Renzi annaspa sulle riforme e confessa: "Mi sono fermato"

L'ex rottamatore alla direzione del Pd: cambieremo le istituzioni ma niente frenesia, evitiamo lo scontro. Infatti apre a Berlusconi sul presidenzialismo

Da selvaggio purosangue del galoppo a casereccio routinier del trotter. Il cavallo di razza trasfigura nel Renzino ormai sotto i nostri occhi, giorno dopo giorno, goccia dopo goccia. Cambia il passo, muta la natura del presidente del Consiglio e forse pure la sostanza. Non la consueta propensione per la pugna elettorale, per le battute da agit-prop dell'era Web del cinguettio, per i suadenti bagni di folla («che bello incontrare la gente!», garrirà in favore di telecamera). Tanto da ammetterlo, davanti ai famigli della Direzione del Pd: «In questi giorni la priorità è fare la campagna elettorale, lavoriamo a testa bassa per portare il risultato migliore». Spiega come giocare d'attacco e incita a non aver timidezze. Invoca tregua interna: «I rigurgiti di polemiche mettiamoli da parte». Quindi attacca Grillo, il gran nemico, «gufo e sciacallo» di una campagna che «sta diventando un derby tra rabbia e speranza». Ma ciò che si nota, già da un po' di settimane, è il ritmo renziano che scema, cede il passo, vede infrangere sugli scogli della realtà molte delle fanfare e fanfeluche che pure avevano sgombrato la strada per Palazzo Chigi. Il premier s'avvita su se stesso come un selfie imbambolato, paralizzato come appariva l'altra sera sulla tribuna dell'Olimpico, quando l'inno di Mameli veniva sommerso da fischi e pur dovevano fischiargli un po' le orecchie (ieri sera s'è infine sfogato in tivù da Vespa). Matteo Renzi annaspa come la Fiorentina contro il Napoli: giusto qualche sprazzo qua e là, dopo aver fatto sperare di meglio. La velocità di realizzazione non è quella d'un tempo. «Però vacci piano», gli dice Epifani al termine della Direzione. E lui celia (ma neppure troppo): «Infatti, hai visto, mi son fermato».

Renzi è un velocipede zoppo. Anche sulla pista delle riforme, per debolezza di garretti, fa come la volpe con l'uva d'Esopo: dice che è una sua scelta «per evitare lo scontro», però state sereni che «le portiamo a casa». La spiegazione arriva da un seminario sulle riforme organizzato (tambur battente) dal Pd. Servono tempi stretti, ma soprattutto «certi», fa ammenda Renzi. «Altrimenti non avremo la credibilità per parlare con la gente». Però guai a «farci mettere ansia». Niente «frenesia», predica ora Matteo, insofferente delle accuse di «improvvisazione». «Non è l'esigenza di far veloce perché qualcuno gode nel far veloce, ma c'è la certezza che se non si cambia l'Italia resterà fanalino di coda in Europa, perché nella Ue guardano prima alle riforme istituzionali che a quelle economiche». E ancora: «Non stiamo cercando di dare rapidità alla decisione perché abbiamo chissà quale paura di discutere nel merito e del confronto, anche aspro: vogliamo discutere a 360 gradi, con i professoroni e i professorini, ma poi bisogna decidere...».

Al seminario ascolta le critiche di alcuni dei «professori» in sala, annota i loro nomi a penna sul retro di un volumetto arancione, poi la critica di Onida («le riforme non si fanno per risparmiar soldi»). E sul presidenzialismo chiesto da Berlusconi, scrive: «Dopo». Dopo le riforme del Senato e del titolo V. Ma soprattutto «dopo» le Europee, che il premier tiene a non far diventare un primo test sul proprio operato. «Sbaglia chi dice che da esse dipende la stabilità del governo». Nell'arringa difensiva lunga come l'ennesima giornata sprecata in propaganda elettorale prende corpo sempre con maggior evidenza l'arruffapopolo che mescola pulsioni della pancia elettorale con le consuete considerazioni banali. Chissà: un giorno forse scopriremo che non era un asso, ma il solito due di picche.

