Ma io non ci sto a sparare nel mucchio

Giornali scatenati: uno dei suicidi spacciato per "esodato". Eppure dare la colpa al ministro è pericoloso. Da D'Antona a Biagi c'è chi ha pagato le riforme con la vita

Il ministro del Welfare Elsa Fornero

Caro direttore,

la stampa e la tv italiane sono unanimi, compreso il Giornale in cui scriviamo, finalmente. Tutti presentabili, todos caballeros. L'unanimità si fa su un punto chiave: la politica, le banche, il governo, la legge sulle pensioni, la legge sul lavoro, ma per andar più spicci la ministra Elsa Fornero, che fa rima con cimitero secondo una filastrocca cara alle militanti amiche dell'ex ministro Oliviero Di liberto: ecco chi è responsabile della tragedia familiare di Civitanova Marche. Tre persone si sono suicidate, la strage è di Stato. Finalmente un presidente di assemblea elettiva, la gentile onorevole Boldrini, issata su quello scranno per meriti umanitari dalla lista laburista di sinistra che l'aveva eletta nel segno della narrazione anticapitalistica di Nicola Vendola, decreta con la motivazione della sua partecipazione ai funerali il significato politico dell'evento, ne offre per così dire la lettura ufficiale.
I telegiornali confermano la sera di venerdì scorso quel che si comincia a leggere nei siti internet e nelle agenzie del pomeriggio, quella di Civitanova Marche è una storia di esodati, di gente espulsa da ogni reddito per colpa della disattenzione di ministri che hanno riformato le pensioni facendo un pasticcio antipopolare, e l'Huffington Post Italia titola che la legge Fornero è la causa della doppia impiccagione e del suicidio a mare di Civitanova, almeno secondo la Cgil. Twitter pullula di cazzoni a 5 e più stelle che fanno risuonare la parola magica dell'esodo coattivo come il bastone che dovrà colpire ogni inciucio, tecnico o politico. Tutti i webbisti dei miei stivali si mostrano sicuri, come per un riflesso condizionato da cani di Pavlov, del fatto che dietro quella tragedia che si dovrebbe rispettare a sangue freddo, a ciglio asciutto, con emozione seria e non strumentale, si nasconde il diavolo del governo. Non è vero, non ci sono esodati tra i suicidi. Lo si scopre nella notte, e i giornali di sabato mattina, di ieri, almeno a questo punto stanno più attenti. Tuttavia, come hai titolato ieri con greve efficacia: è «strage di Stato».
Eppure, per essere sistematicamente vittime della stessa violenza faziosa (ricordate i moti della Bossi-Fini dei governi Berlusconi?) dovremmo dire la verità: il concetto di «esodati» è un totem ideologico, un gargarismo demagogico usato a piene bocche da politici cinici e sprovveduti, il problema è cento volte minore di quanto non si dica, la salvaguardia di chi sia incappato in questioni di raccordo temporale tra pensione e dismissione di un lavoro dipendente è amplissima, ma il termine «esodati» e il fatto in sé, la possibilità di addossare a una strega governativa la colpa di una sofferenza collettiva, è irresistibile. È demagogicamente biblico. Milioni di persone sono sistematicamente disinformate, e si bevono la favola della donna cattiva che ha sparso dolore sociale e sofferenza esistenziale, fino alla negazione della vita, all'annientamento. E a me, scusami caro direttore, viene da vomitare.
Ezio Tarantelli fu ucciso perché era critico della scala mobile dei salari e lavorava con Bettino Craxi al suo superamento. Roberto Ruffilli perché voleva fare la riforma della Costituzione, la più bella del mondo secondo l'imbonitore Benigni. Poi una lunga teoria di violenze che culmina, prima con l'uccisione di Massimo D'Antona, consulente per le riforme del lavoro dei governi di sinistra, e poi undici anni fa con l'omicidio di Marco Biagi, il giuslavorista che cercava con governi di ogni tipo, ma in particolare con il team del ministero del Lavoro messo in piedi da Berlusconi e Maroni e Sacconi, la strada giusta per aumentare la base occupazionale del Paese e farlo uscire da una situazione folle di protezione totale per le generazioni passate e di esclusione sociale per i giovani e le generazioni future. Questo non è un Paese in cui si possa impunemente fare la rima con «cimitero», sia che questa rima nasca da «camerata basco nero» sia che nasca da «ministra Fornero». In dissenso con amicizia

