Legge elettorale, il Cav ordina: va trovata un'intesa con Renzi

L'ex premier lascia a Verdini e Brunetta il compito di negoziare con il segretario. E congela il nuovo organigramma del partito: i nodi verranno sciolti a gennaio

Berlusconi parte per Arcore in mattinata, lasciando a Brunetta e Verdini i compiti per le vacanze: trovare la quadra con Renzi sulla legge elettorale. L'obiettivo: allearsi oggi con l'avversario di domani per arrivare al voto a maggio. L'operazione per pensionare Letta prosegue quindi sottotraccia anche se nelle ultime ore si registra uno stallo. Ma il Cavaliere non demorde e punta tutto sulle elezioni anticipate. Sa che l'operazione è difficile perché c'è di mezzo Napolitano che non ha nessuna intenzione di sciogliere le Camere e farà di tutto per puntellare questo esecutivo. Berlusconi ha un asso nella manica: l'impazienza e l'ambizione di Renzi. Il neo segretario del Pd, se rimane impaludato nelle pastoie di un governo che non governa, rischia di bruciarsi. Ecco che, quindi, la fretta di Renzi coincide nella fretta del Cavaliere. Il voto in primavera potrebbe rilegittimarlo come leader assoluto del centrodestra nella speranza che, contestualmente, l'avvocato Coppi porti buone notizie sul fronte dei ricorsi al processo Mediaset.

Altra considerazione: è vero che Renzi non vede l'ora di sfrattare Letta da palazzo Chigi ma non vuole lasciare le sue impronte digitali sull'omicidio dell'esecutivo. L'ideale sarebbe che fosse Alfano a staccare la spina. Motivo per cui l'ex sindaco di Firenze avrebbe già fatto partire un paio di missili in direzione dell'Ncd: contestarne l'eccessivo peso al governo e chiedere la testa di un paio di suoi ministri. Berlusconi osserva e spera che tutto si consumi nelle prossime settimane anche se qualche azzurro non nasconde l'azzardo della mossa: «Poi bisogna tornare nella trincea della campagna elettorale e battere Renzi. Non facile visto che finora non abbiamo un candidato premier forte e il partito ha bisogno di tempo per riorganizzarsi sul territorio», confida un anonimo deputato azzurro.

Già, il partito. Berlusconi prosegue sul doppio binario: da una parte confida nell'esperienza dei vecchi big che vantano truppe e voti sul territorio; dall'altra incita Marcello Dell'Utri e Marcello Fiori (il deus ex machina dei club Forza Silvio) a racimolare volti nuovi e preparati in vista della battaglia elettorale. Mentre la campagna sui club prosegue, in Forza Italia si registra qualche malumore: ancora si è in attesa dell'investitura dei vari coordinatori regionali. Un nodo che il Cavaliere non vuole sciogliere subito. Di fronte alle innumerevoli richieste dei diretti interessati, Berlusconi ha più volte ripetuto: «Mettetevi d'accordo voi, se mi fate un nome condiviso Regione per Regione per me va bene». Il problema è che trovare la quadra su un nome solo è più facile a dirsi che a farsi. Così, tutto viene rimandato a gennaio. Altra bega è l'insofferenza di molti deputati nei confronti di Brunetta: un caterpillar dal punto di vista lavorativo ma un vero osso duro dal punto di vista del carattere. Tanto che qualcuno vocifera che il prossimo capogruppo lo si debba scegliere votando, lanciando la candidatura di Raffaele Fitto: «Lui di voti ne prenderebbe molti. Certo di più di Brunetta», ammette un azzurro.
Berlusconi, delle dinamiche di partito, se ne cura fino a un certo punto ma con la testa è già in campagna elettorale. Tanto che questa mattina interverrà telefonicamente all'incontro dei giovani amministratori locali di Forza Italia, organizzato dal senatore Vincenzo Gibiino. Un'altra occasione per denunciare l'offensiva mediatica e giudiziaria e chiamare il suo popolo alla battaglia finale.

Commenti
Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 22/12/2013 - 09:40

"Allearsi" con Renzi per la L. Elettorale? Ma allora lo volete proprio morto il fiorentino. Appena in "Sezione" subodorano l'"inciucio", Renzi lo "fucilano" alla schiena, con D'Alema che ordina il "puntate, fuoco". - Già gli è venuta l'orticaria perniciosa, ai kompagnozzi, assistere alla "rinascita" di Berlusconi dopo che pensavano di averlo "sepolto" con qualche palata di terra, senza una prece. Figurarsi ritrovarselo davanti quale spietato "terminator". Gli viene lo sturbo irreversibile e definitivo ai kompagnozzi, rosi e rossi paonazzi di rabbia e d'invidia. Povero Renzi!

