Legge elettorale, si tratta:Alfano vuole stanare il Pd

Semi presidenzialismo martedì in Senato, poi toccherà al ddl corruzione: "Spero non ci sia il voto di fiducia"

Roma - Il Pdl riparte dal «fattore P». P come primarie. E P come presidenzialismo, anche nella mezza porzione alla francese, sul quale il partito sta spingendo a fondo, gettando il cuore oltre l’ostacolo rappresentato dai tempi stretti, dalle incertezze degli avversari, dalla necessità di garantirsi alleanze «di scopo» magari pagando qualche ticket. Molto, se non tutto, per quella che, in via dell’Umiltà ne sono convinti, è l’unica riforma istituzionale che gli italiani di qualsiasi schieramento vogliono davvero. E se il piano A, vale a dire il varo del semipresidenzialismo prima della fine della legislatura, dovesse fallire, c’è sempre il piano B: accreditarsi agli occhi dell’elettorato come unica forza ad aver davvero provato a dare all’Italia un sistema istituzionale agile, efficiente e lampante e lasciare agli altri, in particolare al Pd, il cerino acceso del flop.
Il presidenzialismo in salsa Pdl sta per sbarcare al Senato, sotto forma di emendamento al disegno di legge costituzionale in materia di riforma del Parlamento e forma di governo. La discussione dovrebbe riprendere martedì, salvo slittamenti. In termini numerici la possibile approvazione della riforma con uso di presidenzialismo è legata, oltre che all’annunciato appoggio del Fli, alla possibilità di incassare l’accordo della Lega, che essendo molto interessata al Senato federale potrebbe utilizzare il sì al presidenzialismo come merce di scambio. Senza contare che anche l’Udc è tornata in gioco, manifestando l’intenzione di non far saltare il banco in prima persona. Certo, dopo aver superato le forche caudine del Senato il presidenzialismo si arenerebbe con ogni probabilità alla Camera, dove i numeri non sorridono al Pdl. Ma per il Pdl è comunque fondamentale andare il più avanti possibile e rendere così più plastiche le incertezze e i machiavellismi altrui.
Alfano, che ieri ha parlato anche di ddl anticorruzione («Spero che non ci sia la fiducia, comunque non faremo cadere il governo») spinge anche sulla partita meno prestigiosa ma più abbordabile, quella della legge elettorale. Ieri il segretario del Pdl ha dettato i tempi: «Tre settimane per trovare un’intesa sulla legge elettorale è la mia proposta che Bersani ha accettato. Trovata l’intesa, si riuscirà a cambiare l’attuale sistema di voto in breve tempo in Parlamento. Il Pdl si impegnerà con tutte le proprie forze per evitare che si torni a votare con il porcellum». Alfano ieri ha ricevuto anche la sollecitazione via twitter di Laura Ravetto: «Al tavolo delle regole per la legge elettorale - l’appello della bionda deputata piemontese - siedano anche delle donne».
E le primarie? Si sa solo che ci saranno e già questo è un mezzo shock nel centrodestra. Tutto il resto è da stabilire. Si tratterà solo di primarie di lista, come da kit base, o se diventeranno, come si auspica da più parti, primarie di coalizione per la scelta di un candidato comune ad alleati che al momento non ci sono? E poi chi saranno i candidati? L’unico che al momento pare certo è Alfano, che rappresenterebbe l’establishment del partito, la soluzione gerarchica e non di rottura. Al momento i possibili sfidanti sono Daniela Santanchè, il sindaco di Roma Gianni Alemanno (che ieri ha indicato la palingenesi del Pdl come «partito aperto alla sussidiarietà ovvero capace di aprirsi alla società civile senza presunzioni dirigiste ed egemoniche»), quello di Pavia, il rottamatore Alessandro Cattaneo, il presidente del Lazio Renata Polverini (che però ieri si è smarcata: «Ho un patto d’onore con gli elettori del Lazio che fino al 2015 mi hanno scelto come presidente»). Ma non si escludono outsider della società civile. Di certo un bouquet di candidati deve comprendere un uomo forte del Nord-Est e uno del Sud, non potendo essere iscritto Alfano in quota meridionale. I giochi sono aperti.
Commenti
Ritratto di arcatero

