Imu e Irpef da folliaEcco come il Fiscopuò prelevare il 90%

A Torino il caso limite di una coppia di pensionati che dovrà pagare 11mila euro di imposte sui 12mila incassati dall’affitto di seconde case

Per un bene primario come la casa una tassazione straordinaria. Che può prosciugare fino al 90 per cento delle entrate di una famiglia. La tenaglia inesorabile dell’Imu si stringe insieme alle addizionali co­munali Irpef ormai liberalizzate, entro il tetto nazionale dello 0,8%. Per gli italiani il mattone ogni gior­no che passa è più croce che deli­zia: si avvicina inesorabile la ghi­gliottina del 18 giugno, scadenza della prima rata dell’«imposta mu­nicipale propria» sugli immobili, in arte Imu. Ma non è un debutto se­reno quello del balzello escogitato dal governo dei Prof. Single, padri di famiglia e pensionati provano a farsi i conti in tasca e realizzano che la stangata sarà, nei fatti, molto peggio di quello che prospettava­no le simulazioni.

Si capisce meglio con un caso con­creto, capace di smascherare la fol­lia del Fisco vampiro. Situazione per certi versi anche limite, ma per nulla singolare. A Torino una cop­pia di coniugi ultrasettantenni ha pensato di rimpinguare il reddito da pensionati con l’affitto di una se­conda e di una terza abitazione di proprietà, quelle che si definisco­no «entrate sicure» ai tempi della crisi. Forse fino a ieri. Perché gli an­ziani coniugi torinesi hanno appe­na scoperto di dover versare al Fi­sco 11mila euro sui 12mila di introi­ti degli affitti, tra Imu e Irpef ritocca­ta. Calcolatrice alla mano, appun­to, il 91,6% delle entrate delle loca­zioni: tradotto, in un anno 11 mesi su 12 finiscono in pasto allo Stato. L’anno scorso le stesse tasse (con la vecchia Ici sulle seconde case) ammontavano a circa 5mila euro; quindi per i nostri si tratta di un au­mento della tassazione pari al 120%. Vediamo perché: Torino è tra le grandi città che per il diparti­mento delle Finanze (tabella pub­blicata ieri dal Sole24Ore ) vanta il record poco invidiato delle più ele­vate aliquote Imu sull’abitazione principale (0,575%, il massimo è 0,6%), sulle seconde case in affitto (1,06%) e sulle case sfitte (1,06%). Quanto all’Irpef,sotto la Mole oggi si applica l’addizionale comunale massima consentita, lo 0,8%, men­tre nel 2011 si fermava allo 0,5%, fat­ta salva la soglia di esenzione a 11mila euro annui. Il resto lo fa la matematica dei commercialisti.

Alberto Goffi, consigliere Udc in Re­gi­one Piemonte e avvocato specia­lizzato in battaglie contro Equita­lia e le manifestazioni dell’oppres­sione fiscale (è suo il libro denun­cia È qui l’Italia? ), ha raccolto lo sfo­go della coppia torinese. «Una sto­ria emblematica- racconta al Gior­nale- che funziona da modello per tante altre famiglie che adesso, da­vanti al meccanismo perverso Imu+Irpef e altre imposte dirette o indirette, semplicemente si accor­gono di non potercela fare». Non per niente si parla in queste ore di un partito anti Imu, trasversale alla politica. Il centrista Goffi, braccio destro di Michele Vietti in Piemon­te, non ha dubbi: «Gli enti locali de­vo­no guadagnarsi ampi spazi di au­tonomia dal governo, ma non cer­to per inasprire le tasse e fare cassa a scapito delle fasce più deboli. Al di là delle appartenenze, così co­m’­è l’Imu presenta forti dubbi di co­stituzionalità in riferimento all’arti­colo 53: non c’è proporzionalità al variare della capacità contributi­va ». Le distorsioni maggiori posso­no esserci anche nel capitolo terre­ni agricoli, per cui una tettoia in campagna può venire tranquilla­mente tartassata come bene di mol­to superiore al suo valore reale.

E poi la condizione «particolare» degli anziani, che paiono in un mo­do o nell’altro «vittime» designate dell’Imu.In Italia l’80 per cento dei proprietari immobiliari è over 65. Sono noti i paradossi di chi ha tra­sfe­rito la residenza in una casa di ri­poso e dovrà pagare l’Imu come se­conda casa; oppure di quei genito­ri che hanno dato un’abitazione in comodato d’uso gratuito ai figli ma sono tenuti al pagamento in prima persona come seconda casa. Non stupisce perciò la tendenza degli ul­timi mesi: chi è avanti con gli anni e deve barcamenarsi tra pensioni minime ed esattori, sta (s)venden­do la nuda proprietà di casa ( 80mi­la casi nel 2012, +10% fonte Spi-Cgil). Solo a Roma il 36% di annun­ci, dove si è passati da una media di 2.300 vendite nel 2008 alle 8.700 del 2011. Anziani svegli. E in fuga dall’Imu.

Commenti
Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mar, 05/06/2012 - 08:51

I signori possono non pagare. Possono,inoltre, rimandare il pagamento di un anno utilizzando il ravvedimento operoso e pagando un poco di interessi. Possono pagare parzialmente sia la prima che la seconda rata e poi utilizzare sempre il ravvedimento operoso. E' utile dare meno soldi possibile a coloro che ci hanno rovinati. Se proprio siamo costretti a svenarci, facciamolo l'ultimo minuto dell'ultimo giorno. Personalmente,io non pago l'Imu. E mi riservo di utilizzare il ravvedimento operoso. Ma non so se allora avrò i soldi per farlo. Tenterò di versare anche meno irpef.

onurb

Mar, 05/06/2012 - 08:55

Mia suocera con 600 euro mensili di pensione deve darne 503 allo stato sotto forma di Imu, affinchè questo possa continuare a pagare lauti stipendi a tutti i nullafacenti che siedono in parlamento. Nullafacenti, in realtà è un termine improprio: se veramente non facessero nulla, almeno non farebbero danni.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 09:01

