, lei ha ragione.

Ritratto di ..beautifulDay

..beautifulDay

Sab, 08/03/2014 - 14:16

13 TRADITORI del mandato elettorale CACCIATI COME MERITAVANO e come alcuni di loro speravano per potersi VENDERE al miglior offerente, ma per i POLITICANTI non ci può essere posto nel M5S

pinux3

Sab, 08/03/2014 - 14:28

In realtà voi di destra siete terrorizzati dal fatto che la disgregazione del M5S finirebbe per avvantaggiare solo la sinistra...D'altronde la maggioranza dei loro elettori sono di sinistra, quindi...

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 08/03/2014 - 14:40

fuori gli infami piddini

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 08/03/2014 - 14:41

scassa Sabato 8 marzo Lei fa un ragionamento condivisibile Signor Feltri,però vorrei capire a chi giova questa setta al Paese ,se non dividerlo ulteriormente ,a scapito di tutti ,e solo a beneficio del duo imbonitore ? Lo spiega ,a mio avviso,un passaggio de "il Principe " di Macchiavelli che riporta. : chi beneficia dei prodotti della Guerra ,non ha nessuna convenienza a farla cessare . Ciò detto non trovo niente di meglio e di men che nenoonesto tra il disonesto apparato governativo e i furbi del quartierino a 5 stelle . Ossequi Silvana Sassatelli.

palllino.

Sab, 08/03/2014 - 14:44

Non sono un grillino ma fa bene.. Chi tradisce il mandato degli elettori dovrebbe essere espulso per tutti i partiti e non dovrebbe essere ammesso cambiare partito,altro che autonomia del parlamentare sancita dalla costituzione. In un sistema bipolare o tri se uno e' eletto per un polo non dovrebbe potere passare dall'altra parte!!!

zisp

Sab, 08/03/2014 - 14:44

l'analisi è oggettivamente corretta, d'altra parte qui si sta combattendo una guerra (Grillo lo ripete spesso) e non esistono altri sistemi per liquidare iniziative di coloro che ambiscono ad un qualsiasi accordo tradizionale "politico" con le forze di regime; per scardinare il sistema (che non è possibile in alcun modo riformare con le regole standard della poltica) questi sono i metodi da usare, chi non ci sta può soddisfare le sue voglie di fare "politica" in tanti altri gruppi dal PD a Forza Italia, da SEL a Fratelli d'Italia, da Scelta Civica a vattelapesca, che alla fine tutti parte del calderone magnamagna fanno. Quindi Grillo deve assolutamente continuare su questa strada

palllino.

Sab, 08/03/2014 - 14:44

Non sono un grillino ma fa bene.. Chi tradisce il mandato degli elettori dovrebbe essere espulso per tutti i partiti e non dovrebbe essere ammesso cambiare partito,altro che autonomia del parlamentare sancita dalla costituzione. In un sistema bipolare o tri se uno e' eletto per un polo non dovrebbe potere passare dall'altra parte!!!

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 08/03/2014 - 14:50

Ottimo Feltri. Sostituendo nell'articolo "Forza Italia" a "Movimento 5 Stelle" e "Berlusconi" a "Grillo", il testo fila ancora perfettamente. In altre parole, un "messaggio trasversale" alla "soldataglia" di FI per togliersi dalla testa qualunque velleita' di dissonanza dalla linea di Silvio...

Ritratto di qwertyfire

qwertyfire

Sab, 08/03/2014 - 14:52

leccaculo di tutto il mondo, convertitevi. Oppure tra un po vi faremo convertire noi. Noi stanchi di essere derubati. Predoni della politica continuate a chiamare il "comico Beppe Grillo", solo perchè è l'unico che non ci fa piangere. Poichè, non so voi ma è vero, ci faremo quattro risate nei prossimi mesi.

