I conti dei Prof non tornano: sì alla manovra da 20 miliardi

Per colpa delle misure dei tecnici si è aperta una voragine nella finanza pubblica. Il Pil è a picco, il debito è impazzito: servono 10 miliardi subito e altri 10 tra sei mesi

Roma - Il «pilota automatico» non basta più a tenere i conti italiani sotto i controllo, serve una manovra. Lo dicono in tanti anche nel governo e la convinzione si è rafforzata con le due novità di ieri. La Bce che lascia fermi i tassi, con Mario Draghi dice che la ripresa «è a rischio», e la Commissione europea che conferma per l'Italia tutti gli impegni sui conti pubblici.
Rispetto alle previsioni, comprese quelle dei più pessimisti, cambia l'entità della manovra. Si era parlato di sette miliardi, poi di 14. Adesso la cifra che il governo sta cercando per fare quadrare i conti dell'anno in corso ammonta a circa 20 miliardi di euro. Possibile si vadano a pescare con due tranche: una manovra in primavera per i prossimi sei mesi poi un'altra, da varare a fine 2013.
A fare lievitare i conti, le voci di spesa che erano già finite all'attenzione della politica (quando c'era stata la polemica sulla «polvere sotto il tappeto» del premier Mario Monti). Quindi le missioni militari all'estero, gli ammortizzatori sociali e la parte ancora non coperta degli esodati. C'è la spesa per interessi, compresa quella per i 40 miliardi di debito commerciale che diventerà debito pubblico (si parla già di un taglio orizzontale alle spese dei ministeri per coprirla). Poi ci sono eventuali scelte «politiche», come la rinuncia all'aumento dell'Iva che è già messa a bilancio e vale 3,5 miliardi.
Ma a rendere necessaria la manovra è soprattutto la crisi economica, che sui conti pubblici si manifesta sotto forma di un calo del Pil che rende più difficile centrare l'obiettivo europeo del deficit al 3%, e anche di una diminuzione delle entrate.
Nel 2013, tra contributi ed entrate tributarie, il governo ha già rivisto al ribasso il gettito di circa 20 miliardi rispetto alle previsioni. Se non ci sarà la ripresa, il conto del governo Monti lieviterà.
Scenario non improbabile. Il presidente della Bce Mario Draghi ha confermato le previsioni per una crescita nella seconda parte dell'anno. Ma ha avvertito che la ripresa è «soggetta a rischi». E sono legati alla «possibilità di una domanda interna più debole» e «di una lenta o insufficiente implementazione delle riforme» nell'area euro. Questi fattori hanno «la potenzialità di danneggiare» la ripresa. Uno scenario che descrive bene la situazione italiana.
La politica monetaria della Bce, ha assicurato Draghi al termine del board che ha lasciato invariati i tassi allo 0,75%, «resterà accomodante finché sarà necessario» e l'istituto di Francoforte è «pronto ad agire» sul costo del denaro, pronto a tagliare i tassi se necessario. Cipro non è un modello, ma i governi dell'area Euro si devono muovere. La Bce «non può compensare la mancanza d'azione dei governi».
Italia al centro dell'attenzione anche a Bruxelles. Ieri dalla Commissione europea sono arrivati altri paletti sui conti. Positivo il giudizio sulla restituzione dei debiti della pubblica amministrazione. Ma gli impegni sui conti pubblici restano inalterati. Quelli sul deficit, che deve restare sotto la soglia del 3% del Pil. Ma anche quelli sul debito. Possibile trasformare 40 miliardi di debito commerciale in debito pubblico. Ma restano fermi - hanno sottolineato ieri fonti vicine al commissario agli Affari economici Olli Rehn - anche gli impegni del fiscal compact sul debito. La parte eccedente al 60% dovrà essere restituita al ritmo di un ventesimo all'anno. Quindi dovremo ridurre il debito di 40 miliardi all'anno.

