I giudici accelerano sul Cav: lo vogliono fuori entro Natale

Corte d'appello Interdizione da ricalcolare. La palla passa al tribunale di Milano. Obiettivo udienza-lampo entro ottobre

Le vacanze della giustizia non sono ancora finite, ma la «macchina» del nuovo processo a Berlusconi si è già rimessa in moto: l'obiettivo è arrivare a celebrare nel giro di poche settimane l'udienza-lampo che dovrebbe tornare a infliggere al Cavaliere, come pena accessoria della condanna per frode fiscale, la interdizione dai pubblici uffici. L'avvio ufficiale del meccanismo scatta ieri, con l'arrivo a Milano da Roma del fascicolo processuale. È l'ultimo cascame ancora aperto del processo per i diritti tv, l'unica concessione che la Cassazione all'inizio di agosto ha fatto al ricorso presentato dal Cavaliere contro la condanna. Ma è anche un passaggio cruciale, perché destinato a condizionare in modo determinante la vita politica dell'ex presidente del Consiglio.

Tecnicamente, la presenza di Berlusconi in Parlamento è stretta in una sorta di tenaglia. Da un lato la legge Severino, che prevede la ineleggibilità per chi è stato condannato a più di due anni di carcere; dall'altro la sentenza emessa dalla Corte d'appello di Milano che (oltre a quattro anni di reclusione) gli ha inflitto cinque anni di interdizione dai pubblici uffici, annullati dalla Cassazione che ha ordinato solo su questo punto il nuovo processo. Il problema è che la applicazione della legge Severino al caso Berlusconi, dopo il pronunciamento di numerosi giuristi anche di area progressista, appare tutt'altro che scontata. E quindi le speranze di sloggiare il Cavaliere da Palazzo Madama per via giudiziaria sono affidate soprattutto ad una sentenza che riporti in vigore, anche se con durata ridotta, l'interdizione annullata dalla Cassazione.

La palla, dunque, torna alla Corte d'appello milanese dove ieri il postino ha recapitato le motivazioni della sentenza della Cassazione. Il calendario delle udienze d'appello è in genere piuttosto ingolfato, e il nuovo processo a Berlusconi se si mettesse in coda rischierebbe di attendere a lungo. Invece verrà fissato in tempi rapidi, verosimilmente entro ottobre, davanti alla terza sezione penale.

Tanta rapidità viene spiegata con il fatto che si tratta si un processo semplice, che si può sbrigare in una sola udienza: si tratta solo di decidere quanti anni di interdizione rifilare a Berlusconi, tenendo conto che la Cassazione ha ordinato di non superare il tetto dei tre anni. Ma i difensori del Cavaliere si preparano comunque a dare battaglia. E qualunque sia la nuova decisione della Corte d'appello non sarà esecutiva prima di un nuovo vaglio della Cassazione. Insomma: a Palazzo Madama, Berlusconi può contare di mangiarci il panettone, e magari anche la colomba pasquale.

Commenti

a.zoin

Gio, 05/09/2013 - 08:55

Quando si chiuderà questo circolo vizzioso di CORRUZZIONE della MAGISTRATURA ? Ci vuole una rivoluzione del sistema totalitaria, perchè momentaneamente, questa gente fà IL BRUTTO E IL BELLO sulla popolazione e sul destino del Belpaese MESSO IN GINOCCHIO dalla FALSITÀ e dalla CORRUZZIONE ,DEL LORO FATTURATO.

Ritratto di pipporm

pipporm

Gio, 05/09/2013 - 09:05

Un cancro dei processi è l'eccessiva durata. Berlusconi dovrebbe andar fiero che quelli che lo riguardano, ora che non ha più impedimenti come ha sempre sostenuto, inizino ad avere la giusta durata.

st.it

Gio, 05/09/2013 - 09:07

non c'è dubbio che verrà rincarata la dose: l'interdizione in quanto la decadenza da senatore risulta politicamente sconveniente e epifani e compagnia stanno recitando un copione fin troppo chiaro:la giunta non farà decadere il cav , ma i giudici sicuramente si ,e non essendo praticabile la grazia né accusare il pd di tradimento, il cav stavolta si attacca al ......caso.

xgerico

Gio, 05/09/2013 - 09:20

@a.zoin. Ma che ne puoi saper di "CORRUZZIONE" se neanche sai come si scrive!

odifrep

Gio, 05/09/2013 - 09:21

Dai, dai, che ci riuscirete......

