Legge elettorale, il Pd prova ad accoltellare Renzi

Due emendamenti avrebbero potuto far saltare l'accordo Renzi-Berlusconi sulla legge elettorale: sono quello sulle preferenze e quello sulla doppia preferenza di genere. Sono stati bocciati ma con uno scarto minimo. Decisivi i 23 membri del governo presenti in Aula per le votazioni

L'asse Renzi-Berlusconi tiene. Lo si è visto alla Camera, dove l'impianto sulla legge elettorale è passato e gli emendamenti più "insidiosi", quelli che avrebbero messo in discussione l'accordo, uno ad uno sono stati bocciati. Accanto a questo indubitabile dato politico ce n'è un altro da sottolineare: quello del presidente del Consiglio è un partito sempre più diviso e in difficoltà. E, a conti fatti, se non avessero votato sottosegretari e ministri, alcuni emendamenti probabilmente sarebbero passati, vanificando settimane e settimane di lavoro. Basti pensare a quelli sulle preferenze e sulla doppia preferenza di genere (un voto per i candidati maschi, un altro per le femmine), bocciati con uno scarto di appena venti voti. Il Pd, dunque, ha provato ad "accoltellare", senza però riuscirvi.

Il premier si è salvato grazie ai suoi fedelissimi: in Aula a Montecitorio, durante le votazioni, erano presenti in ventitre. Poco prima Renzi aveva riunito i deputati del Pd, in vista del voto finale, spiegando loro che il Paese non avrebbe mai e poi mai capito una spaccatura del suo partito sulla legge elettorale, proprio mentre il governo "sta preparando 10 miliardi di euro per le famiglie italiane". Poi aveva rassicurato i più riottosi: "Se c'è spazio dentro la Camera si migliora. Ma non posso accettare che questa legge sia definita anticostituzionale". Proponendo "un approfondimento sulla legge elettorale mercoledì", da fare "coinvolgendo anche i senatori" e affrontando temi scottanti quali la parità di genere tutte le questioni rimaste irrisolte.

"L’accordo ha tenuto - ha detto il portavoce della segretaria Pd Lorenzo Guerini - anche con il buon lavoro del gruppo del Pd pur con qualche difficoltà su qualche emendamento impegnativo. Il primo passo è vicino, ora andiamo verso il secondo con il passaggio della riforma al Senato".

Quanti sono i "franchi tiratori"

La maggioranza che sostiene l'Italicum in teoria poteva infatti su 416 voti (Pd 293, Forza Italia 67, Ncd 29 e Scelta civica 27). Ma l'emendamento che stabilisce le soglie della riforma ha incassato invece 315 sì. All'appello, dunque, mancano101 voti a cui vanno sottratti 34 assenti, tra cui Pier Luigi Bersani ed Enrico Letta, e 16 deputati in missione, cioè assenti giustificati. Il risultato è quello che 51 parlamentari presenti, deputati dei partiti della maggioranza, nel segreto dell'urna hanno votato "no" bocciando il patto Renzi-Berlusconi. Nella conta del voto di oggi i presenti e votanti sono stati 552, nessuno astenuto.

Bersani: al Senato si dovrà cambiare

I cinquantuno voti mancanti sono una vendetta dei bersaniani? Messa così la questione è un po' riduttiva. Ma vediamo cosa dice Pier Luigi Bersani: "Al Senato dovrà essere cambiato qualcosa, è emerso nel dibattito. Capisco gli accordi e che Berlusconi sia affezionato ad alcuni punti, ma dovrà farsene una ragione pure lui. Se non c'è una spinta sulle regole, alla parità di genere non ci arriveremo mai". Poi l'ex segretario del Pd ha aggiunto: "Devi parlare con tutti, va da sé. Ma questo non significa dare l'ultima parola a Berlusconi. Non c'è nessuno bisogno, nemmeno dal punto di vista numerico. Bisogna metterci misura. Io quando sento che le quote rosa non si fanno, perché Berlusconi non è d'accordo, osservo che non stiamo parlando di una soglia d'accesso o di una tecnicalità che riguarda i collegi. Stiamo parlando di qualcosa di fondo".

