Irpef, la polemica continua. Gasparri e Calderoli: "Denunceremo Renzi"

Dopo lo scontro con Grasso e i tecnici del Senato, Renzi mostra il cedolino con gli 80 euro promessi. Ma rischia la denuncia

Non si placa lo scontro politico sul bonus Irpef di 80 euro e sulle rilevazioni dei tecnici del Senato. Dopo gli stracci che sono volati tra Matteo Renzi e Pietro Grasso, la polemica potrebbe raggiungere le vie legali. "Io e Calderoli faremo nelle prossime ore una denuncia all’autorità giudiziaria nei confronti di Renzi che ha detto che gli uffici del Senato hanno mentito", ha annunciato Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato di Forza Italia.

"Renzi che mostra cedolini con 80 euro non sta dimostrando la sua verità rispetto a quella prospettata dai tecnici del Senato sulle coperture. È semplicemente la testimonianza che sta incrementando il debito pubblico", gli ha fatto eco Roberto Calderoli, esponente della Lega e vicepresidente del Senato. "Qualcuno spieghi un po' di finanza pubblica al nostro improvvisato presidente del Consiglio. I rilievi del servizio Bilancio del Senato non riguardano gli 80 euro che sicuramente saranno nella busta paga di 10 milioni di italiani per consentire al Pd di vincere le elezioni, bensì il fatto che questi 80 euro non hanno coperture certe e danno origine a un buco di bilancio che si tradurrà in nuove tasse, aumenti della benzina, olii minerali, tabacchi, tagli lineari, sanzioni da parte dell’Unione europea", ha tuonato Renato Brunetta.

A difendere il presidente del Consiglio è intervenuto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che ha dichiarato: "Il decreto Irpef ha avuto la firma del Presidente della Repubblica, l’ok dalla Ragioneria Generale dello Stato e dagli uffici legislativi e finanziari della Camera dei Deputati. Eventuali freni che dovessero venire dai tecnici del Senato risulterebbero incomprensibili".

Alla fine però Grasso è intervenuto sul tema e ha chiamato Calderoli e Gasparri. "Non bisogna travalicare i limiti della contesa politica e bisogna rispettare le istituzioni": questo - spiega una nota - il senso della telefonata. "Come ieri, sono intervenuto con forza a difesa della serietà e della competenza degli uffici del Senato e delle prerogative dei senatori, perché ritengo che la difesa delle istituzioni sia irrinunciabile. Oggi ho chiamato i vicepresidenti Gasparri e Calderoli per chiedere loro di fare un passo indietro rispetto all’idea della querela al presidente del Consiglio. Il dibattito tra maggioranza e opposizione, anche in campagna elettorale, non può e non deve arrivare al conflitto e alla delegittimazione tra le istituzioni fino al punto di pensare di rimettere all’autorità giudiziaria temi che possono essere mantenuti all’interno di un dibattito pre-elettorale".

Commenti
Ritratto di marforio

marforio

Sab, 10/05/2014 - 13:57

E la mafia continua a comandarci.

Ritratto di Gio47

Gio47

Sab, 10/05/2014 - 14:15

chiedo a Renzi, il nominato, perché io pensionato a '1400 euro mensili non ho avuto gli 80 euro? certo che ha fatto e fate una bella pubblicitá ai sindacati arraffoni e che non difendono i lavoratori ma i loro interessi.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Sab, 10/05/2014 - 14:42

Se l'avesse fatto Berlusconi a Debora Serracchiani sarebbe venuta l'orticaria e i magistrati sarebbero subito intervenuti per voto di scambio. E l'UE avrebbe mandato lettere di protesta e Re Giorgio avrebbe cominciato a lanciare moniti in nome della carta costituzionale più bella che c'è. Lo fa il PD (che finisce per premiare indiscriminatamente magnaccioni e fannulloni della P.A.) e nessuno deve osare replicare alcunché.

Ernestinho

Sab, 10/05/2014 - 15:01

X Gio47 Sei nella mia medesima situazione. E' da mesi che lo ripeto, sempre. Sono pensionato con moglie e due figli a carico. Ebbene, a me, non mi spettano neanche i miseri €. 80. E' come se in una famiglia con tre figli la mamma dà la carne ad un figlio ed agli altri due dicesse: "per voi non c'è carne, non ci sono abbastanza soldi. Anzi, da oggi in poi mangerete ancora di meno per dare la carne a vostro fratello!" Questa è la politica italiana!