Maura S.

Gio, 05/09/2013 - 09:26

prendiamo spunto dal popolo egiziano, andiamo in piazza per chiedere di cambiare la legge sulla giustizia. Vorrei vedere se questo non smuoverebbe la magistratura. Siamo o non siamo il popolo sovrano!!!!!!!!!!!!!!!! Allora basta ne abbiamo piene le ..... e quello che segue.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Gio, 05/09/2013 - 09:45

@zoin. prima di fare la rivoluzzzione, studia.

turista

Gio, 05/09/2013 - 09:59

"lo vogliono fuori entro Natale". Certo che sarebbe il più bello dei regali per l'intero paese.

procto

Gio, 05/09/2013 - 10:02

secondo me B non arriva a mangiare il panettone

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 05/09/2013 - 10:05

Speriamo avvenga prima del Natale 2222

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/09/2013 - 10:06

Per un corruzione con due zeta escono fuori i fini linguisti trinariciuti, sempre maestri in chiacchiere ma schiene dritte quando si tratta di lavorare!

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Gio, 05/09/2013 - 10:09

bah titolo sbagliato: lo vogliono dentro entro natale , belin natale a poggio reale ...ritrovera tanti amici ahahahahaha

giovanni PERINCIOLO

Gio, 05/09/2013 - 10:12

Bella la foto della signora giudice, microfono alla mano e immagino intenta a regalare le sue chicche di saggezza sublime al colto e all'inclito! Bella la "riservatezza" che un tempo era prerogativa principe dei signori giudici! Ma i tempi cambiano e un po' di pubblicità gratuita é sempre benvenuta in vista di future possibili/probabili discese in campo......

Ritratto di sergio la terza

sergio la terza

Gio, 05/09/2013 - 10:39

la grande donna ha provveduto ad emettere sentenza nei confronti del dentista stupratore?ora si dia ammalata e chieda il trasferimento in sede dove si lavora e non si fa politica

GUGLIELMO.DONATONE

Gio, 05/09/2013 - 10:41

Per favore, ditemi chi è quel clown nella foto. Grazie.

enrico09

Gio, 05/09/2013 - 11:00

@a.zoin: Fatturato? Corruzzione? Scriva ancora per favore...

bruna.amorosi

Gio, 05/09/2013 - 11:04

gli scorfani della magistratura sentenziano per invidia dell'altrui beltà .

millycarlino

Gio, 05/09/2013 - 11:12

A Genova di frobte a palazzo di giustizia c'è il monumento di un "battuso" del vecchio quartiere di Portoria,che in lingua genovese signica monello, che sta lanciando un sasso verso il palazzo di giustizia con sulla base marmorea la scritta " che l'inse?" che tradotto significa "che l'incominci?". Vedendo da un po di tempo un vecchietto stanziarle accanto giorno e notte, un bel momento uno dei poliziotti di guarda al Palazzo dei Giusti, si avvicinò a questo impettito signore chiedendogli "Ma cosa fa da così tanto tempo qui seduto?" E lui in genovese rispose "Aspetu cu chinne" (aspetto che scenda). Milly Carlino

enrico09

Gio, 05/09/2013 - 11:14

Visto lo scompiglio e l'instabilità creati al paese dalle dichiarazioni di Berlusconi, che cambia idea come se cambiasse canale alla televisione, ringrazio i giudici per la velocità della sentenza, almeno la smetteremo di parlarne e torneremo a fare il bene del paese...ricordatevi che é condannato e per reati che sfido chiunque a contestare, o almeno a contestare intelligentemente senza scadere in considerazioni come le toghe rosse o magistratura comunista o altro ancora.

usquetandem

Gio, 05/09/2013 - 11:27

@maura s. che cos'è la legge sulla giustizia? e che c'enrano i magistrati se le leggi le fa il parlamento e loro sono chiamati a farla applicare. sarà mica che non capite nulla di come funziona uno stato e continuate ad appendervi alle corbellerie dei vari fazzo & co?

procto

Gio, 05/09/2013 - 11:27

@ bruna.amorosi. Probabile. In quanto a beltà, attualmente Silvio si contende il trofeo con un secchio di vomito.

liberitutti

Gio, 05/09/2013 - 11:27

Ahah begli articoli che fate.. se poi voleste fare 5 minuti i giornalisti dovreste avere l'umiltà di pubblicare l'elenco delle attività dei Senatori della Repubblica ( http://leg16.senato.it/leg/17/BGT/Schede_v3/Presenze/index.html ) e magari spiegare perchè il signor B. avrebbe un problema di "agibilità politica" non partecipando MAI, dico MAI, ad alcuna votazione in Senato.

