Gli italiani preferiscono tagliare le tasse misure per il lavoro

Il Pdl in pressing sul governo per alleggerire la pressione fiscale. Un sondaggio Swg gli dà ragione: "Il Pdl è più in sintonia col suo elettorato"

La pagina del modello F24 alla voce Imu

All'interno del governo è in corso un vero e proprio braccio di ferro tra chi vuole stanziare più soldi per incrementare il mercato del lavoro e chi, invece, punta a usarli per abbattere il livello mostruoso di pressione fiscale. Comunque vada a finire il Pdl è determinato ad aspettare l'esecutivo al varco per modificare il decreto lavoro ed eliminare tutti i balzelli voluti dal governo Letta per coprire il rinvio dell'aumento dell'aliquota Iva. "Al Senato modificheremo la copertura per il rinvio dell’aumento dell’Iva - ha promesso il capogruppo del Pdl al Senato Renato Schifani - chiedere un acconto fino al 101% è solo una partita di giro". Ma gli italiani cosa preferiscono? Alleggerire la pressione fiscale o attuare politiche che servano a creare posti di lavoro?

Dovendo scegliere, la maggioranza degli italiani (52%) preferirebbe diminuire le tasse che, stando agli ultimi dati, è arrivata a superare la soglia psicologica del 50%. Insomma, per più di sei mesi si lavora per mantenere la pachidermica macchina pubblica. Nessun risparmio, solo bollette, tasse e imposte. Proprio per questo, secondo un sondaggio realizzato dall’Istituto Swg in esclusiva per Agorà, in cima alle priorità degli italiani c'è senza alcun dubbio la necessità di dare una sforbiciata alla pressione fiscale. Nel dettaglio, opterebbero per la diminuzione delle tasse due elettori su tre di centrodestra e il 58% del Movimento 5 Stelle. A pensarla diversamente è oltre la metà dell’elettorato del centrosinistra (61%), secondo cui è invece prioritaria la creazione di nuovi posti di lavoro. "Il centrodestra - ha osservato Roberto Weber, presidente Swg - è un po' più in sintonia con il suo elettorato rispetto al centrosinistra".

Commenti
Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 28/06/2013 - 12:46

Le misure per il lavoro non servono a niente se si comprimono i consumi. Ma se non si comprimono i consumi, aumentano le importazioni e di conseguenza aumenta il deficit. Insomma, se non si esce dall'euro, non se ne esce da questa assurda situazione.

Baloo

Ven, 28/06/2013 - 12:48

Non si favorisce l'occupazione senza spingere in alto la domanda interna. Senza domanda nessuno assume nessuno, neppure a condizioni in astratto favorevoli !

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 28/06/2013 - 12:58

"Il Pdl è più in sintonia col suo elettorato". E' talmente in sintonia che continua a perdere voti. Ma che film state guardando ?

pasinels

Ven, 28/06/2013 - 13:04

bisogna proprio essere degli imbecilli nati a non capire che se non riparte l'economia diminuendo le tasse e di conseguenza aumentare il consumo nessuna azienda assumerà del personale ! E poi chi si fida ad assumere ? Con questi sottospecie di politici che non vedono più in là del proprio naso ? Che ogni giorno ne inventano una ? Decisioni strategiche no, eh ?

Zizzigo

Ven, 28/06/2013 - 13:09

Se non si decima la P.A. e non si dà una poderosa sfrondata al fisco, è perfettamente inutile decretare per il lavoro, perché l'edificio non starà in piedi che per pochi attimi. Oramai siamo comunque distrutti!

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Ven, 28/06/2013 - 13:10

A parte i sondaggi taroccati a cui ricorrete pur di avallare le vostre tesi ritengo che la preoccupazione maggiore per gli italiani che hanno un figlio, un nipote o un fratello a casa a girarsi i pollici sia quella di trovargli un'occupazione. Poi tutto il resto è....noia

silviob2

Ven, 28/06/2013 - 13:13

Non c'è il minimo dubbio! Queste misure temporanee (18 mesi max) non servono a nulla! Una riduzione generalizzata delle tasse farebbe moooooolto di più per il lavoro.

mares57

Ven, 28/06/2013 - 13:15

Totalmente inutili questi provvedimenti. Senza riduzione di tasse e balzelli su tutti i fronti, non ci sarà ripresa. L'Italia fa rifondata dalle fondamenta ed è ora di fare ciò che serve anche se all'Europa non piace. Ma siamo stufi di chiacchiere. Eliminare l'IMU sulla prima casa, Ok, e sui capannoni, negozi ecc? Non si può nemmeno detrarre dall'IRPEF, quindi si paga l'IRPEF sull'IMU Pressione fiscale da strozzini in più non viene applicata in base al reddito, uno schifo totale. Tagli? Non ne ho visti. Ripeto schifo totale. Credibilità? Zero. Se procediamo ancora su questa linea, prima Monti ora Letta non voterò più. Ma non resterò a casa per sentire minch... che dicono beh in America nemmeno votano. Che paragone! Metterò scheda bianca, perchè chi mi ha delusa non è la sinistra, che non ho mai votato è il CDX, la lega buona solo a chiudere ospedali altro che difendere il territorio! Grazie Cota. E un PDL che non tutela i suoi ,fa solo chiacchiere chiacchiere chiacchiere e di queste prese in giro ne ho francamente abbastanza.

silviob2

Ven, 28/06/2013 - 13:15

Ma come si fa a chiamare accounto una percentuale del 101%?

