I nuovi digiuni per la Quaresima: tv, shopping e auto

Spegnere la tv durante i pasti, lasciare l'auto in garage almeno qualche giorno nella settimana, rallentare con Internet e con lo shopping. Sono alcune forme di «digiuno» che vengono in questi giorni proposte, da parroci o uffici delle diocesi, per la Quaresima. Comincerà mercoledì 5, con il rito delle Ceneri, e al digiuno ecclesiastico e all'astinenza delle carni nei messaggi pastorali figurano sempre più spesso anche misure di rinuncia alternative. In questi anni di crisi economica c'è però anche chi invita a legare il minore consumo del cibo, o di altri beni, ad un gesto di solidarietà. L'Ufficio Missionario dell'Arcidiocesi di Torino ha pubblicato un sussidio, «Andiamo alla fonte», in cui rileva che «tra le forme di digiuno consigliate agli uomini e donne del nostro tempo» ci sono «buon uso del denaro, evitare sprechi, rinunciare a cose inutili come sigarette, alcol, dolciumi oppure all'uso inutile dell'auto».