Hanno sempre vinto tutto. Tranne le finali

La superiorità culturale - in senso lato - dei tedeschi è fuori discussione. Altro che traveggole. Ovviamente per cultura si intende qualcosa di diverso dai campi di sterminio e del razzismo, ma questo dovrebbe essere superfluo ricordarlo. I dati di fatto sono noti a tutti, anche a lei che cita i comunisti definendoli più furbi dei nazisti, dimenticando che anche Karl Marx era tedesco. In ogni caso convengo che la Germania ha sempre vinto tutto tranne la «finale». Ma la vicenda europea non è affatto finita, e per ora i tognini sono in testa. Lo sono sempre stati a partita in corso. Quanto ai romani e ai greci, direi che non serve tirarli in ballo a secondo millennio iniziato da un pezzo. Un grazie invece a Ida Magli che con la sua puntualizzazione completa, come al solito magistralmente, il mio pensiero sulle elezioni europee.

Commenti

LAMBRO

Gio, 08/05/2014 - 10:17

MICA TANTO ... DIREI CHE HANNO PERSO TUTTE LE GUERRE , A COMINCIARE DA GIULIO CESARE PER FINIRE A HITLER, E ADESSO CE LA FANNO PAGARE DOPO CHE LI ABBIAMO AIUTATI A RIUNIFICARSI.

Ritratto di deep purple

deep purple

Gio, 08/05/2014 - 12:23

Beh! Feltri, non può negare che la loro fortuna economica l'hanno ottenuta facendo fallire altri paesi che potevano essere pericolosi concorrenti. Comunque se davvero li piace la Germania, si trasferisca là, poi voglio vedere come la accolgono appena li dice di essere italiano. Ah! Dimenticavo, ma perchè lei Feltri non la smette di scrivere articoli o di fare comparsate televisive, d'altronde lei l'ha detto più volte che ha già una villa. O forse quello che ha non li basta?