Si dimettono tutti

Deputati e senatori lasceranno dopo il voto sulla decadenza di Berlusconi. Spiazzata la sinistra In assenza di fatti nuovi, addio governo e maggioranza: il partito pronto alle elezioni

Pensavano che la partita fosse chiusa. Berlusconi a casa (forzatamente) e avanti come se niente fosse col governo Letta in nome di quella stabilità che ha reso solide dittature e regimi del socialismo reale. Ideato dall'asse sinistra-magistrati, garantito da Napolitano e accarezzato da schegge impazzite del centrodestra, sembrava a un passo dal filare via liscio. Sì, qualche colpo di coda, qualche sceneggiata era stata messa nel conto, ma nessuno aveva immaginato lo stop di ieri. Tutti i parlamentari di Forza Italia, deputati e senatori, hanno consegnato le dimissioni ai rispettivi capigruppo. Addio governo delle larghe intese (a braccetto cioè con i carnefici) e fine della legislatura. Tutti a casa. Quando? Un minuto dopo il voto, previsto la prossima settimana, sulla decadenza di Berlusconi.

Il furbetto Napolitano se ne deve fare una ragione. Il suo piano di regalare il Paese alla sinistra e ai tassatori è talmente sfacciato da non lasciare più margini di manovra neppure al più infaticabile dei mediatori. E Letta-Jo Condor è meglio che scenda dal fico e smetta di andare in giro per il mondo a dire che in Italia tutto va bene. Abbiamo un problema enorme, e non è lo spread e neppure l'instabilità. Si chiama democrazia, o se volete giustizia, oppure ancora meglio libertà.
Non penso che l'annuncio di ieri sera sia reversibile. O nelle prossime ore Napolitano si sveglia e fa qualche cosa di concreto per annullare gli effetti di un golpe politico-giudiziario, o il Pd si assume le sue responsabilità di socio di governo e sconfessa nel voto le false conclusioni della magistratura, o accade questo oppure governo e legislatura sono al capolinea e a nulla varranno eventuali trucchi per salvare l'uno e l'altra. Non si può guidare un Paese senza un terzo dei parlamentari e soprattutto un terzo degli elettori.

Da oggi inizierà il coro dei soliti noti: irresponsabili, per salvare un uomo sacrificate il bene comune. Non cadiamo nella trappola, perché semmai è l'inverso. Per salvarlo, il «bene comune» non va lasciato nelle mani sporche di magistrati e in quelle avide di ex, post o neo comunisti. Le elezioni fanno paura solo a chi sa o teme di perderle dopo averle vinte per il rotto della cuffia e con non pochi brogli. E al loro padrino seduto sul Colle più alto.

Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 26/09/2013 - 09:33

La pista "Napolitano" è solo un vicolo cieco. Ripeto. Bravo Silvio, farai dimettere tutti i tuoi ministri? Te lo ha consigliato Santanché? Trovo verosimile il lamentato "accanimento giudiziario", ma sono anche portato a credere che realmente ci sia stato lo spostamento di redditi all'estero, secondo i costumi vigenti nella "finanza" internazionale. Ciò che mi ha sorpreso è che sia stato condannato tale Silvio e non altri, ma ciò non dovrebbe destare meraviglia, date le conseguenze. Resta il fatto che, dopo aver brigato per far nascere il governo Letta, non mi sembra una buona idea quella di farlo cadere proprio in questo delicato momento, così dimenticando i veri interessi del popolo bue, quello che vota, quello che lavora, quando può naturalmente. Bravo Silvio, farai cadere il governo abboccando all'amo lanciato dal PD e fregandotene altamente dei problemi del Paese e dei milioni di tuoi elettori? Se come sembra questo si verificherà perderai molti voti, fra cui il mio, e "Forza Italia" resterà questa volta uno stridulo grido destinato a cadere nel vuoto. Addio Silvio, le nostre strade si dividono, sempre che siano mai state parallele.

82masso

Gio, 26/09/2013 - 16:44

Segnerete la Vs. fine. Letta vi ha spiazzati con il voto di maggiornanza alla Camere.

Ritratto di bergat

bergat

Gio, 26/09/2013 - 16:54

Si o Napolitano si sveglia e fornisce un salvacondotto a Berlusconi, dichiarando faziose le sentenze e i processi contro di lui, oppure si andrà alle urne con un paese spaccato. Ben molto tempo prima Napolitano, se voleva la pace, doveva azzittire tutti quei processi farsa contro Berlusconi, ma ci ricordiamo bene che non ha mosso un dito neanche contro la più insultante delle accuse... sfruttamento della prostituzione.... Si è passato il segno ormai già da troppo tempo e tutti i nodi vengono al pettine. In ogni caso il tempo è galantuomo.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 26/09/2013 - 16:58

