L'assessore manda i vigili a fare karate

La gestione dell'ordine pubblico è difficile? A Padova 120 vigili urbani lasceranno la divisa per un po', indosseranno abiti comodi e inizieranno a studiare le arti marziali. Venti ore di corso in palestra tenute da esperti in materia, già in organico alla polizia municipale, per imparare il karate ma anche il Krav Maga, arte marziale israeliana molto in voga tra le polizia di tutto il mondo. Si tratta, secondo l'assessore alla Polizia municipale Marco Carrai di un ottimo metodo per difendersi da eventuali aggressioni ma anche per immobilizzare eventuali malintenzionati senza arrecare loro danni. «Basti pensare ai casi di trattamento sanitario obbligatorio», spiega Carrai. Chissà che qualche lezione non la prenda pure lui, che due anni fa fu vittima di un ingente furto nel suo appartamento. Assessore con licenza di difesa.