Grillo & Silvio: in politica l'asse esiste già

Ci domandiamo perché Berlusconi e Grillo non si alleino (accantonando il nodo giustizia) nella lotta all'euro per riconquistare la sovranità nazionale

L'euro in Italia, salvo forse quando entrò in vigore, non ha mai goduto di grande popolarità. La gente si è accorta quasi subito di aver preso una bidonata: un paio di scarpe che costava, poniamo, 250mila lire, dopo poche settimane (o qualche mese) bisognava pagarlo 250 euro. Non certo un affare. Nonostante ciò, i cittadini hanno tirato avanti, sia pure mugugnando. Vari sondaggi, fino a un anno  fa circa, dimostravano che la moneta unica era mal tollerata (come del resto in Francia), ma non pienamente bocciata. Diciamo che gli scontenti si aggiravano intorno al 40 per cento, mentre coloro che la sopportavano erano la maggioranza.

Ora la musica è cambiata. Una ricerca demoscopica segnala che la maggioranza filo euro è diventata minoranza, e che la minoranza si è trasformata in maggioranza. Un ribaltamento in piena regola. Le famiglie si sono rese conto ben prima dei monetaristi che la stessa divisa per tanti Paesi diversi (diversi in tutto: cultura, economia, politica, lingua eccetera) non sta in piedi, è un controsenso. Per le nazioni deboli, una moneta forte è una iattura.

Noi non vogliamo addentrarci in questioni tecniche, compito che lasciamo volentieri agli esperti o presunti tali. Limitiamoci a considerazioni generiche e generali. Le aziende, i lavoratori e i pensionati percepiscono che tutto aumenta, dalle materie prime alla borsa della spesa, tranne le buste paga e gli assegni di quiescenza. Colpa dell'euro? Fatti i calcoli della serva, è così.

Quasi tutti i soloni sostengono che la divisa europea non solo è irreversibile (come la morte), ma che rifiutarla per tornare alla lira provocherebbe una sciagura tale da mandarci in malora. Opinioni discutibili, come tutte le opinioni. Non mi pare però che sia stato fatto uno studio serio e approfondito sugli effetti di un'eventuale marcia indietro monetaria. Sarebbe opportuno farlo, e in fretta, onde evitare sorprese qualora fosse necessario rinverdire la vecchia e gloriosa liretta. Diremo di più a vantaggio di chi abbia la memoria appannata. Il primo leader che avanzò perplessità circa l'utilità dell'euro fu Silvio Berlusconi, il quale naturalmente venne redarguito se non addirittura sfottuto. More solito. In realtà aveva ragione, tanto è vero che Marine Le Pen, che ha cavalcato in Francia i sentimenti contrari alla moneta unica, sta avendo un successo clamoroso col suo Fronte Nazionale: 24 per cento nei sondaggi.

Non dimentichiamo poi Beppe Grillo. Il leader pentastellato (e una moltitudine di suoi elettori), esprimendo in ogni salsa la propria contrarietà all'euro, lo scorso febbraio ebbe un risultato impressionante alle urne. Ora il guru ligure pare meno convinto che in passato: la sua campagna anti euro non è più martellante, ma è probabile che possa tornare a esserlo. Basterebbe un incentivo. Ci domandiamo perché Berlusconi e Grillo non si alleino (accantonando momentaneamente il nodo giustizia che divide e non consente di imperare) per reciproca convenienza, conducendo insieme una lotta finalizzata alla riconquista italiana della sovranità nazionale e del diritto a battere moneta allo scopo di affrontare le esigenze di noantri poveri tapini in balia dell'onnipotenza teutonica.