Si dimettono tutti scrive il direttore esultando.Invero non so cosa ci sia da esultare visto che la mossa è pari a chi si taglia i cosidetti per far dispetto alla moglie.Abbiamo già appreso che qualora ci siano queste dimissioni(tutti,siamo sicuri?)si apre una procedura che prevede che le dimissioni vengano accettate dalla commisione e dall'aula,ergo chissà come finirebbe.Ma ancor più beffardo è quel ne conseguirebbe dopo,dove i primi non-eletti per legge subentrano.C'è già per esempio quello del molise che dovrà sostituire il capo che ha annunciato che lui in parlamento ci va eccome!Vabbè ognuno sceglie la fine che vuol fare,a me pare idea sballata,anche perchè alla gente di vedere dimissioni che arrivano non già per un provvedimento sulle tasse,sulla diminuzione della spesa o di argomenti fiscali ed economici importanti,ma dimissioni per la decadenza di B.,ebbene sbaglierò opinione,ma alla gente non interessa nulla.In ultimo ma non meno importante,il direttore scrive che il partito è pronto per il voto.Quale?quando?non c'è nessuna elezione convocata,piuttosto è arcinoto che il PdR qualora cadesse questo governo e non se ne facia un altro con gli stessi obiettivi,si dimette lui,specie senza riforma elettorale.

stefanonodari

Gio, 26/09/2013 - 17:07

Triste vedere questi fatti. Ma concordo con analisi. Sono cattolico. Ero in via del Plebiscito. E penso che la reazione del PDL sia corretta , sia verso il leader sia verso la democrazia. Cosi acquistano coraggio tutti gli Italiani , intendo dire tutti quelli che non hanno crisi d'identita' che quando gli chiedi sei italiano o europeo? Rispondono sono Italiano. Non esiste europa , non c'e' una identita' giuridica europea , in germania gli italiani sono immigrati. Ma che si sente europeo e non si sente piu' italiano. Quelli che si sentono europei sono in crisi d'indentita'. Una preghiera per i coraggiosi rappresentanti del PDL, una preghiera per gli Italiani che non si sentono più' Italiani. E una preghiera per Italia.

Ritratto di Botticelli

Botticelli

Gio, 26/09/2013 - 17:20

Berlusconi fa bene a mandare a casa tutti. Era da fare appena letta la sentenza politica di quell'Esposito che conosciamo. Ma attenti a Re Giorgio, quello li è troppo vissuto e sicuramente tirerà fuori qualche cosa dal cilindro.Di lui non ci si puo' fidare.AVANTI COSI!

gedeone@libero.it

Gio, 26/09/2013 - 17:22

E'proprio così Direttore, siamo stanchi di subire, la misura è colma da un pezzo. Non mi limiterei alle dimissioni dei parlamentari, ma di tutti gli eletti alle regioni provincie, fino all'ultimo consigliere di circoscrizione comunale. Contemporaneamente si dovrebbe convocare a Roma il Popolo di centrodestra per dar vita alla più grande manifestazione di protesta pacifica che la storia Repubblicana ricordi.

rokko

Gio, 26/09/2013 - 17:24

Ma sì, facciamo cadere il governo, chissenefrega. Il PdL si suiciderà con le sue stesse mani, e buona notte.

Ritratto di woman

woman

Gio, 26/09/2013 - 17:25

Fare il vero bene degli italiani sarebbe liberarli una buona volta da questa dittatura comunista. Peccato che anche molti benpensanti non si rendano conto che quello che è stato fatto a Berlusconi non riguarda lui e basta, riguarda tutti gli italiani, perché la sinistra riserverà lo stesso trattamento a chiunque osasse metterglisi di traverso. Molti nella lega sembrano essersene dimenticati. Ogni giorno di più mi convinco che per coraggio e lucidità Sallusti sarebbe un ottimo successore di Berlusconi.

giocondo1

Gio, 26/09/2013 - 17:30

Meglio tardi che mai. Si deve uscire pure dall'Euro, prima che avvenga l'irreparabile. Si dica a Joe Condor che gli investitori per il nostro maledetto debito pubblico vanno cercati in Italia, non abbiamo bisogno di prostituirci ulteriormente agli squali d'oltreoceano.

rokko

Gio, 26/09/2013 - 17:54

Una precisazione: le dimissioni vanno consegnate a Boldrini e Grasso, non Brunetta e Schifani. Se vogliono che il bluff sia credibile, per lo meno le presentino alle persone giuste.

Anonimo (non verificato)

claudino1956

Gio, 26/09/2013 - 19:03

La "santa" inquisizione giudiziaria assieme al gesuita comunista del colle stavano già pregustando il rogo su cui gettare la democrazia ed il popolo sovrano, ma ora sono loro a sentire puzza di bruciato, bene.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Gio, 26/09/2013 - 19:27

Speriamo che sia vero. Avete ideato e voluto questo governo a tutti i costi, avete dichiarato e per primo il vostro capo, di essere dei "responsabili", ma dimostrate di fare solo gli interessi del padrone del vapore; degli italiani e dei loro problemi non ve ne importa niente. Perchè non difendete e liberate anche tutti i ladri che si trovano nelle carceri che magari non hanno potuto avere una difesa adeguata. Ora sallusti dice che il governo è stato ideato dall'asse sinistra magistrati, che dire mi fa solo pena.

