Legge elettorale, asse Pd-Fi

Renzi pronto a dialogare con tutti sulla riforma: "Non va fatta a colpi di maggioranza". Ma il Ncd chiede di allungare i tempi. Alfano: "Serve lealtà"

Qualcosa di muove. Forse. La riforma della legge elettorale dovrà approdare alla Camera entro il 31 gennaio. A scandire i tempi è la commissione Affari Costituzionali durante un ufficio di presidenza accogliendo la proposta del presidente Francesco Paolo Sisto (Fi). Tuttavia, il Nuovo Centro Destra ha chiesto che l'iter venga legato a quello delle riforme costituzionali di cui si occuperà il Senato. La commissione presieduta da Sisto entrerà nel vivo della riforma elettorale solo dopo la pausa delle feste natalizie.

"Il termine del 31 gennaio non è tassativo, ma, vuole essere indicativo di una volontà di procedere rapidamente facendo le cose per bene. Abbiamo un mandato cui adempiere dalla Corte Costituzionale e del Paese. Dobbiamo dare una indicazione chiara, forte, un lavoro da svolgere rapidamente per non apparire ma essere", ha dichiarato Sisto.

Nel frattempo Matteo Renzi si è detto pronto a dialogare con tutti e ha accolto la approvazione di Forza Italia e la riprovazione di Ncd. Per Mariastella Gelmini, le dichiarazioni del segretario democratico stanno a indicare che "forse qualcosa nel Pd è cambiato. Da parte di Forza Italia c'è tutta la disponibilità a entrare nel merito di questa riforma: vedremo se alle parole seguiranno i fatti". Roberto Formigoni, senatore Ncd, ha invece avvisato: "Renzi sappia che, se fa accordi fuori dalla maggioranza, la maggioranza salta". In serata, il segretario del Pd ha ribadito: "Considero un ottimo auspicio il fatto che in commissione Affari costituzionali abbia stabilito il termine del 30 gennaio per il lavoro sulla legge elettorale. Con i regolamenti della Camera possiamo votarla la prima settimana di febbraio".

Il vice-premier Angelino Alfano condivide i requisiti indicati da Matteo Renzi per la legge elettorale e chiede solo che ci si muova con "chiarezza e lealtà". Durante la presentazione del libro di Vespa, il ministro dell'Interno ha spiegato: "Io non credo che Renzi voglia fare l’accordo con le opposizioni prima che con la maggioranza. Vogliamo una legge elettorale in cui la sera del voto si sappia chi ha vinto, in cui i cittadini si scelgano il proprio parlamentare e in cui chi vince abbia un premio di maggioranza che lo mette in condizioni di governare. La legge elettorale vogliamo farla subito, chi si sottrarrà pagherà dazio. Pure noi siamo contenti che si faccia subito. Vogliamo molto semplicemente che si faccia con le regole della correttezza e del rapporto politico leale".

Commenti

Duka

Mer, 18/12/2013 - 16:05

xNCD- IL GOVERNO DEVE SALTARE COMUNQUE. E' una banda di farlocchi che sta facendo solo danni irreparabili. APRITE GLI OCCHI!!!!

Sise

Mer, 18/12/2013 - 16:09

Ma tu guarda... la stabilità è un valore, non si può far precipitare il Paese in una crisi al buio, noi siamo responsabili e bla bla bla... E ora minacciano la crisi se non si fa come dicono loro, vero Formigoni?

Atlantico

Mer, 18/12/2013 - 16:17

Capirai che notizia ! Renzi che vuol parlare con Berlusconi ? Grandissimo furbo che usa strumentalmente B. per far fretta agli altri. Grande Matteo, avanti così.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 18/12/2013 - 16:55

Il ruggito del criceto... o della formica... Pensare che tutti sostenevano che su riforme costituzionali e legge elettorale sia necessario anche il dialogo con le opposizioni... Ne consegue che il governicchio è solo autorefrenziale e non fa gli interssi di nessuno se non i propri. Persino il PD se ne sta accorgendo.

Ritratto di gli.Abusivi

gli.Abusivi

Mer, 18/12/2013 - 17:15

hanno ragione i poltronisti aLfiniani della nuova casta demoniocristiana... quando si tratta di INTRALLAZZI DI PALAZZO col pd vogliono dire la loro ed a PIENO MERITO, ABUSIVI TRA GLI ABUSIVI,SENZA VINCOLO DI MANDATO E DI DECENZA

enzo1944

Mer, 18/12/2013 - 17:34

Forminchione non ha ancora capito che non conta più nulla!....e presto se ne accorgerà,quando Renzi dialogherà con altri partiti,e scaricherà gli infami ex-democristiani!!

Joe

Mer, 18/12/2013 - 17:35

Oh Alfanotti, guardate un po' che adesso la stabilità del Governo non è più così indispensabile per la ripresa dell'Italia?

linoalo1

Mer, 18/12/2013 - 17:38

I Nuovi Comunisti Democratici,ossia l'NCD'cominciano ad avere paura di non contare niente!Purtroppo per loro,è la verità!E se ne accorgeranno presto.Lino.