Commenti

max.cerri.79

Ven, 05/04/2013 - 08:16

Ripeto, fuori dall'euro e dall'Europa SUBITO

elalca

Ven, 05/04/2013 - 08:32

ora siamo al redde rationem. il bidello bocconiano proponga ai tecnici e ai saggi di mandare a battere le rispettive mogli unitamente a quelle dei parlamentari e a tutta la serqua di cialtroni e boiardi che hanno rubato e continuano a rubare. Come capofila ci mettano pure l'esimio presidente della repubblica

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 05/04/2013 - 08:34

Ma è ancora li ?

max.cerri.79

Ven, 05/04/2013 - 08:43

http://www.lastampa.it/2013/04/05/economia/tokyo-choc-per-battere-la-crisi-raddoppiamo-la-base-monetaria-hp9pZgOjQDevvadJckF14K/pagina.html Ecco come si comporta uno stato capace

brunicione

Ven, 05/04/2013 - 08:50

Non hai voluto tassare i politici e ridurre il costo impressionante della politica, questa tua testardaggine a proteggere i tuoi colleghi, ha contribuito allo sfscio definitivo del paese. Tanto i vostri conti in banca sono andati a gonfie vele.

rob73.dc

Ven, 05/04/2013 - 08:59

Beh... il buco e' molto precedente, non certo creato da questi signori tecnici, che si stanno indaffarando (con successo limitato, in verita') per tapparlo. La gestione sciagurata e' stata quella precedente (come puo' Gasparri lamentarsi per un tentativo fallito, e rimandato, di pagare i debiti PA alle imprese? Lui/loro nemmeno l'hanno fatto, questo tentativo, in anni di governo con larga maggioranza). Ma se anche cosi' non fosse... non ci si dimentichi che in Italia non comanda il Governo, ma il Parlamento: ogni provvedimento preso "sotto" il governo Monti e' stato approvato (con pochi dissidenti) dai gruppi parlamentari di PD, UDC, PDL (incluso l'allora deputato Silvio Berlusconi).

rob73.dc

Ven, 05/04/2013 - 09:02

Per brunicione: e' il Parlamento, non il Governo, che ha rifiutato il taglio dei costi alla politica (su questo decide il Parlamento, non il Governo). Di suo, Monti non ha intascato (mi risulta) lo stipendio di Presidente del Consiglio. Comunque, non fa gran differenza... la questione e' moralmente importante (sono d'accordissimo!), ma quantitativamente sarebbe una goccia nel mare. Un caro saluto.

Ritratto di salvogiornale

salvogiornale

Ven, 05/04/2013 - 09:03

A mio convinto parere: il Gov. dei Prof. è peggio di Satana & satanismo per gli onesti lavoratori italiani mentre appare di gloriose virtù occulte per i ricchi, ladroni, spreconi e distruttori della produttività lavorativa.

Ritratto di @pophis

@pophis

Ven, 05/04/2013 - 09:13

NON UN EURO TOLTO ALLA CASTA pdpdl CHE C'E' DIETRO,AI TRE MILIONI DI LORO AMICI CHE CAMPANO DI POLITICA, AGLI AMICI DEGLI AMICI FINANZIATI DALLO STATO,AI CARROZZONI DI STATO RAI E STROZZITALIA... BEN CI STA', ZITTI E PAGATE SUDDITI

ugsirio

Ven, 05/04/2013 - 09:13

Una massa di incapaci di qualsiasi azione diretta alla tanto conclamata equità. Al di la delle parole chiave coniate per ingannare i polli da spennare, vedendoli come un popolo bue di creduloni, non riescono a far altro che aumentare le tasse che cadono nel buco nero del debito pubblico senza produrre alcun che. Monti, VERGOGNATI , DIMETTITI E SPARISCI.