Giuseppe39

Gio, 26/09/2013 - 19:29

Sallusti TI VOGLIAMO BENE!!!

Prameri

Gio, 26/09/2013 - 19:53

@ Agrippina. Colgo più rabbia che esultanza nello scritto del direttore. Penso che a eventuali aspiranti disonorevoli che sostituissero i dimissionari apparirebbe immediatamente la leopardiana visione di una ‘tomba ignuda’, politica, davanti alla porta del parlamento. Il partito stesso (per loro ex partito) li butterà giù nella fossa e li ricoprirà di terra fangosa, dopo averli lapidati con la propria lapide: “Qui fini un traditore subentrato. Non riposi in pace”. Tu persisti con il considerare la maggiore importanza delle tasse, della stabilità e di altri tuoi interessi, ma il direttore te l’ha spigato chiaramente: prima di questi importantissimi problemi viene l’onore, la democrazia, la libertà. Non è possibile alcuna riforma elettorale se non peggiorativa al punto in cui si sono logorati i rapporti fra tutti i partiti. Forza Italia è pronta per il voto. Sei tu che non sei pronto.

Ritratto di direttoreemilio

direttoreemilio

Gio, 26/09/2013 - 20:29

Le elezioni, le decide il presidente,e non un pappone come te.

AlbertMissinger

Gio, 26/09/2013 - 20:31

Berlusconi vuole vendetta e forse la avra'......

volp

Gio, 26/09/2013 - 21:04

Considerazioni degne i un vile ed ignorante lecchino Andiamo alle elezioni e vediamo che uccide, voi siete abituati ad imbrogliare ed a truccare le carte. Non ti preoccupare vigliacco, siamo pronti ad ogni evenienza.. I tuoi padrini e padroni fanno ridere, vanno a casa, come te sono delinquenti pregiudicati

greenarrows

Gio, 26/09/2013 - 21:49

Che pena tutti questi onorevoli (per modo di dire) che scodinzolano al cenno di un pregiudicato. Scommetto che nessuno si dimetterà e questa ridicola pantomima resterà una tentata estorsione.

comase

Gio, 26/09/2013 - 22:44

Napolitano....vergogna Sei il solito del 1956

Ritratto di combirio

combirio

Gio, 26/09/2013 - 23:35

In due anni è successo e stà succedendo di tutto, ciò mi porta a fare delle considerazioni e trarre delle conclusioni in base ai fatti e alle azioni che si susseguono. Berlusconi è stato volutamente fatto cadere con l'avvallo del nostro Presidente del Colle, gli utili idioti, e la compiacenza della Merkel. Sucedette Monti, che applicò da subito una cura da cavallo con tasse di ogni genere cioè l'esatto contrario di quello che pensava Berlusconi, con l' idea di abbassare il debito pubblico senza tuttavia riuscirvi. Molti giudicarono Monti un incompetente patentato perchè in un anno ha distrutto l' economia nazionale lasciandosi dalle sue scelte sconsiderate un economia ancora più in crisi con fuga di aziende e migliaia di posti di lavoro perduti. Ma il dubbio che mi assale e che Monti non sia quell' imbelle che possa apparire, ma sulla carta è un grande banchiere membro del Bildemberg e che ciò sia stato volutamente voluto, cioè quello di mettere al tappeto l' ITALIA per poi permettere la razzia dei suoi gioielli migliori per quattro soldi. Questa secondo mè è stata una guerra dichiarata dai poteri forti internazionali. Senza bombe ma con tante vittime. Noi italiani abbiamo tanti difetti, litigiosi, siamo i peggior giudici di noi stessi, spesso siamo egoisti e pensiamo solo al nostro orticello, in fondo ci meritiamo anche questa classe politica. Però abbiamo il merito che quando facciamo qualcosa ,lo facciamo bene con amore e sodisfazione come se fosse per noi stessi e ciò c'è invidiato da tutto il mondo. Per cui in questo momento che tutte le nostre aziende sono ambite magari portandocele via per poco licenziando anche tanti lavoratori, occorre un politico con una forte personalità ed esperienza. Non comparse che vivono solo di parole e battute satiriche. Uno degli errori madornali è aver fatto entrare politici magari senza competenze nella gestione della cosa pubblica. Fra i tanti errori è aver creduto che dopo il crollo del muro di Berlino e l' avvio di mani pulite i delinquenti fossero solo tra i socialisti e i democristiani . I fatti hanno invece dimostrato che quando hanno preso le redini i sinistri di aziende o enti non sono andate meglio vedi IRI con Prodi messa al tappeto, Telecom al tempo di D' alema in utile è finita con 29 miliardi di euri di passivo, Unipol altrettanto, MPS, e via compagnia cantando. Urge anche riforma della giustizia perchè ha di fatto avvallato il saccheggio facendo finta di non vedere da una certa parte. Se così non fosse si accettano critiche.

piserik

Ven, 27/09/2013 - 01:59

Caro il Sallusti, quel "...padrino seduto sul Colle più alto..." è lo stesso che le ha concesso di non andare in galera. L'ha dimenticato? Bella riconoscenza! Un pò di vergogna proprio non riesce a provarla?

