Ius soli alla parmigiana

L'idea era arrivata in estate, accodandosi ai proclami nazionali. Ora lo ius soli in salsa parmigiana ha avviato il suo iter anche in consiglio comunale dove ieri è stata votata la delibera. Il primo cittadino Federico Pizzarotti, assente in aula al momento del voto, aveva però fatto sua l'idea lanciata dal consigliere di opposizione del Pdci Ettore Manno e intende rilasciare una «cittadinanza onoraria» a tutti i bimbi nati in città da genitori stranieri che risiedano in Italia da almeno 5 anni. Che siano prove di intese fra i grillini e il Partito democratico o prove di integrazione non è ancora dato sapere. L'opposizione di centrodestra, dal Pdl all'Udc, considera questo procedimento di carte bollate tempo perso e fuori luogo appare anche la procedura del conferimento dell' «imprinting ducale»ai nuovi bimbi: il registro dei nuovi «parmigianini» verrebbe infatti aggiornato due volte l'anno e la nuova patente «dop» sarebbe conferita a Sant'Ilario, il 13 gennaio, quando la città ducale conferisce le sue più alte benemerenze civiche.

Commenti

killkoms

Gio, 19/09/2013 - 11:06

ma non sarebbe ileggale tuto questo proliferare di attestati fasulli?la cittadinanza è regolata dalla legge,e allora?

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 19/09/2013 - 13:05

Inutile dire che in Congo non sanno neppure cosa sia lo "jus soli". Inutile dire che non è vero quanto affermato da Kyenge circa l'ampia diffusione dello "jus soli" tra gli stati della UE, talché non sappiamo se pensare che la congolese sia male informata o se fare considerazioni decisamente peggiori sul suo conto. Quanto alla “parmigiana” mi viene solo da ridere, anche perché non vivo a Parma.

killkoms

Gio, 19/09/2013 - 14:27

@02121940.la congolese è semplicemente in malafede,poichè sà benissimo come funziona la cirttadinanza in europa e nel mondo!è solo una complessata che nonostante abbia acquisito la cittadinanza(comoda)col matrimonio e con 2 figlie nate qui,si sente sempre straniera!