Raffi70

Sab, 10/05/2014 - 15:22

la serracchiani dice: "Il decreto Irpef ha avuto la firma del Presidente della Repubblica, l’ok dalla Ragioneria Generale dello Stato e dagli uffici legislativi e finanziari della Camera dei Deputati" E CI CREDO E TUTTA GENTE DI SINISTRA MESSA LI AL MOMENTO OPPORTUNO PER POI BOCCIARE LE COSE DI DX E FAVORIRE QUELLE DI SX COME AD ESEMPIO LE NOMINE CHE HA FATTO RENZI ULTIMAMENTE SECONDO VOI DOPO IL PADRE DELLA BOSCHI PER COMPENSARE METTEVA QUALCUNO DI SINISTRA ? SOLO AMICI SUOI E VICINI AL PARTITO

vince50_19

Sab, 10/05/2014 - 15:34

Oramai tutti contro tutti, volano stracci in casa e fuori casa! Ah.. cosa non si fa per la cadrega, eh? Facce da..

cgf

Sab, 10/05/2014 - 16:19

@Debora Serracchiani TUTTO il debito italiano ha SEMPRE avuto la firma del Presidente della Repubblica, l’ok dalla Ragioneria Generale dello Stato e dagli uffici legislativi e finanziari.... considera 'comprensibile' non solo il debito accumulato, ma lecito aumentarlo? Perché non lo dice in piazza *SENZASCORTA* a Pordenone?

linoalo1

Sab, 10/05/2014 - 17:38

Chiunque lo voglia,può stamparsi un 'cedolino' a piacere!Lino.

linoalo1

Sab, 10/05/2014 - 17:49

Le Donne,stanno bene solo dietro i fornelli!Altro che Politica!Solo posate,piati,bicchieri e ricette!Altrimenti,noi uomini,come facciamo a vivere^E,i figli?In sintesi:ad ognuno il suo compito;le donne facciano le donne egli uomini facciano gli uomini!Altrimenti,perchè la Natura ha fatto i due sessi?Solo per farci dispetto?Lino.

aitanhouse

Sab, 10/05/2014 - 18:10

nessuno dubita che con un atto di profonda ingiustizia sociale alcuni italiani prenderanno 80 euro in più nelle busta paga e quindi ne viene per logica che bisognava menzionare la cosa sul cedolino: mostrare il cedolino quindi sembra proprio un altro richiamo per ricordare un vomitevole "do ut des" . Quello che preoccupa invece, ed in modo pesante, è il post voto quando il buco provocato dall'inopportuna elargizione comporterà un'ulteriore mazzata sulle spalle dei soliti; una sola speranza ci conforta per l'esperienza passata: chi percorre queste strade va a sbattere velocemente. Anche se l'elezione europea sta assumendo connotati importanti per la politica in italia , noi di questo schifo d'europa non abbiamo più che farcene quindi che venga eletto questo o quello sappiamo che non sarà molto lontano il giorno in cui dovremo mandare al diavolo euro,troika ed europa per iniziare una nuova era dopo le devastazioni provocate da questa terza guerra mondiale ,combattuta non con le armi convenzionali,ma con le micidiali armi economiche e finanziarie non meno letali delle prime. Quando prima ci sveglieremo da questo micidiale torpore , prima ricominceremo a vivere in un paese libero e padrone del suo destino.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 10/05/2014 - 18:35

La Serracchiani sta già facendo danni, qui in Friuli, non riesco a capire come i miei conterranei abbiano votato una che viene da Roma. Cosa c'azzecca (per dirla alla di pietro) lei con il Friuli, non riesco a capirlo.

Miraldo

Sab, 10/05/2014 - 19:09

Vai avanti Calderoli e denuncia Renzi alias (pinocchio.2) lui è come Grillo sanno solo raccontare balle e fregare i cittadini.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 10/05/2014 - 19:30

Se bisogna denunciare lo si faccia,basta con il buonismo.!!

magnum357

Sab, 10/05/2014 - 19:41

Infatti quella di Renzi è solo una trovata elettorale che non ha copertura finanziaria ma è stata suggerita dai poteri forti per ammansire l'ira del popolo italiano, preso sempre più per i fondelli da una classe politica e dirigente dedita solo a ruberie da 50 anni a questa parte !!! Il popolo italiano è succube del potere centrale e non ha alcuna sovranità a dispetto di quanto previsto dalla Costituzione italiana.