PS Ma a parte questo, c'è di più. C'è una professione o una corporazione di professionisti che ha fatto il callo all'uso cinico della tragedia. Che sa con voluttà fare eco a quel balordo discorso parlamentare di Di Pietro in cui Monti è accusato di aver portato la gente al suicidio. Siamo diventati gente che non ha un punto di vista, anche immoralista se necessario, e dà in pasto all'opinione pubblica solo quello che presumibilmente l'opinione gli chiederebbe in funzione di consolazione e di rassicurazione. Ma sì, non c'entra il fatto che la nostra produttività del lavoro è insostenibilmente bassa, che il debito è forsennatamente alto, che il welfare è generoso come da nessuna parte al mondo, che siamo patrimonialmente uno dei popoli più ricchi d'Europa, più ricchi dei tedeschi. Non c'entra la realtà delle cose, che le riforme liberali dovrebbero contribuire a cambiare, non c'entra la responsabilità della società, dei suoi modelli di risparmio, di investimento e di consumo. C'entra l'uomo nero o la donna nera, c'entrano i festini di Berlusconi e i banchetti danteschi in cui la signora Fornero spolpa come ossicini i resti dei bravi italiani vessati dalle sue leggi. Siamo «tragidiaturi», come dicono in Sicilia, e da bravi canterini non abbiamo il sentimento tragico della vita.

di Giuliano Ferrara

Commenti

Walter72

Dom, 07/04/2013 - 15:33

Questa cara Signora deve pagare con i suoi denari le scelte intraprese...altro che! Che restituisca quanto ha preso nel suo breve incarico che tanto danno ha fatto al paese! Si vergogni Signora!!! Lei e il caro Sig. Monti!

gguazzaroni

Dom, 07/04/2013 - 15:45

Sig.Ferrara dato che l'intelligenza non le fa certo difetto canbi idea al più presto. Le nefandezze prodotte da questa persona sono sotto gli occhi di tutto il mondo.

Ritratto di unLuca

unLuca

Dom, 07/04/2013 - 16:11

I morti di Civitanova Marche non erano CHOOSY. Non hanno capito nulla eppure sono ancora al governo questi incapaci.

Ilgenerale

Dom, 07/04/2013 - 16:13

Per questo a scuola non sopportavo i secchioni, tutto fumo e niente arrosto. Non è che non credo nello studio, anzi, sono laureato in storia, ma l'università che conta di più per me e' l'università della vita, quella che manca a questi signori!

Mario-64

Dom, 07/04/2013 - 16:14

Gia' ,tipico della nostra mentalita' strampalata: viene il medico a dirci che abbiamo la polmonite e noi ,invece di prendere antibiotici, lo copriamo di insulti. Manco fosse colpa sua... Se la miseria fosse ragione sufficiente per un suicidio mezzo miliardo di indiani dovrebbe togliersi la vita ,no? E che dire del fatto che in Francia ,prima della crisi, c'erano tre volte piu' suicidi che da noi? A chi avrebbero dovuto dar la colpa i francesi? Le ragioni per un gesto tanto estremo lasciamole agli psicologi ,buttarla in politica ,come faceva DiPietro e' una vera porcata.

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Dom, 07/04/2013 - 16:17

il fatto che questi "ministri" abbiano potuto varae riforme del lavoro assurde nel totale silenzio di quelli che anni addietro si sbracciavano sino ad impugnare le armi e a seminare il terrore la dice lunga sul fatto che quelli forse erano gestiti da qualcuno

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 07/04/2013 - 16:20

E dopo questo articolo tutti vivranno meglio. @Ilgenerale L'università della vita è la scusa dei miseri. L'università vera, quella che conta e decide, è quella dei libri da studiare 13 ore al giorno. L'arrosto prodotto dalla vita è solo speculazione, oppressione degli onesti e vera delinquenza. Io non sono mai stato un secchione e me ne pento amaramente, sto cercando di recuperare, sono quasi alla terza laurea e mi rendo conto di quanto imbecille sia stato. L'Italia è in queste condizioni pietose proprio perchè si stanno premiando le esperienza pratiche e non quelle teoriche. Siamo ormai il terzo mondo, grazie ai praticoni e agli arronzoni.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Dom, 07/04/2013 - 16:53

Egregio Ferrara, diamo per scontato che gli ultimi tre suicidi nulla hanno a che fare con gli esodati e con la crisi che ci attanaglia da circa un paio d'anni! Che ci dice della sessantina, forse più, suicidi degli ultimi 18 mesi o giù di lì?! Bravi i giornalisti che hanno escluso le ultime tre vittime dalla mattanza montiana/forneriana! Invito detti giornalisti ad indagare sugli altri 60/65 suicidi!! Poi, vi prego, fateci sapere l'esito!!"

vince50

Dom, 07/04/2013 - 17:05

Troppo facile avendo il culo al caldo e ben protetto giocare con la sorte del prossimo e piangere,almeno il pianto lo lasci a chi ne ha motivo ringraziando i grandi salvatori della patria e i decreti SALMA ITALIA.

swiller

Dom, 07/04/2013 - 17:07

Apartire dagli anni 80 siamo stati, e siamo ancora governati da ladri.