Mario-64

Sab, 08/03/2014 - 15:11

Non e' il mandato degli elettori ad essere tradito ,e' un peccato di lesa maesta'. Ci sono un invasato e un ex comico che mandano in parlamento decine di ragazzini con i compiti gia' scritti. Peccato che questo sia vietato dalla Costituzione italiana ,ogni parlamentare non ha obblighi di mandato verso il proprio partito. Se la studino la Costituzione invece di sbandierarla ,questi ignoranti.

pastello

Sab, 08/03/2014 - 15:14

Feltri ha ragione, Grillo ha ragione e anch'io non ho tutti i torti se dopo vent'anni di lealtà verso il Cav voterò per il comico genovese. A proposito, avete sentito l'ultima? Scajola e Mastella candidati alle europee per Forza Italia.

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 08/03/2014 - 15:18

scassa Sabato 8 marzo Guardando i 5 stelle vedo un film verità : il Titanic affonda ,mentre l'orchestra continua a suonare diretta dal grillo concertatore nonché direttore di orchestra ,oppure Nerone Grillo che suona la lira mentre Roma brucia,ma solo i quartieri della Suburra ! Non mi sembra proprio sia il caso di incensare così un dittatore in comodato d'uso che fa solo i propri interessi e ,tanto e astuto,che tra un po' tuonerà anche contro se stesso ! S.Sassatelli.

petra

Sab, 08/03/2014 - 15:20

Checchè se ne dica, finalmente un uomo di polso in Italia. Perchè di troppa democrazia si muore.

Ritratto di wilegio

wilegio

Sab, 08/03/2014 - 15:23

Giustissimo quanto lei scrive, Veneziani! I m5s non si sono mai presentati come alternativa di governo ne' tantomeno come possibili alleati di uno dei contendenti della vecchia guardia. Loro sono stati mandati a Roma per distruggere il "sistema", a partire dalla sudditanza nei confronti della malnata ue, poi ripartire di lì per un nuovo assetto di tutto lo stato. Impresa difficilissima, ovviamente, anzi quasi impossibile, ma degna della massima attenzione. Questo nelle intenzioni dei moltissimi che li hanno votati, molti dei quali provenienti da partiti di Destra. Poi, però, ci siamo ritrovati con una serie di "nominati" che rappresentano l'estrema sinistra, l'ecologia fanatica, i no-tav, i centri sociali e chi più ne ha ne metta. A questo punto lo scollamento fra elettori e nominati (non eletti...) è troppo grande e grillo, che non è un idiota, lo ha capito, e non vuole farsi invischiare nelle trame della più bieca sinistra, ma preferisce mantenersi equidistante dalle forze politiche tradizionali. Come dargli torto? A dimostrazione di quanto sto affermando c'è questo innegabile avvicinamento degli "epurati" verso sel e compagnia cantante. Mi auguro che questo serva, se non altro, a far capire a chi, provenendo da Destra, ha votato per grillo che il movimento non lo rappresenta.

andrimail

Sab, 08/03/2014 - 15:25

La coerenza paga sempre,..

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 08/03/2014 - 15:29

"MOVIMENTO" . vuole significare qualcosa che si MUOVE IN UNA UNICA DIREZIONE E CON UMA UNICA GUIDA. non sono ammesse altre guide. Chi entra a far parte del M5S deve tenere bene a mente che ACCETTA in PIENO il programma del Movimento e nulla di più o di meno. Di norma, la REGOLA à questa. Chi non gradisce le regole del Movimento deve astenersi. Chi entra ad "OCCHI CHIUSI" e per suoi motivi personali dovrebbe prima o poi essere estromesso.E,questo, sta accasendo.