Angelo48

Gio, 05/09/2013 - 11:35

giovanni PERINCIOLO: egregio Giovanni da quel suo commento delle ore 10.06, emerge una realtà inconfutabile a cui andrebbe aggiunto quanto segue: "da qual pulpito arriva la predica" oppure - se preferisce - "il bove che dice all'asino cornuto". Non hanno neanche il pudore di sorvolare su banali errori grammaticali che loro commettono a iosa quotidianamente; l'importante è denigrare sempre e comunque chi esprime concetti diversi da loro! Che pena mi fanno!

baldo1

Gio, 05/09/2013 - 11:36

Fino a Natale tocca aspettare? FUORI SUBITO!

Lu mazzica

Gio, 05/09/2013 - 11:39

Magistratura, Giustizia pura o iettatura ?? Rgds., Lu mazzica

unosolo

Gio, 05/09/2013 - 11:53

non è importante essere strutti ma farsi capire e se scriviamo con più consonanti o vocali o n a posta di m , l'importante esternare lo stato d'animo in cui ci sentiamo e lo mettiamo in queste righe , ciò non toglie che ci sia un pressing forzato prima di ogni altra cosa , non importa se il debito sale per gli attacchi politici verso un signore , lo sappiamo , da anni la sx se ne frega e gonfia i ministeri e la P.A. di amici , ha creato esodati e li ha sistemati , la giustizia fa acqua da tutte le parti , scappatoie per amici o compagni ( vedi no tav ) o ( G8 di Genova , e arresti o aumenti di pena per riavere la sentenza , come avvenuto per Berlusconi ( previsti max 3 anni ) portati a 5 sono per riavere la sentenza a MILANO , cavilli o piano studiato ad arte ? meglio non saper scrivere e pensare male , qualche volta ci si prende in pieno , svegliatevi , questi stratagemmi condannano e non puoi muoverti e tutti i sx " le sentenze vanno rispettate " solo se giuste altrimenti chiunque cerca di difendersi e chiedere controlli VERI e IMPARZIALI .

Angelo48

Gio, 05/09/2013 - 11:55

usquetandem: egregio lettore, lei chiede alla signora Maura - alla quale chiedo venia per l'intromissione - cosa c'entrino i magistrati se le Leggi le fa il Parlamento e loro son chiamati ad applicarle. Beh, se mi permette, glie lo spiego io: c'entrano nella misura in cui le Leggi che il Parlamento emana spesso non vengono applicate ma solo lette ed interpretate. I codici e la Costituzione, seguono ugual sorte. E questo convincimento - glie lo chiarisco a priori - l'ho maturato non attraverso le "corbellerie" scritte dai personaggi a cui lei intende, ma attraverso migliaia di casi venuti alla pubblica attenzione e dopo aver maturato esperienza più che trentennale nel settore! Certamente lei non condividerà, ma non può permettersi insieme a tanti altri, di ritenere che da quest'altra parte ci siano solo persone incompetenti, travisatori e servi della peggior specie. Rappresentate ed ostentate pubblicamente "ad abundantiam" la vostra superiorità culturale sugli altri, ma avete certamente dimenticato sui banchi di scuola, la vera "cultura civica" che dovrebbe portarvi a rispettare - pur nella non condivisione - l'altrui pensiero.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Gio, 05/09/2013 - 12:02

poggio reale ,regina coeli, ucciardone o san vittore ? cosa dite apriamo un sondaggio sulla prossima residenza del berluscaz???ahahahahah fatti due risate censore

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 05/09/2013 - 12:24

I giudici hanno il diritto di difendersi quanto berlusconi. Temono che una persona che non rispetta la legalità possa sfuggire alla pena.

adp

Gio, 05/09/2013 - 12:27

speriamo che il natale sia portatore di buone notizie. Berlusconi fuori dalla politica? Bellissimo natale, l'italia finalmente vivrà un futuro migliore.