WSINGSING

Dom, 07/04/2013 - 17:17

chi ha scritto l'articolo in vita sua non avra' mai avuto problemi di sopravvivenza-

46gianni

Dom, 07/04/2013 - 17:24

nuovo ZINGARELLI < sfiga > = fornero

Ritratto di Mariador

Mariador

Dom, 07/04/2013 - 17:27

E' vero, c'è chi ha pagato le riforme con la vita ma c'è pure chi ha pagato con la vita certe riforme....

Ric60

Dom, 07/04/2013 - 17:28

Non ho mai amato e apprezzato la Fornero ma devo dire che non avrei mai pensato di essere in accordo con G.Ferrara....Non esistono, purtoppo, solo responsabilità individuali ma colpe collettive...e le abbiamo ,chi piu' chi meno, un pò tutti

Silvio e me ne vanto

Dom, 07/04/2013 - 17:28

Evviva, è comparso giggino pisolino e ci a, scusatemi per l'acca mancante, ma io ho solo un titolo, notificato di avere quasi tre lauree! Non ne avevamo dubbio e adesso ci rendiamo conto come mai non c'è una Università italiana tra le prime 200 al mondo! Non solo, ora sappiamo bene di quanto tempo da perdere dispone il ns eroe cibernetica! Studia e passa le sue giornate su tutti i forum del Giornale. La paghetta la riceve da mamma per lo studio e dal partito per scribacchiare qui', poi "quanno c'avra' tempo penserà a lavora', tanto lo famo noi pure pe lui"!! Dai giggino che è in arrivo un'altra travaso di bile, non bastasse quella che ingurgiti dal "94! Bue, bye.

Silvio e me ne vanto

Dom, 07/04/2013 - 17:35

Scusa giggino pisolino tre lauree, dimenticavo che in tutto il tuo post c'è solo una verità e cioè che anche tu ammetti, come già noto a tutti noi, di essere un imbecille! Attendevamo da tempo questa tua confessione!! Bravo, 30 e lode!!

stazione

Dom, 07/04/2013 - 17:45

la Fornero ha fatto quello che doveva!!x rimediare ai danni di Berlusca!! è ditelo una volta.......

Ritratto di Mariador

Mariador

Dom, 07/04/2013 - 17:48

oh, a Giulià, vuoi vedere che adesso è colpa nostra, dei comuni italiani, se alcuni in preda alla disperazione la fa finita. Io personalmente non ho mai lontanamente contribuito ai 2000 Miliardi di debito pubblico. Chiediamo conto ai ben noti di questo sfacelo ma temo siano intoccabili.Uno per tutti:un certo Romano con le sue privatizzazioni

vince50

Dom, 07/04/2013 - 18:01

In ogni caso se fosse possibile crocifiggerla non sarebbe l'unica,bisognerebbe fare un fila di croci come le pale eoliche.

Silvio e me ne vanto

Dom, 07/04/2013 - 18:02

Scusa giggino pisolino ma non o, me manca sempre l'accademia, ben capito cosa significa "l'arrosto prodotto dalla vita(!!??) è solo speculazione, oppressione degli onesti e vera delinquenza". Certo capire una frase tanto illuminata ed illuminante non è da tutti. Non sarà' che per l'arrosto sei rimasto ad una delle puntate di "Cotto e mangiato"? Comunque giggino pisolino "tre lauree" deliciazi ancora con la tua coltura (e' giusta la o oppure ci vuole la u) culinaria. Grazie.

chiara2012

Dom, 07/04/2013 - 18:10

tutto vero ,dott.ferrara,tutto così ammirevole.ma una domanda,nei vostri anni sinistri,a torino,eravate compagni insieme ?quelli che ci volevano fracassare il cranio?lei non è mai così delicato e sensibile con chi non arriva da sinistra,è inutile e mi spiace.

st.it

Dom, 07/04/2013 - 18:23

La signora in questione non ha avuto remore a sparare nel mucchio,fare una legge sulle pensioni che prescinda da equità e giustizia e tenga in considerazione solo i saldi contabili,e gli intoccabili con pensioni a molti zeri adducendo motivazioni quanto meno bizzarre.Sul mucchio c'è da sparare eccome:non glielo ha mica ordinato il medico di fare la ministra,e nemmeno ha avuto un mandato elettorale,per cui se non si hanno proposte valide si può anche rimanere a casa a fare la calzetta.

roberto.morici

Dom, 07/04/2013 - 18:34

"La Fornero non va crocifissa". La crocifissione è ormai in disuso, e da moltissmo tempo....