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 27/09/2013 - 08:27

@Prameri,in teoria sono d'accordo,non baratterei mai un principio fondamentale con una convenienza economica,peccato che pero' nel caso in questione ritengo che il principio fondamentale sia proprio l'applicazione della sentenza e della legge per cui ho una valutazione opposta alla sua.Ragionavo prima su quello che accadrebbe in caso di dimissioni e sebbene sono anche io convinta che i subentranti sarebbero messi alla gogna,cio' non toglie che le cose andrebbero cosi'(lo stabilisce la legge)beffando i promotori di questa iniziativa.Come resto convinta che al paese

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 27/09/2013 - 08:28

...interessino preminentemente le questioni economiche piuttosto che quelle di B. che le ricordo,ha visto qualche mese fa andare via meta' elettorato

Santarrasa

Ven, 27/09/2013 - 08:38

L' Italia, si sa, è in mano ad un potere tanto oscuro quanto terrificante che , visti i risultati, mette all' ultimo posto gli interessi ed i diritti del proprio Popolo. Mi aspettavo, mi auguravo quasi, che sarebbe stata la destra a determinare questa situazione (del resto la storia che ci hanno fatto studiare va in quella direzione)invece devo ricredermi. La gloriosa Sinistra, quell' agglomerato di persone che lavorano sempre e comunque "...per il bene del Paese...", quella Grande Organizzazione che tanto bene ha fatto per la democrazia sotto l' occupazione nazista, oggi è un' altro Animale Politico. Indefinibile. Nè Sinistra, nè Destra, nè Centro. I grandi capitalisti hanno trovato cittadinanza dentro questo Nuovo Mondo, spostandosi in massa al cospetto degli ex rivoluzionari. Vedo oggi operai e lavoratori, in grave situazione di povertà, battersi, arrabbiarsi e quasi venire alle mani in difesa di una Sinistra che non c'è, una sinistra che si è fatta destra. Sono fortunati perchè, nonostante la gravissima situazione, non scoppia nessuna rivoluzione civile. Se avete notato in Italia non esistono più i sindacati. Possiamo meditare ?

idleproc

Ven, 27/09/2013 - 10:07

Caro Sallusti. Dato che la premessa dovrebbe essere difendere gli interessi di tutto popolo italiano, Destra e Liberali avrebbero avuto questo come compito in questa fase storica. Penso che sia chiaro a tutti che l'europa e la sua costruzione è contro l'interesse nazionale ed è alla radice antidemocratica e gestita dalla finanza. Ci siamo entrati fuori dalla nostra costituzione e lungo la strada sonno stati commessi reati costituzionali alla faccia del popolo sovrano. C'è stato un colpo di stato vero ma non oggi. Un vero attentato alla sovranità e contro il popolo italiano. Tutti zitti. Da un punto di vista politico-economico il richiamo al "liberismo" tout court è una stronzata in un'epoca ove comandano oligopoli e monopoli sovracontinentali, senza intervento dello stato per un piano di sviluppo nazionale e di un controllo intelligente dei mercati dei capitali e non, saremmo finiti sbtracati, come è e come sarà. Liberisti sì ma verso il sistema clientelare e di regole e regolette la cui unica funzione è dare ragione di esistere all'apparato politico-burocratico malavitoso. Entrando in questa europa abbiamo aggiunto altre regole ed espanso ulteriormente un apparato burocratico del tutto inutile e ci siamo chiusi la possibilità di fare piani di sviluppo nazionali. Gli attuali gruppi dirigenti nel complesso della cosiddetta politica italiana compreso il Pupo-manichino che stanno creando a sinistra non sono all'altezza del compito, questi "partiti" vanno sciolti e convocata una Costituente ricostruendo sovranità e democrazia dal basso. Non esiste altra strada.

