I guai del sindaco in toga

E alla fine anche il sindaco-giudice s'è ritrovato a fare il tifo per un imputato per reati contro la pubblica amministrazione. Accade a Portici, popoloso Comune del napoletano dove la coalizione che sostiene il neo primo cittadino Nicola Marrone ha eletto a larghissima maggioranza Ferdinando Ferrone alla carica di presidente del Consiglio comunale. Marrone, da quando ha vinto il ballottaggio, indossa contemporaneamente fascia tricolore e toga, perché è ancora in servizio come giudice presso il vicino Tribunale di Torre Annunziata. Non ha chiesto l'aspettativa al Csm e sembra che abbia tutta l'intenzione di mantenere i due incarichi. Ora, però, sull'ambita poltrona di «numero uno» del parlamentino cittadino, si ritrova un politico rinviato a giudizio per abuso d'ufficio in relazione alla sua assunzione - ritenuta illegittima - qualche tempo fa nello staff di un ex assessore regionale. Grillini e opposizione già partono all'attacco parlando di incarico inopportuno. Quando si dice i misteri della politica.