Ispettore ferito in servizio costretto a pagarsi il ticketDopo la medicazione, arriva a casa il bollettino

MilanoA novembre, dopo un inseguimento e un incidente stradale (conclusisi con l'arresto di un albanese «specializzato» nei furti in appartamento) lui e il suo collega, malconci dopo uno speronamento in auto, erano andati a farsi medicare all'ospedale Niguarda. Certo, Emanuele Brignoli, ispettore capo alla sezione criminalità straniera della squadra mobile e segretario regionale dell'Ugl polizia di Stato, non avrebbe mai immaginato di vedersi recapitare la richiesta di pagamento con tanto di bollettino da parte dell'ospedale per «prestazioni non urgenti erogate dal pronto soccorso», ovvero un codice bianco. «La prossima volta cercherò di farmi più male - ribatte ironico l'ispettore -. Mi è capitato varie volte di accompagnare dei balordi al pronto soccorso. Che, proprio perché portati in ospedale da un poliziotto, cioè su richiesta di organi di pubblica sicurezza o polizia giudiziaria, non vengono sottoposti a ticket. Non è ammissibile che operatori di polizia, esposti quotidianamente al rischio di infortuni sul lavoro, si vedano costretti a pagare le cure mediche. L'ospedale? Mi ha contattato e l'hanno messa sul burocratico. Oltre a dire che ero un ispettore di polizia e a dimostrare che mi ero fatto male in servizio, non avrei formulato la parola esatta: infortunio sul lavoro. Insomma: mi sono fatto male in servizio, devo pagare e la colpa sarebbe tutta mia».PaFu

Commenti

cgf

Mar, 09/07/2013 - 09:34

MEGLIO farsi accompagnare da un collega allora... magari nel frattempo chiedere l'elenco delle persone che dovrebbero essere in servizio e scoprire chi manca e chi è di 'troppo'.

piertrim

Mar, 09/07/2013 - 09:48

Caro ispettore, indaghi su chi ha "Santi" al Pronto Soccorso, Lei probabilmente non ne ha. Auguri di pronta guarigione.

eureka

Mar, 09/07/2013 - 13:26

Solo i parlamentari hanno il servizio sanitario anche per i conviventi gratis. È inutile trovare scuse, il marcio parte dall'alto e molti, troppi, ci navigano tranquilli alla faccia nostra.

franco@Trier -DE

Mar, 09/07/2013 - 13:51

Queste sono"COSE ITALIANE".EUREKA DEVO DARTI DEL FESSO TU GUARDI SEMPRE GLI ALTRI?SE L'ALTO RUBA RUBI ANCHE TU?

killkoms

Mar, 09/07/2013 - 16:29

e poi ci lamentiamo che la sanità va a rotoli!

Ritratto di ludaucr

ludaucr

Mar, 09/07/2013 - 17:28

La prossima volta si faccia accompagnare al Pronto Soccorso da... un delinquente! Così sarà giustificato. Questa è l'Italia!...