L'auto blu della Comandante

Ogni mattina un'auto civetta, bianca o blu, del comando municipale l'attende paziente. Lei scende dal treno, sale in macchina e va in ufficio, calandosi nella parte di pubblico ufficiale. Patrizia Verrusio comandante della Polizia municipale può contare su uno chauffeur fisso a spese della cittadinanza. Sembra un semplice «passaggio auto», ma per un atteggiamento simile un suo collega di Rovigo fu anni fa condannato. Ora un esposto-denuncia, firmato dai Comunisti lavoratori e corredato di quotidiane paparazzate fotografiche sul «vizietto» del comandante, proverà a fare chiarezza. Lei, bolognese, chiamata a Parma dal sindaco Federico Pizzarotti, dopo aver lavorato anche a Firenze e vinto contro Matteo Renzi una causa di lavoro per demansionamento, ama viaggiare comoda. Un contrasto stridente per Pizzarotti che invece viaggia in bici e lotta contro le auto blu. Patrizia Verrusio si è giustificata: «Sono già in servizio appena metto piede nel territorio di Parma». Il senso civico, no, quello resta sul treno.

Commenti

cgf

Mer, 10/07/2013 - 08:38

Di solito si prende servizio quando si entra in ufficio oppure provvediamo a farle trovare l'auto già dopo il ponte dell'Enza (è già Parma)? Magari una stazione tutta per lei...