SimSalaBim

Sab, 08/03/2014 - 15:32

"Perché il M5s forse non è neanche un partito, bensì una setta. E le sette stanno in piedi finché c'è uno che comanda" Perchè una setta ? Ma allora anche gli altri partiti lo sono, ad esempio - uno a caso - il PCI-PDS-PD. La differenza è che in questo caso il piddino non ha modo di pensare con la sua testa, quindi non sono portati a ribellarsi. Non a caso li chiamano TRINARICIUTI. AHAHA

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 08/03/2014 - 15:44

Lo, sbaglio piu grande di Beppe Grillo non é stato quello di aver buttato fuori dal movimento 10 o 13 parlamentari,ma che lui non ha nessuno prospettiva politica per la gente, in un Paese come l,Italia dove i komunistronzi Hanno tutte le leve del potere tra le mani non é facile dare prospettive a chi spera di cambiare le cose in Italia, é basta vedere i commenti di gente come pravd99, pinux etc... etc.... cioe di gente a cui Hanno inculcato da anni che é tutta colpa di Berlusconi se le cose in Italia vanno male, mentre la veritá e che nel nostro paese noi abbiamo una giustizia che ha tutto il potere Fra le mani e che puo fare il bello e cattivo tempo servendo i komunisti!, é se Beppe Grillo alza un pó la testa contro questo sistema lui si ritroverá con la Testa mozza,É non ci facciamo illusioni perche e uguale chi arriverá ad essere Premier in Italia!perche chi é che comanda in Italia sono i Giudici e Magistrati!; é Beppe Grillo se ancora non se né accorto di questo vuol dire che lui é piu stupido di una Capra!.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 08/03/2014 - 15:52

Lo sbaglio piú grande di Grillo é non dire chiaramente che vuole distruggere l´apparato burocratico pappone sopra la pelle del Paese... Perché non consiglia apertamente di non pagare le tasse allo stato mafioso?

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Sab, 08/03/2014 - 16:00

Uelah! Non mi ero mai soffermato a fare un'analisi del M5S fino ad oggi. Ma devo dire che Feltri come si dice a Milano "El gha prope rasun!". Complimenti Vittorio!

nurra94

Sab, 08/03/2014 - 16:04

Caro Feltri, vorrei sapere dove vedi la coerenza? Chi sono i coerenti, quelli che Grillo caccia, o quelli che per il momento restano. E' da appena un anno che sono insieme e il gruppo del Movimento 5 Litri si sta frantumando,indipendentemente di chi sia la colpa. Questo è un Movimento, nato in un momento particolare, che l'Italia stà vivendo, altrimenti non sarebbe mai nato. Pensa caro Vittorio, a un punto del suo programma e solo da questo, ti puoi rendere conto in che condizioni ci troviamo. Assegno mensile per tutti i disoccupati, ti dice niente questo gesto amoroso fatto da Grillo agli Italiani. Una manna per i fancazzisti, ma con quali soldi verrebbero finanziati, gli euro non crescono sugli alberi. Questo è il motivo, per cui Grillo ha ancora questo fascino, sperano ancora al famoso assegno di solidarietà, se svanisce questo sogno, svanisce anche Grillo e il suo Movimento 5 Litri!!!!!

AlbertMissinger

Sab, 08/03/2014 - 16:27

La linea politica di Mr. Grillo è sempre stata: niente accordi con questi partiti, legge elettorali che preveda massimo due mandati elettorali, via i pregiudicati dal Parlamento, acqua pubblica, privilegiare investimenti in sanità, scuola, istruzione e ricerca, restituzione dei denari incassati attraverso la legge truffa dei rimborsi elettorali. Probabilmente coloro che sono stati espulsi non condividevano completamente la linea politica oppure pensavano fosse solo retorica elettorale. Alla prova dei fatti, semplicemente non hanno retto.

nurra94

Sab, 08/03/2014 - 16:48

pinux3, a seguire il tuo bel discorso, la sinistra sarebbe oltre il 50% da sola. Mi vuoi spiegare, perché negli ultimi 20 anni, la sinistra ha vinto solo due volte con Prodi, una delle quali, per 24.000 voti. Le altre volte che ha Governato, lo ha fatto per giochi di palazzo, senza andare alle urne. Quando ha vinto,a malapena ha superato il 30%, Quindi significa che non tutti i Grillini siano di sinistra, altrimenti da quel di che l'Italia sarebbe fallita!!!!1