enzo1944

Ven, 27/09/2013 - 10:07

Complice dei Poteri Forti(banche d'affari USA-CEE)di Bilderberg(lì ci sono monti,letta,prodi,draghi,ciampi)e della massoneria rossa(napoletano,dalema,amato,bersani,colaninno etc),il nostro presidente è stato da 3/4 anni sempre zitto,senza sentire,nè voleva sapere che succedeva nella magistratura(di cui è il Capo assoluto,CSM incluso),permettendo sempre(in modo formalmente corretto)che si sputtanasse il suo vero avversario politico S.Berlusconi!.....non solo non lo ha mai difeso o protetto,ma ha sempre permesso che accuse inventate,disoneste e sviluppate in modo e forme,che erano anche contro la legge(vedi 120.000 intercettazioni abusive),venissero utilizzate per accuse infamanti(favoreggiamento della prostituzione)!.....Pur di realizzare i suoi obbiettivi(portare il PCI-PD al Governo),il napoletano ha lasciato sputtanare l'Italia per anni,pur di eliminare S.B.!.....si è pure portato il Capo di Bilderberg( monti,ed ora letta-quello dei pizzini-che per l'occasione è diventato compagno comunista)con industriali foraggiati dalla "svendite di beni dello Stato",cioè dei Contribuenti Italiani!....Si vergogni presidente,e ricordi che gli Italiani hanno buona memoria e capiscono bene dove sta la verità!.....e tagli i suoi costi(254milioni di euri/anno),che sono 4 volte cosa costa Obama in USA!...Sono 3 anni che parla di tagli,ma lei si è pure aumentato lo stipendio,ed ha lasciato gli invalidi veri con 240/euri mese!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Ven, 27/09/2013 - 10:17

Ripeto il commento che ieri non mi avete passato: dimissioni in massa, e poi? Silvio è sempre più simile a Luigi XV, quello che disse: "Dopo di me il diluvio". E infatti, dopo, volarono le teste, a cominciare da quella di suo nipote, l'onesto e sfortunato Luigi XVI (le cui somiglianze con Angelino Alfano cominciano ad essere notevoli). P.S. Noto che non vengono censurati i sinistri più idioti, ma uno di destra che talvolta si permette di non essere d'accordo con i falchi, quello invece sì.

Rossana Rossi

Ven, 27/09/2013 - 10:23

gracchiate pure le vostre stupidaggini care cornacchie rosse, vi state rendendo conto che i vostri intrallazzi complici pseudo-magistrati e re Giorgio stanno per fallire....Silvio mandali tutti a casa questi inquisitori da strapazzo che nulla fanno altro che cercare il potere con tutti i mezzi soprattutto illeciti..........

@ollel63

Ven, 27/09/2013 - 10:26

I sinistrati ora hanno PAURA e come sempre, distorcono la realtà, perché sono vigliacchi e incapaci. Voi sinistrati imbambolate e le vostre bambole di pezza, date loro un cappello rossiccio, un fischietto e un panino al formaggino scaduto e vi sentite coraggiosi e numerosi. Siete tre topi col megafono. Fate solo fracasso. Distorcete la realtà: difendete un potere solo, il vostro, e fate quadratino intorno napolitano e lettino, a magistrati analfabeti e spocchiosi, a demaledetti e vendolini... e ricorrete a mezzucci ridicoli: lo spread, il mercato, la stabilità (quella vostra, ovvio)... Ma che vi fraga dei problemi della gente! Avete terrore di perdere i denari che rubate dalle tasche degli sprovveduti che vi danno il voto oltre che dal resto della popolazione d'Italia. Voi siete incapaci e nullafacenti. Fate rumore, questo sì e pure tanto e bene. Vi risuona nella testa vuota e vi sazia.

Raffaello13

Ven, 27/09/2013 - 10:28

Il caso Dreyfus-Berlusconi. Era ora che i Parlamentari del PDL si ribellassero apertamente contro una Magistratura politicizzata troppo a sinistra, e soprattutto che condanna senza giusto processo. Finalmente hanno lanciato il loro "J'accuse" pubblico contro una chiara violazione dei diritti costituzionali, non solo di Berlusconi, ma di tutti i cittadini italiani, Industriali compresi, che soccombono sotto giudizi ideologici. Colpa però anche loro (PDL) che hanno contribuito a generare centinaia di leggi punitive e poco rispettose del diritto del cittadino, prima, dell'imputato poi. Centinaia di cittadini sono stati perseguiti e condannati senza una sola prova concreta di colpevolezza. Ad esempio Pappalardo di Gravina,...addirittura Vittorio Emanuele, e tanti altri, prima condannati, poi assolti, poi ritirati in ballo da uno strapotere giudiziario che di giusto non ha niente...

Pinozzo

Ven, 27/09/2013 - 11:04

Un patetico bluff, non si dimetteranno mai anche perche' subentrerebbero i primi non-eletti, e se questi si dimettessero, i 2i, poi i 3i e cosi' via, e secondo voi uno trombato che magari ha raccolto 7 voti e si ritrova in parlamento poi si dimette? Poveri allocchi! Solo un bugiardo come sallusferatus puo' fingere di crederci.