Commenti

scipione

Mar, 11/03/2014 - 19:55

Caro Renzi al serpente va schiacciata la testa o prima o dopo ti azzanna.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 11/03/2014 - 20:07

Meglio eliminarlo.

oasicarlos

Mar, 11/03/2014 - 20:42

Il qualcosa di fondo karo compagno è che sei una jattura per l'italia intera. Continua pure con i giochetti che prima o poi ti/vi trovate col culo per terra.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 20:49

UNO SCHIFO UNICO AL MONDO. In Italia il mostro di un apparato statale abnorme, la virulenza del partito della monnezza (fallito e scomparso in tutto il mondo), l´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria che fa strage della Ragione e della Intelligenza di ogni opposizione con i fetidi mezzi della diffamazione e della violenza ... Nel piattume egualitario non c´é nessun Gorbaciov che riesca a vedere la necessitá di buttare giú il rivoltante Muro del sistema burocratico al potere sopra la pelle dei lavoratori, delle fabbriche che chiudono e fuggono all´estero, sopra la impotenza di chi cerca un lavoro onesto e trova solo umiliazione e disperazione. Non sará certo il sistema mafioso di boiardi magnaccia di stato con il loro raccapricciante egoismo, le loro menzogne, i loro trucchi, la loro vigliaccheria, la loro bestiale ignoranza e demenza a salvare il Paese iniziando a tagliare il mostruoso apparato statale parassita. Solo l´azione coraggiosa consapevole e responsabile di chi produce sottomesso dal rivoltante sistema mafioso puó salvare il Paese dall´immondo schifo della dittatura della bassezza, della ignoranza e della arrogante ottusitá CESSANDO DI PAGARE LE TASSE AL TOTALITARIO STATO PAPPONE MAFIOSO SENZA VERGOGNA.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 20:49

UNO SCHIFO UNICO AL MONDO. In Italia il mostro di un apparato statale abnorme, la virulenza del partito della monnezza (fallito e scomparso in tutto il mondo), l´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria che fa strage della Ragione e della Intelligenza di ogni opposizione con i fetidi mezzi della diffamazione e della violenza ... Nel piattume egualitario non c´é nessun Gorbaciov che riesca a vedere la necessitá di buttare giú il rivoltante Muro del sistema burocratico al potere sopra la pelle dei lavoratori, delle fabbriche che chiudono e fuggono all´estero, sopra la impotenza di chi cerca un lavoro onesto e trova solo umiliazione e disperazione. Non sará certo il sistema mafioso di boiardi magnaccia di stato con il loro raccapricciante egoismo, le loro menzogne, i loro trucchi, la loro vigliaccheria, la loro bestiale ignoranza e demenza a salvare il Paese iniziando a tagliare il mostruoso apparato statale parassita. Solo l´azione coraggiosa consapevole e responsabile di chi produce sottomesso dal rivoltante sistema mafioso puó salvare il Paese dall´immondo schifo della dittatura della bassezza, della ignoranza e della arrogante ottusitá CESSANDO DI PAGARE LE TASSE AL TOTALITARIO STATO PAPPONE MAFIOSO SENZA VERGOGNA.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 20:50

ECCO PERCHÉ QUESTA DESTRA ITALIANA É UN TOTALE FALLIMENTO (NONOSTANTE UNA SINISTRA CHE PIÚ RIVOLTANTE NON SI PUÓ).... Davanti al partito sinistro della monnezza fallito e scomparso da 25 anni in tutto il mondo, davanti a un apparato parassita statale abominevole sopra la pelle delle fabbriche che chiudono e dei lavoratori trattati come somari, davanti a una magistratura che usa i metodi della diffamazione e della violenza di Jagoda, Yezhov e Beria é tanta la angosciante chiusura mentale che non riesce a fare meglio che dare tutta la colpa all´euro. La Veritá davanti agli occhi di tutti: Una destra che é una fogna di ignoranza e ottusitá non puó salvare il Paese da una sinistra di una bassezza e una ferocia unica al mondo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 20:51

