Lavoro, Camusso all'attacco. Ma pure la sinistra la scarica

Addio all'unità sindacale. Bonanni boccia il "furore ideologico" della Cgil. E Palazzo Chigi gioca di sponda trattando con l'ala sinistra della Fiom

Roma - Un film già visto. Tanto che ieri a Romano Prodi, protagonista di uno dei prequel, è tornato in mente quando tentò di fare qualcosa di gradito a maggioranza e parti sociali e loro, per tutta risposta «sputarono sopra le mie idee».
Matteo Renzi dovrà prepararsi a un trattamento simile a quello del suo predecessore, perché la Cgil è tornata a officiare il rito dei no alle intese. Che arrivano, come tradizione, dopo bevi apparenti schiarite. I fatti sono noti. Il governo non convoca i sindacati confederali. Cisl e Uil chiedono segnali forti sulle buste paga dei lavoratori. Anche Susanna Camusso, leader della Cgil, li chiede, ma insiste soprattutto affinché il nuovo premier convochi le confederazioni. Renzi si nega, gioca di sponda tatticamente con i metalmeccanici della Fiom di Maurizio Landini, ala sinistra della confederazione. Non può essere lui, fan di Blair e premier delle decisioni veloci, a resuscitare il rito della concertazione, archiviato da sei anni.
Quindi il governo approva, in perfetta solitudine dal punto di vista delle parti sociali (Confindustria compresa), un piano fiscale in linea con le richieste dei sindacati. Poi un decreto lavoro che introduce flessibilità in entrata e cancella le rigidità introdotte dalla riforma Fornero, come chiedono le aziende.

Camusso prima esprime soddisfazione, salvo poi cambiare idea e chiedere un improbabile ritiro del decreto sul lavoro per fare partire il confronto con i sindacati. Arriva a minacciare lo sciopero generale, ma non può non sapere che il suo obiettivo è irraggiungibile. Al massimo una posizione di bandiera.
Dalla sua parte trova infatti solo la minoranza Pd di Stefano Fassina. Ieri l'endorsement scontato di Nichi Vendola. Tacciono persino esponenti labour del Pd come Cesare Damiano. Appare quindi un'arma spuntata quel «cercheremo di cambiare il decreto in Parlamento» annunciato ieri dalla stessa Camusso.
Se si vuole il paradosso è che questo è il governo che avrebbe potuto mettere d'accordo tutte le parti sociali. Gradito alle imprese; di sinistra, ma guidato da un cattolico. In un paio di settimane ha ottenuto il contrario. I tre principali sindacati si sono di nuovo divisi.

In particolare la Cisl, dopo mesi di unità sindacale, ha marcato la distanza di nuovo dalla Cgil. Raffaele Bonanni parla di «furore ideologico» da parte degli «altri sindacati», quindi della Cgil. Non capisce l'accanimento verso una forma di contratto, quello a termine, che ha le stesse tutele del più tipico dei rapporti di lavoro: salario, diritti, tutele e previdenza. Soprattutto in un periodo di disoccupazione, precarietà e lavoro nero. «Peraltro moltissimi contratti a termine si trasformano in contratti a tempo indeterminato, perché le aziende non vogliono perdere le professionalità acquisite», osserva.
I no della Camusso sono stati per ora frenati dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Le misure su contratti a termine e apprendistato, ha spiegato, «servono a creare le precondizioni affinché le imprese italiane possano riprendere a investire e produrre. E quindi ad assumere. Cosa che potrà accadere con meno vincoli».

Ma il merito del decreto e dei ddl del governo Renzi c'entra poco con il ritorno della Cgil all'opposizione. Il principale sindacato soffre della crisi di tutte le organizzazioni confederali centralizzate, Confindustria compresa, da quando i governi, a partire dall'ultimo guidato da Berlusconi, si sono rifiutati di fare entrare le confederazioni nella stanza dei bottoni. Di «no», Camusso ne pronuncerà altri. La palla è in mano a Renzi che dovrà decidere se andare avanti con il via libera di una sola parte del mondo sindacale. Monti e Letta, non ci riuscirono.