Holmert

Ven, 05/04/2013 - 09:23

Troppo facile dire "io l'avevo detto". Certo,io l'avevo detto in tempi non sospetti ,quando tutti osannavano l'arrivo del Messia che ci avrebbe portati fuori dal baratro. Mancava la banda e lo schieramento dei corazzieri,quando Napolitano lo invitò in pompa magna e per convincerlo lo nominò senatore a vita,come se ci avesse portato fuori dalla risacca.Un po' come il Nobel per la pace ad Obama, senza che ne avesse alcun merito. Io lo sapevo,i tecnici sanno tante teorie ma non capiscono un czzo di economia reale. E difatti i danni della Fornero sono in bella vista e quelli di Monti anche. Chi ha creato il deus ex machina che ci avrebbe salvati? Un po' tutti,perchè nessuno si oppose. Solo Tremonti era diffidente e Martino. Anche Brunetta avanzò delle riserve. Ma erano voci nel deserto. Ed ora come la mettiamo? Perchè si continua a dire con quell'incommensurabile faccia di bronzo cui sono depositari i sinistri,che i mali di cui siamo afflitti è colpa esclusivamente di Berlusconi? Cosa avrebbe dovuto fare il cavaliere con due freni contropedale(Lega ed AN) e con una opposizione becera ,tenace e sorda ad ogni riforma? Ma costoro non danno mai un'occhiata in casa propria? Anche la polisarcica Puppato a porta a porta non faceva altro che ripetere che i mali di cui soffriamo sono colpa di Berlusconi,dimenticando che in soli otto anni di governo ed in quelle condizioni di cui sopra,giammai si sarebbe arrivati allo stato in cui stiamo. Ed ora che Bersanov sta ciurlando nel manico,invece di arrivare al sodo,non ha nulla da dire la polisarcica Puppato? Adesso faccio un'altra previsione,se Bersanov arriva al governo insieme a Vendola ed i grillini,l'Italia imploderà come una granata-shrapnel e noi dovremo andare per cicoria,magari facendoci guidare da Rutelli ,esperto in materia.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 05/04/2013 - 09:30

Come è noto l'Imperatore Romano Caligola nominò Senatore il suo cavallo. Re Giorgio, invece, dittatore comunista italiano, ha nominato Senatore a vita un autentico somaro! Aridatece Caligolaaaaaaaaaaaaaaaaaaa.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Ven, 05/04/2013 - 09:32

Con l'aumento delle tasse, quale ripresa si aspettano?????? mortimer vai casa e con te porta re Giorgio. Ci avete rovinato e non è ancora finita. Andiamo a votare, solo Berlusconi ci può salvare. Affrontiamo a muso duro la kulona e C. o fuori dall'euro!

gian carlo galli

Ven, 05/04/2013 - 09:34

GOVERNO/GOVERNI/POLITICI DELLA PRIMA/SECONDA E DELLA REPUBBLICA CHE NON C'E' : SIETE DEGLI INCAPACI !!!!

mares57

Ven, 05/04/2013 - 09:35

Forse il VAFFA non va indirizzato solo a GRILLO. Io ho in mente altri...

Gianca59

Ven, 05/04/2013 - 09:38

Finalmente una manovra: stavo andando in crisi di astinenza. Mi raccomando: sia fatta al più presto perchè altrimenti perdo la testa e non so cosa posso combinare .... Povera Italia.

m.m.f

Ven, 05/04/2013 - 09:47

BASTA GUARDARLO IN FACCIA MONTI PER CAPIRE CHI SI HA DAVANTI. A VOI PARE FURBO? INTELLIGENTE? CAPACE ? LA POLITICA IN GENERE RACCOGLIE SOLO GLI SCARTI DELLA SOCIETA'LUI NE FA PARTE A PIENO TITOLO.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 05/04/2013 - 09:50

storie! 14 subito e 29 tra sei mesi! e qualsiasi manovra metterebbe ancor piu in ginocchio l' economia già estremamente fragile: la sola cosa da fare quindi è lasciare la palla in mano a Bersani che da persona assolutamente incapace di soluzioni economiche valide, brucerà l' italia e se stesso:lascetelo quindi fare in attesa che sparisca con tutto il suo partito