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 08/03/2014 - 16:59

AlbertMissinger - In politica la forma e' sostanza. "Alla prova dei fatti" Grillo non vuole veramente cio' che diceva di volere, perche' vede, coloro che gli hanno dato fiducia non sono solo gli estremisti senza famiglia, c'e' anche tanta gente diciamo "normale" e questi atteggiamenti estremisti - perche' tali sono - non possono che allontanare chi estremista non e'. Peccato, perche' penso che Grillo abbia moltissime buone ragioni.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Sab, 08/03/2014 - 17:00

stranamente vanno tutti verso il pd , questo cosa è mercato delle vacche o scouting? i comunisti erano,sono e saranno infami

INGVDI

Sab, 08/03/2014 - 17:24

Un inno alla stupidità umana questo articolo di Feltri. Ma anche una certa legittimazione delle idee e modi del guru genovese. Forza beoti e coscienti seguaci del comico! Mi raccomando dentro il recinto e senza azionare i (pochi)neuroni che possedete.

Roberto Monaco

Sab, 08/03/2014 - 17:24

Direi che se dal - condivisibile - articolo di Feltri si tolgono le parole "Grillo e M5S" e si sostituiscono con "Berlusconi e Forza Italia" non c'è bisogno di cambiare molto altro

forbot

Sab, 08/03/2014 - 17:24

Ill.mo Feltri : Lei sicuramente non ha bisogno del mio consenso per sapere che anche questa volta: Ha centrato l'obbiettivo. Parole belle e a proposito, dette con garbo e senza offendere nessuno. Chi non è con me, è contro di me. - Grillo ha voluto creare un movimento che piacesse a lui ed ha accettato tutti quelli che vogliono condividere le sue idee e programmi. Chi le accetta deve seguire, chi nel percorso crede d'aver sbagliato, cambia strada; libero di ritornare da dove è venuto. Può darsi anche da ambienti contrari al movimento, infiltratosi per sapere cosa bolle in pentola dall'altra parte. Non dimentichiamo, i servizi segreti, per chi possono aver anche suonato. Comunque complimenti, finchè ci sono uomini e donne che le cose le dicono papale-papale, la democrazia non muore.-

scipione

Sab, 08/03/2014 - 17:53

E ti pareva che il sinistro Pravda99 non dovesse tirare in ballo Berlusconi? Il quale ,per norma e regola di Pravda,a differeza del comico,NON HA MAI CACCIATO nessuno,ma e' stato TRADITO da chi pensava di farlo fuori per prenderne il posto.Gente INFAME.

nonna.mi

Sab, 08/03/2014 - 17:57

Semplice domanda: ma Grillo è un Democratico o un Dittatore? Attenzione, noi tutti italiani,siamo sicuri che il Duo pentastellato abbia la capacità di essere veramente utile al nostro Paese, sapendo eventualmente governare con giustizia e libertà? Un conto è sbraitare contro tutti gli altri e dire sempre NO, ma poi bisogna SAPERE e agire con Capacità difficilissima da applicare dato che distruggere solamente è facile, forse, all'inizio, poi molto difficile nel tradurla in efficacia e buon senso generale. Chi di voi ha letto le vere intenzioni del grigio-capellone? Alcune sono allucinanti ! Auguri a quelli che non sanno in mano di chi sarebbero,votandoli. Myriam

scipione

Sab, 08/03/2014 - 17:59

Votate,votate il comico,lui non andra' oltre il 20%,non si alleera' mai con nessuno e nel tempo si capira' che per governare questo benedetto Paese l'unica soluzione sara' un governo PD-FORZA ITALIA e cosi' spariranno comici,saltimbanchi,voltagabbana .......che stanno rompendo i co....ni agli italiani.