Commenti

mbotawy'

Dom, 16/03/2014 - 13:07

I Sindacati comunisti sono la piaga delle nazioni. Purtroppo l'Italia e' la piu' inquinata, e solo la eliminazione di questi sindacati, potrebbe salvare la nostra nazione dalla rivoluzione.

mbotawy'

Dom, 16/03/2014 - 13:07

I Sindacati comunisti sono la piaga delle nazioni. Purtroppo l'Italia e' la piu' inquinata, e solo la eliminazione di questi sindacati, potrebbe salvare la nostra nazione dalla rivoluzione.

mariolino50

Dom, 16/03/2014 - 13:08

Io stò lavorando con uno dei contratti capestro inventati guarda caso dalla cosidetta sinistra, trà poco saranno venti anni, non hai diritto a niente, niente ferie ne malattie ne carriera di alcun genere, ti possono chiamare in ufficio e buttarti fuori dopo 5 minuti come nell'ottocento. dicevano che se vuoi fare delle cose molto di destra le devi far fare alla "sinistra", traditori e mentitori senza ritegno.

agosvac

Dom, 16/03/2014 - 13:16

E' chiaro perchè la cgil vuole i tavoli, perchè, di solito, a "tavola" si magna e la cgil è abituata a magnare, e come se magna!!!

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 16/03/2014 - 13:32

Qualcuno mi spieghi perche queste pasionarie sono tutte racchie ?Da quel che io comprendo e' la loro frustazione a spingerle a sinistra.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 16/03/2014 - 13:43

questo atteggiamento dimostra che l'ideologia comunista c'è, eccome! e sta facendo danni! costringe infatti le aziende a fare scelte economicamente NON convenienti, spingendoli di fatto alla bancarotta! grazie tante ai sinistronzi :-)

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Dom, 16/03/2014 - 14:11

Camusso ... Camusso La signora prima di parlare dovrebbe presentare i bilanci certificati del suo sindacato ed incominciare a pagare l'IMU

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Dom, 16/03/2014 - 14:14

"furore ideologico" ???? Si tratta - più semplicemente - di speranza di sopravvivenza altrimenti dovrebbe andare a lavorare ...

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 16/03/2014 - 14:23

Il disastro "Italia" è maturato progressivamente negli ultimi 30 -40 anni, ma ha avuto il suo punto culminante, di non ritorno, con l'invenzione dell'ILOR a cura del duo Visco – Prodi, di cui il secondo aspira ancora ad essere pure sistemato al Quirinale, con a disposizione ben tre “règie” ereditate dai Savoia. Però bisogna riconoscere che i sindacati, a cominciare da quello comunista, hanno dato una buona mano per arrivare allo sfascio e pare che non vogliano perdere il potere di continuare a farlo, ora e nel futuro.

angelomaria

Dom, 16/03/2014 - 14:51

inchiodata in qualcosa che non ha piu'senso finche non capira che si fanno fli interessi sella fente non comw voi abituati solo fini a voi stessi ,ma tanto e'inutile e come parlare al[assato dove siete rimasti e il potere ottenuto grazie ai vostri amici pd pc seul come li volete chiamare no possono fare piu'nirnte per nessuno voi finirete schiacciati dagli stessi a cui avete fatto credere che lottavate per loro ibambini crescono ma voi no siete fermi agl'anni 60 e li morirete!!!!anzi gia'lo siete!!!

