Imu, via libera dall'Ue all'esenzione per la Chiesa

Sì all’esenzione per le attività di carattere non economico. Illegali, invece, le vecchie esenzioni sull'Ici. Ma gli aiuti concessi non saranno recuperati

Via libera dall'Ue alle esenzioni Imu per i beni non commerciali della Chiesa. La Commissione Ue ha dato parere favorevole alle norme sulle esenzioni dall’Imu perché limitate ai casi in cui le attività non economiche sono esercitate da entità non commerciali. Di queste esenzioni godono la Chiesa e gli enti non profit. Le precedenti esenzioni, invece, quelle previste per l'Ici tra il 2006 e il 2011, non era compatibile con le regole europee sugli aiuti di Stato. Bruxelles però non ordina all’Italia di recuperare gli aiuti di cui hanno goduto i beneficiari (in primo luogo la chiesa) "perché le autorità italiane hanno dimostrato che in alcuni casi il recupero sarebbe assolutamente impossibile".

Le nuove regole

Dopo l’apertura dell’indagine Ue nel 2010, la nuova tassa "non implica aiuti di Stato dal momento che le esenzioni si applicheranno solo agli immobili dove sono condotte attività non economiche". Per questo Bruxelles "ha chiuso" l’indagine. "Le entità no profit rivestono un importante ruolo sociale, che è riflesso dal regime italiano di imposizione fiscale sugli immobili" ma, ha chiarito il commissario Ue alla concorrenza Joaquin Almunia, "quando queste operano sullo stesso mercato degli attori commerciali dobbiamo essere sicuri che non beneficino di vantaggi non dovuti". E le nuove norme, ha sottolineato Almunia, "assicurano che non è questo il caso".

Commenti

antonioamelio

Mer, 19/12/2012 - 12:43

un'altra porcata della ue.l Peccato però che, quando vado in chiesa e lascio i soldini nella sacca nessuno mi da ricevuta.... E questa è la chiesa ? Puah....

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 19/12/2012 - 13:02

Già la sovranità Italiana,nei confronti dello Stato del Vaticano,va a farsi benedire(nel vero senso della parola),ci si mette pure l'"europa",....siamo fritti!!

Ritratto di franco@Trier

franco@Trier

Mer, 19/12/2012 - 13:09

La Chiesa non deve pagare tasse fa parte del Vaticano , dovete pagarle voi al suo posto.

silviob2

Mer, 19/12/2012 - 13:10

Neppure il mendicante al semaforo mi ha mai rilasciato la ricevuta. Che vergogna!

silviob2

Mer, 19/12/2012 - 13:14

Quello che mi interessa sapere è se tra le attività no-profit esentate dall'IMU restano le fondazioni bancarie, i partiti ed i sindacati, che sono gli enti che hanno il più ingente patrimonio immobiliare. Perché anch'io sarei un ente no-profit e vorrei usufruire dell'esenzione per casa mia.

gabel

Mer, 19/12/2012 - 13:36

per silvio b ovvio che si! ancora non hanno capito ma la gente comincia a guardare oltre al dito (la chiesa) e comincia a vedere tutto il resto (Fondazioni bancarie)la domanda che nessuno fa mai, soprattutto i giornali di sinistra, perchè le banche che non mi sembra che operino senza scopo di lucro, hanno dovuto mettere le loro proprieta a nome di fondazioni? e no solo alcune ma proprio tutte è

ugsirio

Mer, 19/12/2012 - 13:42

Toglieteli l'8 per mille

rossono

Mer, 19/12/2012 - 14:37

Perche le abitazioni che uno abita fanno profitto? Ormai ci sono sovrani e sudditi!! Scioperano tutti,a quando lo sciopero dei contribuenti.

cloroalclero

Mer, 19/12/2012 - 15:21

questo da la dimensione di quanto il vaticano sia invasivo nel nostro paese..non si riesce a far pagare le tasse ai preti..e questo grazie a Casini e al suo accolito Riccardi..

fcf

Mer, 19/12/2012 - 17:05

Forse la UE non ha ben chiara la funzione dei partiti politici italiani. Forse che i partiti sono enti Non profit? Forse i sindacati italiani sono enti Non profit? Ma non diciamo cavolate e facciamo pagare l'IMU agli edifici che sono migliaia di proprietà di partiti e sindacati. Li stiamo mantenendo noi con i nostri quattrini !

morovalmontone

Mer, 19/12/2012 - 22:36

QUESTA E'L'ITALIA DI PULCINELLA PAGANO SOLO I FESSI E QUELLI CHE RISPETTANO LE REGOLE:ALL'UNIONE EUROPEA GLI DOVEVANO DARE L'ERGASTOLO NON IL PREMIO NOBEL PER LE CAPPELLATE CHE HANNO DECISO