Ramingus

Ven, 27/09/2013 - 11:06

Da Libero del 27 settembre: "Berlusconi: "Il governo non deve cadere" - D'altronde l'obiettivo politico di Berlusconi, in queste ore di tensione e ritiro a Palazzo Grazioli, è chiaro: non prestare il fianco alla sinistra, tenere saldo il governo e far sì che sia proprio il Pd, semmai, a far saltare il banco prendendosi la responsabilità di una scelta "irresponsabile". Tant'è vero che è stato proprio il Cav a placare gli animi dei falchi azzurri, Daniela Santanchè in testa...." Da Il Giornale del 27 settembre: "Deputati e senatori lasceranno dopo il voto sulla decadenza di Berlusconi. Spiazzata la sinistra In assenza di fatti nuovi, addio governo e maggioranza: il partito pronto alle elezioni..." Almeno il buon senso di mettetervi d'accordo sulla linea editoriale "di famiglia". Champagne!!!

Ramingus

Ven, 27/09/2013 - 11:37

Bisognava fermare per tempo l'INSONNE B. - istituzioni, opposizioni, intellettuali, giornali, un establishment degno di questo nome - la progressione di un'avventura politica che costruiva se stessa come sciolta dalle leggi, dai controlli, dalle norme stesse della Costituzione: disuguale nella pratica abusiva, nel potere illegittimo e nella norma deformata secondo il bisogno. Ora si vedono i guasti, con la disperata pretesa di unire in un unico fascio tragico i destini di un pregiudicato, del governo, del parlamento e del Paese, nell'impossibile richiesta di salvare dalla legge un condannato per crimini comuni. Bisogna fermarlo, subito. Tutte le forze che si riconoscono nella Costituzione devono dire basta, difendere i fondamentali della Repubblica, respingere l'estorsione politica, sconfiggere questa anomalia nel parlamento, nella pubblica opinione, nel voto. In Occidente non c'è spazio per questo sovvertimento istituzionale, per questa eversione bianca strisciante e ora firmata e conclamata. CHI NON LA COMBATTE E'COMPLICE. Champagne !!!

Ritratto di florindo.carlucci

florindo.carlucci

Ven, 27/09/2013 - 11:42

Va bene così! Tutti a casa...........se si vota domani o dopodomani o quando sarà, Berlusca Forza Italia prende il 40%. E' ora di finirla con questi comunisti, con la stafottenza, l'arroganza, sono solo dei "portronai"

Ramingus

Ven, 27/09/2013 - 11:44

Guardate che quello che il B. che si vede in giro non è l'originale (già scappato alle Cayman), ma una copia di cera presa dal Madame Tussaud. Lo sguardo è vitreo. Inquietante. Champagne !!!

Ramingus

Ven, 27/09/2013 - 11:47

E' dimagrito 11 chili? Se toglie il cerone dimagrisce di altri 11. Se si priva anche della colata di asfalto che ha in testa guadagna un'altra mezza chilata e se molla pure i tacchi rialzati modello palombaro sono altri due fischioni. Totale 24,5 kg in meno; un figurino. Champagne !!!

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 27/09/2013 - 12:13

Le bestie che pascolano nel sito sono davvero felici. Non perché il B. é in croce. Anche, ma son felici perché potranno assaporare la gioia liberale e democratica di Cuba CoreaNord e DDR. I loro veri paradisi politici umani e sociali. Le loro ambizioni, le loro aspirazioni finalmente avranno un approdo. I luigipiso, Ramingus e le signore agrippina, Boldrini e Vendola troveranno pascoli liberi e democratici. Sta nascendo un regime fasciocomunista e loro sono al settimo cielo, finalmente. Alleluja.

Ramingus

Ven, 27/09/2013 - 12:14

Si dimettono SE verrà votata la decadenza a senatore di B.. Idioti tutti (solo uno mezzo idiota...indovinate chi?) e illusionisti. Non esiste il SE. Berlusca decadrà e ciò accadrà PER LEGGE. Dice...ma che è la legge, al salone di bellezza (sede PDL) non ne abbiamo mai sentito parlare. Ebbene, la legge è una norma o insieme di norme che regolano il comportamento etico e sociale delle persone. TUTTE. Champagne!!!

rickard

Ven, 27/09/2013 - 12:18

Questo atteggiamento del Pdl e di Berlusconi, per quanto possa essere motivato da considerazioni sui massimi sistemi, regalerà l'Italia alla Sinistra nelle prossime elezioni.

edith

Ven, 27/09/2013 - 12:27

Se ancora mi fosse rimasto qualche dubbio che Berlusconi potesse essere realmente perseguitato, la sua reazione non mi lascia più alcun dubbio. E' solo un arrogante prepotente che pensa di essere al di sopra della legge e al quale degli Italiani non importa un bel niente. I pidiellini sono per la gran parte una massa di burattini senza un pensiero proprio o degli opportunisti. Povera Italia!

edith

Ven, 27/09/2013 - 12:27

Se ancora mi fosse rimasto qualche dubbio che Berlusconi potesse essere realmente perseguitato, la sua reazione non mi lascia più alcun dubbio. E' solo un arrogante prepotente che pensa di essere al di sopra della legge e al quale degli Italiani non importa un bel niente. I pidiellini sono per la gran parte una massa di burattini senza un pensiero proprio o degli opportunisti. Povera Italia!