A me quello che fa incazzare di più è il fatto che quando c'era il Berlusca a comandare (sic!) tutti gridavano all'emergenza democratica e alla strennua difesa dei valori costituzionali pare, violati giorno per giorno dal Silvio maialino! Ma come si fa a pretendere correttezza dai propri cittadini (sudditi?) quando il primo a non rispettare i principi costituzionali è proprio l'apparato burocratico dello stato in combutta con questi banditi di politici che ci ammorbano l'aria con la loro inutile esistenza? L'art. 53 della C. è chiaro. Tutti sono chiamati a contribuire alle spese dello stato in base alla propria capacità contributiva ecc. Mi dite cosa centra con la capacità contributiva il possedere sic et simpliciter una seconda casa, cioè un semplice oggetto, quando questo è inerte? Si parlerà di capacità contributiva quando questo sarà produttivo di un reddito, ovvero quando questo sarà locato. In realtà qualsiasi imposta patrimoniale è e sarà sempre contraria ai principi cost.li.

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 09:10

Il caso riportato della coppia di Torino mi sembra un po' tirato per i capelli e solo basato su un calcolo teorico. Mi spiego meglio. Intanto sulla seconda e terza casa comunque si pagava l'ICI. Secondo non sui capisce perché i due pensionarti non sui avvalgano della possibilità della cedolare secca che prevede il pagamento di una aliquota del 20% sugli afftti, senza che questi si cumulino all'imponibile IRPEF. Quanto alla casa data in comodato ad un familiare o coniuge in caso di separazione, mi risulta che l'IMU è a carico di chi effettivamente usufruisce dell'immobile.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 09:34

Consiglio l'articolista di consultare un suo amico esperto prima di scrivere corbellerie contabili. Sugli affitti si paga una cedolare secca (che quindi non si cumula con gli altri redditi) del 20%. In alternativa si può scegliere di cumulare l'affitto con gli altri redditi detraendo dal 15 al 40% del ricavato e denunciando il resto. In tal modo si pagherà nella maggior parte dei casi anche meno del 20% di Irpef. Se si applica la cedolare secca non si devono pagare le addizionali comunali e regionali. Si chiama "secca" appunto perché sostituisce tutte le altre imposte. Poi c'è l'IMU che sarà anche il 1,06%. Poniamo che sia, a dir tanto, 2000 euro. Aggiungiamo anche bolli e tassa di registro del contratto di affitto che però è roba di poco. Quindi su 12000 euro di incassi togliamo 2400 di cedolare, 2000 di IMU e 100 euro di bolli e tassa di registro, siamo a 4500 euro. I due coniugi avranno pagato in tutto il 35% di tasse e non il 91,6% come scrive l'articolista, mistificando il tutto.

eliseo

Mar, 05/06/2012 - 09:40

Ma cosa aspettiamo? Tutti a casa i tristi figuri del governo monti!

erik

Mar, 05/06/2012 - 09:50

In riferimento all'articolo, almeno quella famiglia su 12mila euro incassati ne guadagna mille, ma qualcuno si è chiesto se un proprietario di un immobile non locato per mancanza richieste (nel caso non fosse noto molte attività commerciali chiudono e numerosi locali restano sfitti per anni) paga IRPEF, IMU e balzelli vari senza incassare neanche un euro ? Complimenti al Governo

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 10:11

#3 dbell56: Nel caso dei coniugi di Torino la casa non è "inerte" ma produce reddito. E poi le tasse non si applicano solo ai beni che producono reddito. Allora, se fosse vero andrebbero aboliti la tassa di possesso delle auto (bollo auto), i bolli sui certificati, le tasse scolastiche ecc. ecc. Almeno la casa è un bene che rimane ed è una ricchezza. E poi basta, basta con questa storia: in tutti i Paesi civili dell'occidente si pagano le tasse anche sugli immobili. Io possiedo due immobili e sono contento di averli, mi reputo fortunato. Rinuncio a qualche spesa voluttuaria e pago le tasse. L'unica cosa che reputo giusta sarebbe questa: l'IMU sulla casa d'abitazione dovrebbe essere fortemente ridotta per chi ha bassi redditi (come i pensionati). Purtroppo in Italia i bassi redditi sono dichiarati anche da tour operator, baristi, ristoratori, gioiellieri, molti liberi professionisti, speculatori di borsa, ecc. ecc.

Roberto C

Mar, 05/06/2012 - 10:12

#1 Contenextus: Non sono proprietario di immobili, ma se lo fossi non credo che mi esporrei al rischio. Perchè sa cosa succederà se saranno in tanti a optare per la disubbidienza civile (pagare 1 anno in ritardo usufruendo della possibilità del ravvedimento operoso)? Che alla prossima finanziaria (fra qualche mese) lo Stato aumenterà del 500% le sanzioni per mancato pagamento dellIMU, con valore retroattivo, e possibilità di sanzione ridotta alla metà (rimane sempre più del 250%) per chi paga entro 30 giorni senza fare ricorso. Essendo una sanzione su una tassa già esistente, e non una nuova tassa, lo possono fare e sarebbe bocciata qualsiasi eccezione di costituzionalità. Inoltre da molto tempo è accettato il fatto che tasse e sanzioni amministrative possono essere retroattive. Io non rischierei - l'ho pensata io sta cosa, vuole che non ci saprebbero pensare loro? Anzi, non escluderei che ci sia la segreta speranza che siano in molti a aderire dietro l'invito di certi politici..

