Ingroia ce l'ha fatta: il Csm l'ha cacciato

È ufficiale: Antonio Ingroia non è più magistrato. Per assenteismo, visto che nel suo ufficio alla procura di Aosta ha masso piede solo per due ore, per l'insediamento

La decisione, formalmente, l'ha presa il Csm. Ma la scelta di lasciarsi decadere è stata sua. È ufficiale: Antonio Ingroia non è più magistrato. Per assenteismo, visto che nel suo ufficio alla procura di Aosta ha masso piede solo per due ore, per l'insediamento. Il plenum del Csm ha approvato all'unanimità la delibera proposta dalla Quarta commissione che chiedeva la decadenza di Ingroia dall'ordine giudiziario «per essere rimasto assente dall'ufficio ingiustificatamente per un periodo superiore ai 15 giorni». Un finale inevitabile, checché ne dica il leader di Azione civile che una settimana fa ha inviato una lettera di fuoco al Csm, accusandolo di averlo «senza troppi riguardi spinto fuori dalla porta». Un epilogo scontato cominciato nove mesi fa, quando Ingroia ha buttato la toga per lanciarsi nell'avventura politica di Rivoluzione civile, finita in flop. Il resto è venuto a catena: la decisione del Csm di destinarlo ad Aosta, unico luogo in cui non si era candidato a premier; il suo «no» a una destinazione ritenuta punitiva; la decisione di non dimettersi e di farsi decadere. Il Csm ha fatto solo il notaio. Ora, senza più toga, a Ingroia resta solo Azione civile e il posticino in una società regionale che gli ha ricavato il suo amico governatore Crocetta. Pochino, per uno da sempre abituato ai riflettori.

Commenti

angelomaria

Mer, 31/07/2013 - 09:05

la notizia piu' bella finora buongiorno e buontutto a voi cari lettori

tofani.graziano

Mer, 31/07/2013 - 11:18

FINALMENTE!!!!!!!!Almeno finira' di fare danni

francescoud

Mer, 31/07/2013 - 11:36

FINALMENTE fuori dalle balle!!!!!!!! Magari lo seguissero in tanti altri di quella schiatta li.

Accademico

Mer, 31/07/2013 - 11:39

Che figura di emiliofede !!!!

Accademico

Mer, 31/07/2013 - 11:40

Grazie Maurizio Crozza !!!

Accademico

Mer, 31/07/2013 - 12:20

Ma chi l'ha fatto "magistrato" questo? Chi gli ha dato la patente?

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Mer, 31/07/2013 - 12:22

Ad Aosta si canta e si balla per strada.

david71

Mer, 31/07/2013 - 12:28

tofani.graziano, è la prima volta che sento dire a qualcuno che l’arresto di mafiosi è considerato “far danni”… a parte dai mafiosi stessi .. si intende.

C.teRamius

Mer, 31/07/2013 - 12:44

Uhmmm... Mi sa tanto che adesso che non è più magistrato (= non fa più paura) pioveranno critiche pesantine

bythorn

Mer, 31/07/2013 - 13:20

Si' ma un normale cittadino che rimane assente per 15 giorni senza motivo viene pure denunciato! (a meno che non sia un metalmeccanico per cui una qualche sigla sindacale e qualche giudice compiacente dimostrano che la colpa e' del datore di lavoro ...). E poi, i soldi che ha percepito in quel periodo li restituira'? Non penso proprio.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mer, 31/07/2013 - 13:43

Gli stambecchi Valdostani possono tirare un sospiro di sollievo.

guidode.zolt

Mer, 31/07/2013 - 14:39

L'importante è che non becchi più 'na lira ... e si sia tolto dagli zebedei...

BAT 21

Mer, 31/07/2013 - 16:09

Grazie Antonio per questa tua Azione Civile! Con questo tuo gesto la magistratura adesso è più Civile!Se divesse andare male in regione...ricorda che hai sempre possibilità a zelig.

Carmine Pirozzi

Mer, 31/07/2013 - 16:48

Immagino che, Ingroia stava in magistratura, poi ha deciso di rivoluzionare l'Italia scendendo in politica con "Rivoluzione Civile", quindi presupponendosi di aggiustare le cose. Ma gli va storto e torna a casa. Poi si fa cacciare dal CSM per assenteismo (peggio dei lavoratori che si fanno marcare il badge dai colleghi, ed alla fine, il "rivoluzionario" ha fatto una figura di merda gigantesca!!! BRAVO AL Pubblico Ministero!

