IRONIA COI CRONISTIAmato: «Presidente? Sì, solo a Orbetello del circolo tennis...»

L'ironia per depistare. Giuliano Amato diventa «il dottor Sottile». «Chiamarmi presidente? - risponde ai giornalisti che lo intercettano alla Normale di Pisa -. Sono stato presidente del Consiglio e per le regole italiane c'è un “semel semper”, mi chiamano sempre presidente. Io però preferisco pensare che sia per il tennis club di Orbetello, che presiedo da tempo». A chi gli chiedeva se avesse sentito Napolitano ha risposto: «Nessuno mi ha telefonato». Poi scherza con chi chiede se potesse essere riproposto il prelievo forzoso, come nella sua esperienza a Palazzo Chigi del '92: «Lei quanti soldi ha in banca? Dica, dica...». Ma torna serio per chiarire sulla sua pensione da 31mila euro. «I 31mila euro cumulano la pensione con un vitalizio che ogni mese io destino ad attività di beneficenza. Continuando così si fa passare l'unico parlamentare che ha rinunciato al vitalizio come percettore di prebende: è il mondo alla rovescia».