Ritratto di sailor61

sailor61

Mer, 18/12/2013 - 17:38

perchè Formiconi ritiene di rappresentare la destra? povero illuso e spero proprio che Renzi parli con Berlusconi e non con le pulci per la nuova legge elettorale!

Ettore41

Mer, 18/12/2013 - 17:53

Caro Formigoni e sai che ce ne frega. Se esce NCD rientra FI e voi lo prendete in quell posto. Renzi sta con chi vuole le riforme subito non dopodomani. Al riguardo avviserei che se si e' detto 31 Dic 31 Dic sia; non cominciamo con la solita menata: la data e' indicativa. Cosi' non vi crede nessuno. Una volta tanto fate i serii e fateci vedere che fate quello che dite. Che il termine del 31 Dic venga rispettato

Ritratto di onollov35

onollov35

Mer, 18/12/2013 - 18:12

Formigoni, siete rimasti democristiani, ma gli Italiani ti manderanno a casa.

vince50_19

Mer, 18/12/2013 - 18:31

Povero Angelino: non sa più che pesci prendere per restare a galla e cementificare il proprio partitino che sta perdendo consensi ogni giorno che passa. Ma non deve preoccuparsi più di tanto, ché a galla stanno solamente quelli come lui ugualmente, non solo traditori. Intendevo dire i palloncini gonfiati di boria e di arroganza.. Questo per nono essere frainteso.

Ritratto di maurofe

maurofe

Mer, 18/12/2013 - 19:01

Alfano commenta: "serve lealtà"....forse crede di essere a Zelig.....proprio lui chiede lealtà? Ridicolo!

scipione

Mer, 18/12/2013 - 19:28

Giovanardi!!!!!!!! La legge elettorale falso problema ????????? Ma che cazzo dici,vivi sulla luna ????? Non hai ancora ruminato ( come una vacca ) che siete tutti abusivi,che gli italiani non vi sopportano piu'e voi continuate a stare abbarbicati alle vostre luride poltrone con una faccia di merda maleodorante ? ELEZIONI SUBITO.VIVA IL POPOLO SOVRANO.VIVA LA DEMOCRAZIA.

moichiodi

Mer, 18/12/2013 - 19:44

ma non è normale che la legge elettorale si fa dialogando tra tutti i gruppi parlamentari? il giornale insinua sempre complotti e secondi fini. così scatena i commenti dei suoi fan.

scipione

Mer, 18/12/2013 - 19:53

mvasconi,mi scusi,temo che lei abbia confuso: non si tratta di ruggito di criceti o di formiche,ma di PIDOCCHI.

Gioortu

Mer, 18/12/2013 - 20:01

Formigoni non ha ancora capito che Lui conta come il due di picche a briscola. Vada a farsi fottere!!!

piero1952

Mer, 18/12/2013 - 20:05

Ma spiegatemi, dopo questa serie di ingiurie verso il NCD, domani, quando il giornalino metterà in prima pagina la noticia che FI è in crescita nei sondaggi e già è al 70-75%, nel CDX includerete ancora il NCD? Si attendono risposte...

CARLOBERGAMO50

Gio, 19/12/2013 - 07:33

BEL FURBO DI ALFANO, VUOLE SOLO PRENDERE TEMPO E PROCASTINARE IL PIU' POSSIBILE LE ELEZIONI, ALTRIMENTI PERDE LA POLTRONA COME I SUOI COMPAGNAEROS E POVERINI SI TROVERANNO TUTTI CON IL CU@@ PER TERRA.

Mario Marcenaro

Gio, 19/12/2013 - 09:30

πάντα ῥεῖ‎ (aforisma attribuito ad Eraclito: tutto scorre e nulla sta fermo, per cui non ci si può bagnare due volte nella stessa acqua di un fiume). Vero, ma con una sola eccezione, in Italia. Dove sembra che tutto scorra e si muova, ma dove in realtà almeno una cosa resterà sempre ferma ed immobile, un vero ossimoro da manuale: la politica "progressista"immobile, addirittura retrograda. Chiacchiere e promesse a fiumi ma quanto al fare, una vecchia foto d'altri tempi. Perché poi questo "privilegio" sia toccato all'Italia é un mistero le origini del quale si perdono nelle nebbie del passato, forse riconducibili ad una certa propensione e assuefazione al vassallaggio, tanto per potere risparmiare la fatica, certamente faticosa, di governare "saggiamente". D'altra parte non sempre la mescolanza delle razze da i migliori risultati, a parte ovviamente le ineccepibili eccezioni che, come si dice, confermano la regola. Di queste eccezioni sembra, dico sembra, che i cosiddetti progressisti tengano sfrenatamente di non volere fare parte.