L’INCHIESTA

«Gli accertamenti sono condotti a 360 gradi, non andiamo avanti per tesi precostituite o preconcetti ma facciamo le nostre indagini e lo faremo fino in fondo». Lo ha detto il procuratore di Massa Aldo Giubilaro intervenendo ieri a Firenze a margine di un convegno. «In questa vicenda, in tempi utili - ha aggiunto il capo della procura che ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo in seguito alla morte di due persone a Aulla -, arriveremo a fissare un punto certo, arrivando a dire che c’è o non c’è la responsabilità di qualcuno». Giubilaro ha poi spiegato che è «già al lavoro» il collegio di consulenti (un geologo, un ingegnere idraulico e un urbanista). «Hanno già svolto un sopralluogo e acquisito alcuni documenti - ha detto - e quanto prima daranno risposta ai nostri quesiti. osso dire che negli anni sono stati fatti degli interventi di natura urbanistica che dire superficiali e scellerati è tutto sommato poco».