m.m.f

Ven, 05/04/2013 - 09:50

GLI ITALIANI E FANNO BENE NON SPEDNONO GRAZIE A MONTI UNA LIRA IN ITALIA. SPENDONO MA ALL'ESTERO. DOVE NON TI FERMANO PER PRENDERE IL NUMERO DI TARGA. DOVE NON VIENI IDENTIFICATO OME UN DELINQUENTE SE COI TUOI SOLDI FAI UN ASSEGNO OLTRE I 3600,00 EURO CHE COMUNQUE E' TRACCIATO QUINDI UNA LEGGE STUPIDA SENZA SENSO ORRIBILE COME COLUI CHE LA HA INSERITA. GLI ITALIANI ALLA PRIMA OCCASIONE SEN VANNO E QUINDI NO TASSE E NO GETTITO IVA. PAESE CHE PRESTO FALLIRA' QUESTO SULLE SUE LEGGI SBAGLIATE

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 05/04/2013 - 09:50

Monti??? presuntuoso deficiente!

m.m.f

Ven, 05/04/2013 - 09:51

CON QUESTE LEGGI CON IL TERRORE DI ESSERE ARRESTATI SE UNO SPENDE IL GETTITO FISCALE DIMINUIRA' SEMPRE. NON E' LA CRISI ,LA CRISI E' DOVUTA AL GOVERNO MONTI.

Triatec

Ven, 05/04/2013 - 10:04

Lo sapevo... il saggio Monti ha fatto i compiti a casa e li ha sbagliati! Quante volte gli ho detto: Mario studia!!Ma lui continuava a divertirsi nel togliere le caramelle agli altri bambini. E' una sua deviazione.

km_fbi

Ven, 05/04/2013 - 10:19

Draghi segnala che la Bce «non può compensare la mancanza d'azione dei governi». Tanto meno la pervicace neghittosità degli "statisti da birreria" a confrontarsi con i veri problemi del paese, impegnandosi subito in un governo immediato e possibile che affronti seriamente, come Alessandro fece col nodo di Gordio, gli inestricabili nodi che paralizzano e strangolano il paese, con la risibile scusa che tradirebbero il mandato (scarso!)degli elettori, che non capirebbero... Ma hanno mica visto quelli che si suicidano per disperazione???

Triatec

Ven, 05/04/2013 - 10:22

Con questa faccia da straniero lo metto in tasca al mondo intero anche se a voi non sembrerà. Ho gli occhi chiari come il mare capaci solo di fregare ma ormai nessuno mi crede più. Con questa faccia da straniero ho attraversato la mia vita senza sapere cosa far.. e' stato il colle a nominarmi e arricchire la mia eredità. Ho fatto male a viso aperto, senza però piangere mai e la mia anima si sa tra i più furbi finirà... Georges Moustaki

EmanueleS

Ven, 05/04/2013 - 10:26

Fanno i finti tonti, con Napolitano in testa che getta fumo negli occhi alle persone. La manovra dell'insediamento dei 10 saggi è una bubbola di facciata per prendere tempo. E anche i finti litigi di Bersani stanno lì a dimostrarlo. Ad oggi non abbiamo un governo regolarmente eletto, mentre il "Maior Domus" del Bilderberg e della Trilateral, insieme agli altri, sta agendo sotto traccia. Questa gente va esautorata con un colpo di mano militare, da sola non se ne va. Confido nell'amor patrio dei vertici delle forze armate e delle polizie. Le persone normali non possono agire, non hanno gli strumenti... ma potrebbero sempre organizzarsi. Mai dire mai.

Ritratto di illogic

illogic

Ven, 05/04/2013 - 10:28

Non si tratta di incapacità dei tecnici ma della precisa e PREMEDITATA VOLONTA' di creare una spirale deflazionistica utile alla svendita dei gioielli del paese e di creare sacche di lavoro a basso costo. Questo è un piano per colonizzarci. Non li sottovalutate. Non sono incapaci. Fanno quello per cui sono stati messi li. La perdita di tempo messa in atto da Napolitano è parte di questa strategia. Serve anche a far sgretolare il movimento di Grillo (pericoloso per l'euro) e mantenere lo status quo. Sono tutti (informazione compresa) al soldo dei grandi finanzieri. Spiace dirlo ma la realtà sta dando ragione ai cosiddetti complottisti. O usciamo da questo giogo (euro) o saranno volatili per diabetici. Ancora non abbiamo visto niente.