Ritratto di Blent

Blent

Dom, 07/04/2013 - 18:45

questa donna ha creato una disparita' sociale enorme , la sua riforma doveva partire dal tagliare il privilegio a chi ha preso la pensione dopo soli 16 anni di lavoro . da li in poi si poteva discutere di tutto , ma i primi dovevano essere loro.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Dom, 07/04/2013 - 18:46

Non so se i vicini di casa, i concittadini, il parroco dei tre poveri suicidi, abbiano fatto la loro parte. I tre disperati sono "il prossimo". Parola desueta. Per mascherare la nostra indifferenza e magari il nostro menefreghismo, dobbiamo pur dare la colpa a qualcuno. Così ci liberiamo la coscienza. Altra parola desueta. A chi dare la colpa? alle istituzioni che avranno pure le loro, ma non servono a coprire le nostre.

Ritratto di centocinque

centocinque

Dom, 07/04/2013 - 19:18

Caro Ferrara, la fornero ė responsabile.

stazione

Dom, 07/04/2013 - 19:19

potete pubblicare qualche mio commento??? non offendo nessuno,solo la vostra intelligenza!!

pinocchioudine

Dom, 07/04/2013 - 19:20

NON PARLATE PIU' DI QUESTA INUTILE, ANZI DANNOSA PERSONA!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 07/04/2013 - 20:01

No io non sparo nel mucchio, sparo alla fornero. La ceffa in questione, con il c.lo suo e della sua prole ben protetto dalle infamie del mercato, ha fatto una riforma per risolvere dei problemi, a oltre ad non averne risolto nessuno, ha peggiorato quelli esistenti, e ha peggiorato l'esistenza di milioni di persone. Il peggio del peggio che potevano scegliere, oppure l'hanno scelta con senno. Non tutti hanno il pelo sullo stomaco, la spietatezza, nessuna moralita' per fare il boia.

Paolo Perticaroli

Dom, 07/04/2013 - 20:06

Ma è lo stesso Ferrara che sparava a pallettoni contro il rientro del Cav in politica, oppure un suo omonimo?

Silvio e me ne vanto

Dom, 07/04/2013 - 20:13

Elsa Fornero ed amm. Di Paola a quando le prossime lacrime? Anche gli italiani vogliono piangere, piu di quello che già fanno, ma per la vostra dipartita!!!

ammazzalupi

Dom, 07/04/2013 - 20:15

Nel mucchio, no. Ma in testa SI! Ha affamato i pensionati che prendono pochi spiccioli e ha salvato i suoi "pari" che riscuotono più pensioni da decine di migliaia di euro! Buttatela all'IMMONDEZZAIO. La giusta collocazione della monnezza!

Cesare46

Dom, 07/04/2013 - 20:33

X STAZIONE Ma sei proprio ciusy, fai parte degli ottusi che non sanno dire altro che "berlusconi"

Cesare46

Dom, 07/04/2013 - 20:37

X STAZIONE Spero tu abbia dei figli che se non altro almeno un lavoro a tempo determinato lo avevano. Dopo la riforma "fornero" i tuoi figli dovranno aspettare 60/90 giorni prima di essere riassunti dopo un primo contratto. Erudisciti prima di blaterare

Cesare46

Dom, 07/04/2013 - 20:44

Caro Sig. Ferrara, deciditi o stai da una parte o dall'altra. Era così importante mettere tutti quei paletti dannosi e complicare le assunzioni ? Il lavoro scarseggia meglio che niente non sarebbe meglio lavorare almeno qualche giorno. ? tanto il lavoro non lo creano con riforme faragginose ma semplificando il tutto. Quello cha hanno fatto è esattamente il contrario.