Massimo Bocci

Ven, 28/06/2013 - 14:51

Gli Italiani VERI, predirebbero di gran lunga sforbiciare (la TESTA!!!) del regime COMUNISTA-CATTO!!! Dei LADRI che dal 47,che li usa come pecore da tosare più volte l'anno e fino alla settima pelle, (per i loro privilegi e agi di casta e MAFIA!!); Ma dato che questo rimarrà una pia illusione democratica (liberale), dato che il REGIME DEI LADRI e i suoi lanzichenecchi addestrati e soprattutto (super pagati), non sembrano intenzionati a smettere il SACCO ITALICO!!! Un vero massacro,ne tanto meno limitarsi nell'ingozzarsi e nel fare macelleria sociale, come da dettato COSTITUZIONALE..... di RUBARE,RUBARE,RUNARE. non ci rimane che sperare nel messia (Israelita) il Liberale ,liberatore!!! Un nuovo Bunga Bunga o il medesimo RISUSCITATO!!!! Per toglierci di dosso tutta questa zavorra parassitaria.

tiptap

Ven, 28/06/2013 - 14:58

Abbassare le tasse, e per tutti! Non solo per i clienti della sinistra, coop, sindacati, falsi poveri, ecc.! Togliere la "longa manus" (e sporca e criminale mano) dello stato ingordo dalle attività produttive, dalle attività sociali, dalla scuola, dalla magistratura, dalla TV di stato, ecc. ecc. ecc.

Ritratto di Scassa

Scassa

Ven, 28/06/2013 - 15:08

scassa Vi ricordate il film " tutti a casa " ? Il bel Paese e' così !!! Di conseguenza ha il governo che si merita ! Quei pochi con un residuo di dignità farà bene ad emigrare . È senza rimpianti !!!!!!!!

Roberto Monaco

Ven, 28/06/2013 - 15:17

Ma visto che il PDL è al governo, perchè non dimostra tutta questa sintonia con i suoi elettori e sforbicia, per la prima volta nella sua storia, l'Irpef, come promesso nel 2001 da Berlusconi sul Contratto con gli Italiani? O gli effetti di quel contratto era previsto entrassero in vigore nel 2037?

petra

Ven, 28/06/2013 - 15:56

Baloo, attualmente l'Italia sta in piedi grazie alle imprese che esportano. Le misure sui giovani potrebbero quindi interessare queste imprese, ma con la condizione posta dal governo sulle assunzioni che devono essere a tempo indeterminato, cambierà poco o nulla rispetto ad ora. Di questi tempi, nel dubbio, non si assume affatto. Oppure si assume all'occorrenza a tempo determinato, come si è fatto finora, rinunciando piuttosto alle agevolazioni. Me l'ha detto proprio ieri un imprenditore.

titina

Ven, 28/06/2013 - 16:11

infatti se producono e nessuno compra... a che serve produrre? Potrebbero ridurre almeno le prime aliquote irpef per dare un po' di ossigeno ai consumi.

moranma

Ven, 28/06/2013 - 16:13

appunto, con il suo elettorato, cioè con molta gente che non ha problemi di lavoro , ma che pensa di pagare troppe tasse non ostante che molte già le evada!

swiller

Ven, 28/06/2013 - 17:00

Siamo governati da somari incompetenti.

m.m.f

Ven, 28/06/2013 - 17:04

vediamo di cancellare la tassa lusso sulle auto,il limite al contante,la segnalazione a carico di chi spende con mezzo tracciato oltre i 3600 euro.

moranma

Ven, 28/06/2013 - 18:00

x m.m.f : appunto....come volevasi dimostrare!

pimask.11

Ven, 28/06/2013 - 18:34

Gli italiani preferiscono che si taglino le tasse, certo, ma non tutti solo chi le paga. Gli incentivi per il lavoro per la maggior parte andranno al Sud, quindi come al solito soldi buttati.

Ritratto di capcap

capcap

Ven, 28/06/2013 - 18:35

E' elementare la diminuzione delle tasse ed i pagamenti della P.A. danno un effetto immediato. Il rilancio del lavoro è un volano con ritorni a madio-lungo tempo!

Ritratto di capcap

capcap

Ven, 28/06/2013 - 18:42

Sino a quando i commenti sono un modo per esprimere i propri sentimenti(?)non produrranno benefici ma solo odio! Cerchiamo di essere positivi. L'attuale disastro è il risultato del nostro egoismo!

Ritratto di scriba

scriba

Ven, 28/06/2013 - 19:43

ELEMOSINA PER BEOTI. La tutela a chiacchiere dei disoccupati può abbindolare qualche sprovveduto avvezzo a mangiare il panino di partito. E' un'elemosina indegna ed inoltre basata su teoremi ideologici fasulli partoriti da scatole craniche sprovviste, oltre che del contenuto istituzionale, anche della minima nozione di economia. Il lavoro si crea favorendo lo sviluppo e non per decreto ( o meglio decretino).