I grillini difendono la casta: "No al taglio della pensione"

In Friuli Venezia Giulia niente battaglie contro i privilegi il casoLa Serracchiani vuol dimezzare il vitalizio dei consiglieri regionali e il M5S si oppone

I grillini cedono al fascino della casta. E in Friuli si oppongono all'abolizione del vitalizio, «un istituto previdenziale che equipara i politici ai normali lavoratori».

La lotta ai privilegi? Giusta e sacrosanta, quando i privilegi sono quelli degli altri. Gli eletti del Movimento 5 Stelle, una volta messo piede nei santuari della politica, hanno imparato in fretta la lezione. Almeno in Friuli Venezia Giulia, dove i pentastellati si sono schierati a difesa del vitalizio dei consiglieri regionali. Risultato? Il centrosinistra, che la soppressione dell'istituto l'aveva sbandierata in campagna elettorale, s'è spaccato. E la presidente della Regione, Debora Serracchiani, ne è uscita con l'immagine a pezzi, anche se per il momento l'intesa tiene.

Tutto è accaduto in seno alla Prima Commissione, quella che si occupa di finanze e bilancio, chiamata a esprimersi sulla proposta di legge recante disposizioni «in materia di trattamento economico dei consiglieri e degli assessori regionali». Al suo interno, l'articolo 33 recita secco: «Abolizione dell'istituto dell'assegno vitalizio». In Friuli, fino alla passata legislatura, ciascun consigliere regionale versava all'ente di previdenza il 19% dei propri compensi, ovvero 1.750 euro al mese. La Regione metteva il resto. E già a 60 anni si aveva diritto a riscuotere una cedola mensile di 2.048 euro (lordi). In seguito la soglia d'età per iniziare a godere del vitalizio è stata innalzata a 66 anni e sono stati modificati i criteri di contribuzione: adesso si versa l'8,80% dell'indennità (905 euro sui 10.291,93 lordi), con la Regione che corrisponde 2.490 euro, il 24,20%, sulla scorta dei parametri Inps. E l'assegno mensile, quando matura, non supera gli 850 euro mensili lordi. Il fatto è che del vitalizio possono godere tutti, anche i consiglieri rimasti in carica per un solo mandato. Un'anomalia rispetto alla quale, neppure un mese fa, sul blog del capo supremo Beppe Grillo i Cinquestelle friulani annunciavano d'aver presentato, nell'ambito di «un pacchetto di azioni per tagliare i costi della politica», la «rinuncia al vitalizio».

In Commissione, però, la musica è cambiata. E la capogruppo grillina Elena Bianchi ha innestato la retromarcia. «Il vitalizio, così come vige attualmente - ha spiegato ai cronisti incuriositi dal ripensamento - è equiparato a quello dei normali lavoratori. Nulla di strano. La Serracchiani punta a tagliare i costi del 50%, mantenendo alti gli stipendi. Noi preferiamo conservare un istituto previdenziale piuttosto che ricevere 3.500 euro al mese di spese di rappresentanza».

Un consigliere del Pd e uno di Sel le hanno dato fiducia, disattendendo la linea di partito. Alla fine, a fatica, la Commissione ha dato il via libera al progetto di legge, ma il presidente Renzo Liva, nello scarno verbale ufficiale, non ha potuto fare a meno di segnalare, sconsolato, che «nel corso dell'articolata discussione è emersa l'esigenza di approfondire alcuni aspetti sulle conseguenze derivanti dall'abolizione del vitalizio».

La casta? C'è ancora. Adesso è a cinque stelle.

Commenti

silviob2

Gio, 25/07/2013 - 09:56

I vitalizi non vanno ridotti; vanno totalmente cancellati. I comuni cittadini non hanno vitalizi dopo cinque anni di lavoro. E chi dice che la legge deve essere uguale per tutti senza discriminazioni non deve mostrarsi IPOCRITA.

swiller

Gio, 25/07/2013 - 10:15

Forse perchè il vitalizio va tolto completamente.......LADRONI.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Gio, 25/07/2013 - 10:24

Falsi Profetti! Chi se ne frega intanto da qui a poco non ci sarà piu soldi nella cassa e le banche chiudono i rubinetti er i politici!! Poi c sarà da ridere (piangere)!!! P.S Perche sono sempre entrati in politica quelli che sono rofessionalmente falliti??

michetta

Gio, 25/07/2013 - 10:42

Poi dice che uno non li manda dove meritano di andare! La nequinette dei vari quotidiani non lo permette, pena querele e denuncia, che ovviamente nessuno vuole avere, ma sarebbe bene che un po' di parolacce fossero permesse per questi cialtroni, che prima di andare a prendere il primo stipendio, promettevano la massima diminuzione delle prebende, ma dopo aver toccato con mano (il portafoglio gonfio) la prima mensilità, se ne sono guardati bene dal calarla.....Grillo, il Santone ed i Grillini tutti, farebbero bene a mettersi la famosa macina al collo, ecc.ecc.... VERGOGNATEVI! Sembrate quelli che scrissero la Costituzione nel 1946 e che non l'hanno più voluta modificare, in quanto si accorsero che facendolo, avrebbero diminuito i soldi che entravano nelle casse dei loro partiti e delle loro famiglie! In parole povere, a questi, come a quegli altri, non è mai importato più di tanto del Popolo Italiano......perciò, non ci giriamo tanto intorno, facevano schifo quelli è fanno ancora più schifo questi, che si chiamino Grillini o figli di clandestini.........(così, tanto per la rima...).

Ritratto di thunderstruck

thunderstruck

Gio, 25/07/2013 - 10:53

come faremmo se non ci fossero serracchiani pd e pdl a difenderci dalla casta dei 5 stelle?

buri

Gio, 25/07/2013 - 11:19

Ecco chi predica bene (per modo di dire, visto che dalla sua bocca escono princialmente insulti) ma razzola male

linoalo1

Gio, 25/07/2013 - 11:26

Solo gli Ignorantoni che lo hanno votato hanno creduto che fosse diverso!Poi,alla fine,il risultato è che,tutto il mondo è paese!E Grillo ed i suoi,con la fame che hanno,non sono certo diversi dagli altri!Malgrado le loro assicurazioni!Ma,si sa,per essere eletti,molti,promettono mari e monti!Lino.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 25/07/2013 - 11:30

Il pifferaio magico non era quello che tagliava i vitalizi e le rendite troppo elevate? Se va avanti così quello di Grillo diventa come il partito Repubblicano. Che figura di "Emme... 5S.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 25/07/2013 - 11:32

Che figura di Emme, Cinque, Esse.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 25/07/2013 - 11:42

Considerato che il M5S è il nemico pubblico di tutte le forze politiche normalmente qualunque pagliuzza si riesca a scorgere in un suo occhio viene sbattuta in prima pagina da tutte le testate "a reti unificate" e invece calma piatta. Mi sorge il dubbio che la questione sia un pò più articolata di come semplicisticamente rappresentato qui. Non è che si è ricaduti nel vizietto di prendere un discorso e tirarne fuori solo il pezzettino che serve alla causa? Non sarebbe la prima volta......

syntronik

Gio, 25/07/2013 - 11:48

Ora vengono verificate le verità dei pentasfigati, e voi ci avete creduto, BENE, ora sapete di cosa sono capaci, balle per abbonirsi il popolo, poi sono anche loro come gli altri, a questo punto, tanto vale votare per chi abbiamo sempre votato, se quelle sono le novità, figuriamoci il resto.

cast49

Gio, 25/07/2013 - 12:07

thunderstruck, cancella pdl per favore...