Commenti

millycarlino

Mar, 06/05/2014 - 09:22

Dì la verità è il Piccolo Padre del Quirinale che ti ha fermato dai! Non siamo nati ieri. Milly Carlino

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 06/05/2014 - 09:26

ovvio! renzi con la sinistra non può che finire bloccato! può sperare solo da berlusconi un aiuto concreto, ma dovrà sottostare alle condizioni di berlusconi, tra i quali, la riforma della giustizia, la riforma della costituzione, la riforma elettorale, e perfino le 41 riforme fatte da berlusconi dovranno essere reintrodotte!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 06/05/2014 - 09:30

Mi sono fermato? Mmmmm, sei mai partito?

linoalo1

Mar, 06/05/2014 - 09:30

Bravo Renzi!Hai però dimenticato di dire che è ora di rispettare la promessa che hai fatto di fronte a tutti gli Italiani!I casi sono due:o dici Pubblicamente che sei un Marinaio,con il valore delle sue promesse!O ti dimetti!Lino.

Ernestinho

Mar, 06/05/2014 - 09:52

Dopo aver concesso €. 80 solo a pochi privilegiati ci sarà un cospicuo aumento di tasse sin da Giugno, senza contare gli aumenti delle addizionali regionali e comunali, già in vigore. E dall'anno prossimo non ci sarà più la deduzione per il S.S.N. sulle assicurazioni auto. Renzi dirà che sono cose decisioni prese dai Governi precedenti. Ma, perché, non si possono cambiare? O le tasse devono aumentare sempre?

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 06/05/2014 - 10:08

BUFFONE DI UN PARTITO DI BUFFONI PROSTITUITI AI MASSONI EUROPEI, TRA POCO SI PAGHERANNO LE TASSE SIATE FELICI ED ORGOGLIOSI DI ESSERE ITALIANI

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Mar, 06/05/2014 - 10:11

Di fatto è un annuncio di dimissioni. Silvio è stato fin troppo tollerante: nonostante abbia dettato con chiarezza al renzi le riforme da fare, il renzi non è stato in grado di eseguire. SILVIO , Padre della Patria, ha tollerato fino ad ora un governo nato da un golpe solo perché l'ebetino si era impegnato a fare le riforme che SILVIO vuole da oltre vent'anni. Renzi ha fallito! E adesso SILVIO deve seguire il volere del popolo che Lo vuole al governo, alla Presidenza della Repubblica (siamo molto oltre il 51%), dunque alle dimissioni di renzi seguirà il voto popolare che darà all'Italia la democrazia e la libertà.

vince50_19

Mar, 06/05/2014 - 10:22

Andiamo, su: sta facendo "esperienza" sor Matteo...

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mar, 06/05/2014 - 10:28

Se Matteo Fonzi non avesse la copertura mediatica paragonabile ad un diluvio propagandistico da regime dittatoriale..sarebbe già in mutande..e il bluff al rialzo del giocatore di poker fiorentino sarebbe chiaro a tutti...Lo sa anche Crozza che per disciplina di Partito in occasione delle europee..ha smesso di martellarlo come faceva ai tempi delle primarie.. Crozza aridacci il Nientalista!!!!

billibix

Mar, 06/05/2014 - 10:32

Si è fermato! Mah è mai partito? Io ho notato solo una grancassa mediatica e tanta pubblicità elettorale.

glasnost

Mar, 06/05/2014 - 10:40

Il problema non è il sopravvalutato Renzi. Nessuno di buonsenso può credere che qualcuno arrivi e gli si consenta di cambiare un paese dove le regole del potere sono consolidate da 60 anni. Il sistema di potere NON SI TOCCA. Non lo hanno fatto fare a Berlusconi pur eletto dal popolo, figuriamoci a Renzi nominato dagli stessi membri del potere. Può soltanto fare "a mmuina" e vendere auto blu su ebay, compensare con tasse gli 80 euri che darà a chi prende meno di 1500EU e forse le provincie se riesce a ricollocare tutta la mappa del vecchio potere. Ma niente tagli veri ai costi ed alle abitudini dello stato. Scordatevelo. Questo anche se, come ha il coraggio di dire Pelù, ha dietro la forza della massoneria.

