Per Grillo l'illuso è ora di chiudere bottega

Grillo dovrebbe dichiarare fallimento prima che possa sopraggiungere la bancarotta. Non ha altre alternative

L'idea giusta è quella di Beppe Grillo: ritirare il simbolo del Movimento 5 stelle e abbandonare i grillini al loro destino di velleitari. Dichiarare fallimento prima che possa sopraggiungere la bancarotta. Non c'è alternativa, anche se il guru la sta cercando affannosamente. Non la troverà. Tutti i successi troppo rapidi sono «difettosi» e durano poco, perché sono figli del caso o, peggio, del caos. I pentastellati sono una mandria senza pastore e senza cani che mordano loro le gambe quando sbandano. Un movimento politico che non abbia un capo presente sul posto e pronto a intervenire, guidare, consigliare e punire non può andare oltre l'exploit fine a se stesso.

In queste poche parole il senso di un disastro: i grillini non sono una squadra, ma un gruppo di avventurieri senza bussola. Si stanno perdendo. Grillo non è un colpevole, ma un illuso. E i suoi adepti se ne stanno rendendo conto. Egli si era convinto che la democrazia rappresentativa fosse morta e sostituibile con quella digitale. Un errore. Una società complessa quale la nostra ha bisogno di mediazioni. Necessita di una sintesi e di equilibri non precari.
Internet non surroga i meccanismi tradizionali dei partiti organizzati a livello centrale e periferico, dotati di strutture più o meno idonee a selezionare nelle regioni, nei comuni e nelle province il personale politico da mandare a Roma. Non riesce a tenere le file degli iscritti e a disciplinarli per conseguire uno scopo. La Rete non è un tessuto connettivo, ma dispersivo. Basta navigare un po' per scoprire che la massa di coloro i quali smanettano sul computer è costituita da individui scollegati l'uno dall'altro, spesso in competizione tra loro, addirittura in polemica.
Pensare di ricavare da una bolgia di narcisisti una linea politica comune è da ingenui. Non è un'utopia, ma un'idiozia. Il Grande Fratello esiste solo nei romanzi. Certamente, fa paura supporre che prima o poi l'umanità sarà sempre più dipendente da tablet e roba simile. Per ora tuttavia, almeno in Italia, chi ricorre al Web è una minoranza. Ma quand'anche diventasse a breve una maggioranza, cambierebbe poco. Sarebbe sempre l'individualismo a dominare e, quindi, a dividere l'opinione pubblica.
Quello di Grillo è stato un sogno, non un piano intelligente, benché egli, pur nel suo delirio, abbia a un dato momento ottenuto risultati strabilianti che hanno seminato il terrore nel Palazzo. Il M5S è diventato il primo partito nazionale. Però non è un partito vero. È un'agenzia che offre lavoro a chi non ne sa fare nemmeno uno. Ovvio che abbia avuto molti clienti. Ma una volta chiamati a fare qualcosa che giustifichi la loro presenza in Parlamento, i miracolati da Grillo si sono rivelati ciò che sono: degli sprovveduti. Tant'è che su ogni questione si azzuffano, ciascuno alla ricerca disperata di sopravvivere.
Il loro motto è: durare per riscuotere. L'ipotesi che il gioco finisca presto e che essi siano costretti a tornare a casa dove li attende la disoccupazione, o un mestiere mal retribuito, li manda in tilt. Non ragionano più. Sono pronti a tradire, ad accettare ospitalità in altri gruppi parlamentari. Già, guai a mollare l'osso. Così si comprende il travaglio in atto nel Movimento. C'è chi è già fuggito dal tetto di Grillo. C'è chi ha progetta di farlo. C'è chi non sa dove rifugiarsi. Tutti comunque sono animati dal desiderio di restare inchiodati allo scranno. Fanno quasi tenerezza. Erano nemici giurati della casta, ora hanno l'obiettivo di entrarci, possibilmente per sempre.
Non ne ho la certezza, ma è forte l'impressione che Grillo abbia capito l'antifona, e mediti di mollare lo scettro. Prima si decide a portare i libri in tribunale e meglio è. Non ha futuro. Il suo è stato un gioco elettrizzante, ma come ogni gioco non deve durare a lungo, altrimenti si trasforma in tragedia. La politica non è pane per i denti del Santone. Meglio il cabaret. Coraggio Beppe, faccia un passo indietro, dica che ha scherzato. È stato abile a realizzare un disegno perfido, quello di ridicolizzare i partiti. Ma non insista. Le diamo atto di aver messo a soqquadro il Palazzo e di aver costretto gli inquilini a mutare registro. Di più: di aver scompaginato le loro agende, obbligandoli se non altro a fingere di darsi una mossa.
È giunta l'ora di chiudere bottega. La senatrice Adele Gambaro, borghesuccia di danarosa schiatta, accusa Grillo di aver sgarrato, di essere responsabile della sconfitta alle amministrative. Afferma che le urla del capo sono state esiziali. Lui si incavola e medita di buttarla fuori dalla porta. Ecco, basta questo episodio per misurare la febbre di cui soffre il Movimento. Quando si trattava di vincere alle politiche, in febbraio, i pentastellati gradivano gli strilli procacciavoti del guru; ora che i suffragi sono calati, cala anche l'apprezzamento per la voce stentorea del leader. È il segno dello sfilacciamento in atto sotto le stelle e dell'ingratitudine dei beneficati.
Caro Grillo, scenda dalla ribalta e ribalti tutto. Sarebbe un bel finale.