Fra l'altro, sia Silvio che Beppe hanno già dichiarato di essere d'accordo su un secondo punto: meglio votare subito col Porcellum, piuttosto che seguitare a menare il can per l'aia con un governicchio gracile, timido e forse anche un po' tonto. Ultima osservazione: con i voti di Forza Italia, più quelli del M5S, la maggioranza è garantita. Coraggio, che ce vo'?

segue a pagina 2

di Vittorio Feltri

Commenti
Ritratto di freeskipper

freeskipper

Mer, 30/10/2013 - 08:15

FIRMA LA PETIZIONE PER ABOLIRE LE DISPARITA' DI TRATTAMENTO ECONOMICO NELLA P.A. BASTA DISUGUAGLIANZE! BASTA INGIUSTIZIE E PRIVILEGI! BASTA LAVORATORI DI SERIE "A" E LAVORATORI DI SERIE "B"! BASTA STIPENDI D'ORO! A PARITA' DI REQUISITI, PARITA' DI RETRIBUZIONE IN TUTTA LA P.A.! NON E' PIU' ACCETTABILE CHE UN DIPENDENTE DEL QUIRINALE, DELLA CAMERA O DEL SENATO GUADAGNI SEI VOLTE DI PIU' DI UN IMPIEGATO DEL CATASTO CON PARI REQUISITI. E' INACCETTABILE PER GLI STESSI DIPENDENTI PUBBLICI. E' INACCETTABILE PER I CITTADINI CHE LI PAGANO A FRONTE DI TASSE SEMPRE IN AUMENTO. RIDUCIAMO GLI SPRECHI. MIGLIORIAMO L'EFFICIENZA E L'EFFICACIA DELLA PUBBLICA AMM.NE. FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE PER UN'ITALIA PIU' GIUSTA, EQUA E SOLIDALE. PER UNO STATO AL SERVIZIO DEI CITTADINI. www.freeskipper.it

Gioa

Mer, 30/10/2013 - 12:20

FREESKIPPER GIUSTO!! SONO CON TE LA P.A. CHE AMMINISTRA I SOLDI NOSTRI E' ALLO "SBANDO". NON E' POSSLIBILE CHE BRUNETTA LOTTI E PAGHI PER UNA LEGGE SULLA MERITROCRAZIA QUANDO DI FATTO LA MERITOCRAZIA NON VIENE APPLICATA. I DIPENDENTI PUBBLICI I MIGLIORI SONO DI SERIE B?. SAREBBE UN LUSSO FOSSERO DI SERIE B!!! SONO DI SERIE Z. UNITEVI: SILVIO BERLUSCONI E GRILLO!! ALLORA SI' CHE AVREMMO UN ITALIA CON UNA GIUSTIZIA VERA!! SU QUESTO SONO D'ACCORDO CON FELTRI IO LO VEDO UN CONNUBIO PERFETTO!!. TU GRILLO ALRO CHE PD...TI FANNO UN MAZZO TANTO...

benny.manocchia

Mer, 30/10/2013 - 16:57

Silvio,adesso devi chiudere con Letta,in ogni modo possibile.Ma subito. Un italiano in usa

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 30/10/2013 - 17:01

AHAHAHAHAHAH... FA-VO-LO-SO!!!! Piuttosto che abbandonare la speranza vi attaccate persino a Grillo ed alla sua clemenza quando ci sarà il voto per la decadenza del pregiudicato! Caro Feltri, mi spiace per lei che si sia abbassato a tanto, ma questa è la marchetta del secolo!!!

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 30/10/2013 - 17:04

Ma Grillo non vuole uscire dall'€uro. L'ha detto chiaramente che l'€uro non è il problema ha pure chiesto ai tedeschi di invaderci. Grillo cianciava della decrescita felice (e la gente si ammazza)... E' pure peggio del PD.

Libertà75

Mer, 30/10/2013 - 17:09

Grillo non si unirà mai a SB, nulla toglie ad un possibile "amore politico" con la figlia. Per uscire dall'euro ci vogliono 3 mosse: 1) autodichiarazione di conversione di tutti i debiti con la nuova propria moneta nazionale; 2) mutualiazzazione di tutto il debito pubblico e rimodulazione di imperio del tasso d'interesse (abbattendolo all'1% + 1% di rimborso capitale ad ogni quota); 3) sequesto di tutti i beni mobili e immobili di cittadini stranieri fino alla restituzione dei soldi depositati nei vari fondi salva stati;