El Chapo Isidro

Dom, 22/12/2013 - 09:41

Il cavaliere ordina e i dipendenti del suo partito democraticamente obbediscono...forza italia, il primo partito piramidale al mondo!

handy13

Dom, 22/12/2013 - 09:50

...questi discorsi sugli accordi sono stucchevoli,..perchè c'è accordo se l'avversario fa come dico io,..quindi...anche Renzi ha detto si fa la riforma con chi ci sta,...NON dicendo,..con chi ci sta a farla come vogliamo noi,.quindi,...stucchevoli...

moichiodi

Dom, 22/12/2013 - 10:05

Complimenti cramer. Bravissimo a costruire una tigre di carta. Ma se non è capace di fare l'ufficio di presidenza, dato che non è nelle condizioni di ordinare niente a nessuno dei suoi assedianti(verdini,brunetta Gasparri e vecchie volpi belle). Per la legge elettorale non le viene il sospetto che il cavaliere venga spupazzato in funzione antialfano?

moichiodi

Dom, 22/12/2013 - 10:10

Che grande autorità! Ecco come ordina: 'mettetevi d'accordo voi che poi io nomino i coordinatori regionali' che polso, che comandante!

Gioa

Dom, 22/12/2013 - 10:10

Sto renzi poco diverso da letta...come al solito vogliono ma non vogliono...le mani dentro il "VASO DEL MIELE",nessuno ce le vuole mettere...renzi dice: il governo letta deve finire..poi: letta tranquillo il governo non lo faccio cadere.....SILVIOB. spero che Coppi faccia chiarezza e vengano alla luce gli INCIUCI...gli INCIUCI tenuti sempre nascosti non portano a nulla, aiutano sta specie di comunisti sempre sulla breccia con dire: tutto quello che accade a noi non ci tocca. Alla luce gli INCIUCI pè un rischio...ma se non si rischia non si "ROSICA"...renzi e letta insieme ma non insieme...sempre e comunque CONTRO FORZA ITALIA. Meglio prendere Grillo...PIU' VICINO AGLI INCIUCI DEI COMUNISTI, pd e via scrivendo. SILVIOB. meglio Grillo che le spara SECCHE!! Le trame e i complotti contro di Te con l'aiuto di Grillo...FORZA ITALIA ancora più forte. E' tutto un rischio...ma meglio rischiare in qualcosa e in qualcuno che si avvicina più a noi che in qualcosa o qualcuno che appena tu giri le spalle ti danno addosso. E' bene che l'ITALIA sappia quello CHE PIU' DI VERO ESISTE. Se poi così perdiamo....PAZIENZA ci ritireremo ma non PERDENTI MA VITTORIOSI perché POTREMMO DICHIARARE AL MONDO NOI: siamo incorruttibili e noi abbiamo lottato per i sani principi che non ci hanno permesso di realizzare. Ne usciremo di fatto sempre VITTORIOSI. FORZA ITALIA E' UN NUOVO PARTITO CHE NUOVO DEVE ESSERE IN TUTTO. FORZA ITALIA DEVE AIUTARE A FAR CRESCERE L'ITALIA. L'ITALIA DEVE CRESCERE CON FORZE NUOVE SENZA LA RICETTA: MINESTRA RISCALDATA. Renzi è vero che è nuovo...MA "IL VASO DEL MIELE" E' RIMASTO SEMPRE CHIUSO le mani dentro MAI!! Quindi più minestra riscaldata di così. Grillo è nuovo pure lui con una differenza da renzi...LUI LE MINESTRE RISCALDATE LE FA MANGIARE AGLI ALTRI...da quanto dichiara e si vede dai TG...rischiare in qualcosa in CUI CREDIAMO E' FONDAMENTALE...IO SPERO E CREDO IN UN'ITALIA NUOVA...Cantava LUCIO DALLA: l'anno che verrà...subirà una TRASFORMAZIONE.....PROVIAMO A FARLA....le frittatine lasciamole a questi INCIUCIONI DI sinistra!!

xgerico

Dom, 22/12/2013 - 10:43

@Gioa- Gioa hai provato a misurarti la febbre stamani?