Andrea 68

Mar, 05/06/2012 - 10:19

in arte Imu. Ma non è un debutto sereno quello del balzello escogitato dal governo dei Prof... siete dei disinformatori.. coprite le spalle al PDL e alla Lega che hanno fortemente voluto questa tassa.. solo che i farabutti la facevano entrare in vigore dal 2014.. dopo le politiche ovvio.. siete da chiudere

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 10:30

Vedi egr. bolinatore, tu non hai proprio capito lo spirito dell'articolo. Potrai dire qualsiasi cosa circa l'esempio sopra riportato. Ciò che non hai capito è che qualsiasi imposta patrimoniale è contraria all'art. 53 della C. perchè viola gravemente i suoi principi base. Il possedere un qualsiasi immobile non misura la capacità ne odierna nè passata della persona fisica in questione. La capacità contributiva è legata indissolubilmente alla capacità della persona di produrre redditi col proprio lavoro o con i beni che egli possiede. Bada bene. Con i beni che egli possiede. Se questi beni sono stati acquistati dal contribuente con soldi da lui guadagnati onestamente, ebbene, questi soldi già hanno scontato le imposte relative, al tempo in cui questi furono percepiti. Ti domando quindi, xchè tassare questi beni allo stato inerte, quando questi, in realtà, furono pagati con denaro che aveva già scontato le imposte del caso? Non si tratta per caso di doppia tassazione che è vietata?

Random64

Mar, 05/06/2012 - 10:31

non bisogna possedere nulla!! che si strozzassero!!..

Random64

Mar, 05/06/2012 - 10:29

#9 Roberto..a quel punto i "forconi" saranno d'obbligo..

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 05/06/2012 - 10:32

Imu e Irpef da follia Ecco come il Fisco può prelevare il 90% ma ciò non verrà fatto se la tua proprietà è in uno dei lussuosi palazzi storici. E non solo, se lo affitti non hai bisogno nemmeno di dichiararlo. Indovinate chi è proprietario e occupa certi nobili storici stabili esentati da tasse, IMU e quant´altro?, non altri che i privilegiati onorevoli della Casta politica. Alla faccia delle semplificazioni e dell´equità bocconiana. Devono essere cacciati tutti a uova marce!.

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 10:30

Se uno riesce deve acquistare casa propria e stop. Diversamente o sei ricco da fare schifo o hai solo problemi, inquilini che non pagano l'affitto, casa vuota che ti resta sul groppone ecc. ecc. Se il figlio si compra casa occhio che alla morte del padre se ne trova una di troppo e si ritrova nei problemi sopra elencati. Sinceramente non so come usciremo da questa situazione. Una volta l'investimento sicuro era il mattone, forse ora bisogna accontentarsi della terra.

AnnoUno

Mar, 05/06/2012 - 10:42

#8Bruno49: mi dispiace, ma personalmente concordo con dbell56. Parlare di paesi civili o meno serve a poco, anche perchè quelli che per lei sono civili sono gli stessi che ammettono la cioccolata fatta senza cacao e tante altre porcherie del genere. Il concetto espresso da dbell, che condivido, è che se uno decide di utilizzare i suoi risparmi (che sono quanto rimane da ricavi già ampiamente tassati) per comprare un oggetto che di suo non produce alcun reddito reale (ovvero altri ricavi da tassare, come una locazione) allora è iniquo e, me lo lasci dire, criminale tassarlo. Vale per la casa e vale per gli esempi da lei citati. Basti considerare la sperequazione tra chi ha comprato case e chi ha comprato oro o altri oggetti non tracciati. Perchè il primo viene colpito ed il secondo no, partendo dalla considerazione che entrambi gli acquisti derivano da risparmio già tassato? Questa è l'equità cui aspira? Oppure desidera il paradiso comunista, dove proprietà e patrimonio sono "un furto"?

giuromani

Mar, 05/06/2012 - 10:36

E che cosa dovrei dire io che quattro anni fa il Comune ha reso edificabile il mio giardino ed il mio orto posti sul retro di casa (sì avete letto bene) senza che io lo sapessi nè tanto meno lo volessi? e che per questa cortesia quest'anno l'IMU mi costa 1360 euro?

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 10:43

bruno49 non hai capito neanche tu. Io sto parlando di principi costituzionali. Non del caso concreto che è stato solo uno spunto per il mio intervento. Vedi il fatto che tu ti sia accorto che i coniugi anziani percepiscono un affitto dall'aver concesso in locazione il loro immobile avvalora ancora di più ciò che ho scritto in linea di principio. Non è il solo possesso dell'immobile a qualificare la capacità contributiva ma la sua attinenza a produrre reddito (canone di locazione, in questo caso). Quindi l'IMU è anticostituzionale ai sensi dell'art. 53 della C. in quanto, colpendo stricto sensu, un bene solamente posseduto ma non anche produttivo di reddito, non tiene conto della capacità contributiva del soggetto e perchè poi con l'IMU, si verifica una doppia tassazione dello stesso cespite, giacchè il reddito proveniente dalla locazione dell'immobile viene colpito dall'IRPEF e dalle sue addizionali. Questo te lo dice solo un povero dottore comm.sta che ormai lavora solo x lo stato!!

griso59

Mar, 05/06/2012 - 10:50

pagare il 90% sugli affitti non e' il massimo ce' di peggio. Mia madre pensionata con 515 euro di pemnsione al mese proprietaria di 4 case vecchie ereditate di cui prende nulla di affitto e che non si vendono a causa della crisi, deve pagare di IMU di piu' di quello che percepisce come reddito. Sembra assurdo ma e' cosi'.

pol

Mar, 05/06/2012 - 10:50

bruno49: fosse una tassa per servizi avrebbe senso, ma e' una tassa sul mero possesso visto che i servizi (inesistenti) dovrebbero essere gia' coperti da tutte le altre tasse. Per quanto riguarda la casa inerte, l'affitto percepito e' gia' tassato e quindi il reddito prodotto contribuisce gia' a foraggiare il buco nero dello stato. La prima casa, come la seconda per le vacanze non producono alcun reddito, lo stato incassa soldi per il loro acquisto, mantenimento, utilizzo, ...e l'IMU non e' altro che l'ennesimo balzello per coprire le folli spese. Poi contento lei di pagare le tasse per avere indietro nulla, contenti tutti..

aliberti

Mar, 05/06/2012 - 11:06

come era quella storia? un milione di posti di lavoro, non metteremo le mani nelle tasche degli italiani, efficienza e rivoluzione liberale, tagli agli sprechi bla bla bla bla bla bla bla BLA....

epc

Mar, 05/06/2012 - 11:18

# 17 giuromani: ha fatto bene, signore, a segnalare un altro metodo schifoso usato dal Pubblico (in questo caso le giunte comunali) per lucrare sulla gente: il trasformare magicamente giardini e cortili o campi di patate in mezzo al nulla in aree edificabili, sapendo benissimo che nessuno ci edificherà mai un bel nulla. E la cosa spesso avviene ad insaputa del contribuente, così oltre all' IMU ci deve pagare pure la mora....