arcatero

Dom, 10/06/2012 - 09:00

Ci avete stancato con ste "meline" e proposte strambe che fate (presidenzialismo ect. ect). L'unica cosa sensata che dovete fare e tornare a guardare a Destra, PUNTO. Vi abbiamo votato per governare in maniera alternativa alla sinistra e VOI ci avete tradito. Cosa volete che ce ne importi di tutro il resto? Pazzoidi, che non siete altro!!!

Franco-a-Trier

Dom, 10/06/2012 - 09:15

stanare, neutralizzare ecc ma che vocaboli sono? Possibile che invece di preoccuparsi di come migliorare la Nazione debbano pensare a scornarsi? Ai politici italiani interessa solamente il prestigio di sedere sulla poltrona rossa,perche' non fanno come in Germania che destra e sinistra collaborano una con l'altra per il bene del paese?Se non si fara' cosi anche in Italia resterete quello che siete succubi dei paesi piu'civili e organizzati..

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 09:44

Alfano sta lavorando alacremente per distruggere il Pdl. Prendiamo atto di questo suo folle piano. Le "primarie" dei mediocri sono il suo passo decisivo: Santanché, un reso dopo una sfortunata uscita; Alemanno, il rottamatore di Roma; Polverini, il nulla; Cattaneo, uno sconosciuto ai più. A questo punto prendiamoci Montezemolo che è antipatico, ma almeno ha una faccia presentabile. Ma forse l'elenco dei candidati è studiato apposta per far eleggere lui, Alfano, candidato a "rottamare" il Pdl, con lui il disastro è sicuro. Possibile che nelle cantine del Pdl non ci sia un candidato migliore? Se andiamo a grattare qualcuno ci sarebbe, magari Letta, ma non è nel giro buono per Alfano. Intoniamo il "de profundis" e preghiamo in santo Silvio.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 10/06/2012 - 09:43

ahahaha stanare il PD certo perche se proviamo a stanare i 4 gatti del PDL facciamo sera !!!!!!!!

Fradi

Dom, 10/06/2012 - 09:46

Quando i politici sono stati sostituiti al governo dai tecnici, mi aspettavo che si occupassero almeno delle mitiche riforme costituzionali (sistema elettorale, forma di governo, riduzione dei parlamentari, ecc.). Se nemmeno questo sanno portare a termine prima della fine della legislatura, temo che crolli la fiducia anche nei valori e nei principi democrazia. Se dovessimo tornare al voto così, saremmo davvero nei pasticci come la Grecia, dove la democrazia è nata e dove, se non sa evolversi, rischia di morire.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 09:49

Il semipresidenzialismo in salsa francese è diventato il cavallo di battaglia di Alfano. Non passerà mai e a mio modesto avviso non ci sono né una maggioranza disponibile né i tempi tecnici necessari, con le elezioni ormai alle porte, ma Alfano non molla l'osso. Rimango dell’idea che sia per lui una scusa per far sopravvivere fino al termine della legislatura il governo Monti così allontanando le elezioni che stroncherebbero soprattutto lui, che non potrebbe sopravvivere politicamente ad un secondo disastro elettorale, anche se inspiegabilmente Silvio lo apprezza molto.

gicchio38

Dom, 10/06/2012 - 10:04

E Fallo Presto E Apertamente. Siamo Stufi Di Aspettare Novita' Che Non Arrivano Mai E Che Stanno Facendo Perdere La Pazienza Anche A Domine Dio.

erasmodarotterdam

Dom, 10/06/2012 - 10:07

Alfano vuole??? Alfano è incapace di intendere e di volere, può solo ubbidire.