KARLO-VE

Ven, 27/09/2013 - 12:29

Sallustri sallustri spiazzata la sinistra? A me pare che spiazzato è il pdl dopo la caxxxta delle dimissioni, la crisi non conviene a nessuno tantomeno al tuo padrone ed alle sue aziende, andare al voto nemmeno conviene, inutile far credere che ......

Enzolino

Ven, 27/09/2013 - 12:47

Se qualcuno ha ancora dei dubbi sulla personalità di Sallusti eccolo servito.Questo articolo ne è la prova lampante.Servilismo interessato e irriconoscenza totale verso chi pure lo ha graziato vanno armoniosamente a braccetto.Poveri bananas!

smithjosef

Ven, 27/09/2013 - 12:59

Non tutti i mali vengono per nuocere! Se il centrodestra di dimetterà in massa e il Soviet Supremo deciderà per un nuovo governo PD,SEL, 5* ecc. ecc. Dopo un breve periodo di governo, l'italiano che li ha votati, capirà di che razza sono. A questo punto l'Italia cambierà!

Masci gina

Ven, 27/09/2013 - 13:13

Caro Sallusti, so che devi difendere la pagnotta, ma un po' di equilibrio non sarebbe poi male. La rovina del nostro paese sono gli affaristi, ad iniziare dalla Pitonessa e da tutti coloro che sono a libro paga di Berlusconi. Di Gregorio puo' anche essere un delinquente, ma quello che ha raccontato in TV e' da rabbrividire e ci credo in toto (non puo' raccontare falsita' gli si ritorcerebbero contro). Purtroppo, il potere ha sempre dato alla testa delle persone, soprattutto quando si sentono invincibili. Proprio quando sono al massimo di tale potere fanno cazzate cosi come le ha fatto il tuo padrone. Forza Sallusti, un po' di dignita', un po' di coraggio, non farti ricordare come l'Emilio Fede 2 della galassia berlusconiana.

ale76

Ven, 27/09/2013 - 13:37

"Si dimettono tutti", si certo! e rinunaciano a stipendio, diaria, pensione, tangenti ecc? SI ,certo!

giancarlop

Ven, 27/09/2013 - 14:32

Non vedo il motivo di insistere sull’interpretazione della legge Severino; è una cattiva legge che deriva dalle fesserie compiute in passato andando a modificare l’immunità parlamentare senza ricreare le garanzie non a caso voluta dalla Costituzione. E’ una legge cattiva perché cretina: se sono responsabile di lesioni colpose per un incidente stradale forse posso lo stesso essere un buon parlamentare (e di sicuro il leader di un movimento politico) mentre non ne sarei degno nel caso in cui le lesioni fossero state provocate nel corso di una rapina. Pagare in nero un fornitore di beni o di servizi vuol dire evadere le tasse ed è un reato così come lo è pretendere una tangente su un appalto pubblico nel corso della propria attività di amministratore ma nel primo caso, chi è senza peccato scagli la prima pietra, nel secondo la lapidazione è d’obbligo. Chi può distinguere tra il reato non compatibile con la funzione pubblica da quello che invece non la pregiudica? E’ evidente che non possa essere la magistratura per la quale il reato è comunque reato salvo modularne la pena Dicono i giustizialisti: ci sono, tra i politici, personaggi corrotti e farabutti, quindi è giusto che la magistratura sorvegli; ma chi ci dice che corrotti, farabutti ed incapaci non siano anche tra i magistrati. Finora ho detto banalità e vengo al punto: perché PDL e Berlusconi insistono su dilazioni inutili (tanto anche se il Senato lo salvasse interverrebbe tra qualche settimana l’interdizione dai pubblici uffici) e non cavalcano la molto più condivisibile e seria battaglia per restituire al Parlamento la sua sovranità (ante mani pulite) ed evitare a noi elettori la fatica inutile di andare a votare tanto poi decidono i giudici…???

il Comunista

Ven, 27/09/2013 - 14:52

si si ... ma dai si sa che al delinquente piace scherzare sulla pelle degli altri: Al Lupo al lupo