Ritratto di bananasville

bananasville

Mer, 30/10/2013 - 17:11

il M5S non si accorda con i COLLABORAZIONISTI ANTIITALIANI che hanno appoggiato e votato gli ACCORDI CAPESTRO tra cui mes e fiscal compact

bezzecca

Mer, 30/10/2013 - 17:14

La sovranita' nazionale si riacquista mandando via chi ha rovinato l' Italia , l euro c' entra ben poco con i nostri guai . La corruzione , l' inefficienza , i costi dell apparato statale italiano che mandano in malora il Paese che hanno a che vedere con la lira o l' euro ?

mbotawy'

Mer, 30/10/2013 - 17:16

Qualcosa deve ora succedere. Sia o non sia questa, Rivoluzione.La nostra Italia, a mezzo di incoscienti o ignoranti,sta' prendendo una discesa al baratro. La storia sempre si ripete.Stiamo tornando all'epico 1922? La storia ha dimostrato che il popolo italiano e'un popolo forte,un popolo che ad un certo momento sa' come reagire contro i "vigliacchi e traditori", remore di un vecchio inno nazionale.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 30/10/2013 - 17:18

sig. feltri sono d'accordo con lei !! ma risponda a questa domanda . Se un povero cristo ha un debito con le banche con il fisco , un mutuo in EURO e avessimo di nuovo le lire , il debito dovrà essere ripagato in euro o nelle nuove lire ?? visto che nostri politici sono tutti servi dei banchieri io penso in euro !! quindi saremo tutti rovinati a meno che non si emettano lire PADANE !!

boffodocet

Mer, 30/10/2013 - 17:23

Feltri, la stimo per come scrive ma questa volta era meglio cambiare marca di vino.

mila

Mer, 30/10/2013 - 17:24

L'Euro (e la UE) non mi piacciono, ma mi sembra molto difficile che Berlusconi e Grillo possano assumere una posizione forte e risolutiva su questo punto.

Ritratto di bananasville

bananasville

Mer, 30/10/2013 - 17:26

a differenza di altri non mi risulta che i 5Stelle abbiano approvato e votato CONTRATTI CAPESTRO ANTIITALIANI come mes e fiscal compact

Giorgio1952

Mer, 30/10/2013 - 17:32

Caro Feltri chi doveva vigilare se "un paio di scarpe che costava, poniamo, 250mila lire, dopo poche settimane (o qualche mese) bisognava pagarlo 250 euro" era il governo, mi risulta che dal 2001 al 2006 il premier si chiamasse Silvio Berluconi. Le ricordo che The Economist all'indomani del risultato delle elezioni italiane dello scorso febbraio, e mise in copertina la foto di Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, ed il titolo non avrebbe potuto essere più eloquente, “Entrino i clown. Come le disastrose elezioni in Italia minacciano il futuro dell’Euro”. Le professioni indicate furono “comico” e “primo ministro orizzontale”, mentre i due leader sono definiti un principiante dell’economia e una disgrazia economica. Lo sa che uscendo dall'euro avremmo una svalutazione della nostra monetina dal 30% al 50%, si certo aiuterebbe l'export ma quando dovremmo comprare il petrolio, l'energia, le materie prime che non abbiamo dove andremmo a prendere i soldi???

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 30/10/2013 - 17:42

Mica sono scemi quelli del M5S. Feltri li sta trattando malissimo, credendo di portare qualcuno di loro dalla sua parte. Non sono berlusconiani, è gente libera che ragiona con la propria testa. Articolo davvero misero

fabiou

Mer, 30/10/2013 - 17:42

sono d'accordo. si fanno i punti in comune e si salva l italia. altrimenti ci guadagnano solo personaggi immondi come cicchitto, lettaletta e alfano

xywzwyx

Mer, 30/10/2013 - 17:51

"Ora il guru ligure pare meno convinto che in passato ... Basterebbe un incentivo". Secondo me fate confusione con le persone. Quello a cui bastava un incentivo era Scilipoti, questo è Grillo.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 30/10/2013 - 17:51

chi si mette contro i massoni tedeschi che finanziarono Hitler rischia di venire distrutto come è accaduto per berlusconi, Bossi, Di Pietro etc. la magistratura è il braccio armato in Italia di questa potente Loggia Oscura infatti avete votato Bersani e vi siete ritrovati Letta amico di monti ed europeista partecipante del Bildemberg informatevi

att

Mer, 30/10/2013 - 17:58

@Dreamer_66: memoria corta, eh? chi è che corteggiava Grillo al punto di prendersi anche gli schiaffi nonché ripetuti calci nel sedere?... BER?.... Sì ma non Silvio, il tuo BERSANI

