«Ha abusato della sua carica istituzionale»

«Il senso di profonda delusione iniziale per la squallida vicenda monegasca si è trasformato in una sensazione di “alto tradimento” per chi, come me, era fiero nella “rossa” Toscana di proclamarsi elettore di Fini. Deluso dall’atteggiamento mostrato in questi ultimi mesi pieni di comportamenti “sinistri”, tradito da chi ha sempre proclamato legalità e disprezzo per gli affari personali, mi chiedo: ma perché hai fatto tutto questo, Gianfranco? Ha ragione Marcello Veneziani quando scrive che aspiri al Colle perché vuoi essere il capo senza la fatica di governare. Ma pensi veramente che gli italiani affidino il comando di una nazione a uno che “non comanda” nemmeno a casa sua? Fatti questa domanda e una volta trovata la risposta... dimettiti»

«Che delusione vedere quello che succede ai vertici istituzionali, azioni gravi commesse da persone che dovrebbero dare l’esempio e fare l’interesse di tutti e invece fanno solo ed esclusivamente il proprio, abusando della loro carica e di tutti i privilegi acquisiti. Noi ci sudiamo lo stipendio tutti i santi giorni, dalla mattina alla sera, e non abbiamo neanche il tempo per fare la spesa e quasi nemmeno per riposare, e loro fanno queste cose! Io credo che Fini, dato che ha perso il lume della ragione, possa solo dimettersi e chiedere le sue dimissioni è più che legittimo!»
Angelo Manera

«A mio modesto parere i pensieri derivanti da tutta questa vicenda sono due: 1) Ciò che scrive “il Giornale” è vero e allora l’affaire non è decoroso per una persona che riveste un ruolo istituzionale; 2) Sono vere le giustificazioni addotte da Fini e allora dobbiamo dedurre che a rivestire la carica di presidente della Camera c’è una persona che si fa infinocchiare molto facilmente. Conclusione: in entrambi i casi è meglio che Fini dia le dimissioni»
Agostino Boni

«Un personaggio infido, bilioso, ambizioso, sleale e dagli atteggiamenti da impettito signorino arrogante, che per raggiungere i suoi impossibili scopi passa con disinvoltura dall’italico fascismo al «sovietiko kommunismo» nostrano. Chiaro che non può ricoprire il ruolo di presidente della Camera»
Gianni

«Fini deve andare a casa!!! Non tanto per la questione dell’appartamento di Montecarlo, quanto per la sua posizione politica. Faceva parte di un partito che ha vinto le elezioni e l’ha tradito!»
Maria Moscato

«La cosa più grave è la chiarezza con cui si evince quanto Fini ritenga noi Italiani (e non I-Tulliani) un popolo ignorante e di conseguenza influenzabile persino dalla scarsezza della sua difesa e dalla pochezza morale e intellettuale dei suoi difensori. Deve dare le dimissioni»
Maurizio Calandra