Ernestinho

Mar, 06/05/2014 - 10:51

X perSilvio46 Questa poi! Addirittura il 51% (molto oltre) degli Italiani vuole Berlusconi Presidente della Repubblica? Ma li hai contati tu?

Guido_

Mar, 06/05/2014 - 10:51

Vai avanti così Matteo, non fare caso a questi vecchi dinosauri della politica che pensano solo agli affari propri e non a quelli dei cittadini.

Salvatore1950

Mar, 06/05/2014 - 11:06

facciamo il punto della situazione r vediamo a cosa ci ha portato la premiata ditta Renzi-Alfano : siamo il paese dove, anche per giocare una partita di calcio si chiede il permesso ad un energumeno detto "genny a carogna" e sotto gli occhi , spero imbarazzati, di Renzi e Grasso presenti allo stadio......siamo il paese dove, come informa la Renzi-girl, tale Picierno si puo' vivere con 80 euro due settimane ( quindi con 160 euro al mese) probabilmente mangiando pane e cipolla tutti igiorni e bevendo acqua ddal rubinetto.....siamo il paese dove, come afferma sempre la stessa Picierno di prima chi e' avanti con l'eta' non va nenche ascoltato perche' delira ed e' rincoglionito......siamo il paese terra di conquista grazie alla eliminazione del reato di clandestinita' e Alfano assiste, impotente e incapace, alla invasione per la gioia intima e profonda della Boldrini......siamo il paese dove agli immigrati viene garantito cibo, assistenza sanitaria e persino scheda telefonica e gli italiani invece arrancano per sopravvivere quando ci riescono, altrimenti soccombono.....siamo il paese dove l'inno nazionale.,invece di cantarlo con la mano sul cuore, viene fischiato.....ma che paese e' questo?

paolonardi

Mar, 06/05/2014 - 11:16

Come Dovevasi Dimostrare!!! Sono sempre state parole in liberta' di un individuo che ha fatto delle chiacchere vuote la sua fortuna. Mi arrogo e riconosco il merito di averlo detto e scritto appena il nostro parolaio ha messo il naso nella politica nazionale. Diffidare sempre di chi non ha una solida base culturale come i campagnoli qual'e' l'ex sinaco di Firenze. Ribadisco: non e' fiorentino ma del contado e, in queste zone, il fatto ha una notevole rilevanza. Come Dovevasi Dimostrare.

xgerico

Mar, 06/05/2014 - 11:35

Ma come, se è stata F.I che si è lamentata che Renzi faceva le "riforme" a tutto vantaggio delle prossime elezioni! Ora che a detto ci vediamo dopo il 26 vi lamentate!?

Ritratto di echowindy

echowindy

Mar, 06/05/2014 - 12:17

MATTEO RENZI, VORREI ESPORRE UNA MIA CATTIVELLA RIFLESSIONE PERSONALE … A GIUDICARE DAI DATI SULLA DISOCCUPAZIONE E DALLE CIFRE RECORD DEL DEBITO PUBBLICO – MALEDETTAMENTE PEGGIORATI - SUCCEDE CHE L’AMERICANO LARRY FINK “LO SQUALO DELL’ALTA FINANZA DEL PIÙ GRANDE FONDO DI INVESTIMENTO AL MONDO (COVO DI CRIMINALI DEI POTERI FORTI) TI APPLAUDE (E NON SOLO LUI). I DO NOT UNDERSTAND WHY? … IL TUO OPERATO DI GOVERNO FINO AD OGGI NON RICHIEDE NESSUN ACCURATO ESAME PER MERITARE ALCUNA SERIA CONSIDERAZIONE DI ELOGIO: O SBAGLIO?! … SENTO ODORE DI PUZZO COME LA TUA INASPETTATA E RAPIDISSIMA “OCCUPAZIONE” A PALAZZO CHIGI.

Ritratto di .VinciamoNOI

.VinciamoNOI

Mar, 06/05/2014 - 12:21

povero cocco si è fermato, chieda consigli al suo amico verdini

Ritratto di Aulin

Aulin

Mar, 06/05/2014 - 12:35

Mr Vuoto Pneumatico se la fa sotto. Senza Berlusconi il governo è destinato a morire. In pratica al PD pregheranno che FI non perda alle elezioni. Deficienti. Silvio vogliamo uscire dall'euro, se vuoi cancellare i sinistri filotedeschi è l'unica proposta da fare.

noinciucio

Mar, 06/05/2014 - 13:00

ha detto anche che se non avesse fatto una riforma al mese si sarebbe dimesso e allora cosa aspetta ad andarsene a casa?