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 05/09/2013 - 12:34

...Il tutto è definibile, "allegramente", un brutto affare, iniziato male e che finirà peggio, generato da una lotta di prevaricazione fra istituzioni dello Stato, finalizzato a mantenere privilegi economici e di stato, "usurpati" nel tempo, a discapito della funzionalità dello Stato stesso e dei cittadini. L'unico lato positivo fin qui emerso è dato dall'attenzione della giustizia impegnata a risolvere il caso in tempi brevi, cosi come dovrebbe essere per tutti gli altri processi. Evidentemente, per essere "agevolati" ed avere una giustizia celere, bisogna chiamarsi Berlusconi.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/09/2013 - 12:43

e quest'anno a Natale: Silvio il volontario! avete bisogno di portare il nonno al parco? volete rompere la solitudine? chiamate i servizi sociali e Silvio arriverà! un uomo per il bene del paese!

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Gio, 05/09/2013 - 12:43

PER IL SOTTOSCRITTO CHE NON E' UN GIURISTA I TEMPI GIURIDICI SONO GIA' SCADUTI - E, credo che è stato anche errato il giudizio della cassazione di essersi espressa (pur se prevenuta) su una parte del processo e della condanna tralasciando una parte di condanna sulle pene aggiuntive a discrezioni dei magistrati rimandando a nuova iscrizione dibattimentale o a nuova decisione dei giudici della Corte di Appello I QUALI HANNO DIMOSTRATO CHE SONO INCAPACI GIACCHE' NON CONOSCONO LE LEGGI E LA LORO APPLICAZIONE.--->> EBBENE SE LOR CERCANO DI FISSARE LA NUOVA UDIENZA VELOCE COME UN LAMPO, CHE DIO GLIELA CONCEDA ED ANCH' IO PREGHERO' CHE GLI POSSA ARRIVARE PIù VELOCEMENTE ACCOMPAGNATA DAL FORTISSIMO FULMINE CHE SI ABBATTI COME E DOVE DEVE POSARSI.

ciannosecco

Gio, 05/09/2013 - 12:44

"Angelo48" Caro amico mio,così funziona il sistema.Per periziare l'audio dell'intervista al dott.Esposito è stato stimato che sia necessario almeno un'anno.Per Berlusconi tutto inspiegabilmente diventa più veloce.Si sa ,in Italia la precedenza si da a destra.

agosvac

Gio, 05/09/2013 - 12:44

Una domanda: ma questa faccia di completa idiota, chi è??? Il grande Lombroso, profondo conoscitore delle fisionomie, impiegherebbe anni per trovare in essa un barlume, anche minimo, d'intelligenza! Mi sorge un dubbio: non è che sia uno dei giudici che ha condannato Berlusconi a Milano? In questo caso , ovviamente, sarà "molto intelligente" perchè i giudici sono intelligenti per definizione non perchè lo siano realmente!!!

Angelo48

Gio, 05/09/2013 - 12:47

@ luigipiso: anche questa volta DIMOSTRA la sua faziosità preconcetta. Certo che i giudici hanno il diritto di difendersi ma, come l'illustre condannato, se sbagliano DEVONO sottostare alle pene come l'illustre condannato. Le risulta che questo accade? Non sono anch'essi cittadini al pari di noi tutti e dell'illustre condannato?

Ritratto di alejob

alejob

Gio, 05/09/2013 - 12:48

Ho letto parecchi commenti e non mi meraviglio della Ignoranza di quelli che scrivono. Sono certo che tanti scrivono solo per fare incazzare il prossimo. Ma vorrei dire a questi signori o signore; VOI AVETE AVUTO MAI A CHE FARE CON LA GIUSTIZIA. Credo di NO. Perchè se avreste solo sfiorato un TRIBUNALE, il vostro GIUDIZIO sarebbe totalmente all'opposto di quello che scrivete. Perchè non provate. In questo paese non esiste giustizia, ma esistono compromessi e (LACCI), tra la giustizia e certi personaggi POLITICI. Se tu non sei della stressa CORRENTE, come disse BERSANI, giorni orsono, SEI SEMPLICEMENTE FINITO. Lo notiamo come si fanno al guerra tra loro. Cari commentatori, oltre ad essere ignoranti e non vedere quello che in casa vostra succede, siete anche dei grandi coglioni.