ECCO PERCHÉ QUESTA DESTRA ITALIANA É UN TOTALE FALLIMENTO (NONOSTANTE UNA SINISTRA CHE PIÚ RIVOLTANTE NON SI PUÓ).... Davanti al partito sinistro della monnezza fallito e scomparso da 25 anni in tutto il mondo, davanti a un apparato parassita statale abominevole sopra la pelle delle fabbriche che chiudono e dei lavoratori trattati come somari, davanti a una magistratura che usa i metodi della diffamazione e della violenza di Jagoda, Yezhov e Beria é tanta la angosciante chiusura mentale che non riesce a fare meglio che dare tutta la colpa all´euro. La Veritá davanti agli occhi di tutti: Una destra che é una fogna di ignoranza e ottusitá non puó salvare il Paese da una sinistra di una bassezza e una ferocia unica al mondo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 20:58

Noi siamo dalla parte di far saltare il governo, l´immondo Muro italiano dell´apparato buroctratico parassita ... per farla finita una volta per tutte con il partito della monnezza fallito e scomparso in tutto il mondo giá da 25 anni eliminando tutti i suoi sudici pidocchi.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mar, 11/03/2014 - 21:03

UNO SCHIFO UNICO AL MONDO. In Italia il mostro di un apparato statale abnorme, la virulenza del partito della monnezza (fallito e scomparso in tutto il mondo), l´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria che fa strage della Ragione e della Intelligenza di ogni opposizione con i fetidi mezzi della diffamazione e della violenza ... Nel piattume egualitario non c´é nessun Gorbaciov che riesca a vedere la necessitá di buttare giú il rivoltante Muro del sistema burocratico al potere sopra la pelle dei lavoratori, delle fabbriche che chiudono e fuggono all´estero, sopra la impotenza di chi cerca un lavoro onesto e trova solo umiliazione e disperazione. Non sará certo il sistema mafioso di boiardi magnaccia di stato con il loro raccapricciante egoismo, le loro menzogne, i loro trucchi, la loro vigliaccheria, la loro bestiale ignoranza e demenza a salvare il Paese iniziando a tagliare il mostruoso apparato statale parassita. Solo l´azione coraggiosa consapevole e responsabile di chi produce sottomesso dal rivoltante sistema mafioso puó salvare il Paese dall´immondo schifo della dittatura della bassezza, della ignoranza e della arrogante ottusitá CESSANDO DI PAGARE LE TASSE AL TOTALITARIO STATO PAPPONE MAFIOSO SENZA VERGOGNA ... (Vogliamo farci una risata con gusto sopra questa destra italiana, incredibile ammucchiata di imbecilli? ... Non si sono accorti di niente ... Per loro la colpa é tutta dell´euro!)

Ggerardo

Mar, 11/03/2014 - 21:23

Ma si puo' capire perche' berlusconi ha posto il veto sulla parita' d gener nelle liste elettorali ? Spero che le elettrici se ne ricorderanno alle prossime elezioni

Roberto Casnati

Mar, 11/03/2014 - 21:44

Ora finalmente è chiaro chi davvero non vuole le riforme! Ai komunisti, a partire da Napolitano, la democrazia non è mai piaciuta e bloccheranno sempre qualsiasi riforma democratica! Sono solo delle facce di.....comunisti!

francesconeglia

Mar, 11/03/2014 - 22:06

"L'asse Renzi-Berlusconi tiene". Con questo è il terzo commento che scrivo oggi. (mai successo)Ora io dico, Renzi-Berlusconi hanno unito le loro forze per portare la nave Italia fuori dalla tempesta, o almeno cosi credo. Grillo-Salvini, anch'essi fanno pensare ad una coalizione che punterebbe allo stesso scopo Allora, se sti 4 comandanti non si mettono d'accordo sul come navigare....e' chiaro che il rischio d'affondare e' altissimo. Se invece i nostri capitani fanno quadrato e decidono per una rotta coordinata assieme ai nocchieri e ai macchinisti, le insidie si dimezzano. Seguendo sta logica molto ingenua, perché i 4 leader di punta non si coalizzano? Perché quell'asse anziché solo "tènere" non si fà diventare INDISTRUTTIBILE? E' possibile? 4 leader 3 generazioni, se riuscite a portare sta nave Italia in porto entrerete nella leggenda. Avete comunque, per lottare,(non tra di voi) la fiducia e le speranze di tutti.