Holmert

Ven, 05/04/2013 - 10:34

@m.m.f Lei ha ragione,la faccia di Monti a ben riflettere non sprizza intelligenza da nessun poro.Anche a me è venuta la stessa idea,sembra uno che abbia appena visto i marziani e sia rimasto inebetito. Lei rocorda quel mimo inglese di nome Mac Rooney ? Stessa faccia, stessa espressione di uno che ha appena ricevuto una legnata in testa. Certo chiamare costui a governarci è stato come avere chiamato un elefante in un negozio di ceramiche. Ed ora il compagno Napolitano non ha nulla da dire agli italiani per scusarsi? E Bersanov con i suoi comunisti d'antan non ha nulla da dire? Nulla,loro sono accaniti demonizzatori del solo ed unico Berlusconi con tutte le loro palle in canna e sono tante,almeno tutti i reduci e combattenti del glorioso in misfatti 1968 e seguito,che hanno occupato tutti "i gangli vitali" della nazione,complice un DC con le braghe calate.

puntopresa10

Ven, 05/04/2013 - 10:35

ma scusate se il commissario europeo taiani ha detto che si possono rimborsare le imprese senza incidere sul debito,poi scrivete sulla bulgaria che nonostante la crisi ha il pil in aumento.napolitano è stato l'artefice principale di questo casino,hanno voluto monti,un inetto,incapace,per far fuori berlusconi che è l'unico che può tener testa ai tedeschi e compagnia,perchè gli piace la figa e non è presentabile,ma fatemi ridere,ma andate in giro per le procure d'italia e ne vedrete delle belle,s'inculano anche fra parenti,andate anche nei centri estetici e vedrete i monsignori con qualche minorenne e trans.

Baloo

Ven, 05/04/2013 - 10:38

Bene. Se veramente è così,cacciamo in malo modo il governo tecnico con un governo politico,accettabile.Meglio a questo punto preparare l'uscita dall'Euro e dall'Europa tiranna ed antidenocratica a guida germanico e riacquistare la nostra libertà di azione. Intanto accanto all'Euro reintroduciamo la lira al tasso i entrata con un sistema a doppia monetazione.Stufiare la fattibilità della denuncia dei trattati ,secondo la dottrina tedesca che diceva che "i trattati son pezzi di carta". L'Italia non può morire a causa dell'Europa. E in Italia si consideri PRIMA IL SUD!!! Se il Nord vuole andarsene se ne vada e resti agganciato all'Europa se lo ritiene.

sisone

Ven, 05/04/2013 - 10:53

Mio nonno, quando voleva classificare una persona priva di ogni cognizione, incolta, analfabeta, zotica e nonostante tutto saccente e presuntuosa soleva licenziarla così: “Non distingue il c***o dalla marcia reale” (Allora c’era ancora la monarchia) Voleva intendere persona che non riusciva a distinguere la “verga”, non solo dalla zucchina, dalla banana o qualcosa di simile, ma da cose che non hanno niente in comune con l'attributo. Ecco! Monti è uno di quelli. O non distingue …. oppure è un venduto. O meglio, è un venduto che non distingue. Un grazie a Napolitano!

sisone

Ven, 05/04/2013 - 10:54

Mio nonno, quando voleva classificare una persona priva di ogni cognizione, incolta, analfabeta, zotica e nonostante tutto saccente e presuntuosa soleva licenziarla così: “Non distingue il c***o dalla marcia reale” (Allora c’era ancora la monarchia) Voleva intendere persona che non riusciva a distinguere la “verga”, non solo dalla zucchina, dalla banana o qualcosa di simile, ma da cose che non hanno niente in comune con l'attributo. Ecco! Monti è uno di quelli. O non distingue …. oppure è un venduto. O meglio, è un venduto che non distingue. Un grazie a Napolitano!