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 11:26

#16 AnnoUno: io sono abituato a cercare di comprendere i punti di vista altrui e non aspiro a paradisi, né comunisti, nè di altro genere, ma aspiro ad una società in cui ognuno cerchi di contribuire al benessere comune. Quello che non capisco è tutto questo sollevamento contro l'IMU (introdotta peraltro da Tremonti-Berlusconi e solo anticipata di un anno da Monti) quando poi non ci si solleva contro tutte le altre manifestazioni antisociali, quali evasione fiscale, privilegi, difesa delle varie caste che mi sembra nei paesi civili siano meno rappresentate. La casta dei politici è responsabile di quello che lei giustamente depreca e cioè il fatto che non vengano tassati adeguatamente i capitali scudati e favoriti gli acquirenti di oro o di beni che vengono poi nascosti nei paradisi (guarda un po', a questo paradiso non aspiro di certo) fiscali. Le faccio una domanda: come farebbe pagare la loro parte a chi nasconde da sempre i propri redditi, se non sui beni posseduti?

Roberto C

Mar, 05/06/2012 - 11:26

#13 Random64: Figuriamoci, se è per quello sarebbero stati d'obbligo da molto tempo... Ma l'Italia purtroppo (per noi, e per fortuna loro) non è paese da forconi... Ma sono quasi certo che hanno già pronto il mega aumento della sanzione,condito della solita retorica sugli evasori parassiti... Mi scusi,ma le sembra normale un paese dove un partito, lo stesso partito (parlo della Lega)quando è all'opposizione incita allo sciopero fiscale o alla rivolta fiscale (lo ha fatto prima di andare al governo, e lo sta facendo ora), e quando è al governo propone per bocca dei suoi ministri una misteriosa e fantomatica "tassa sugli evasori", si oppone a qualsiasi ipotesi di sanatoria e appoggia un ministro come Tremonti (contribuendo non poco secondo me a far cadere il precedente governo)? E che dire di chi ha più di 1000 € sui libretti a risparmio che si è visto applicare da 1 giorno all'altro,x ignoranza, una multa per"riciclaggio"di 3000 euro (articolo di ieri)?Altro che forconi ci vorrebbero...

Al2011

Mar, 05/06/2012 - 11:28

Un fisco che preleva perfino il 90% di un reddito c'era solo nell'Unione Sovietica di Breznev, dove gli atleti che vincevano Olimpiadi, tornei internazionali, ecc., erano costretti a dare il 90% dei premi allo stato comunista! E si è visto come è finita l'Unione Sovietica, e là nessuno la rimpiange. Perfino la Cina ha imposte basse, per attirare gli investimenti esteri. La verità è che così l'Italia chiude, o ci liberiamo di questa cloaca di statalisti, parassiti, comunisti, sindacalisti, politici ladri, finti "tecnici" incapaci che ci sta succhiando il sangue peggio delle zecche, o crepiamo tutti. O noi o loro!

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 11:35

#18 dbell56: capisco bene e condivido il fondamento del suo ragionamento giuridico-costituzionale. Mi permetta però una domanda, visto che sicuramente se ne intende, essendo un professionista: come farebbe pagare la loro parte a tutti quelli che hanno da sempre nascosto i propri redditi se non tassando i beni mobili ed immobili posseduti da costoro? Mi chiedo infine perché ci si lamenta così fortemente dell'IMU, (introdotta, detto per inciso, da Tremonti-Berlusconi e solo anticipata da Monti) quando l'ICI in vigore dal 1992 (ISI) 1993 (ICI) non ha fatto mai piangere nessuno. Tra l'altro non dimentichiamoci ( e lei sicuramente non lo dimentica) che l'IMU, a differenza dell'ICI, assorbe IRPEF e addizionali che l'ICI non assorbiva.

routier

Mar, 05/06/2012 - 11:36

Tanti complimenti all'Agenzia delle Entrate. Io,pur usando tutta la mia fantasia, non sarei mai arrivato a immaginare una tassazione al 90 %. ( A quando il 100 % ? )

Ritratto di The Father

The Father

Mar, 05/06/2012 - 11:40

commentare non serve a nulla

cast49

Mar, 05/06/2012 - 11:49

#26 bruno49, sei sicuro che l'imu assorbe irpef e addizionali? allora io sto pagando irpef e addizionali in più? la pensione è già dimagrita da marzo di oltre 15 euro, proprio per l'irpef e le addizionali che la mia regione ha aumentato, dove andremo a finire????

Imbry

Mar, 05/06/2012 - 11:53

Grazie al cielo giro in bici e vivo in affitto...

cast49

Mar, 05/06/2012 - 12:02

#23 bruno49, se mi pubblicano i commenti, ti prego di spiegare perchè hai tralasciato di dire che l'imu si doveva pagare nel 2014, e la cosa triste è che stiamo pagando il doppio delle tasse regionali, fai il furbetto, eh!!!!!

alllessay

Mar, 05/06/2012 - 12:10

Scrivi qui il tuo commento

AnnoUno

Mar, 05/06/2012 - 12:06

#23bruno49: se il suo appoggio alle varie forme di patrimoniale non è ideologico ma frutto di una risposta al quesito sul come far pagare gli evasori, provo ad indicare una diversa soluzione.Si prenda in seria considerazione quanto proposto da Bertinotti in Parlamento tanti (troppi) anni fa: ogni spesa documentata diventi deducibile! Si potrà discutere se dedurre il 100% o l'80%, ma creare un circuito dove ciascuno ha l'interesse a provare di aver speso dei soldi, per qualunque motivo e non solo per lavoro, scaricando l'onere delle tasse su chi li ha intascati, mi sembra un grande passo in avati.Rimarrebbero piccole sacche di evasione da colpire con il carcere senza se e senza ma. A quel punto il gioco dell'evasione o dell'elusione sarebbe appannaggio solo dei veri criminali ma dal vocabolario della gente comune sarebbe sparito il termine "in nero". Semplice e fattibile.