Ritratto di sitten

sitten

Mer, 31/07/2013 - 17:15

Mi auguro che molti altri magistrati lo seguano. Magari vanno a fare fortuna all'estero.

tofani.graziano

Mer, 31/07/2013 - 17:15

david 71-A parte il fatto che arrestare i mafiosi e' cosa buona e giusta, certamente non e' andato egli con la pistola in mano a prendergli.Per il resto,stendiamo un velo pietoso

smithjosef

Mer, 31/07/2013 - 18:11

Caro governatore Crocetta, adesso dovresti far dimettere l'ex magistrato dalla tua corte. Non si può accettare nella tua amministrazione un magistrato cacciato via, e per di più di assenteismo, dal CSM. Sicuramente andrà a lavorare in trasferta nelle spiagge di Taormina, di Panarea, San vito lo Capo ecc. , durante il periodo estivo o in qualche paese tropicale per qualche strano gemellaggio con qualche isola. Sono siciliano ma per voi politici mi vergogno di esserlo. La Sicilia è veramente "l'ombelico del mondo" per la posizione strategica in cui si trova. Un mani vostra è.........!

mezzalunapiena

Mer, 31/07/2013 - 18:21

mi meraviglia il fatto che un quotidiano sia interessato a un piccolo pm e come persona inesistente.

precisino54

Mer, 31/07/2013 - 18:47

Già inviato più volte. X david71 12:28; beh da quel punto di vista avresti ragione, il fatto è che più che arrestare o far arrestare qualcuno, il nostro caro sfaticato partigiano si è dedicato a rincorrere le sue teorie, facendosi prendere per il naso da quel gaglioffo e millantatore di Ciancimino, e da quell'altro avanzo di galera di Spatuzza! A questo punto una cortesia: evitate di mettergli il microfono sotto il naso, ne abbiamo piene le p delle sue verità!

esposito51

Mer, 31/07/2013 - 18:54

E adesso per favore non parlate più di questo CAFONE. GRAZIE

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 31/07/2013 - 19:05

Poteva starsene tranquillo a beccarsi lo stipendio, ma si sa i comunisti hanno le palle perchè onesti. Ora sarà libero di rendere la pariglia politicamente.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mer, 31/07/2013 - 20:20

Adesso mi aspetto che i vari Fazio e Augias lo invitino alle loro trasmissioni per farlo di nuovo blaterare in diretta come hanno fatto tempof fa per fargli pubblicità elettorale.

Stella

Mer, 31/07/2013 - 21:00

Anche la faccia dice qualche cosa sulle persone! Meno male che lo hanno cacciato!

precisino54

Mer, 31/07/2013 - 21:55

Già inviato più volte. X david71 12:28; beh da quel punto di vista avresti ragione, il fatto è che più che arrestare o far arrestare qualcuno, il nostro caro sfaticato partigiano si è dedicato a rincorrere le sue teorie, facendosi prendere per il naso da quel gaglioffo e millantatore di Ciancimino, e da quell'altro avanzo di galera di Spatuzza! A questo punto una cortesia: evitate di mettergli il microfono sotto il naso, ne abbiamo piene le p delle sue verità!

Ritratto di Carlito Brigante

Carlito Brigante

Gio, 01/08/2013 - 00:21

Ora anche il Cav dovra' ammettere che le toghe rosse sono piu' deboli.

david71

Gio, 01/08/2013 - 09:05

tofani.graziano, quindi neanche Falcone, Borsellino, Caponnetto, Chinnici, Ayala ecc. hanno fatto nulla contro la mafia perché non sono andati loro con la pistola in mano a catturarli?? Mi sa che le manca qualche base sulla lotta alla mafia….ma roba da matti…

Libertà75

Gio, 01/08/2013 - 10:00

ha fatto perdere le elezioni a Bersani ed è stato giustamente punito dalla compagnia di sinistra, ben gli sta, avanti tutta

tofani.graziano

Gio, 01/08/2013 - 10:30

david71-A me mancheranno le basi per capire la lotta alla mafia,ma a lei mancano le basi per capire la differenza fra la grandezza di FALCONE BORSELLINO CHINNICI E ALTRI e la assoluta inconsistenza e pochezza di questa persona che in anni e anni di attivita'ha solo inseguito teoremi inconsistenti avallando a vangelo le parole e confessioni pro loro di delinguenti conclamati.La smetta di fare certi paragoni che sta scadendo nel ridicolo

david71

Gio, 01/08/2013 - 11:06

Scado io nel ridicolo mentre lei sostiene che i magistrati non arrestano i mafiosi perché non vanno fisicamente loro a prenderli con la rivoltella? Vabbè…. ad ogni modo quella che lei sostiene sia l’inconsistenza e pochezza di Ingroia a paragone con magistrati del calibro di Borsellino è del tutto fuori luogo visto che proprio quest’ultimo lo volle sempre al suo fianco incluso quando venne trasferito a Marsala, quindi non penso che lo ritenesse proprio uno stupido.… diciamo che fra tofani.graziano e Borsellino tendo a dare più credito a quest’ultimo.