Ritratto di Gorilla Gor

Gorilla Gor

Ven, 05/04/2013 - 11:11

" Braccobaldo (Huckleberry Hound) è un personaggio a cartoni animati di Hanna-Barbera apparso per la prima volta nel 1958. È un fedele cane dal sangue blu e parla lentamente. Spesso canticchia la canzone O mia cara Clementina. Dalla razza Bloodhound, caratterizzato da accento campagnolo e dalla voce nasale e meno silenziosa dello stesso personaggio. Diventò popolare negli anni sessanta grazie alla trasmissione Braccobaldo Show, nella quale era il personaggio che introduceva tutti gli altri cartoni, tra i quali Ernesto Sparalesto, Yoghi, Pixie e Dixie, Magilla Gorilla, ecc. La testa di Braccobaldo usciva da un cerchio di carta e diceva: Ci siete tutti? Siamo tutti qui e tutti insieme vogliam vedere Braccobaldo Bau!. E' protagonista del film d'animazione Il buono, il cattivo e Braccobaldo. "

leo_polemico

Ven, 05/04/2013 - 11:14

Mi viene il forte dubbio, anzi la certezza, che le "previsioni" economiche siano fatte dal mago Otelma... La realtà dei fatti è però un'altra.

unosolo

Ven, 05/04/2013 - 11:17

tanto ha fatto che ha messo in moto questa cavolo di manovra che da oltre un anno aveva in mente di fare , nessuno lo ferma e il capo perde tempo mentre il popolo sconta la sua ostinazione a tassare sempre chi lavora per dare il PIL , fermatelo con una sonora sfiducia perche il capo ha detto che non è stato sfiduciato.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 05/04/2013 - 11:21

Il governo collaborazionista è vivo e vegeto con la sua compagine di traditori e può ancora fare danni.I soldi non bastano mai quando si regalano più di 40 miliardi al fondo salvastati(leggi: banche tedesche esposte nei confronti di titoli tossici). E il grillismo è riuscito nell'impresa di sterilizzare la protesta che avrebbe potuto confluire in un movimento ben più rappresentativo e pragmatico. Non è da escludersi che il buon Beppe giuochi, anche lui, una parte in commedia. A suo tempo affidatagli dalla nostra vecchia nomenclatura.

Baloo

Ven, 05/04/2013 - 11:27

Una manovra della specie non puo' essere considerata "affare corrente".Aumenta l'odio del cittadino verso il governo tecnico in carica,verso l'Europa e verso chi traccheggia come il Bersani,investito di responsabilità dal popolo, nel trovare nuove soluzioni e contribuisce a destabilizzare nel paese l'ordine e la sicurezza pubbliche. Parlare di possibile sciopero fiscale (vietato dalla costituzione)sarebbe puro eufemismo.La violenza che il cittadino finora ha rivolto verso se stesso (suicidi) potrebbe essere diretta verso l'esterno ,nella direzione di chi è ritenuto responsabile di un siffatto stato di cose (Bersani in primis e poi Monti e poi Berlusconi). Datevi una mossa: il tempo è scaduto!