Cesare46

Dom, 07/04/2013 - 20:50

Se non avete capito bene ve lo spiego con un esempio: prima della riforma se una persona aveva un contratto a tempo per 6 mesi non doveva aspettare 90 giorni per essere riassunta. ora si. Leggete le norme e poi mettetevi nei panni di chi potrebbe dare lavoro (anche se solo a tempo) visto i tempi che corrono. Un datore di lavoro non si diverte e non cresce licenziando o offrendo solo lavoro a tempo.

Cesare46

Dom, 07/04/2013 - 20:52

Questi incapaci lasciassero stare di fare riforme, sarebbe tutto di guadagnato per noi.

Giacinto49

Dom, 07/04/2013 - 20:58

Non credo che le colpe di quanto avviene siano del Ministro Fornero. Peraltro l'unico che assumendosi appieno le proprie responsabilità ha messo la faccia a sostegno di iniziative poco popolari. Le responsabilità vanno cercate in chi per decenni ha fatto vivere tutta Italia in preda al più immeritato gozzoviglio e che ancora oggi propone ricette per garantire o ripristinare il gozzoviglio di cui sopra.

piedilucy

Dom, 07/04/2013 - 21:55

no non bisogna sparargli semplicemente bruciarla viva come si bruciavano le streghe

piedilucy

Dom, 07/04/2013 - 21:58

a biagi dobbiamo il precariato carissimo ferrare è bello sputare sentenze con un posto fisso super pagato e sicuro fino alla pensione o in mancanza della pensione fino alla morte

robylella

Dom, 07/04/2013 - 22:00

Ferrara, lei era una persona intelligente, purtroppo il grasso le è arrivato al cervello... Questa donna è indifendibile, come il resto del governaccio dei prof!

revolution2k

Dom, 07/04/2013 - 22:25

Egregio Ferrara, la signora fornero è indifendibile.per essere dei buoni ministri della repubblica occorre conoscere almeno un po' il settore che si va ad amministrare.la signora fornero era (ed è) completamente avulsa dal mondo del lavoro e delle pensioni.nella sua sconfinata arroganza e presunzione la fornero riteneva che bastava aver letto e scritto dei libri per aver capito tutto e passare alla storia con la riforma più grandiosa che fosse mai stata fatta.ci è passata, alla storia,ma per aver scritto una delle pagine più tristi e raccapriccianti della storia di tutte le legislature.una sola persona a cui è stata lasciata una responsabilità tanto enorme quanto immeritata.quindi,signor Ferrara,al suo posto spenderei delle buone parole per chi le merita davvero.

Hamish

Dom, 07/04/2013 - 23:49

Tipico articolo di uno che ha il suo ampio deretano al calduccio e non ha necessità di dover mettere il piatto a tavola. Uno che fino a poco fa prendeva 3 mila euro al giorno per dire 4 cretinate in tv per 5 minuti (3 mila euro di soldi pubblici) che volete che ne sappia della sofferenza della gente?

vittorioenrici

Lun, 08/04/2013 - 00:13

Certo che Ferrara non ha subito i tagli pazzi di questa ministra , allora come mai nei TG di oggi si parla di migliaia di posti di lavoro persi, di assunzioni in forte calo ? Di sicuro ce la crisi internazionale , ma la colpa maggiore proviene dalle leggi della Fornero, e poi se non si sente in colpa perchè non và ai funerali delle sue vittime ? tranquilla che non ti punira la giustizia italiana perchè è peggio di Lei, ma la giustizia divina, speriamo presto.

Accademico

Lun, 08/04/2013 - 00:48

Di Giuliano Ferrara ho sempre apprezzato l'onestà intellettuale. Che ha però smarrito in questa occasione.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Lun, 08/04/2013 - 01:30

cosa c'entra la fornero? equitalia va indagata!

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 08/04/2013 - 06:56

No, caro Ferrara. Questa donna incapace DEVE essere "crocifissa mediaticamente". E poi succeda quel che succeda.

mares57

Lun, 08/04/2013 - 07:45

Egregio Signor Ferrara, secondo Lei che cosa è una riforma? Forse chi non è stato colpito pesantemente dal governo Monti non ha idea di quello che significa.

Ritratto di unLuca

unLuca

Lun, 08/04/2013 - 07:47

Elsa non va certamente crocifissa, va cacciata nel più breve tempo possibile, e vanno cancellate tutte le sue strampalate tracce dal nostro ordinamento.

pinet47

Lun, 08/04/2013 - 07:51

Alla faccia della trasparenza. I commenti che criticano l'elefantino non sono pubblicati. Dov'è finito il mio commento. Non c'erano offese.