Ritratto di Marco S.

Marco S.

Sab, 10/05/2014 - 19:47

Calderoli e Gasparri non hanno minacciato di passare alle vie di fatto, o di compiere violenza fisica contro Renzi, ma di rivolgersi ad un'autorità dello Stato per verificare come stanno le cose. A quanto pare per qualcuno il voler vederci chiaro equivale a mancare di rispetto alle istituzioni, ma spero che soprattutto Calderoli prosegua nelle sue intenzioni.

Ritratto di ohm

ohm

Sab, 10/05/2014 - 21:56

Caro premier, a fine mese ti scannerizzo le buste paghe dei miei colleghi e te li mando dirattamnete a palazzo Chigi chissà ti renderai conto delle balle che hai raccontato e dell'elemosina che hai fatto. Quella che ci mostri è un fake della busta paga !

robertit2002

Sab, 10/05/2014 - 22:42

ma....... pare una busta paga strana chi prende cosi in un ministero dove lo stipendio è sui 2000 euro , sicuramente è un precario ma perchè manca il nome , io vorrei vedere una busta con il nome e cognome

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Dom, 11/05/2014 - 02:15

Non trovo lineare l'interessamento "politico elettorale" del Pres. Grasso che dice: ""Oggi ho chiamato i vicepresidenti Gasparri e Calderoli per chiedere loro di fare un passo indietro rispetto all’idea della querela al presidente del Consiglio."" - VUOL DIRE CHE NEMMENO I SENATORI HANNO PIU' LA FACOLTA' DI DECIDERE NELL'INTERESSE DELL'ELETTORATO.... IN SOSTANZA DEBBONO STARE ZITTI.... COME DIRE GIU' I PANTALONI.... - A CHI CONVIENE QUESTO TANTO RISPETTO ??? -- CERTAMENTE AL PD CHE HA IMPRONTATO TUTTA LA CAMPAGNA ELETTORALE DI RENZI SULLE 80 EURO E CHE TUTTI QUELLI CHE VANNO IN TELEVISIONE RIPETONO A MEMORIA PER BOMBARDARE IL CERVELLO DELL'ELETTORE. ---- INFINE NON TUTTI DICONO CHE ALLA FIN FINE SU QUESTE 80 EURO .... LO STATO DOVRA' ATTINGERE IN CAPITALE SOLE PER 40 EURO EURO, POICHE' IL CITTADINO CHE E' TENUTO A SPENDERE PRODURRA' 16 EURO DI IVA E 24 EURO DI IMPOSTA CHE LE AZIENDE DOVRANNO SBORSARE ALLO STATO PER AVER INCAMERATO UN VOLUME IN PIU' DI 80 EURO LORDI.--- ALLA FIN FINE NON E' ALTRO CHE UN ALLARGAMENTO DELLA """ CARTA ACQUISTI """ CHE LO STESSO BERLUSCONI HA MESSO A BENEFICIO DEGLI ITALIANI CON BASSO REDDITO O INCAPIENTI, A SUO TEMPO IL CARO SILVIO CAVALIERE BERLUSCONI (che di titoli di Cavalierato ne ha ben nove) NON HA FATTO IL GRADASSO COME STA FACENDO REMZI. -- A VOI LA INTERPRETAZIONE IN CHE STATO CI TROVIAMO E IN CHE MANI DI SOGGETTI CI TROVIAMO.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 11/05/2014 - 09:15

Grasso prima lancia la pietra poi nasconde la mano!

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 11/05/2014 - 09:38

Grazie a Silvio che lo tiene a galla. Questo è' innegabile.

cameo44

Dom, 11/05/2014 - 10:04

Renzi si vanta di essere il rpimo Governo della storia che restirui sce soldi agli Italiani si vede che per Lui come per la Bonafè i pen sionati piccoli artigiani ed imprenditori non sono Italiani visto che sono stati esclusi da questa restituzione in quanto alle polemiche il presidente del Senato Grasso si deve dare una regolata perchè ritiene lecito il suo richiamo a Renzi in merito a quanto detto per il Senato è altrettanto lecito che Gasparri e Calderoli facciano denuncia ma siamo alle solite se le cose son fatte dal PD al quale appartiene Grasso sono lecite se sono fatte dalla Lega e da FI sono solo pole miche e mal fatte