Commenti

yuryssg

Dom, 16/06/2013 - 16:23

Grillo chiude bottega, un minuto dopo i grillini passano al PD, due minuti dopo la bottega la chiude il PDL. Ma il Giornale è ancora di destra?

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Dom, 16/06/2013 - 16:34

Grillo non mi sembra valga molto come "capopartito" e anche gli eletti M5S mi sembrano una masnada di sfigati inconcludenti. Apprezzabile invece l'intuito di Grillo da punto di vista finanziario, finora tra Telecom, Parmalat, Unicredit, MPS ci ha sempre preso e visionato ora il decreto "del fare" (niente) credo ci abbia azzeccato anche sul fallimento dell'Italia in autunno. Rimane da vedere se sarà un prelievo forzoso o direttamente l'intervento della Troika a tirare fuori il paese dalla melma stavolta.

Ritratto di gli onor€€€voli.

gli onor€€€voli.

Dom, 16/06/2013 - 16:36

ARROGANTI E PRESUNTUOSI, NON SARANNO POCHI TRADITORI A CONDIZIONARE LA VICENDA DEL M5S CHE ELIMINANDO LE MELE MARCE PUO' USCIRNE SOLO RAFFORZATO...FORZA BEPPE, QUANDO IL GIOCO SI FA DURO I DURI COMINCIANO A GIOCARE ED I CONIGLI VANNO A CASA

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 16/06/2013 - 16:40

Grillo è padrone del m5s. Le candidature le doveva fare lui, e non mettere gente sconosciuta e di dubbia competenza con le "parlamentarie".

pepperumo

Dom, 16/06/2013 - 16:49

così poi il pd trova una maggioranza e sarà berlusconi a chiudere bottega...

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 16/06/2013 - 16:51

Troppo abelinati per sopravvivere.

angelovf

Dom, 16/06/2013 - 16:52

Si tenetevi questi broccoli spigati, a noi non servono, la sinistra e sempre pronta a tradire anche adesso che la nazione ha bisogno di coesione.avete rovinato l'Italia, tra neri gialli, paonazzi e f...i.

vince50_19

Dom, 16/06/2013 - 17:01

Sempre sostenuto che Grillo avrebbe dovuto presentarsi alle elezioni..

mariolino50

Dom, 16/06/2013 - 17:05

Il giornalista dice che il grande fratello non esiste, esiste eccome, e cè pure la grande sorella, e si chiamano, Cia Kgb, mossad, nsa, mi5 e tutti gli altri che ci sono in giro, per loro siamo tutti figli di zoccola.

'gnurante

Dom, 16/06/2013 - 17:10

uno che perde 11 capoluoghi su 11 dovrebbe proprio chiudere bottega

titina

Dom, 16/06/2013 - 17:13

Grillo non ha saputo scegliere i candidati, anzi li ha voluti così per dominarli e li ha trattati come bambini dell'asilo. Spero, però, che i partiti riescano a capire, attraverso le parole di grillo, ciò che il popolo vuole, ciò di cui è stufo. Inutile elencare i punti: li conoscono e fanno finta di niente e si fanno gli affari loro.

Ritratto di massacrato

massacrato

Dom, 16/06/2013 - 17:16

Come al solito, Feltri centra il problema pur nelle sue sfaccettature. Quanto al fatto che alcuni paventano su alleanze ed altre chiusure... La realtà è quella. Inutile fare il gioco dello struzzo. Anche se nutro seri dubbi su quanto fotograficamente possa rappresentarci questo parlamento.