CARLINOB

Lun, 08/04/2013 - 08:19

cARO eLEFANTINO qUANDO LE RIFORME SONO UNA IDIOZIA IN EFFETTI CHE TOCCA PROFONDAMETE CENTINAIOA DI MIGLIAIA DI PERSONE AL MODO DELLA RIFORMA FORNERO CI STA ANCHE IL RISCHIO 11 ma ce l'ha una testa la Fornero??'

Ritratto di centocinque

centocinque

Lun, 08/04/2013 - 08:29

Ferrara non dica stronzate:disoccupazione rispetto al 2011 l'aumento è del 13,9%. Nel solo ultimo trimestre persi 329.259 posti, con un incremento del 15,1% sullo stesso periodo dell'anno precedente. Nessuno vuole crocifiggere la fornero, basta che si tolga dai piedi insieme al bianco chiomato lustrascarpe della merkel.

mariolino50

Lun, 08/04/2013 - 09:16

Il caro Ferrara certamente non ha problemi di mettere insieme il pranzo con la cena, anche se viste le dimensioni un pò si sana fame gli farebbe solo bene, molti quando arrivano alla vera disperazione o fanno del male agli altri, magari a quelli che hanno la colpa, oppure verso se stessi, la fortuna di queste carogne è questa, la gente si ammazza invece di andarli a cercare casa per casa.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 08/04/2013 - 09:29

Da molto tempo ho l'impressione che, malgrado l'età ancora relativamente giovane, Ferrara non sia più lucido, anzi, per dirla chiaramente, sia proprio rinc*glionito, e questo articolo ne è l'ulteriore conferma. La riforma Fornero, come ormai riconosce perfino la Confindustria, è stata pura macelleria sociale, aggravata dalla totale incompetenza della ministra che si era letteralmente dimenticata degli esodati: in relazione ai quali, la situazione - come so per esperienza personale, avendone una in famiglia - è drammatica, e se Ferrara non lo sa, il disinformato è lui, oppure è im malafede piena e totale. In quanto alla legge cosiddetta Biagi, lungi dall'aumentare la base occupazionale del paese ha creato una nuova categoria, i precari a vita, quelli il cui contratto viene rinnovato di sei mesi in sei mesi magari per otto o dieci anni, sempre senza assunzione definitiva, e conseguentemente senza poter imbastire un qualsiasi progetto di vita: ma questo Ferrara, chiuso nel suo egoismo di privilegiato ignorante, non lo sa, o meglio, finge di non saperlo e sostanzialmente non gliene frega niente. Francamente mi chiedo come mai Il Giornale continui a pubblicare articoli di questa odiosa persona, che, come ben diceva (una volta tanto!) il vecchio Scalfari, è dannoso al paese, alla sua parte politica e a se medesimo: e anche, aggiungo io, al quotidiano che lo ospita.

Ritratto di Roger.de.Valmont

Roger.de.Valmont

Lun, 08/04/2013 - 09:36

Fanno più male al cdx articoli come questo che cento Boccassini......

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 08/04/2013 - 09:52

Ferrara fuck off!!!!!!!!!!!!!!!!!!! La Fornero andrebbe prelevata, come facevano i fascisti o i partigiani durante la guerra civile, e passata per le armi, lei e tutto questo governo di merdacce chiamato a fare killeraggio nei confronti del popolo! Poi si penserà a chi li ha votati in parlamento. Ma li occorrerà fare come faceva Videla in Argentina o Pinochet in Cile, riunirli tutti al Flaminio di Roma e gassarli tutti quanti, senza distinzione di cadrega politica. Se continua così la vita qui in Italia, è probabile che questi fatti si avverino veramente!

marvit

Lun, 08/04/2013 - 10:36

Ferrara,forse non sei informato sugli effetti della riforma della signora in oggetto. Ti faccio l'esempio concreto di un mio conoscente. A tre mesi dalla pensione "65 anni".1)Gli hanno scippato 9 anni di sostanziosi contributi INPS e non potrà mai recuperarli.2)Gli hanno allungato di altri 15 mesi il pensionamento.3)Doveva riscuotere fra tre mesi il cumulo di una pensione integrativa contratta con assicurazione privata.Ed anche in questo caso hanno posticipato,per legge,il pagamento di un altro anno.Ed in più è senza lavoro:l'avessero ammazzato almeno..era meglio

chiara2012

Lun, 08/04/2013 - 12:11

e questo articolo dimostraancora una volta che il COMUNISMO è una malattiainguaribile.non si smette di essere comunisti,non si può.