ABU NAWAS

Dom, 10/06/2012 - 10:17

IL PD NON VA STANATO, MA LASCIATO ROSOLARE SUL BRACIERE DEL PORCELLUM. La Sinistra ha il giustificato terror panico che se andassimo alle elezioni con la vigente legge elettorale, l'estrema frammentazione del Centro Sinistra sarà letale, mentre invece il Centro Destra avrebbe nuovamente la maggioranza assoluta.......... specialmente se sui manifesti ci fossenuovamente il viso del Cavaliere. Pertanto, eventuali modifiche del Porcellum dovrebbero essere concesse solo se contestuali all'approvazione delle Riforme della Giustizia e della Presidenza della Repubblica:

STRAZZACAPPA

Dom, 10/06/2012 - 10:43

Sai quando se ne frega la gente delle primarie e di tutti i marchingegni politici che si vogliono attuare. Provassero a girare,tutti i politicanti,magari mascherati,fra la gente,ai mercati e per le strade,si accorgerebbero della loro vacuità e di cosa pensano di loro gli italiani!...

conenna

Dom, 10/06/2012 - 10:48

Ma perché Alfano non vuole la fiducia sul decreto anti-corruzione? Cos'è che gli fa tanto paura di un inasprimento delle pene per la corruzione?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 10/06/2012 - 10:52

Come no!! La gente ci crede che vuole stanare il PD. Vuole, vergognosamente salvare berlusconi.

STRAZZACAPPA

Dom, 10/06/2012 - 10:43

Sai quando se ne frega la gente delle primarie e di tutti i marchingegni politici che si vogliono attuare. Provassero a girare,tutti i politicanti,magari mascherati,fra la gente,ai mercati e per le strade,si accorgerebbero della loro vacuità e di cosa pensano di loro gli italiani!...

ntn59

Dom, 10/06/2012 - 10:56

C'è un governo che sta ammazzando l'economia e gli stessi italiani. E qual è il grande problema di Alfano? La nuova legge elettorale!! Su quale pianeta vivono questi signori, con quale faccia di bronzo verranno a chiedere il nostro voto? Forse il PDL pensa di aver perso solo il 7% dei voti appoggiando il governo ladro di Monti? Sarà un miracolo se i soliti noti non dovranno andare a zappare per guadagnarsi da vivere. Magari...

conenna

Dom, 10/06/2012 - 10:48

Ma perché Alfano non vuole la fiducia sul decreto anti-corruzione? Cos'è che gli fa tanto paura di un inasprimento delle pene per la corruzione?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 10/06/2012 - 10:52

Come no!! La gente ci crede che vuole stanare il PD. Vuole, vergognosamente salvare berlusconi.

ntn59

Dom, 10/06/2012 - 10:56

C'è un governo che sta ammazzando l'economia e gli stessi italiani. E qual è il grande problema di Alfano? La nuova legge elettorale!! Su quale pianeta vivono questi signori, con quale faccia di bronzo verranno a chiedere il nostro voto? Forse il PDL pensa di aver perso solo il 7% dei voti appoggiando il governo ladro di Monti? Sarà un miracolo se i soliti noti non dovranno andare a zappare per guadagnarsi da vivere. Magari...

Bruno Burinato

Dom, 10/06/2012 - 11:17

Cambiare la legge elettorale sarà anche giusto, non lo metto in discussione, ma è solo propaganda, non serve a niente finché non si cambia duel articolo della Costituzione che stabilisce che il parlamentare non ha l'obbligo di rispettare il mandato ricevuto dall'elettore, solo allora cambierà qualcosa

Bruno Burinato

Dom, 10/06/2012 - 11:17

Cambiare la legge elettorale sarà anche giusto, non lo metto in discussione, ma è solo propaganda, non serve a niente finché non si cambia duel articolo della Costituzione che stabilisce che il parlamentare non ha l'obbligo di rispettare il mandato ricevuto dall'elettore, solo allora cambierà qualcosa