Azzurro Azzurro

Dom, 16/03/2014 - 15:20

se i komunisti sono contrari vuol dire che automaticamente il provvedimento e' corretto

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 16/03/2014 - 15:32

MA;QUALCUNO DEI KOMUNISTRONZI MI PUO SPIEGARE PERCHE CON UN SINDACATO KOMUNISTA COME LA CGIL-FIOM; L;ITALIA HA LE PAGHE PIU BASSE D;EUROPA; E LE TASSE PIU ALTE DEL MONDO?!.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 16/03/2014 - 15:34

MA;QUALCUNO DEI KOMUNISTRONZI MI PUO SPIEGARE PERCHE CON UN SINDACATO KOMUNISTA COME LA CGIL-FIOM; L;ITALIA HA LE PAGHE PIU BASSE D;EUROPA; E LE TASSE PIU ALTE DEL MONDO?!.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Dom, 16/03/2014 - 16:11

#pasquale,.. E LE TASSE PIU ALTE DEL MONDO?!. Perchè i sindacati strozzano le aziende!! Semplice

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 16/03/2014 - 16:37

ma quando manderanno a fanculo questi parassiti dela CGIL? sono il cancro dela democrazia, ostaggi di um idealismo Staliniano~maoistico, ladri in giacca e cravatta sulla pelle di poveri illusi che credono dela hipocrisia del COMUNISMO SOCIALE..

Ritratto di navigatore

navigatore

Dom, 16/03/2014 - 16:42

molti anni fa´ero nel sindacato ANPAC e trattavamo com l´azienda ogni problema in comune armonia, poi si sono infilati quelli di sinistra ed e´stata la fine,come sindacalista , noin si perceviva lacun beneficio era puro volontariato per il bene comune del sindacato..ma rtea um altra relata´...non cérrano i COMUNISTI...

cesaresg

Dom, 16/03/2014 - 18:40

Dove governavano i komunisti quei popoli erano alla fame. L'ex Unione Sovietica, la madre patria di tutti i comunisti del mondo, è caduta perché i loro popoli erano alla fame.

Tuareg33

Dom, 16/03/2014 - 19:46

Cara Camusso, i tempi sono cambiati.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Dom, 16/03/2014 - 23:01

Leggendo il Diario di Anna Frank si comprendono le ansie, i desideri, le preoccupazioni e tutto di una ragazza appena tredicenne; leggendo le parole della Camusso si leggono frasi trite e ritrite che non porteranno mai a nient'altro che tristezza e mancanza di speranza. Shalom

mario massioli

Lun, 17/03/2014 - 00:51

sindacati sveglia Per correggere gli errori che avete fatto nei decenni passati,consiglio. FATE un corso accelerato alla MMT di PAOLO BARNAD con i suoi 12 economisti (fuori dal coro). se volete veramente fare il bene dei lavoratori, ma anche vostri. LA ME-MMT è SCIENZA MACROECONOMICA,HA 100 ANNI DI STORIA.è SEMPRE STATA TENUTA BEN NASCOSTA DALLE LOBBI INTERNAZIONALI.(SPECIALMENTE NELLE UNIVERSITà) VOI AVETE IL DOVERE DI STUDIARLA E DIVULGARLA AI VS. ISCRITTI E AGLI ITALIANI. SIETE PAGATI PER QUESTO. SCOPRIRETE CHE UNO STATO SOVRANO, CHE ADOTTI LA ME-MMT è LA GALLINA DALLE UOVA D'ORO. LA SUA COLONNA PORTANTE è LA PIENA OCCUPAZIONE. AGITE BASTA CON I SOLITI RITI NON SIETE Più CREDIBILI. AVETE GIA ROVINATO ABBASTANZA L'ITALIA.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 18/03/2014 - 00:18

La virago con lo sguardo da reparto congelati del frigorifero ricomincia a mestare nella politica. PROBABILMENTE HA RICEVUTO ISTRUZIONI DAI TRINARICIUTI CHE NON SONO RIUSCITI A SMACCHIARE IL GIAGUARO.

lamde28

Sab, 22/03/2014 - 15:43

POVERO RENZI SE SI METTE A TRATTARE CON I SINDACATI.CON LORO NON COMBINERA MAI NIENTE Perché SONO UN DISASTRO TOTALE.

lamde28

Sab, 27/09/2014 - 15:22

BENE . LA SINISTRA LA SCARICA ?? TIRIAMO ANCHE NOI LA CATENELLA DEL VC , ADDIO E NON SE NE PARLI Più PERCHE' HA PROPRIO ROTTO I .......