Libertà75

Mer, 30/10/2013 - 18:06

@Giorgio, in campagna elettorale però era Bersani che continuava a fare l'imitazione di se stesso impersonato da Crozza. Quindi palesemente certi titoli dell'economist indicano solo che certi poteri forti internazionali erano in grado di governare la sinistra italiana e meno gli altri 2 comici (su 3 comici italiani 2 stanno antipatici all'Economist? forse ad essere fiero di essere italiano mi dovrebbe stare antipatico il terzo). Infine non è vero che la svalutazione della nostra moneta supererebbe il 30%, queste sono previsioni di gente che con l'Economia fa solo terrorismo, quanto i neomalthusiani più volte smentiti dalla storia, dalla matematica e dall'economia reale. Basta vedere la svalutazione giapponese o il fallimento argentino per capire che le cose non stanno come dice lei. Certo uscire dall'euro e inchinarsi a pagare i debiti in euro è ovvio che risulterebbe così, ma non all'atto pratico se fossimo governati da gente capace e lungimirante. Oppure faccia una cosa, si studi la moneta cinese e guardi quanto essa sia sopravvalutata sul piano effettivo, elemento per cui si permettono di fare shopping negli altri paesi al mondo... oppure ancora si studi la svalutazione degli USA che nonostante l'abnorme quantità di carta immessa sul mercato continua a far navigare il dollaro in buone acque. Quindi palesemente lei non sa o non si informa o parla di economia senza sapere cosa sia. Buonaserata e buonostudio.

Ritratto di liberopensiero77

liberopensiero77

Mer, 30/10/2013 - 18:07

E che ce vo', caro Direttore, nulla, basta che ognuno dei 2 torni al primo amore: lo spettacolo! Grillo potrebbe ritornere a fare il comico (ma secondo me non ha mai smesso del tutto ...), mentre Berlusconi potrebbe tornare ai tempi della sua giovinezza, quando si esibiva sulle navi da crociere con Apicella. Dopo Gianni e Pinotto, Franco e Ciccio, Cochi e Renato, Gaspare & Zuzzurro, ecco a voi Grillo & Silvio! Già me li immagino esibirsi in qualche parodìa delle canzoni di Cochi e Renato come "La vita l'è bela", oppure "Una canzone intelligente", alzando le gambette ... Sarebbe un successo strepitoso!

esulenellamiaPatria

Mer, 30/10/2013 - 18:09

Dott. Feltri, ma che diavolo ha fumato ? Saluti.

electric

Mer, 30/10/2013 - 18:13

Giorgio 1952, mi risulta invece che l ' Euro e' stato voluto fortemente da Romano Prodi, il quale ha pure messo una tassa ad hoc che noi italiani abbiamo dovuto pagare!

retnimare

Mer, 30/10/2013 - 18:21

Che bellissssssssima idea. Tutto pur di uscire dall'euro

att

Mer, 30/10/2013 - 18:31

@luigipiso: raccomando di rileggere prima di inviare il "contributo"..."gente libera"???? ...Quale?.. Tutta quella ai piedi di Grillo, tutte quelle depurazioni che non le conviene ricordare?... Faccio presente che nel PDL l'unico che rischia di essere depurato è proprio Berlusconi (alla faccia della gente libera...) @xywzwyx: i maestri degli "incentivi" sono i tuoi carissimo comunisti; capolavoro di "incentivo" quello di D'Alema con Bossi, e non è da meno nemmeno il lavoro su Fini (ma fu fin troppo facile con uno infatuato come lui)

Franco60 Ferrara

Mer, 30/10/2013 - 18:33

L'IMPORTANTE CHE FACCIAMO FUORI LA SINISTRA.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Mer, 30/10/2013 - 18:35

Sig. Feltri sei patetico !!! E ovvio che per voi tira una brutta aria, ma mi sembra che Grillo sia stato molto chiaro. Quindi perche' scrivere questo articolo ?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 30/10/2013 - 18:41

