Innamorati dei cloni delle ex

Morgan si è fidanzato con Jessica, uguale ad Asia Argento. Come lui anche Di Caprio e Depp

Cambiano sempre la stessa. Nel senso che sarebbe una fidanzata, o moglie, nuova, ma è identica alla precedente. E magari anche alla successiva, non si può mai sapere, con questi uomini. Genere «amante del clone»: si innamorano di una, e poi vanno avanti a replicare. Per esempio Morgan, cantante e giudice di X Factor, da Asia Argento (la compagna storica da cui ha avuto una figlia) è passato a Jessica, concorrente dell'ultima edizione del reality, che pare una fotocopia della figlia del re italiano dell'horror: stessa aria un po' maledetta, capelli lunghi scuri, broncio anche col sorriso, sguardo malandrino. Ora anche Jessica è incinta, nelle ultime foto della coppia lei, giovanissima, mostra un bel pancino.
Certo è di aspetto che si parla: quanto di più apparentemente superficiale, riguardo a una persona. Quindi magari le due fanciulle, la ex e la nuova, nulla c'entrano una con l'altra, se le si conosce bene, se non ci si ferma al colore dei capelli e al lineamento del viso e alle smorfie. E però - superficialmente, per carità - non si può fare a meno di notare somiglianze singolari, che a un analista potrebbero garantire la parcella per qualche anno: perché è difficile credere che a spingere i seriali dell'amore sempre nelle braccia della stessa donna siano soltanto gli ormoni, i geni, la chimica. Dopo la modella brasiliana Gisele Bündchen, Leonardo Di Caprio ha svolazzato da una bellezza all'altra, ma non si è spostato granché dal punto d'inizio. Sempre lì è tornato: con la recente Blake Lively, ma pure con Bar Refaeli e con la recentissima Erin Heatherton. Tutte bionde, viso sfilato, capelli lunghi e lisci, corpi perfetti.
Verrebbe da dire: la prima sarà orgogliosa. Chissà che botta di autostima, vedere che l'ex proprio non ce la fa a lasciarti, e ti cerca in tutte le altre. Ma per lui non sarà invece un modo per vendicarsi, e lasciarla sempre, in un circolo che pare davvero l'eterno ritorno dell'uguale (estetico, sempre, ci mancherebbe)? Per restare a Nietzsche, questi maschi stanno attaccati al loro piolo, non dell'istante, ma dell'apparenza: affezionati a un modello, non lo mollano più. Forse hanno solo scarsa fantasia: sperimentate le capacità e il successo una volta, perché sforzarsi di percorrere altre strade? Squadra che vince non si cambia, dicono al bar (sempre i maschi), e pazienza se la relazione precedente è finita male: per un po', comunque, è durata. Così Bruce Willis dopo decenni di Demi Moore si è rifatto una vita con una sosia, Emma Heming; Nicolas Sarkozy, lasciato da Cécilia, ha ritrovato lo stesso stile della ex moglie in Carla Bruni; Johnny Depp è partito da Kate Moss, ha messo su famiglia con Vanessa Paradis, si è distratto con Eva Green, tre copie per stile e fascino. E non è che Johnny Depp o Di Caprio abbiano scarsa scelta, si suppone: è proprio che ricadono sempre lì. Viene da chiedersi che cosa ne pensi lei, la clone: si sentirà soltanto un rimpiazzo della clonata? Proverà una gelosia da ammattire (dovrebbe, probabilmente)? Ne avrà parlato con lui? Un discorso premilinare, del tipo: non è che stai con me solo perché sono la reincarnazione di quell'altra? Ma è dubbio che l'argomento sia stato affrontato, in questi casi. Forse la clone non si accorge di esserlo, forse lui, del resto, nemmeno capirebbe la domanda: probabilmente si limiterebbe a cambiare canale, col telecomando, gira gira ed è tutto uguale. Così facile, così rassicurante, come uno schermo tv. Ultrapiatto.

Commenti

Nadia Vouch

Lun, 30/07/2012 - 10:12

D'altra parte a sentirsi unici ed irripetibili, si finisce con il restare soli.

MMARTILA

Lun, 30/07/2012 - 19:38

Dopo tutte le sniffate non capiscono più quale sia la realtà e quale invece l'illusione.

galerius

Lun, 30/07/2012 - 20:24

Ognuno di noi ( parlo ovviamente da un punto di vista maschile )ha, anche se non lo vuole ammettere, un tipo ideale di bellezza in mente e si sente attratto ( non parlo di semplice attrazione fisica, ma di quel qualcosa in più che ti fa sognare ) da persone che incarnino più o meno quel modello. Più che alla ricerca di un clone, direi che i personaggi citati sono 'incappati' in quello stesso modello che le loro "ex" incarnavano ; la cosa mi sembra, in fin dei conti, molto normale.