agosvac

Gio, 05/09/2013 - 13:00

Noto che molti sinistroidi deficienti sono molto contenti del fatto che Berlusconi possa essere fuori dal Parlamento entro Natale. Poverini non si rendono neanche conto che una cosa è essere fuori dal Parlamento, per quanto dolorosa, altra cosa è non fare politica attiva! Nessun magistrato, nessun dirigente del Pd, nessun grilletto, nessun deficiente, potrà mai impedire a Berlusconi di continuare a fare politica, sia pure se ai domiciliari o ai servizi sociali o anche dal carcere!!! Fatevene una ragione: Berlusconi continuerà ad essere il leader del Cdx indipendentemente se sarà senatore o onorevole o carcerato! Pertanto festeggiate pure col panettone a Natale, tanto alle prossime elezioni ci sarà ancora Berlusconi a farvi venire il mal di pancia!

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/09/2013 - 13:03

@alejob: che commento di classe! comunque non ho mai avuto a che fare con i tribunali, probabilmente perchè non ho mai infranto la legge.. è abbastanza semplice!

Ritratto di claudioroma51

claudioroma51

Gio, 05/09/2013 - 13:17

Si basta con questa agonia, molliamo tutto e lasciamo il paese in mano a quelli che votano sinistra,fancazzisti, raccomandati, lavoratori dello stato e dei comuni,rubastipendi e oso dire anche corrotti e inetti,che non avendo imparato un mestiere o uno studio, sono stipendiati dagli Italiani che hanno pagato di tasca loro per avviare attività.Per questo odiano Berlusconi che ha creato un impero senza usufruire dei contributi Statali(tipo Agnelli e De Benedetti etcetc.). Nella vita L'invidia è sempre stato il motivo di delinquenza comune e odio,fino ad arrivare agli omicidi.Non c'è una prova,una, che Il Berlusca abbia intascato soldi dai cittadini Italiani.Ce ne sono invece tante che la sinistra lo abbia fatto ( MPS,ALITALIA.IRI e basta perchè ci vorrebbero giorni per stilare una lista )Non parliamo poi del caso Moro e dei soldi avuti dalla Russia e Germania per gestire il partito comunista.Di che stiamo parlando? Fanno ridere questi giovani che non sanno un ca..o dell'Italia passata.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 05/09/2013 - 13:23

agosvac? Anche carcerato? Dobbiamo comunicarlo a "don" Raffaele Cutolo. Così si (ri)fa un bel partito (Nuova Camorra Organizzata) e inizia a fare concorrenza al suo vicino di cella!

CARLINOB

Gio, 05/09/2013 - 13:26

sPERIAMO VERAMANTE CHE CE LA FACCIANO: AVREMO UN PAESE UN Pò PIù NORMALE!!

soldellavvenire

Gio, 05/09/2013 - 13:30

agosvac - così, a naso, direi che mi son fatto una ragione: credo che appena escluso silvio dal parlamento continuerà beatamente a "fare politica", come ogni cittadino ha diritto, ma quel che importa è che perda l'impunità che si è procurato plagiando quelli come Lei

odifrep

Gio, 05/09/2013 - 14:34

procto delle 10:02 e @@ bassfox delle 13:03 - egregio signore, lei si augura che BERLUSCONI non arrivi a mangiare il panettone a Natale? Mi perdoni, ma lo spera perché possa mangiarlo lei al Suo posto? Se è questo il motivo, entro il mese di Dicembre, provvederò personalmente a mandare un tir carico di panettoni all'indirizzo che cortesemente mi farà recapitare. Potrà così far trascorre felicemente, un Santo Natale, anche ai suoi amici antiberlusconiani. @@ bassfox, lei scrive......probabilmente perché non ho mai infranto la Legge...è abbastanza semplice. Non direi abbastanza semplice, quando dice probabilmente. Altrimenti, sono tenuto a pensare che lei non è stato mai preso in flagranza di reato.