Raoul Pontalti

Dom, 10/06/2012 - 11:26

Il fattore P: P come presidenzialismo e P come primarie, così siamo già a P2 e ciò mi ricorda qualcosa...poi P come palingenesi come vuole Alemanno, ciò che significa una rigenerazione. Ma la rigenerazione del PDL significa il rinverdire i fasti delle Minetti e di tutte quelle del quarto fattore P (le pu...) che in carattere di residuato erotico-politico-social-morboso della geniale scesa in campo del Cav inquinano ancora le istituzioni a ogni livello. Al fine di evitare l'aggiunta di un ulteriore fattore P, le porcate, è opportuno che i pidiellini si mettano in silenzio a rimboccarsi le manche per trovare quelle radici comuni a tutto il centrodestra che opportunamente coltivate possono riportare il centrodestra unito (con la nuova Lega, i centristi di UDC e dintorni, etc) in condizioni di competere sul piano elettorale non consegnando così la Nazione ai demagoghi o ai sinistri.

gi.lit

Dom, 10/06/2012 - 11:29

Dubito che con queste teste il Pdl uscirà dal pantano in cui si trova. E' una tragedia per un Paese quando la classe politica perde il contatto con la realtà, come sta accadendo in Italia. A destra come a sinistra. Non sanno nemmeno di che parlano. Sono lontani anni luce dai veri problemi della gente. Caro Alfano, ora che l'estate è arrivata, perché non vai a goderti il meraviglioso mare della tua Sicilia?

Raoul Pontalti

Dom, 10/06/2012 - 11:26

Il fattore P: P come presidenzialismo e P come primarie, così siamo già a P2 e ciò mi ricorda qualcosa...poi P come palingenesi come vuole Alemanno, ciò che significa una rigenerazione. Ma la rigenerazione del PDL significa il rinverdire i fasti delle Minetti e di tutte quelle del quarto fattore P (le pu...) che in carattere di residuato erotico-politico-social-morboso della geniale scesa in campo del Cav inquinano ancora le istituzioni a ogni livello. Al fine di evitare l'aggiunta di un ulteriore fattore P, le porcate, è opportuno che i pidiellini si mettano in silenzio a rimboccarsi le manche per trovare quelle radici comuni a tutto il centrodestra che opportunamente coltivate possono riportare il centrodestra unito (con la nuova Lega, i centristi di UDC e dintorni, etc) in condizioni di competere sul piano elettorale non consegnando così la Nazione ai demagoghi o ai sinistri.

gi.lit

Dom, 10/06/2012 - 11:29

Dubito che con queste teste il Pdl uscirà dal pantano in cui si trova. E' una tragedia per un Paese quando la classe politica perde il contatto con la realtà, come sta accadendo in Italia. A destra come a sinistra. Non sanno nemmeno di che parlano. Sono lontani anni luce dai veri problemi della gente. Caro Alfano, ora che l'estate è arrivata, perché non vai a goderti il meraviglioso mare della tua Sicilia?

gerasmo

Dom, 10/06/2012 - 11:44

Abu Nawas ha centrato in pieno il problema, del resto da me condiviso, quello di legare la eventuale riforma delle legge elettorale, tanto cara al PD, alle riforme costituzionali della presidenza della repubblica e della presidenza del consiglio. Al PD, a tutta la sinistra, non interessano le riforme dello stato, per loro va bene quello che c'è, fortissimamente voluto 60anni orsono. Questo stato, inefficiente e pletorico, va bene anche a quella parte della DC cattocomunista e, cosa volevasi dimostrare, anche all'Udc di Casini. Lo scambio deve avvenire come si suol dire chiavi in mano, io ti do questo tu mi dai quello, ed Alfano nel negoziare deve essere spregiudicato ed inflessibile. Se le riforme costituzionali vanno in porto, cosa che io dubito, ci guadagneranno gli italiani, e per dirla tutta, il centrodestra può anche perdere una legislatura.