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 05/06/2012 - 12:17

Ah, ho capito, bruno49 (" ... come farebbe pagare la loro parte a tutti quelli che hanno da sempre nascosto i propri redditi se non tassando i beni mobili ed immobili posseduti da costoro? ..."), quindi dobbiamo pagare tutti perché lo Stato è INCAPACE di stanare chi ha beni al sole e evade. che bel ragionamento ...

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 12:20

#23 bruno49: se leggi bene l'ho detto chiaramente in uno dei miei post: IMU introdotta da Tremonti-Berlusconi nel 2010 con decorrenza 2014 e anticipata nel 2012 da Monti (con il voto favorevole di Berlusconi, Bersani e Casini). Non mi interessa proprio di fare il furbetto. Sempre pronti a polemizzare, molti di voi!

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 12:23

#33 AnnoUno: sono completamente d'accordo con lei e spero che col tempo si arrivi a questo. Dipende da chi starà in Parlamento. Intanto bisognava fare presto e salvare l'Italia dal baratro. E quindi per il momento dobbiamo ingurgitare questa medicina amara che, le assicuro è indigesta anche per me.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 12:27

#29 cast49: Dal 2013 (redditi 2012) le seconde case non faranno più reddito e non si dovrà più pagare per esse IRPEF e addizionali. Esempio: per una rendita di un immobile di 1000 euro si risparmieranno da un minimo di 250 euro a un massimo di 460 euro all'anno, a seconda del reddito complessivo di ciascuno. Però si pagherà l'IMU. Alla fine si recupererà una parte di quello che pagheremo in più per l'IMU rispetto all'ICI

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 12:48

#34 venividi: ma lei ha perfettamente ragione. Io non sostengo cose diverse. Legga il mio post #36. Per il momento non si poteva fare altrimenti. Ma sono sessant'anni che in Italia si evade bellamente il fisco con l'avallo dei nostri politici. Dipende da noi cambiare radicalmente questa infame classe politica. Per adesso ci dobbiamo salvare dalla catastrofe.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 12:47

Vede egr. bruno49, non per nulla parlavo di soggetti onesti. Cioè soggetti che pagando negli anni regolarmente le imposte e dopo questo, a mettere da parte almeno il 20-30% del loro reddito residuo sotto forma di risparmio, riuscivano ad acquistare, magari sottoscrivendo un contratto di mutuo con una banca, un appartamento x utilizzare questo cespite proprio per assicurarsi una rendita discreta x la vecchiaia. Lei allude evidentemente a chi evadendo le imposte e/o a chi si è dedicato ad attività illecite, abbia ottenuto tanti di quei soldi sporchi che x pulirli li ha investiti, ad esempio, in edilizia. Beh, in questo caso, caro signore, esiste l'istituto giuridico della confisca. Istituto giuridico che sta dando notevoli frutti allo stato visto che viene molto utilizzato nella lotta alla mafia. Vede, quando uno stato fa pagare un'imposta su un'altra imposta (ad esempio, l'IVA sulle Accise!!) come può pretendere che i suoi cittadini si conformino alle sue norme giuridiche? La saluto.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 12:51

Cast49: se leggi bene l'ho detto chiaramente in uno dei miei post: IMU introdotta da Tremonti-Berlusconi nel 2010 con decorrenza 2014 e anticipata nel 2012 da Monti (con il voto favorevole di Berlusconi, Bersani e Casini). Non mi interessa proprio di fare il furbetto. Sempre pronti a polemizzare, molti di voi!

MEFEL68

Mar, 05/06/2012 - 13:03

L'IMU è una "PORCATA", come si dice in politichese. Più che un'imposta è l'equivalente del pizzo che si paga alla mafia. Forse con il pizzo si risparmia. Non è il mio caso, ma se uno ha la mania del mattone e si compra più di una casa con i soldi che gli sono rimasti dopo che ha pagato tutte le tasse, non è che diventa più ricco; ha solo trasformato i suoi soldi in mattoni. Se un' altra persona, invece, ha la passione delle macchine e, anzichè una casa, si compra un'auto sportiva di lusso la "porcata" ,giustamente, lo ignora. Riassumendo, al fisco non dovrebbe interessare come uno spende il proprio reddito netto perchè ha già dato.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 13:07

Oggi mi avete fatto faticare per rispondere a tutti. Ma spero che da questa discussione se ne tragga qualcosa di buono. Senza polemizzare, che non serve a niente.

NOSFERATU

Mar, 05/06/2012 - 13:14

In questo articolo MI CI SPECCHIO al 100%. Un tempo dicevo a mia figlia: non preoccuparti, anche quando non ci sarò più, un po' di sostegno l'avrai lo stesso. Oggi temo che le lascerò dei debiti e che le converrà rinunciare all'eredità. Una gran bella soddisfazione, dopo una vita di rinunce. Ma c'è di più. Spero di non campare più tanto, altrimenti nei debiti ci entro da subito. Meno male che hanno fatto una MANOVRA EQUA...