Gioortu

Sab, 08/03/2014 - 18:12

Sono d'accordo con il direttore Feltri, i malpancisti stellati al momento della loro elezione erano a conoscenza delle regole del movimento poi strada facendo e perdendo soldini hanno cambiato idea.Sarei curioso di conoscere se i fuoriusciti da quel movimento rinunciano ad una parte del loro lauto compenso.Io penso di no!!!

Lorenzi

Sab, 08/03/2014 - 18:19

D'accordo al 100%. Da sempre ho sostenuto questo principio che vale per qualsiasi partito. Da sempre, anche, sostengo che l'art. 67 della nostra Costituzione va cambiato. Il parlamentare deve essere eletto CON vincolo di mandato. La famosa preferenza è una farsa: con il cavolo che se non è nella lista del partito di gradimento dell'elettore viene eletto. Non va d'accordo con il partito ? A casa ! Non si 'mette in proprio' e diventa, spesso, l'ago della bilancia dei governi ! Ma come ? Una sola persona decide il destino di 60 milioni di italiani ? Devono essere i partiti a prendersi le responsabilità e,poi, saranno premiati o castigati alle elezioni successive. Per chi non lo sapesse la Costituzione tedesca lo prevede da quando è stata fatta: ecco perchè i governi durano per l'intero mandato.

swiller

Sab, 08/03/2014 - 18:31

Fa bene a cacciarli.

Ritratto di tempus_fugit_888

tempus_fugit_888

Sab, 08/03/2014 - 19:36

@pinux3 (Sab, 08/03/2014 - 14:28) Hai qualche elemento concreto per affermare che il M5S è prevalentemente costituito da transfughi della SX? A me risulta che nelle ultime consultazioni la DX abbia perduto 6 milioni di voti e la SX ne abbia perduti 3. Dunque 6+3=9, esattamente il numero dei voti ottenuti dal M5S. Piuttosto che parlare per luoghi comuni faresti bene ad osservare la cose. Non ti pare?

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 08/03/2014 - 21:35

non mi e´simpatico, ma devo ammettere che accetando di stare com lui , si devono accetare anche le regole nei doverie nei diiritti, tropo comodo usare uma situazione per finio personali, se non sei dáccordo nessuno ti cerca pertanto fuori dai coglioni..

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Sab, 08/03/2014 - 21:57

Ho l'impressione che il fenomeno grillo sia colpevolmente sottostimato. Butta fuori qualche dissidente (meglio qualcuno che non ha capito di che gioco è parte) e si grida alla mancanza di democrazia, al crollo dei sondaggi, si fanno battute tipo "l'ultimo chiuda la porta" senza rendersi conto che il piano grillesco si sta dipanando secondo i modi ed i tempi giusti. Prenderlo sottogamba temo voglia dire ritrovarsi a delle sorprese che potrebbero essere non proprio piacevoli. Nel mio piccolo di sondaggista mi capita di sentire sempre più spesso discorsi tipo "peggio non può sicuramente fare". Fa certamente bene, come dice Feltri, ad usare il pugno fi ferro. Le organizzazioni che funzionano meglio sono quelle a piramide tipo l'esercito e la Chiesa. Almeno fino a quando si usava obbedir tacendo (tacendo morir non sarebbe del tutto necessario). Lui, questo, l'ha bene in mente. Ed alla fine, anche la gente normale potrebbe esserne affascinata.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 08/03/2014 - 22:29

Avete visto il Grillo nazionale; punta il dito in alto quasi a dire: "Dio che mi hai fatto pensi che dovrei ancora continuare o mi debbo fermare ad Eboli?". Sapete una cosa; finché in Italia abbiamo comici che non fanno nemmeno ridere, avremo Politici che non faranno mai bene al Popolo. Shalom