gerasmo

Dom, 10/06/2012 - 11:44

Abu Nawas ha centrato in pieno il problema, del resto da me condiviso, quello di legare la eventuale riforma delle legge elettorale, tanto cara al PD, alle riforme costituzionali della presidenza della repubblica e della presidenza del consiglio. Al PD, a tutta la sinistra, non interessano le riforme dello stato, per loro va bene quello che c'è, fortissimamente voluto 60anni orsono. Questo stato, inefficiente e pletorico, va bene anche a quella parte della DC cattocomunista e, cosa volevasi dimostrare, anche all'Udc di Casini. Lo scambio deve avvenire come si suol dire chiavi in mano, io ti do questo tu mi dai quello, ed Alfano nel negoziare deve essere spregiudicato ed inflessibile. Se le riforme costituzionali vanno in porto, cosa che io dubito, ci guadagneranno gli italiani, e per dirla tutta, il centrodestra può anche perdere una legislatura.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 11:53

Alfano sta lavorando alacremente per distruggere il Pdl. Prendiamo atto di questo suo folle piano. Le "primarie" dei mediocri sono il suo passo decisivo: Santanché, un reso dopo una sfortunata uscita; Alemanno, il rottamatore di Roma; Polverini, il nulla; Cattaneo, uno sconosciuto ai più. A questo punto prendiamoci Montezemolo che è antipatico, ma almeno ha una faccia presentabile. Ma forse l'elenco dei candidati è studiato apposta per far eleggere lui, Alfano, candidato a "rottamare" il Pdl, con lui il disastro è sicuro. Possibile che nelle cantine del Pdl non ci sia un candidato migliore? Se andiamo a grattare qualcuno ci sarebbe, magari Letta, ma non è nel giro buono per Alfano. Intoniamo il "de profundis" e preghiamo santo Silvio

WuDan

Dom, 10/06/2012 - 11:54

Povera Italia, dopo che i Vampiri (vedi politicanti e banche) si sono bevuti tutto il sangue adesso sto zombi (vedi Alfano) vuole stanare le mummie (vedi PD).Nemmeno nei peggiori incubi di Romero.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 11:55

Il semipresidenzialismo in salsa francese è diventato il cavallo di battaglia di Alfano. Non passerà mai dato che, a mio modesto avviso, non ci sono né una maggioranza disponibile né i tempi tecnici necessari, con le elezioni ormai alle porte, ma Alfano non molla l'osso. Rimango dell’idea che sia per lui una scusa per far sopravvivere fino al termine della legislatura il governo Monti così allontanando le elezioni che stroncherebbero soprattutto lui, che non potrebbe sopravvivere politicamente ad un secondo disastro elettorale, anche se inspiegabilmente Silvio lo apprezza molto

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 11:53

Alfano sta lavorando alacremente per distruggere il Pdl. Prendiamo atto di questo suo folle piano. Le "primarie" dei mediocri sono il suo passo decisivo: Santanché, un reso dopo una sfortunata uscita; Alemanno, il rottamatore di Roma; Polverini, il nulla; Cattaneo, uno sconosciuto ai più. A questo punto prendiamoci Montezemolo che è antipatico, ma almeno ha una faccia presentabile. Ma forse l'elenco dei candidati è studiato apposta per far eleggere lui, Alfano, candidato a "rottamare" il Pdl, con lui il disastro è sicuro. Possibile che nelle cantine del Pdl non ci sia un candidato migliore? Se andiamo a grattare qualcuno ci sarebbe, magari Letta, ma non è nel giro buono per Alfano. Intoniamo il "de profundis" e preghiamo santo Silvio