Ritratto di venividi

venividi

Mar, 05/06/2012 - 13:28

E' un errore madornale, #38 bruno49 (" ... Per adesso ci dobbiamo salvare dalla catastrofe. "), caricare la popolazione di tasse perché finisce per non poter spendere e le tasse che lo Stato riceveva dalle spese che un tempo era in grado di fare, semplicemente diminuiscono. C'è un limite oltre al quale il cittadino si sente spremuto irragionevolmente e questo è attorno al 30%. Come mai in certi paesi europei con circa il 30% di tassazione media lo Stato si permette di garantire dei servizi ai cittadini che noi ci sogniamo ? Senza contare che scappano via quelli che se lo possono permettere. Che risultato abbiamo ottenuto ? Palla al centro. Mi creda, questi sono dei dilettanti e pure pericolosi.

cast49

Mar, 05/06/2012 - 13:31

#42 bruno49, mi sa che hai fatto il furbetto, se non lo scrivevo io, che l'imu sarebbe andata in vigore nel 2014, tu avresti solo s******ato B. e tremonti. Vai a riposare, chissà...

kellyann

Mar, 05/06/2012 - 13:34

#30 Imbry per il girare in bici i poteri forti non son contenti, perchè su di lei non guadagnano nulla. per il fatto di vivere in affitto, ecco, qui coglie nel segno : lo scopo è quello di costringere i proprietari a svendere, ovviamente la gente comune visti i costi smetterà di comprare, e le grandi società, enti, fondazioni bancarie etc si approprieranno a quattro soldi della maggior parte del patrimonio immobiliare del paese. a quel punto noi saremo tutti in affitto, con le tasse che eventualmente lor signori dovessero pagare già comprese nel nostro canone, schiavi senza proprietà e diritto di parola.si ritorna al medioevo....

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 13:35

#11 dbell56 capisco la sua voglia di esternare tutta la sua cultura giuridica, ma io contestavo il metodo di calcolo usato dall'articolista ed il mio ragionamento esulava dalla equità o iniquità delle imposizione fiscale o dalla incostituzionalità dell'IMU. Quindi il suo commento al mio ragionamento non è pertinente. Quanto alla proporzionalità dettata dalla costituzione ci si riferisce solo alle imposte sul reddito e non quelle su un bene o servizio. Forse che l'aliquota IVA è proporzionale al reddito? Allora dovrebbe sostenere anche la incostituzionalità di tale imposta. Intanto le ricordo che tassa ed Imposta, pur se spesso sostantivi usati in modo indistinto, hanno un significato giuridico e sostanziale assai diverso.

kellyann

Mar, 05/06/2012 - 13:36

bruno49 certo che, se chi nasconde il proprio reddito poi si compra immobili, potremmo prorio chiamarlo sprovveduto, no? o sprovveduto è lei che pensa che gli evasori siano così tonti da intestarsi immobili ed altri beni registrati? hahahahaha......

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 05/06/2012 - 13:43

E poi stiamo ancora a discutere se sia il caso di "spedire" Monti in altri lidi, sperando che dall'altro scanno assicuratogli dal Colle non possa continuare a fare danni.

morodi

Mar, 05/06/2012 - 14:08

Voi dite: "Per un bene primario come la casa una tassazione straordinaria".- E io chiedo:e' piu' "bene primario" uno stipendio, o una pensione, o e' piu' "bene primario" un'abitazione? Cosa vi fa pensare che sia "giusto" pagare mille euro al mese di irpef, e invece sia "sbagliato" pagare poche centinaia di euro all' anno su una abitazione di proprieta? Ma come ragionate? Negli Stati Uniti le pensioni e gli stipendi sono pochssimo tassati, mentre invece sono mazzolate le abitazioni.- E glli Stati Uniti, fino a prova contraria, sono un paese serio.....

Ritratto di romy

romy

Mar, 05/06/2012 - 14:12

Come andrà a finire amici miei?,come al solito,le persone perbene compileranno il loro f24 stringendo al massimo la cinghia dei pantaloni,mentre chi se ne sempre sbattuto delle tasse ed orpelli vari,farà finta di nulla,anche perchè sanno che lo Stato di controllo è lento,i ricorsi durano una vita,il personale è quello che è,mica si puo' aumentare a dismisura e poi chi lo paga?Noi contribuenti?sarebbe il colmo.Stando così le cose,caro governo in carica,adesso te lo devo dire,sei necessario per la speculazione,ma non vai bene per gli Italiani con tenore di vita medio-bassa,dovresti rivedere un po' di cose a questo punto.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mar, 05/06/2012 - 14:19

Ormai sappiamo già fin dall'inizio che questo Governo MONTI, impreparato ed inadeguato alle capacità e comprensioni dovute nel prelevare Euro dal popolo con speciale riguardo non di una sola azione ma di TUTTE le azioni SI E' RIVELATO PROPRIAMENTE COME UN VAMPIRO INCOSCIENTE ED ANCHE CRIMINOSO. Quello che soprattutto sgomenta e che fa rimanere perplessi è il fatto che i DUE PARTITI MAGGIORI - attraverso il PARLAMENTO - abbiano detto SI' a queste ROVINOSE ED INCOSCIENTI MISURE o, meglio, ESTORSIONI. L a colpa è sorattutto loro che rappresentano il popolo e che , MALE SICURAMENTE, dovranno rispondere di tutto alle prossime elezioni politiche. VERAMENTE, consiglierei, FUGGITE ! ANADATE TUTTI A CASA e senza privilegi o pensioni...!

alma1941

Mar, 05/06/2012 - 14:39

Non credo sia necessario fare terrorismo mediatico. Non credo che le cifre esposte corrispondano a verità. Non credo che su 12000 euro debbano pagare 11000 di tasse. Mi piacerebbe che l'autore dell'articolo inserisca i dettagli delle cifre che espone e precisamente: Affitto percepito Quota IRPEF quota IMU. A meno che i due signori pensionati abbiano in proprieta un castello in centro a Torino e che lo affittino a 1000 euro al mese.