Ritratto di bassfox

bassfox

Gio, 05/09/2013 - 14:55

#odifrep: ah già che l'ironia sul giornale non è contemplata...

baldo1

Gio, 05/09/2013 - 15:02

bruna.amorosi: e sarai bella TE! ehehehe..

usquetandem

Gio, 05/09/2013 - 15:03

@angelo48 "le Leggi che il Parlamento emana spesso non vengono applicate ma solo lette ed interpretate. I codici e la Costituzione, seguono ugual sorte." se lei segue l'esperienza fatta sul campo, beh, ha perso tempo. non mi va di rispiegarle il procedimento ermeneutico che permette ad un giudice di farsi un convincimento sulla base dei fatti. interpretare significa esattamente vedre il fatto alla luce della fattispecie astratta prevista dalla norma. e la cassazione, bontà vostra, non fa che giudicare la legittimità di tale processo giuridico e logico. il resto, sono sciocchezze, ancora più gravi se dette da un collega avvocato.

buri

Gio, 05/09/2013 - 15:11

L'ultima speranza è il referendum radicale sulla giustizia, se non altro servirà a ridimensionare la magistratura, riportandola ak suo posto di funzionari dello stato, pagati lautamente per applicare le leggi e non per interpretarle, abolendo la discrezionalità e mettendo bene in chiaro che sono impiegati addetti ad una determinata mansione e non un ordine delle stato

procto

Gio, 05/09/2013 - 15:16

Gentile odifrep! CHE DIRE? Senza canditi, grazie.

Angelo48

Gio, 05/09/2013 - 17:57

usquetandem: dunque vediamo un po'. Lei scrive:"..non mi va di rispiegarle il procedimento ermeneutico che permette ad un giudice di farsi un convincimento sulla base dei fatti. interpretare significa esattamente vedere il fatto alla luce della fattispecie astratta prevista dalla norma..". Ed allora, provo a dimostrarle in un caso specifico (sentenza mediaset)come l'ermeneutica non ha permesso a dei giudici farsi un convincimento sulla base dei FATTI. Un passo della sentenza di cui sopra recita:"....Va detto per inciso, che effettivamente il PM non ha fornito ALCUNA PROVA DIRETTA circa eventuali interventi dell’imputato Berlusconi in merito alle modalità di appostare gli ammortamenti dei bilanci...". I fatti dunque, han posto il PM nell'impossibilità di poter DIMOSTRARE che l'imputato sia intervenuto per appostare in modo fraudolento gli ammortamenti dei bilanci dell'azienda; il giudice invece - grazie all'ermeneutica di cui lei parla - si è fatto un proprio diverso convincimento. Basato su cosa? Senz'altro non sulla base dei FATTI di cui al suo richiamo, bensì sulla deduzione che prova non è. Lei poi mi spiega che "interpretare" significa dare luce ad una fattispecie astratta prevista dalla norma. Certo è proprio così, ci mancherebbe; quel che invece mi è capitato di notare è che la luce di certi magistrati assuma spesso l'aspetto di una luce.. riflessa!! Al di là della vicenda Berlusconi beninteso. A lei caro avvocato, non le è mai successo? Fortunato, molto fortunato! Ah dimenticavo, chi le ha detto che io sia un avvocato? Altra libera deduzione/interpretazione figlia dell'ermeneutica, vero?? Cordialità comunque a lei.

odifrep

Gio, 05/09/2013 - 18:09

procto 15:16 - Nell'attesa di ricevere il suo recapito, le dico due cose. Voi di sinistra non vi smentite mai : uno vi da il dito e voi subito a chiedere la mano (senza canditi). Ha chiesto per caso ai suoi amici antiberlusconiani se anche loro lo preferiscono senza canditi? NO. Allora lei cos'è un "fascista"? Decide anche per gli altri? Siccome la produzione dei panettoni, viene fatta in un laboratorio di proprietà di BERLUSCONI, di conseguenza la lavorazione dei senza canditi non è attualmente in fase di prenotazione. Quest'ultime saranno aperte appena dopo la caduta del governo Letta. Ovviamente il tutto rimane sotto il vincolo dello scambio del voto : io le invio il tir di panettoni e lei mi vota BERLUSCONI, giusto? Resto in attesa di ulteriori richieste.

ciannosecco

Gio, 05/09/2013 - 19:29

"usquetandem" Caro collega,quello che lei scrive nel suo commento è la perfetta analisi di quanto succede nelle aule di Giustizia.Noi,operatori del Diritto assistiamo quotidianamente a delle sentenze che,definire imprevedibili è poco.Non riusciamo a dare ai nostri clienti nessuna rassicurazione,possiamo solo auguragli di sperare, di non trovare qualche Giudice che,in assenze di prove certe,esca dalla realtà processuale e veda una cosa che non esiste.Saluti.