Feltri,l'ho gia scritto tante volte,ci girate tutti intorno(Lei e Veneziani):l'"affinità", il "minimo comun denominatore",del pensiero degli Italiani,su tutta una serie di temi(come questo),in modo "treasversale",dovrebbe essere la base di una nuova politica,non più basata sui partiti.Occorrerebbe un sistema elettivo diverso,con dei rappresentanti "esecutivi" di continue "indagini"(propositive ed abrogative).Nel 2013,ciò potrebbe essere fatto senza problemi in modo telematico...Su un tema si può essere d'accordo con una buona maggioranza,e su un altro no...Oggi ciò è impossibile.O si è d'accordo su tutto,o su niente.In fututo sarà impossibile governare con le vecchie regole.....Lo avete capito?.La mia osservazione è fantascenza?Mi sappia dire....

daniele66

Mer, 30/10/2013 - 18:44

Il Cavaliere criticava l'euro prima di Grillo,e non viceversa. Grillo ha sempre detto di votare proposta per proposta in Parlamento,io voterei la sua su Napolitano e proporrei l'uscita dall'euro insieme a lui. non so cosa accadrebbe uscendo dall'euro,ma peggio di cosi' e' impossibile.......

Ritratto di Gimand

Gimand

Mer, 30/10/2013 - 19:03

Ma vogliamo scherzare?! Grillo farebbe più danni al centrodestra di Casini e Fini messi assieme.

peroperi

Mer, 30/10/2013 - 19:23

Feltri deve essere impazzito. Grillo non si metterà mai con Berlusconi.E viceversa. Feltri ,stai invecchiando, potevi scrivere un articolo sulle caccole della Merkel, era meglio.

paolinobg

Mer, 30/10/2013 - 19:23

(ex) direttore.. questo articolo conferma che la sua carriera di giornalista, costruita con una serie "tempisticamente perfetta" di salti sui carri dei vincitori, sta volgendo velocemente al termine. E' come se Hitler avesse chiesto aiuto ai russi per combattere gli americani.... per carita' nella disperazione Silvio non manchera' di cercare qualche "acquisto" in salsa M5S.... ma se non possiamo sapere cosa avrebbero risposto i russi ad una simile richiesta sa benissimo anche lei cosa risponderebbe Grillo ed il suo movimento: un bel "VFFNCLO"!!!

Alessio2012

Mer, 30/10/2013 - 19:41

Il M5S è formato da bimbiminkia analfabeti (vedi Fico) che si atteggiano come buonisti a oltranza solo per raccattare voti. Basta... è tutto qui.

Atlantico

Mer, 30/10/2013 - 20:13

Feltri, dovresti coordinarti con gli altri redattori e opinionisti del Giornale. Adesso volete un'alleanza tra M5S e PdL ? Ma dai, non è una cosa seria, anzi è una buffonata solo ipotizzarla.

edoardo55

Mer, 30/10/2013 - 20:22

Uscire dall'euro non è un salto nel buio.Illustri economisti(Bagnai, Rinaldi ed altri) hanno analizzato il problema e suggerito le soluzioni. Si tratta non di tornare alla lira ma di assumere una nuova moneta, con un cambio iniziale 1 a 1 con l'euro. Riacquistando la sovranità monetaria la Banca d'Italia potrà regolare il valore della nuova moneta in funzione del mercato e della competitività delle nostre aziende. Occorre avere fiducia, e la stampa seria dovrebbe divulgare queste tesi, finora tenute all'oscuro.

Ritratto di Gio47

Gio47

Mer, 30/10/2013 - 21:06

Ottimo, fuori dall'euro che così come è stato concepito ci stà portando al baratro, chi ci guadagna sono solo i banchieri e i loro galoppini sia essi politici o sbruffoni come Monti. andiamo a votare, lo avremmo dovuto fare già da prima, almeno ci sarebbe un risparmio di un milione e mezzo di euro all'anno, che grazie al re Giorgio dobbiamo pagare ai 5 senatori a vita non meritevoli, mentre adesso i pensionati arrancano per vivere (caso mio.

