L'ANNUNCIOSocietà partecipate: il governo rinnova solo i vertici di Cdp

Il governo ha confermato di non volere procedere alle nomine dei Cda in scadenza delle società quotate in Borsa, ma provvederà a quelle dei vertici della Cassa depositi e prestiti. È quanto è emerso al termine della Conferenza dei capigruppo della Camera. Il sottosegretario ai Rapporti con il Parlamento Giampaolo D'Andrea si attiverà perché il ministro dell'Economia Vittorio Grilli partecipi alla prossima capigruppo. Visto che l'assemblea della Cdp è fissata per mercoledì prossimo, non è da escludere che la Conferenza dei presidenti dei gruppi parlamentari della Camera sia convocata fra oggi e domani. Il governo, è la replica del M5s, «non ci ha dato motivazioni. Siamo basiti per l'atteggiamento di un esecutivo dimissionario “a targhe alterne” che di fronte alle nostre richieste ha fatto scena muta. Per noi è un abuso - dice Roberta Lombardi - ci aspettavamo delle motivazioni sulla necessità e l'urgenza di procedere alle nomine dei vertici della Cdp». Il sottosegretario D'Andrea ha risposto piccato agli strali M5S: «Ci sono motivi vari per cui il governo ha deciso di procedere».