diegom13

Mar, 11/03/2014 - 22:10

Caro Bersani, le soglie d'accesso SONO una questione di fondo, molto più delle quote rosa. E per quanto riguarda la parità di genere, il problema di fondo è quello della parità di condizioni d'accesso, non quello della pari rappresentanza. Fissarsi sulle quote rosa impedisce di concentrarsi sul vero punto: manca una norma che regoli i partiti, stabilisca in modo univoco le regole d'accesso e di funzionamento della democrazia interna - dalle quali dipende poi anche la scelta dei candidati. La democrazia paritaria non vuole le mogli dei deputati o le amanti dei capibastone, vuole mdelle candidate toste che hanno fatto nel partito la stessa gavetta degli uomini e hanno ottenuto lo stesso riconoscimento del merito.

km_fbi

Mar, 11/03/2014 - 22:45

Pierluigi non è ancora guarito del suo male...la berluscoglionite cronica degenerativa.

abocca55

Mar, 11/03/2014 - 23:19

Non resta altro da fare che chiedere la fiducia sulla legge elettorale al Senato, e se Renzi avrà paura sarà finito. Occorre a tutti i costi ROTTAMARE, e questo vale anche per FI.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 11/03/2014 - 23:20

Ggerardo: guarda che alle elettrici non importa assolutamente nulla della parità di genere nelle liste elettorali: è qualcosa che interessa solo alle signore parlamentari che hanno paura di dover staccare il loro più o meno bel c*** dalle poltrone dove stanno beatamente accomodate.

abocca55

Mar, 11/03/2014 - 23:30

Hanno tanto criticato il Berlusca, e adesso tutti vogliono la fessa. Chi l'avrebbe mai detto. Carpe diem per loro, mentre il Popolo langue.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Mar, 11/03/2014 - 23:49

Nel PD evidentemente prosegue ad la leggendaria guerra tra Roma e Albalonga con il duro duello ad oltranza tra gli Orazi e Curiazi, ovvero tra i Renziani e i Lettiani. Viva l'Italia!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 12/03/2014 - 00:10

Quale appellativo assegnare a questi TRINARICIUTI IRRESPONSABILI che a causa dei contrasti nel loro partito STANNO RUBANDO a tutto il paese la riforma della legge elettorale? SIAMO IN PIENA CRISI E LORO SI TRASTULLANO, A NOSTRO SCAPITO, CON LE FAIDE INTERNE DEL PD. Quando la finiranno con queste MISERABILI MASCALZONATE che aggravano sempre l'instabilità dell'Italia?

michaelsanthers

Mer, 12/03/2014 - 01:46

che squallidi teatranti

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Mer, 12/03/2014 - 02:07

Dopo il polverone che ha colpito l’Ikea per la presenza di carne di cavallo nelle polpette svedesi, interviene la Coldiretti di Salerno con una proposta all’azienda. «Siamo pronti da subito a stringere una collaborazione con la sede Ikea di Baronissi per fornire carne di manzo e di bufala a Km 0, proveniente dai nostri allevamenti». A dichiararlo è il presidente provinciale di Coldiretti Salerno, Vittorio Sangiorgio. In provincia di Salerno – spiega Sangiorgio – operano centinaia di imprese agricole. Siamo pronti a rifornire le cucine Ikea con carne proveniente solo da allevamenti locali dove i bovini sono certificati dai controlli dell’Asl con tutele e garanzie per i consumatori e trasparenza nella filiera. Inoltre si risparmierebbe sul costo del trasporto e in termini di inquinamento». Il prodotto ”polpette svedesi” è uno dei punti cardine del menù servito nei punti vendita del colosso svedese dell’arredamento. - See more at: http://www.agrocampania.it/carne-di-bufala-per-le-polpette-ikea-le-aziende-scendono-in-campo/#sthash.mQUFERMO.dpuf In Svezia oggi e' scoppiato uno scandalo perche' hanno importato filetti di manzo dall' Italia che all' esame del DNA e' risultata carne di bufala////con questo passo faremo davvero molta strada anche se al governo ci fai scendere direttamente Gesu' Cristo dall' alto///prego controllare

Ritratto di Lorenzo1961

Lorenzo1961

Mer, 12/03/2014 - 07:47

Anche questo pagliaccio salta. Bisogna che in questa Italia si erga qualcuno con i tacchi e chiuda questa miseria parlamentare.