Prameri

Ven, 27/09/2013 - 15:57

Gentile Agrippina, d’accordo sulla attuale priorità di salvare libertà e giustizia rispetto alle convenienza economica, anche in questo stato di crisi. Le norme tendono a garantire la buona convivenza civile e impedire la sopraffazione possibile con la sola legge (naturale) del più forte. Mentre le leggi naturali, benché ci appaiano spesso troppo severe o crudeli, sono perfette e hanno mantenuto per milioni di anni l’equilibrio degli esseri viventi. Le leggi umane civili mitigano i rapporti di forza e, benché imperfette, progrediscono nell’affermazione di diritti e doveri. Le leggi italiane in particolare, tendenti all’uguaglianza dei cittadini, hanno frenato e inibito la libera impresa di chi intende realizzare qualcosa di superiore al semplice sopravvivere. Chiunque e in qualsiasi campo cerca di emergere deve fare i conti con ogni genere di difficoltà come la spietata concorrenza, le tasse e il gradimento politico, la mafia, etc. Chiunque abbia conseguito una elevata posizione sociale o sia diventato ricco, o industriale, politico, magistrato, direttore di cattedra, generale o altro, ha usato qualche espediente o sotterfugio per riuscire. Se avesse osservato alla perfezione tutte le regole e regolette sarebbe diventato un operaio o un contadino. Se gli operai e i contadini seguissero tutte le regole e regolette non camperebbero comunque. E’ chiaro che Berlusconi, l’italiano più ricco, non ha fatto eccezione. E’ stato perseguito da giudici. E fin qui tutto nella norma. Ma i giudici si sono sempre dimostrati indegni di rispetto in quanto evidentemente parziali. Hanno attaccato Berlusconi quando è diventato leader del partito avversario al loro (ma essi stessi non potevano né formalmente né sostanzialmente avere un partito). Essendo, essi stessi, sostanziale parte integrante del loro partito, Democratico di Sinistra, quel partito non è stato mai toccato. A questo punto ciò che può contare è solo la forza dei numeri, quello degli elettori. Bisogna votare. E’ possibile che gli Italiani risultino politicamente spaccati più che mai, ma non è sicuro. In ogni caso il popolo può dire la sua ed è autorevole. Giudici, Presidente della Repubblica e Ds per ciò che riguarda Forza Italia ora non sono riconosciuti autorevoli.

smithjosef

Ven, 27/09/2013 - 16:21

@luigipiso, Ramingus e le signore agrippina, Boldrini e Vendola! Vorrei che mi sia spiegata una cosa fondamentale per capire delle vostre idee, e cioè. In Russia, in Cina (sono stato un mese a Canton nel 1967, ed è stata una esperienza terribile nel vedere come veniva trattata la popolazione) e nella DDR (Repubblica "comunista" tedesca) da quando non c'è più una politica di sinistra, di cui voi siete sostenitori, in poche parole E' FALLITO IL COMUNISMO, dopo poco tempo è arrivato il benessere. Mi direte: non per tutti! Ma, io dico, il mondo è fatto così. C'è chi lavora e sta bene c'è chi non vuole far niente e muore dalla fame, ci sono poi gli "squali" cioè i politici, specialmente dalle vostre parti, che alla faccia del popolo, pur non facendo un c...o, stanno meglio di tutti e soprattutto se ne fottono di tutti. Torniamo al discorso di prima. COME MAI DOPO LA CADUTA DEI REGIMI COMUNISTI IN QUESTI STATI E' ESPLOSA L'ECONOMIA E QUINDI IL BENESSERE? LA CINA STA COMPRANDO MEZZO MONDO. LA RUSSIA INVECE!?!? PURE! LA EX REPUBBLICA "COMUNISTA"TEDESCA UNITA A QUELLA FEDERALE ( NON COMUNISTA)SI E' PRESA L'EUROPA! L'Italia nel 1992 era uno Stato tra i primi sette del mondo , con tutti gli scandali, mazzette, corruzioni e così via (dopo 21 anni siamo sempre la, scandali, mazzette, corruzioni e così via )si stava meglio di oggi! Dopo Tangentopoli, da quando è sceso in campo il Cav. per non far diventare l'Italia come i paesi di cui sopra sotto il regime comunista, si è scatenato il finimondo. L'Italia è stata governata dalla destra e dalla sinistra a parità di tempo, solo che la destra non ha potuto governare pur con maggioranze BULGARE per: presidenti che non firmavano e non si facevano i c...i loro(tutti di sn),magistratura che bocciava leggi e decreti, traditori, stampa che all'estero straparlava ed infangava la propria patria, opposizione irresponsabile ecc. La sinistra, pur avendo con se la magistratura, il capo dello stato e così via, non ha saputo governare un bel niente. Per dieci anni la sinistra invece di fare una opposizione costruttiva si è occupata, con il bene placido della magistratura politicizzata, a distruggere l'avversario politico disinteressandosi del popolo a cui dicono di tenere molto. Vi auguro un buon governo CON PD, SEL, 5* e Co., il soviet supremo lo avete già. CERCHEREMO ALMENO DI FARE LA CONCORRENZA ALLA COREA DEL NORD, DOVE IL POPOLO VIVE MOLTO MA MOLTO AGIATAMENTE. A U G U R I !