Pazz84

Dom, 16/06/2013 - 17:29

Se seguiamo il raggionamento dell'articolo allora dopo la batosta elettorale del PDL alle ultime elezioni dovrebbero sciogliere il partito e sparire del tutto. 16 a 0. Per non parlare della Valle D'Aosta in cui il PDL non ha preso manco un voto. Spariti del tutto. Non preoccupatevi però, avete vinto i sondaggi anche se non contano nulla

Ritratto di chris_7

chris_7

Dom, 16/06/2013 - 17:33

ecco perchè voleva scappare in Australia! Hei grillo lo sai che nn si possono portare insetti in Australia!?

syntronik

Dom, 16/06/2013 - 17:55

Non c'è tanto da dire, si sapeva che prima o poi avrebbe chiuso bottega, se non è ora, sarà presto, non può esistere e soppravvivere un modo di far politica come questo, un'armata brancaleone, che vuole capovolgere il mondo, con dei waffa e cretinate continue, quello andava bene da organizzare un centro sociale, e andare in piazza a spaccare vetrine, solo quello hanno nel dna, pertanto è destinato al fallimento, la cosa che lascia alliniti, che tanti italiani come lui, sono convinti, ancora che il mondo si cambia con le sassate e le imprecazioni, urlando a non finire, che la colpla è sempre e comunque di un solo personaggio, tutti hanno fatto la stessa fine, e spariti nel nulla, pertanto, tanti saluti e buona fine (politica).

Roberto Casnati

Dom, 16/06/2013 - 17:59

I 5STALLE stanno comprovando quanto ho più volte affermato: non saranno loro a cambiare Roma, ma è Roma che ha cambiato loro, se pure c'era qualche cosa da cambiare. I 5STALLE, come a suo tempo i 68INI, arrivati a Roma si comportano peggio dei loro contestati!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 16/06/2013 - 18:07

ma leggeteli, questi grulli che commentano :-))) a leggerli, mi danno l'idea che vivano in un mondo tutto loro, dove loro stessi si credono degli eroi... ahahahah cretini! cretiiiiiiiniiiiiii!! :-))) ma andate a quel paese andate!!!!!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 16/06/2013 - 18:08

Analisi perfetta yuryssg.

Tommaso Berretta

Dom, 16/06/2013 - 18:14

Beppe Grillo magari la bottega la chiude, ma il fatto è che la apre il PD pronto a mercanteggiare per il passaggio nella sue fila dei così detti pentastellati 'delusi'. Secondo me ad attaccare Grillo politicamente ci si rimette, nel senso che il Bersani di turno si ringalluzzisce.

Ritratto di tomari

tomari

Dom, 16/06/2013 - 18:21

@yuryssg:...e meno di tre mesi dopo si rivota...con il CDX che vince alla grande!

gamma

Dom, 16/06/2013 - 18:22

Ciò che Grillo e Casaleggio non hanno capito è che internet e i social network sono l'apoteosi della banalizzazione e dei luoghi comuni. Su internet possono avere un successo di massa solo concetti semplici ed eccessivi ma anche fortemente mutevoli. Mutevoli non solo da un giorno all'altro ma addirittura da un ora all'altra. Solo se il parlamento fosse stato un social network Grillo avrebbe potuto continuare a urlare e tenere al guinzaglio i grillini. Ma il Parlamento come tutti i parlamenti del mondo è un collegio che nel bene o nel male presuppone dialogo e compromessi. Alexis De Toqueville nel 1800 disse che "la politica è l'arte del possibile". Grillo lo sta capendo a proprie spese.

Ritratto di gli onor€€€voli.

gli onor€€€voli.

Dom, 16/06/2013 - 18:26

Roberto Casnati - falsi e falsari, campioni nel gioco delle tre carte ed imbattibili mistificatori, degni alleati del pd

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 16/06/2013 - 18:26

feltri come scalfari ormai l'età prende il sopravvento sulla lucidità che prima gli permetteva di scrivere boiate quasi credibili ora non gli riesce più.

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 16/06/2013 - 18:30

i tifosi decerebrati ormai sono anni che hanno mandato il loro cervello in pensione e sanno fare i pappagalli sugli articoli di questa specie di giornaletto stile walt disney.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 16/06/2013 - 18:31

@yuryssg Anche quando vinse Prodi, il cdx doveva chiudere, i Italia vince chi non perde i voti, se governi e fai minchiate non ti vota più nessuno....il PD ed i Grillini possono governare insieme, poi chi chiuderà bottega si vedrà.....