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 22/12/2013 - 11:23

Quella della legge elettorale italiana è la barzelletta che più di tutto fa ridere a Bruxelles e questo perchè li si meravigliono del fatto che gli Italiani non abbiano ancora capito che non ha la minima importanza di come sia la legge elettorale e chi vinca le elezioni in Italia dato che qualsiasi Governo (destra o sinistra non importa!) dovrà solo obbedire a Bruxelles dato che l'Italia , come d'altronde anche gli altri Stati, non è più uno Stato sovrano (vi sarete accorti che l’Italia non ha più la Zecca e non può più svalutare?) e chi comanda è la UE e la BCE. I Governi Italiani hanno a disposizione un certo quid di bilancio e con quello devono arrangiarsi non potendo appunto fare più debiti né stampare moneta come una volta. La volevate la bicicletta? Ora pedalate!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Dom, 22/12/2013 - 11:39

Poche idee e ben confuse. Un partito allo sbando e la disperata ricerca di accordi con qualcuno pur di tornare a contare qualcosa.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 22/12/2013 - 11:48

L'unica alternativa che ha l'Italia (un'alternativa che vorrebbe dire saltare dalla padella nella brace) è quella di tornare alla Lira rinnegando tutti i trattati con l'Unione Europea. Questo potrebbe succedere se vince Grillo, ma cosa accadrebbe poi? Che verso l'Italia ci sarebbe l'ostracismo e che l'Italia non potrebbe più finanziarsi con la messa in vendita dei suoi Titoli di Stato (BOT,CCt. ecc.,)in Lire che nessuno vorrebbe. .Un Euro costerebbe dalla 40 mila lire in su e non avremmo i mezzi per acquistare le materie prime es. il petrolio. Se questa non sarebbe la fine allora ditemi voi quale sarebbe. Nemmeno la Grecia è voluta tornare alla Dracma e la Grecia era messa malissimo. Attenti a come vi muovete. Anche Berlusconi nel 2011 minacciò di tornare alla Lira e/o di stampare in Italia l'Euro, figurarsi e avete visto che fine gli fece fare l 'Europa (la Germania cioè)? Fa dato ordine a tutte le Banche Tedesche e non di vendere i titoli Italiani e di non acquistarne altri alle prossime emissioni. In un baleno lo spread salì ad oltre 500 punti. La stessa identica cosa succederebbe con Grillo o chicchessia dovesse mettersi su questa linea. Sarebbe annientato in un baleno come successe a Berlusconi.

Atlantico

Dom, 22/12/2013 - 11:56

Speriamo l'abbia ordinato a Renzi ( e speriamo anche che Renzi obbedisca ... ), se no la vedo dura. Scrivere poi che "in FI si registra qualche malumore" è un delicatissimo eufemismo: in Lazio, Campania e Sicilia c'è qualcosa di più, caro Cramer. Che Brunetta non è simpatico ( diciamo così ) a gran parte del partito l'avevo scritto anche ieri ma il mio post non è stato pubblicato. Alla fine della fiera si è fermi da due mesi: si continua a scegliere di non scegliere rimandando a gennaio. Come se le cose, nel frattempo, si aggiustassero da sole.

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 22/12/2013 - 12:07

Bravo Cramer. Anche oggi ti sei guadagnato la paga .........

faustino.guaraldi

Dom, 22/12/2013 - 12:29

Berlusconi ordina a Verdini e Brunetta di trovare un accordo con Renzi a tutti i costi ,ma cè un rebus ,i fuori usciti dal PDL cioè Alfano faranno tutto il possibile per boicottare questo accordo capestro nei loro confronti .Dico questo perchè Bondi e la Gelmini hanno detto con disprezzo che non prenderanno mai nelle loro liste questi transfughi ,ecco che all'ora se ci dovesse essere questo accordo, Alfano con i suoi metteranno in crisi il Governo ,penso anche che ci sia stato un forte accordo ed assicurazioni tra Letta ed Alfano in fatto di Legge Elettorale perchè altrimenti si troverebbero in braghe di tela se ci fosse questo accordo Renzi Berlusconi ...comunque sono convinto che ne vedremo delle belle...

Ritratto di Orientale

Orientale

Dom, 22/12/2013 - 14:01

Anche col Diavolo per qualche voto in più.

summer1

Dom, 22/12/2013 - 14:05

Perfetto, quello che si può ottenere trattando con Renzi oggi non si potrà raggiungerlo mai più.