Magicoilgiornale

Sab, 08/03/2014 - 23:24

Dovrebbero autocacciarsi TUTTI

graffias

Sab, 08/03/2014 - 23:40

Caro xgerico, sventolarci in faccia l'affermazione del movimento cinque stelle delle ultime elezioni è grottesco . questa affermazione è stata il simbolo di un disfacimento politico e morale che non dovrebbe inorgoglire nessuno. Quando ci saranno le prossime elezioni politiche , vedremmo se avrà ancora la stessa aria , tronfia ed arrogante.

graffias

Sab, 08/03/2014 - 23:51

Povero Pravda ! ti consiglio di trovarti un Nik-name diverso e più attinente ai contenuti di ciò che scrivi , ovvero :falsità a non finire. Solo su di un giornale di destra uno come te ( insieme ad altri odiatori dediti alla menzogna ad oltranza) potevano trovare ospitalità. Francamente a te e ad altri applicherei il metodo Grillo , giusto per vedervi crepare di rabbia .

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Dom, 09/03/2014 - 00:27

Non capisco perchè tanta gente si ammazza a fare discorsi , credo che Renzi , Grillo , il sistema , i soldi , il debito , e tutto il resto sono solo cazzate , serve ai giornali per scrivere , ai salotti per discutere , la gente continua ad ammazzarsi come sempre , quando i politici s'incontrano dicono sempre , la colpa e tua no e vostra , ma intanto cosa cambia ? Niente , chi deve mangiare mangia e chi deve far mangiare continua a dare il c... , tutti contenti e felici , e la mandria continua a brucare per mantenere questi pezzenti alla loro vita agiata tra ville , barche , feste mondane e se ne sbattono altamente di chi s'impicca o si da fuoco , neanche a votare ci mandano più , ma in che c.... di paese siamo , come dice Grillo (e dice bene ) andassero tutti a fare in culo non credo più a niente e a nessuno .

akron

Dom, 09/03/2014 - 07:01

5 articoli sul Movimento 5 Stelle ( in contemporanea su questa testata). Siete nel panico?

Sapere Aude

Dom, 09/03/2014 - 08:25

Parlare di ‘setta’ è una connotazione religiosa più che politica. Se i grillini vogliono la democrazia hanno ragione sia Feltri che Grillo: che della democrazia non sa proprio cosa farsene se escludiamo il ricorso al voto invece della rivoluzione col sangue. Direi di più, Grillo è fondamentalmente un uomo di dittatura e non è detto prendendo il 20% che quella parte degli italiani non sognino quel sistema. Aggiungo, non senza una ragione. Oltre cinquant’anni di democrazia più che collaborare per il bene del paese i partiti rimangono divisi su tutto. Lo scopo è l’eliminazione dell’avversario. Mi domando quanto a lungo potremo resistere con questa diarchia a eliminazione che non si riesce a rettificare.

Pierluigi Gualandri

Dom, 09/03/2014 - 09:04

Una considerazione sul punto di vista del dott. Feltri.Sono d' accordo che Grillo abbia valutato la decisione di espellere i contestatori per una dimostrazione di convenienza politica ma essendo uno di quelli che dalla vecchia F.I. è passato al m.5.s.e alla richiesta di votare per per andare all' incontro con Renzi ha espresso il suo voto di favorevole diventato maggioritario, come iscritto mi sento preso in giro. Se Grillo non era d' accordo per andare a quel colloquio, non c' era nessun motivo di far vedere che la decisione della rete era sacrosanta. bastava semplicemente non coinvolgerla e decidere come gli pareva e nessuno avrebbe avuto da dire. Poichè invece ha fatto la scelta di coinvolgere gli iscritti, aveva l'obbligo di ascoltare invece di fare quella sceneggiata.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Dom, 09/03/2014 - 10:14

@SCIPIONE 17.59 8.3.14: Scettico ma sono quasi d'accordo. Però devono fare quello che la gente si aspetta e che sarebbe giusto fare, altrimenti M5S raddoppierà i voti. Altro che pettinare le bambole! Saluti