nonnoaldo

Dom, 16/06/2013 - 18:41

Caro Feltri, tutto esatto, ma dimentica il gran finale. Tutta la congrega grillina passerà armi e bagagli al PD, che sta garantendo loro la permanenza nella casta, il 100% di emolumenti e rimborsi vari e, già che ci sono, la ricandidatura alle prossime elezioni. Sono una masnada di accattoni senza arte nè parte, ma, per schiacciare un bottone, vanno bene. I governo attuale non vedrà l'estate, il PD lo farà saltare entro quindici giorni, poi via con l'ammucchiata in parlamento e via libera ai giudici di ogni livello contro Berlusconi. Forse dureranno poco, ma danni immani ne faranno sicuramente. Amen.

eglanthyne

Dom, 16/06/2013 - 18:44

Chi vivrà vedrà,però NON credo che beppino e giangi molleranno baracca e burattini!!!

grattino

Dom, 16/06/2013 - 18:45

@mortimerd Ma ancora parli coglionazzo? Vedrai come ridi quando ti aumentano l'iva ,scemo...

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 16/06/2013 - 18:54

feltri come scalfari.

mr.jhon

Dom, 16/06/2013 - 19:05

gentile dott. Feltri, pur essendo un suo estimatore ed ex berlusconiano ( me ne pento amaramente )capisco la sua voglia e desiderio di svilire, demoralizzare Grillo con certi articoli scritti da Lei e da molti scribacchini. Puo' darsi che finisca il sogno di dmolire il marciume italkiano., Lei dott. Feltri in Tv, durante la campagna elettorale non tifava per Grillo, ma lo riteneva l'unico in grado di demolire questi marcioni che regnano sovrani, auspicando poi qualche anima buona che ricostruisse tutto... ricorda?? o fa lo smemorato? forse finirà il sogno degli italiani che vogliono pulizia, e purtroppo sino a quando ci saranno prezzolati giornalisti e direttori di regime che appoggeranno i loro padroni, sarmo tutti schiavi, anche Voi, anche se guadagnate molto...forse e' per quello che fate finta di volere il cambiamento ma, lo avversate. Mi spiace che Lei possa auspicare una cosa del genere.

Apophis

Dom, 16/06/2013 - 21:17

Nessuno ha ancora capito che in italia è finito il tempo di giocare.

mr.jhon

Dom, 16/06/2013 - 21:31

come al solito non pubblicate tutti i commenti. Caro Feltri sei deludente

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 16/06/2013 - 21:39

yuryssg -tu pensi che la destra in Italia che e' maggioranza negli Italiani chiuda bottega ? forse magari se ai comunisti locali si aggiungono quelli che arrivano e stanno arrivando dall'Africa 1000/1500 al giorno .yuryssg - Adesso da bravo vai a fare la cacca.

Ritratto di Markos

Markos

Dom, 16/06/2013 - 21:44

LA META' DEGLI ITALIANI NON VA PIÙ' A VOTARE , VEDRETE CHE TRA UN PO'IL LIVORE DI QUESTA GENTE SCOPPIERÀ' , QUESTA VALANGA MUNITA DI FUCILI A PALLETTONI SI ABBATTERÀ SU TUTTI .

rotto

Dom, 16/06/2013 - 23:38

Mortimermouse, meriteresti di essere studiato dal lombroso: tipico idiota italico

epc

Dom, 16/06/2013 - 23:47

Sono d'accordo con altri commentatori: è più che probabile che Grillo chiuda bottega, ma bisogna stare attenti a Bersani, che è già lì con tanti piatti di lenticchie per comprare i grillini rimasti senza casa.....

eglanthyne

Lun, 17/06/2013 - 06:33

Oh puffo mi sembra che ci sia un ammutinamento.

Ritratto di MIRKO60

MIRKO60

Lun, 17/06/2013 - 07:06

Vittorio vai in pensione, va la'...

xywzwyx

Lun, 17/06/2013 - 07:57

X pepperumo. Silvio se li compra in blocco (e poi li metti sul nostro conto debiti). Quanto credi possano costare?

Mercurio_09

Lun, 17/06/2013 - 10:35

Non diamo tutti addosso a Grillo. Grillo ha le sue colpe, ma ancora di più le ha il Pd! Il Pd lo ha vezzeggiato, stimolato e spronato. In M5S sono confluiti tutti i narcisisti di sx: tante chiacchiere pochi fatti (be, di fatti mi sa che ce ne son tanti...)! Quando Grillo a morso la mano (Pd) che l'ha nutrito, sono iniziati per lui i guai e i distinguo. Hanno dato a Berlusconi del compratore di parlamentari, sarebbe ora di dare al Pd il suo vero nome: illusore di parlamentari a proprio libro paga! Eh sì miei cari: i grullini dissidenti finiranno proprio in quelle bracci, le braccia di mammo sinistra...