L'AVVERTIMENTO DI TAJANI«Debiti Pa, dopo il voto l'Europa aprirà la procedura d'infrazione»

Sempre più vicina la procedura d'infrazione Ue contro l'Italia per i mancati pagamenti della Pubblica amministrazione. A sottolinearlo è stato ieri Antonio Tajani (nella foto), capolista per Forza Italia alle prossime Europee nella circoscrizione Centro e vicepresidente della Commissione Ue: «L'apertura della procedura di infrazione sui ritardi nei pagamenti della Pa è inevitabile e sarà fatta dopo le elezioni europee», ha sottolineato, rivelando anche che «la riunione del 5 maggio fra il governo e la Commissione europea non è andata bene e sarò costretto ad aprire la procedura di infrazione. È evidente e chiara la volontà del ministero dell'Economia di non pagare: è stato impedito anche a Matteo Renzi di fare un decreto e quindi è stato fatto un disegno di legge perché manca la volontà politica». «Il governo è intervenuto d'urgenza sull'intera materia», la replica del Mef .