Infornata alla pugliese: posti ai parenti dei big

Sono venti semplici righette firmate da due deputati Pd, Dario Ginefra e Antonio Decaro, che però valgono oro. O per essere più esatti, 6 milioni di euro, quelli che serviranno a stabilizzare 220 precari della regione Puglia di Nichi Vendola (nella foto). Un «miracolo» reso possibile da un emendamento alla legge di Stabilità che prevede di bandire entro un anno un concorso per stabilizzare quel piccolo esercito di impiegati e funzionari assunti a partire dal 2006 con contratti a termine regolarmente rinnovati. Nelle liste, riporta la Gazzetta del Mezzogiorno, c'è di tutto: da esponenti delle «Fabbriche di Nichi» a parenti di sindacalisti, dirigenti ed ex assessori (bipartisan).