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 06/05/2014 - 13:18

Grullo!. Ti sei fermato. Ti avevo detto di andarci pano. Nonna diceva: Chi va piano va sano e lontano. Guarda cosa avviene in Ukraina , Guarda cosa avviene in Inghilterra e fatti una CULTURA. Invece di pensare alle cazzate Politiche. Pensa a tutta quella MARMAGLIA di stranieri che arrivano nel nostro paese. Alfano ha detto che sono di passaggio, per dove?. In Inghilterra li vogliono cacciare, In Spagna la stessa cosa, in Olanda sono pieni. Bruxelles non ne vuole sapere e quando inizieranno il RITORNO dove andranno a finire, hai pensato?. L'unico paese IDIOTA è l'Italia, che li dovrà mantenere. Percio grullo Fiorentino, pensa come li potrai mantenere e se gli Ottanta Euro che regali ad una parte di Italiani, Rubando una parte di questi a tutti i pensionati, che hanno un conto corrente OBBLIGATORIO, come potrai fermare questa marea, che ogni giorno si fa sempre più grande. Queste sono le cose prioritarie, perchè queste cose sono quelle che hanno un costo elevato doppio, sia nel mantenerli, sia per assisterli, fuori e dentro il loro modo di comportarsi, talvolta criminale, non avendo niente da perdere.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 06/05/2014 - 13:41

In, italia con i komunistronzi che ci sono, Matteo Renzi non potrá mai fare le riforme necessarie per il Paese,é questo perche troppe sono le Lobby nel PDPCI che frenano ogni tentativo di fare le riforme in Italia, é senza le riforme il nostro Paese e destinato alla bancarotta Economica é Industriale, é chi invoca una come la Merkel in italia dovrebbe sapere che la Merkel in Germania ha il doppio del potere di un Premier Italiano da buttare sulla bilancia quando si tratta di decidere il bene del Paese!, é che nel nostro Paese con queste constellazioni neppure 1000 Merkel possono salvare l,italia!,in Italia per fare le riforme tu come Premier devi passare le forche caudine di 4 instanze!, é la prima e quella del Parlamento! la seconda é quella del Senato! la terza é quella del Quirinale!é la quarta e quella della Consulta! É IN NESSUN PAESE NEL MONDO CÉ UNA PRASSI BUROCRATICA COSTITUZIONALE COME L;ITALIA! É PRIMA CHE UNA RIFORMA VIENE APPROVATA PER IL BENE DEL PAESE; IL PAESE SARÁ CREPATO PER LA MANCANZA DI QUESTA RIFORMA!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mar, 06/05/2014 - 13:43

In, italia con i komunistronzi che ci sono, Matteo Renzi non potrá mai fare le riforme necessarie per il Paese,é questo perche troppe sono le Lobby nel PDPCI che frenano ogni tentativo di fare le riforme in Italia, é senza le riforme il nostro Paese e destinato alla bancarotta Economica é Industriale, é chi invoca una come la Merkel in italia dovrebbe sapere che la Merkel in Germania ha il doppio del potere di un Premier Italiano da buttare sulla bilancia quando si tratta di decidere il bene del Paese!, é che nel nostro Paese con queste constellazioni neppure 1000 Merkel possono salvare l,italia!,in Italia per fare le riforme tu come Premier devi passare le forche caudine di 4 instanze!, é la prima e quella del Parlamento! la seconda é quella del Senato! la terza é quella del Quirinale!é la quarta e quella della Consulta! É IN NESSUN PAESE NEL MONDO CÉ UNA PRASSI BUROCRATICA COSTITUZIONALE COME L;ITALIA! É PRIMA CHE UNA RIFORMA VIENE APPROVATA PER IL BENE DEL PAESE; IL PAESE SARÁ CREPATO PER LA MANCANZA DI QUESTA RIFORMA!.