MEFEL68

Mar, 05/06/2012 - 14:53

#50morodi - Caro amico, le faccio presente che le poche (che poche non sono) centinaia di euro che vengono richieste per la casa, sono in aggiunta a quei mille euro, tanto per seguire il suo esempio. che lo Stato si è già trattenuto dallo stipendio Quindi, il "possidente" ha già assolto il suo debito. In più ha pagato fior di migliaia di euro di imposte al momento dell'acquisto. In più, avendo provveduto in proprio alla necessità di un'abitazione, si toglie dalla mischia e solleva lo Stato dal dover provvedere. Se altre persone decidessero di non comprare una seconda casa da affittare, non ci sarebbero case disponibili per chi, più sfortunato, non può permettersi l'acquisto. E, mi creda, l'impatto sociale sarebbe molto, molto pesante. Io ci sono passato.

IuniusBrutus

Mar, 05/06/2012 - 14:56

URGENTE. Torno ora dalla Posta, dopo oltre un'ora di inutili tentativi per pagare l'IMU. Ho compilato online i modelli semplificati, ma la Posta NON è in grado di accettarli. Telefonate, direttore, direzione provinciale, direzione regionale. niente da fare. Ritorni... Qualcuno sa dirmi qualcosa? Vuole fare un'inchiesta il Giornale? Non vedo l'ora di andarmene da questo paese di ....

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 15:16

#11 dbell56. lei ha ragione quando invita a non fare terrorismo psicologico ed è proprio il caso di questo articolo, con l'aggravante della strumentalizzazione politica. Dovere e compito di u giornalista è fornire informazioni corrette e non distorte. Il caso della coppia è mal posto. Non si fa cenno alla cedolare secca che consente il pagamento di un aliquota fissa del 20% sugli affitti percepiti ed evita il cumulo degli altri redditi ai fini IRPEF. Inoltre avendo altre due cose oltre la prima abitazione, la coppia pagava comunque l'ICI, quindi la loro situazione non può essersi modificata di molto. per chi concede una abitazione in comodato gratuito, oppure il coniuge proprietario che è costretto per separazione o divorzio a lasciare la casa all'altro, vale la regola che l'IMU è pagata da chi effettivamente usufruisce del bene. Quanto detto esula e prescinde dal mio giudizio sull'IMU

onurb

Mar, 05/06/2012 - 15:10

33 AnnoUno. Quella che lei suggerisce non è una trovata di Bertinotti, ma ciò che viene regolarmente e da sempre attuato negli USA. Anch'io, nel mio piccolo, l'ho suggerita tante volte in questo forum, ma c'è un però: coloro che dovrebbero approvare la legge che introduce questo tipo di detrazioni dal reddito siedono in parlamento e come attività principale fanno i liberi professionisti, specialmente gli avvocati, ossia i primi a essere penalizzati dalla legge. Ha mai visto qualcuno tagliarsi i gioielli per fare un dispetto alla moglie?

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 15:39

Vede bolinatore, io non voglio sfogiare proprio un bel niente. Lei voleva spiegare la cosa da un punto di vista del metodo di calcolo. Beh, visto che a lei non interessa (sic!) se l'imposta è costituzionale o meno (secondo me non c'è calcolo che tenga a questo punto, in relazione al fatto che è lo stato stesso ad emanare norme palesemente anticostituzionali) ma pretende di sapere tutto sul metodo di calcolo, occorre dire che se si tratta di un immobile classificato C1 o D5 o D10 quello prospettato dall'articolo può purtroppo verificarsi. Per le altre classificazioni di immobili dipende dall'entità della rendita catastale. Ad es. x un C1 dalla rendita di 4.500,00 euro l'imposta è di 5.745,60 euro. E qui è l'abnormità dell'IMU. Se la rendita catastale (data x convenzione dallo stato) è il reddito apparente a cui non corrisponde un'entrata monetaria, lei capirà che se non affitto il locale, il proprietario dello stesso sarà costretto a versare allo stato un importo superiore alla rendita!

onurb

Mar, 05/06/2012 - 16:24

26 bruno49. Lei ha riempito il forum con i suoi commenti e, mi permetta di dirlo, con le sue inesattezze. Con lo stipendio di marzo abbiamo già incominciato a pagare gli acconti delle addizionali. Tra poco, poi, scade la dichiarazione annuale dei redditi e le garantisco che il reddito degli immobili deve essere aggiunto agli altri redditi e quindi contribuisce a fare la base imponibile su cui vengono calcolate le tasse da pagare. Se non crede a me, vada a leggersi le istruzioni per la compilazione del modello 730/12, pag 15 e seguenti, e ne avrà la conferma, che in questo caso sarà per lei un'amara sorpresa, se veramente era convinto di ciò che ha scritto. A ulteriore conferma di ciò che affermo ho davanti agli occhi il modello unico di mia moglie, redatto direttamente all'agenzia delle entrate di Padova. Nel quadro RB sono indicati i redditi dei fabbricati che nel quadro RN, rigo RN1, sono sommati a tutti gli altri. La tassa da pagare tiene conto anche del reddito dei fabbricati.

Ritratto di Giandorico

Giandorico

Mar, 05/06/2012 - 16:32

Questo e altri forum sono pieni di teste di cazzero e cialtroni che si ingegnano a dirci quanto è bello pagare le tasse e quanto sia giusto che a uno gli vengano espropriati i beni, come questa ******issima imposta nei fatti fa. Il combinato dell'aumento ope legis delle rendite catastali e dell'esplosione delle aliquote, crea la situazione che sappiamo, e cioè che si a va dal raddoppio alla triplicazione di quanto si pagava prima. Sia per l'abitazione principale sia per quelle secondarie che per le proprietà adibite a usi non abitativi. E' lo scatenamento del combinato disposto fra il piano di redistribuzione della ricchezza a favore delle attività finanziarie verso cui punta il governazzo, la voglia di soldi dei sindaci ladri e l'appagamento del senso di frustrazione che tutta la marmaglia degli statali ha patito negli anni del governo Berlusconi, quando per il possibile veniva contenuta la pressione fiscale e venivano tagliati i bilanci dei ministeri.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 05/06/2012 - 16:47

E poi stiamo ancora a discutere se sia o meno il caso di "spedire" Monti in altri lidi, sempre sperando che dall'altro scanno assicuratogli dal Colle non possa continuare a fare danni.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 16:52