Roberto C

Ven, 05/04/2013 - 11:29

Primo, non capisco perchè ci ostiniamo a portare avanti tutte le inutili missioni militari all'estero iniziate da altri, dato che ci costano un sacco di soldi. Tanto più che poi veniamo presi a pesci in faccia da tutto il mondo ad ogni occasione (Battisti, i marò, e spero che i giudici ci risparmino una terza figuraccia non provando neppure a chiedere l'estradizione di Amanda Knox). Secondo, se annunciassimo che in Italia la lira, stampata dalla banca d'Italia, ha di nuovo corso legale e viene accettata come moneta alternativa all'euro spianeremmo la strada a un ritorno definitivo, non troppo traumatico, entro uno o due anni alla nostra moneta nazionale. Basterebbe l'annuncio a terrorizzare le varie troike di euroburocrati e eurobanchieri (che diventerebbero molto più malleabili) e a far ripartire esportazioni e turismo, e anche l'impatto psicologico sulle persone sarebbe dirompente (in positivo)... A proposito, mi pare che erano due punti del programma di Grillo, ma non mi pare che siano fra gli 8 punti di Bersani... Possono anche portare le tasse al 150% e poi dire che andiamo a bagno perchè gli italiani sono tutti evasori fiscali, ma questo non servirà a salvarci dal fallimento, al massimo potranno consolarsi arrestandoci tutti tranne pochi privilegiatissimi e strapagati manager e dipendenti delle P. A. (ma solo quelli che occupano le posizioni più alte). Tranquilli, non vi dovete illudere neppure per un momento: la frottola del pagamento dei debitio alle imprese sarà solo la cartina di tornasole per cercare di far digerire qualche nuova stangata, non è che aumentano le tasse, anzi aiutano le imprese e la ripresa ipotizzando che forse entro i prossimi due anni sbloccheranno i pagamenti del 35% di quanto dovuto, ma siccome per farlo servono soldi, si inventeranno o qualche nuovo balzello o, cosa ancora più semplice, abbasseranno i parametri delle varie forme di accertamento induttivo e i minimi di reddito - perchè l'equità è la prima cosa, se qualcunoo deve pagare la crisi di cui loro sono i principali responsabili, è giusto che siano i più poveri, quelli che osano non riuscire, con le loro entrate, a stare dietro a tutte le loro spese... Poi arriverà Bersani che metterà una bella patrimoniale del 5% su tutte le proprietà immobiliari se il valore supera il milione di euro (ovviamente solo sugli immobili, mentre se un milione di euro uno lo ha in banca non sarà toccato), che andrà ad aggiungersi all'IMU e alla TARES, ma in cambio prometterà che dal 2025 abbasserà l'aliquota più bassa dell'IRPEF (cosa che favorirà soprattutto coloro che hanno già un bello stipendio fisso e sicuro o i pochi imprenditori che ancora riescono a chiudere i bilanci in attivo) dello 0,05% - ma che cosa volete di più?

giagir36

Ven, 05/04/2013 - 11:41

Se mancano 20 miliardi le soluzioni sono due: o si aumentano le entrate, o si diminuiscono le spese. Aumentando le tasse si deprime ancora di più l'economia col rischio di ottenere (anzichè un aumento) una diminuzione delle entrate. Bisogna quindi diminuire le spese. Come fare? La risposta è semplice: AUTORIDUCIAMO IL CONTRIBUTO ALLA EU. Lo Stato Italiano ritarda i pagamenti dei debiti arretrati perchè l'Europa ci pone degli ostacoli: perchè dovrebbe pagare puntualmente decine di milardi all'Europa?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 05/04/2013 - 11:48

Le missioni militari? Le hanno abbandonate paesi di noi ben più importanti ed abbienti. Vedere,ultima in ordine cronologico, l'Australia. Quanto a noi è sempre valida la legge per cui non si va alla guerra con le pezze sul deretano. In considerazione, anche, della maniera in cui veniamo regolarmente ricompensati in campo internazionale. Vedere caso marò.

guidode.zolt

Ven, 05/04/2013 - 11:59

Ora non ci resta che venderci un rene...

maubol@libero.it

Ven, 05/04/2013 - 12:01

si taglino gli stipendi, vadano a piedi, cancellino le province, il numero dei parlamentari, i rimborsi ai partiti, le pensioni d'oro ma basta chiedere soldi e sacrifici a noi!

guidode.zolt

Ven, 05/04/2013 - 12:02

Mi sembrerebbe più "à la page" col naso a ciliegia da clown...

marinodefiume

Ven, 05/04/2013 - 12:21

Illogic ha pienamente ragione: Monti fa parte della Trilaterale e del Bilderberg, che auspicano un governo mondiale controllato naturalmente da un'elite. Monti fa il finto tonto applicando le teorie dei suoi capi massoni: mettere in ginocchio l'Italia, impoverirla e quindi mettere lo stato in mano all'Europa, che saprà ben governarci impossesandosi di tutti i nostri gioielli che saranno comprati per un bianco e enro dagli stranieri

claud

Ven, 05/04/2013 - 12:31

O siete di parte..oppure vi sbagliate: Il Messia vedeva la luce in fondo al tunnel..