giuliana

Mer, 30/10/2013 - 23:16

Nell'unione europea esistono undici monete diverse, quindi non è affatto vero che l'euro è la "moneta unica" dell'unione. Solo la fregatura di essere soggiogati da super burocrati è unica. Leggete con attenzione, per piacere, queste parole:"“Il Governo non ha necessità né deve prendere a prestito capitale pagando interessi come mezzo per finanziare lavori governativi ed imprese pubbliche. Il Governo deve creare, emettere e far circolare tutta la valuta ed il credito necessari per soddisfare il potere di spesa del Governo ed il potere d’acquisto dei consumatori. Il privilegio di creare ed emettere moneta non è solamente una prerogativa suprema del Governo, ma rappresenta anche la maggiore opportunità creativa del Governo stesso. La moneta cesserà di essere la padrona e diventerà la serva dell’umanità. La democrazia diventerà superiore al potere dei soldi.” Abramo Lincoln sulla politica monetaria a pagina 91 del “Documento del Senato n.23” del 1865, lo stesso anno Abramo Lincoln venne assassinato!

fato63

Gio, 31/10/2013 - 00:03

caro Feltri, in verità ad esprimere forti perplessità per l'operazione euro furono Tremonti (che poi si è adeguato al tran tran comunitario...) e, soprattutto, l'ottimo Antonio Martino. A proposito di classe politica, non si capisce perchè persone come Martino (valente economista liberale) vivano nel completo oblio...ah, già, abbiamo Alfano, Lupi, Lorenzin...Questo mi pare il vero tema per PDL/FI saluti

mbotawy'

Gio, 31/10/2013 - 00:09

E'un vecchio desiderio,e di piu',un annuncio che una volta,o piu' di una volta, diede Berlusconi all'Italia, quella di lasciare l'Euro e la,cosi' detta,Unione Europea, e rivolgersi a chi e'un amico,una potenza mondiale che puo' facilmente assorbire la nostra produzione e darci lavoro e tranquillita'. Gli italiani non lo hanno ascoltato! Non e' mai troppo tardi,ma certamente ora noi siamo in una barcaccia tipo "Lampedusa" che puo' andare a fondo con un minimo di maretta.Dio ci salvi!

liberalone

Gio, 31/10/2013 - 07:53

"un paio di scarpe che costava, poniamo, 250mila lire, dopo poche settimane (o qualche mese) bisognava pagarlo 250 euro." Verissimo. Chi era al Governo evidentemente non ha vigilato sulla conversione dei prezzi.

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 31/10/2013 - 08:15

Inutile chiederselo, se lo fai ti bannano (dal loro sito). I grullini sono genuinamente GRULLI e quindi non contemplano nulla di razionale. Sono solo altri UTILI IDIOTI facilmente condizionabili e sfruttabili dalla sinistra.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Gio, 31/10/2013 - 09:20

att: certo che Bersani (del quale non sono un ammiratore... di lui ne' del suo partito) lo corteggiava mer motivi squisitamente di opportunità politica! Qui il discorso però è un po' diverso: adesso Feltri, immagino per ordini di scuderia, di punto in bianco inizia a coccolare Grillo! Guarda un po'... nell'imminenza del voto sulla decadenza di Berlusconi da senatore. Non sei convinto? Allora leggiti anche l'articolo di oggi, a firma di Paolo Bracalini, dove il M5S viene descritto come una sorta di "costola della destra". Ti meraviglia che pur di salvare il culo al proprietario questo giornale voglia fare patti col diavolo? A me no... semplicemente faccio presente quella che mi sembra un'evidenza alla faccia di quanti, fino ad oggi, hanno visto in Grillo un comico da 4 soldi assolutamente inaffidabile.

Ritratto di _alb_

_alb_

Gio, 31/10/2013 - 10:12

Ma che costola della destra? I grullini sono degli ex-comunisti delusi dal PD perché hanno qualche sospetto (anche se non sono del tutto convinti) che siano stati raggirati. Comunisti perché gli piacerebbe che la ricchezza DEGLI ALTRI venisse condivisa con loro poveri sfigati (è questo il succo del comunismo). Gente con QI sottozero e naturalmente invidiosa. Quindi ovvio che ce l'abbiano con Berlusconi che è ricco, di successo e sempre circondato da f...