I DUE LEADER IN TRANSATLANTICO Conversazione rubata tra D'Alema e Casini: «Per la Sicilia il patto è fatto»

Transatlantico, Ieri pomeriggio. Massimo D'Alema e Pier Ferdinando Casini discutono a voce alta, e sanciscono il patto Pd-Udc alle prossime Regionali in Sicilia. Che, secondo molti osservatori, potrebbe porre le basi per un'intesa alle Politiche. Alla fine del colloquio - durato almeno cinque minuti - Casini si congeda così: «Allora è fatta, siamo d'accordo, non dobbiamo neanche parlarci di nuovo, c'è il patto» per correre insieme in Sicilia. Tutto nasce quando Sergio D'Antoni e D'Alema si avvicinano a Casini. Il perno della discussione è l'indiscrezione che vorrebbe Gianfranco Micciché in avvicinamento proprio a Casini, in vista delle Regionali di ottobre. L'esordio è di D'Alema: «Pier, in Sicilia c'è la questione di Micciché». Con D'Antoni, gli spiegano che un'alleanza anche con l'ex sottosegretario berlusconiano non sarebbe digerita dagli elettori democratici. Casini cade dalle nuvole: «Ma io pensavo non c'entrasse più nulla». Gli spiegano il quadro, lui cambia linea: «Parlerò con D'Alia». E poi: «Il patto è fatto»