david71

Gio, 01/08/2013 - 11:10

tofani.graziano, ah detto per inciso io non mettevo a paragone lo spessore di Ingroia con gli altri magistrati del pool bensì volevo solo dimostrare che la sua teoria del Magistrato con la pistola era ridicola. Quindi il suo appuntito non centra nulla con quello che sostenevo.

tiro

Gio, 01/08/2013 - 13:15

Ecco perché il giorno 30.07.2013 il nostro ex magistrato si è presentato inaspettatamente alla conferenza della Repubblica Bolivariana del Venezuela, per il primo incontro ai tavoli di lavoro tra governatori Bolivariana del Venezuela e le imprese italiane, tenutasi a Roma. Probabilmente diretto interessato per qualche opportunità di lavoro? al momento non si può dire, ma molto probabilmente il pensierino lo starà facendo. Peccato, perché se l'accattivante politica non l'avesse distolto più di tanto, egli il suo bravo lavoro ce l'aveva già e per giunta da quelle parti, ovvero nell’assolata Guatemala. Pazienza, comunque non è mai troppo tardi. Infine una mia personale considerazione riguardo la sua improvvisa apparizione alla conferenza. Davvero eloquente l’indifferenza degli astanti italiani e venezuelani nei suoi confronti. Questo parrebbe un cattivo messaggio per l'ex magistrato; perché se persiste la totale indifferenza della gente, ovvero potenziali elettori, nei suoi confronti significa che l'avventura politica è finita già prima del suo inizio. In bocca al lupo, spero che questa faccenda del lavoro si chiuda al più presto con una buona occupazione accompagnata da una buona remunerazione!

PaK8.8

Gio, 01/08/2013 - 14:47

Luigipiso: MAGARI! Magari tutti i comunisti rendessero la pariglia politicamente come lo fa Ingroia. Sarebbero già spariti dalla circolazione intorno al 1870, piu' o meno l'epoca dei Demoni. Io prego che prendano da lui, e gli faccio ponti non d'oro, ma d'oro incastonato di gemme.

guidode.zolt

Gio, 01/08/2013 - 14:57

..e adesso, pover'uomo...?

maurizio50

Gio, 01/08/2013 - 17:25

Ce ne sono altri due o tremila da cacciar via, come il predetto Ingroia!!!

Klotz1960

Gio, 01/08/2013 - 17:35

Finalmente!! Un soggetto profondamente autoritario ed intellettualmente disonesto, degno di un Paese del Terzo Mondo. Che appunto torni nella sua "Sicilia bedda", forse li' lo capiscono meglio. Non e' escluso, comunque, che finisca prima o poi indagato per il suo incarico pubblico nella Regione Sicilia, nel qual caso gli auguro di trovare come PM uno come lui o Di Pietro. I Valdostani comunque ringraziano. Gia' lo vedevano inventarsi una inchiesta sul "racket della fontina", con ampie connivenze e ramificazioni anche in Francia e Svizzera.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Gio, 01/08/2013 - 18:08

Che dolooooooore!

precisino54

Gio, 01/08/2013 - 18:24

X david71 – 11:06; il fatto che Ingroia sia stato un collaboratore di Borsellino non gli da particolari meriti, sono passati oltretutto venti anni ed il tempo ci cambia: giusto per dirla l'aceto viene dal vino! Se poi pensi che da quelle parti c'è ancora un tal Lo Forte già presente ai tempi del chiacchieratissimo Giammanco che è stato spesso indicato dai pentiti ed indagato a Caltanissetta. Considera pure che tra i collaboratori di Borsellino ci stava pure il ten Canale, inquisito forse dallo stesso Ingroia o da Scarpinato e poi assolto da ogni addebito, e lo stesso m.llo Lombardo suicida a seguito delle esternazioni del moderatissimo Leoluca.

precisino54

Gio, 01/08/2013 - 18:24

X david71 – 11:06; il fatto che Ingroia sia stato un collaboratore di Borsellino non gli da particolari meriti, sono passati oltretutto venti anni ed il tempo ci cambia: giusto per dirla l'aceto viene dal vino! Se poi pensi che da quelle parti c'è ancora un tal Lo Forte già presente ai tempi del chiacchieratissimo Giammanco che è stato spesso indicato dai pentiti ed indagato a Caltanissetta. Considera pure che tra i collaboratori di Borsellino ci stava pure il ten Canale, inquisito forse dallo stesso Ingroia o da Scarpinato e poi assolto da ogni addebito, e lo stesso m.llo Lombardo suicida a seguito delle esternazioni del moderatissimo Leoluca.