L'ANGELUSNo a eutanasia e aborto «Pregate per le vite più fragili e minacciate»

«Saluto i numerosi partecipanti al raduno motociclistico Harley-Davidson e anche a quello del Motoclub Polizia di Stato». Con queste parole, pronunciate all'Angelus, Papa Francesco ha salutato ieri i tanti «bikers» giunti a Roma per il 110° anniversario della nota casa motociclistica. Poi, al termine dell'Angelus, in occasione dell'Anno della Fede, Papa Francesco ha invitato a pregare per «ogni vita umana, specialmente quella più fragile, indifesa e minacciata». Una condanna, seppur indiretta, ad aborto ed eutanasia.