Impresa alluvionata: il titolare si uccideTragedia in Sardegna

Si è tolto la vita nel cortile della sua abitazione, impiccandosi a un albero: Pasqualino Contu, titolare della 3C di Orosei specializzata nella costruzione di prefabbricati di cemento armato, sposato e padre di due figli, non avrebbe retto all'alluvione in Sardegna del 18 novembre (nella foto i segni del disastro) che ha spazzato via anche la sua impresa. La 3C anche in passato era stata danneggiata dalle forti piogge che si erano abbattute sulla Baronia. Niente al confronto dell'ondata di piena di tre settimane fa che ha devastato anche il Nuorese. «Sono attonito e scosso». Così il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, ha commentato la notizia del gesto di Contu, che il governatore aveva conosciuto nel corso di un sopralluogo. «In questi momenti le parole non servono - ha aggiunto - Di fronte a un dramma che arriva dopo il dramma che ha colpito intere comunità, devastato territori e messo in ginocchio aziende e famiglie, l'unica cosa da fare è raccoglierci, stringendoci alla moglie e ai figli dell'imprenditore».