#59 onurb: Nessuna inesattezza. Se lei rilegge attentamente quello che ho scritto vedrà che quello che ho detto è vero. Infatti nel mio post #37 ho scritto testualmente "Dal 2013 (redditi 2012) le seconde case non faranno più reddito e non si dovrà più pagare per esse IRPEF e addizionali. Esempio: per una rendita di un immobile di 1000 euro si risparmieranno da un minimo di 250 euro a un massimo di 460 euro all'anno, a seconda del reddito complessivo di ciascuno. Però si pagherà l'IMU. Alla fine si recupererà una parte di quello che pagheremo in più per l'IMU rispetto all'ICI". Quindi lo sgravio riguarda i redditi di quest'anno (2012) che saranno dichiarati nel 2013. Quest'anno si dichiarano i redditi 2011. Per tale anno valgono ancora le regole in cui era in vigore l'ICI per le seconde case e quindi si paga l'IRPEF relativa. Certo che ho visto il modello Unico: l'ho già compilato e spedito alcuni giorni fa. Poi lei dice che ho "riempito" i miei commenti di inesattezze. Quali altre?

guardiano

Mar, 05/06/2012 - 16:51

26bruno49,facci una cortesia prima di postare fanfaronate datti una sciacquata al cervello.

franco.cavola

Mar, 05/06/2012 - 17:29

Tiriamo fuori le pallle: vista la esosità dell'IMU, la non congruità con i redditi reali delle famiglie, l'imbecillità dei nostri governanti e dei nostri rappresentanti politici che si dimostrano sordi alla sollecitudine dei loro rappresentati, non paghiamo questa tassa mostruosa!!!!!!!! Io non la pagoooooo!!!!!!!!!! Coraggio, facciamo sentire la nostra voce!!!!!!!

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 17:30

58 dbell56. lei continua ad evadere dal mio ragionamento. Nel caso specifico l'immobile è dato in locazione, quindi non necessariamente, se si usufruisce della cedolare secca, l'introito della locazione va aggiunto all'imponibile Irpef. Il fatto che l'IMU sia incostituzionale non aiuta adesso il contribuente, perché se e quando, tale sarà dichiarato, certamente non eviterà il pagamento per questo esercizio finanziario. Cerco solo, di essere pragmatico e di non perdermi in esercitazioni di dottrina. I fatti concreti restano quelli che ho affermato ed il mio commento è perfettamente aderente al contenuto dell'articolo, che a mio avviso contiene inesattezze.

bolinatore

Mar, 05/06/2012 - 17:33

#59 onurb:la rendita catastale si. Quella proveniente da locazione no, se si usufruisce della norma sulla cedolare secca. la rendita catastale sulla prima casa serve solo alla determinazione dell'IMU, ma non va aggiunta al reddito soggetto ad Irpef.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 17:53

#63 guardiano: eccone un altro. Quali sarebbero le fanfaronate? Ti sfido a dirmele.

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 18:03

#63 guardiano: Ti rispondo con una battuta del comico Laurenti (quello che lavorava in TV con Bonolis): "Se non le sai le cose, salle!"

bruno49

Mar, 05/06/2012 - 18:05

#65 bolinatore: lascia perdere dbell56. Dice di essere un dottore commercialista. Mah! vatti a vedere quello che dice in altri forum. Se fosse anticostituzionale l'IMU, lo sarebbe stata anche l'ICI. Eppure in 20 anni (dal 1992) non vi è stata alcuna eccezione davanti la Corte Costituzionale. Te lo dice uno che non è che abbia piacere di pagare le tasse.

doris39

Mar, 05/06/2012 - 19:08

Che bella scoperta ho fatto. Ho un'unica casa di proprietà,ma non ce l'ho più: è una seconda casa Mio figlio ha un'unica casa di proprietà ma non ce l'ha più : è una seconda casa. Come è possibile ciò? 13 anni fa ,abbiamo fatto lo scambio, per motivi di lavoro ( Comodato d'uso per entrambi ) Ecco spiegato l'arcano.

onurb

Mar, 05/06/2012 - 19:22

66 bolinatore. Infatti, di quella parlavo. E soprattutto mi riferivo a quanto detto nel post che commentavo, ossia "che l'IMU, a differenza dell'ICI, assorbe IRPEF e addizionali che l'ICI non assorbiva". La cedolare secca assorbe l'Irpef, non l'IMU.

onurb

Mar, 05/06/2012 - 19:24

66 bolinatore. La rendita catastale, maggiorata di un terzo, va aggiunta agli altri redditi e viene tassata con l'aliquota che grava sull'ultimo scaglione di reddito, se si possiedono immobili tenuti a disposizione. Si aggiunge la sola rendita catastale della prima casa, che fino all'anno scorso dava diritto a una detrazione di importo uguale alla tassa che ne derivava. Pago un commercialista per queste cose.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 05/06/2012 - 19:24

E poi stiamo ancora a discutere se sia o meno il caso di "spedire" Monti in altri lidi, sempre sperando che dall'altro scanno assicuratogli dal Colle non possa continuare a fare danni.

Guido69

Mar, 05/06/2012 - 19:54

Ma risponde a verità una notizia sentita relativa al fatto che le fondazioni bancarie NON sono tenute al pagamento dell'IMU? Se è vero quale è la ratio?

guardiano

Mar, 05/06/2012 - 21:27

bruno49 eccoti le mie risposte,secondo il tuo nobile pensiero chi lavorando si è costruito un qualsiasi tipo di capitale è un evasore a prescindere e quindi va tartassato, coerenza assoluta bravo. dell'IMU istituita dal precedente governo Monti ha mantenuto solo il nome, ti ricordo che la prima IMU accorpava tasse e balzelli vari compresa la tarsu veniva riscossa e trattenuta dai comuni stessi non divisa con lo stato centrale. Per questo si chiamava Imposta Municipale Unica. Spero di averti accontentato stammi bene.