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 11/05/2014 - 10:21

Renzi crede che ha a che fare con dei mongolini: pubblica il cedolino di un dipendente per dimostrare la sua buona fede, ma nessuno metteva in dubbio che lo avrebbe fatto a partire proprio dal mese delle Europee... Però, perchè non dire che questo beneficio per pochi, sarà pagato da tutti?

terzino

Dom, 11/05/2014 - 10:43

Si continua a menar il can per l'aia. E' solo una partita di giro, quello che viene concesso con la mano destra è già stato abbondantemente prelevato con la mano sinistra. Qualcuno obietterà meglio averli che non averli, giusto ma i conti si fanno quando ci sarà l'accredito e perchè a tanti, la maggioranza, proprio nulla? Non prendiamoci in giro, mancia elettorale.

fcf

Dom, 11/05/2014 - 11:16

Prima ci togliamo dai piedi il Senato , gli oneri che comporta e la sua inutilità di doppione , meglio è per tutti.

gianfranco1966

Dom, 11/05/2014 - 11:18

tutta questa messa in scena degli ottanta euro non servira a niente. i comunisti del pd non governeranno mai questo paese perche gli italiani sanno quel che sono veramente. alle cazzate di renzi fra un po di tempo non ci credera piu nessuno, è gia morto politicamente. gli ottanta euro non servono a niente inoltre danneggiano ancora di piu i conti dello stato. quindi, siccome con l euro l economia non riprendera mai, saremo travolti da nuove tasse e balzelli. grillo ormai è maggioranza nel paese come partito unico, mentre come coalizione il centrodestra è maggioranza. l antieuro e l antipolitica travolgera tutto e tutti. silvio questo non riesce a capirlo...ma vedo che da alcune dichiarazioni riesce a percepirlo....

moshe

Dom, 11/05/2014 - 11:56

PERCHE' NON DENUNCIARLO? LEGGETE COSA SUCCESSE A BERLUSCONI !!! ..... ..... ..... Durante l'ultima campagna elettorale Berlusconi promise, in caso di vittoria, di restituire agli italiani l'Imu per il 2012. Subito la sinistra passò al contrattacco e, anziché impegnarsi nell'ideare proposte alternative, magari, più convincenti, pensò bene, come al solito, di usare la giustizia per combattere il Cavaliere. Diverse furono le denunce presentate a partire dallo scorso febbraio, con l'accusa di voto di scambio. Uno dei primi a denunciare Berlusconi fu Antonio Ingroia, leader di Rivoluzione civile. ..... ..... ..... LA SINISTRA E' SEMPRE PIU' IL MARCIUME DEL PAESE !!!!!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 11/05/2014 - 12:46

Mi sembra un acquisto di votanti però.................vedremo.

emmea

Dom, 11/05/2014 - 13:04

Che si denuncino pure tra loro. Ormai credo siano solo agli sgoccioli e manca poco al giorno del giudizio. Pensate, uno che si sarebbe preso i soldi del proprio gruppo parlamentare, che li avrebbe investiti in una polizza vita a nome proprio che gli avrebbe fruttato oltre diecimila euro, che avrebbe restituito i soldi solo dopo esplicita richiesta (ma, parrebbe, senza versare anche il rendimento), e che perciò è stato rinviato a giudizio per peculato, vorrebbe denunciare Renzi che avrebbe detto udite, udite, che gli uffici del senato hanno mentito sulle coperture del decreto mancia elettorale. Totò avrebbe detto che quest'ultima, al confronto è una quisquilla e una pinzellacchera, ma tantè. Beh', staremo a vedere come finiranno entrambe le vicende giudiziarie, di una delle quali sappiamo fin d'ora che ci sarà un dibattimento ed un giudizio mentre dell'altra non sappiamo ancora se il fatto costituisca reato. Questa e' un'altra delle ragioni per cui FI prenderà una sonora batosta alle prossime elezioni. Berlusconi ha negato giustamente la candidatura a Scajola alle politiche passate ed in queste europee, e a mio modo di vedere dovrebbe pretendere da Gasparri le dimissioni. Invece, FI fa votare contro l'arresto di un deputato del PD accusato di gravissimi reati mentre lo stesso PD lo vuole in manette, polemizza contro l'arresto di Scajola e si scaglia contro l'inchiesta e gli arresti delle tangenti all'Expo di Milano. Semplicemente pazzesco e da suicidio. La gente ha sete di giustizia, di pulizia, di trasparenza e di moralità nella vita pubblica e loro parlano di pelosamente di garantismo come se l'Italia fosse la Nigeria.