Jerry il bassotto accende una faida familiare La moglie furiosa denuncia l'ex deputato

«Quando finisce un amore, così com'è finito il mio», come cantava Riccardo Cocciante, può succedere di tutto. Pure che la ex coppia trascini nel turbine di recriminazioni, vendette, rappresaglie e questioni di principio esseri viventi la cui unica colpa è di aver vissuto per un po' con i due futuri nemici. Come il bassotto Jerry, un tempo felice cane di casa Ascierto a Montegrotto (Padova) e ora oggetto di una controversia che ha chiamato in causa la forza pubblica e che appare ancora lontana dalla conclusione.
«Quando se n'è andato ha prelevato il cane di mia proprietà, comunicandomi di averlo portato da un'amica», racconta Luana Levis spiegando di aver denunciato per appropriazione indebita Filippo Ascierto (nella foto), suo ex convivente ed ex deputato del Pdl. «Jerry è un bassotto tedesco a pelo ruvido color cinghiale che ho educato personalmente per cinque anni - dice Levis - È affezionato a me come tutti i cani si affezionano al proprio padrone. Non so che fine abbia fatto e sono molto preoccupata. Sono sicura che sta soffrendo molto». Di tutt'altro avviso l'ex parlamentare - nonché ex maresciallo dei Carabinieri - che dice: «Abbiamo un maschio, una femmina e una cucciolata. Nell'ultimo anno hanno vissuto con me. Lei vuole separarli, invece io sono disposto a darglieli tutti ma non solo uno. Mi sono stufato di ricatti da parte di questa signora».
Sullo sfondo della separazione Ascierto-Levis, che rischia di coinvolgere pesantemente anche Jerry e la sua famiglia, la conclusione dell'inchiesta anticorruzione denominata Pantano. Una storia di appalti con sospetto di tangenti che in ottobre ha portato in cella, dopo oltre due anni di verifiche, riscontri e intercettazioni, otto fra funzionari pubblici e imprenditori e per la quale sono indagati anche Ascierto e Levis, che devono rispondere di concorso in truffa aggravata e in malversazione. Il maresciallo in pensione, da solo, anche di millantato credito. Fra le utilità che i due avrebbero ottenuto grazie ai reati contestati ci sarebbero i lavori di «recinzione e sicurezza» della villa intestata ad Ascierto. Insomma, l'ex regno del povero Jerry ora conteso dalla coppia ormai unita solo dai problemi giudiziari.