WuDan

Dom, 10/06/2012 - 11:54

Povera Italia, dopo che i Vampiri (vedi politicanti e banche) si sono bevuti tutto il sangue adesso sto zombi (vedi Alfano) vuole stanare le mummie (vedi PD).Nemmeno nei peggiori incubi di Romero.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 11:55

Il semipresidenzialismo in salsa francese è diventato il cavallo di battaglia di Alfano. Non passerà mai dato che, a mio modesto avviso, non ci sono né una maggioranza disponibile né i tempi tecnici necessari, con le elezioni ormai alle porte, ma Alfano non molla l'osso. Rimango dell’idea che sia per lui una scusa per far sopravvivere fino al termine della legislatura il governo Monti così allontanando le elezioni che stroncherebbero soprattutto lui, che non potrebbe sopravvivere politicamente ad un secondo disastro elettorale, anche se inspiegabilmente Silvio lo apprezza molto

Giancarlob

Dom, 10/06/2012 - 12:37

Leggendo questo articolo sono sempre più convinto che i politicanti costituiscano una casta, acc...l' ho detto, lontana mille miglia dalla società, che si divertono a chiacchierare, a imbastire, a elucubrare, alla faccia di tutti noi. Poi ci sono professionisti che li seguono scrivendo articoli come questo. Intanto il tempo passa, tutti mettono in saccoccia soldi estorti ai poveri ***** che creano PIL, ormai sempre meno, e dopo 20 anni siamo ancora li a parlare di modello elettorale, modello legislativo, bla bla bla. Sono sempre più convinto di votare Grillo, mandare tutto in vacca e aspettare il cavaliere bianco che ci salverà da tutto questo .....questi non li sopporto più.

sorans99

Dom, 10/06/2012 - 12:51

Al Quirinale si rotola nei privilegi. uno che applaudiva i crimini di guerra dei sovietici che con i carri armati sparavano sulla gente inerme di Budapest e Praga, poi il blablablà di un genio politico che parla di matrimoni gay, senza una parola circa la gravissima realtà economica. Ma lo meritiamo avendo una democrazia che dà il diritto di voto a chiunque. Negli USA, se vuoi votare devi iscriverti nell'elenco dei cittadini con il diritto di voto. Circa 30% dei cittadini votano, sono quindi CONSAPEVOLI della realtà politica. Da noi drogati, tifosi "CUCS" e simili possono votare, e lo fanno. Finché quest'orrenda applicazione della democrazia sia la realtà, l'Europa è condannata a sparire.

sorans99

Dom, 10/06/2012 - 13:13

Al Quirinale uno che applaudiva i crimini di guerra sovietici che con i carri armati sparavano sulla gente inerme di Budapest e Praga, poi un genio politico che parla di matrimoni gay, senza una parola circa la gravissima realtà economica. Ma lo meritiamo avendo una democrazia che dà il diritto di voto a chiunque. Negli USA, se vuoi votare devi iscriverti nell'elenco dei cittadini con il diritto di voto. Circa 30% dei cittadini votano, sono CONSAPEVOLI della realtà politica. Da noi drogati, tifosi "CUCS" e simili possono votare, e lo fanno. Finché quest'orrenda applicazione della democrazia sia la realtà, l'Europa è condannata a sparire.

bolinatore

Dom, 10/06/2012 - 13:18

Alfano prima di stanare Bersani, cerchi di spiegare ai cittadini Italiani le reali motivazioni della opposizione alla legge anti corruzione e sopratutto alla feroce opposizione della reintroduzione del reato di falso in bilancio. Questa volta ho la sensazione che sia stata la Severino a stanare il PDL. Se la posizione del PDL sulla legge anti corruzione è in buona fede e pensa che la sua azione sia nell'Interesse del paese, non voti la fiducia. Il vorrei ma non possa non basta più.

bolinatore

Dom, 10/06/2012 - 13:23

#23 sorans99. il primo a dimostrare con i suoi ragionamenti di essere un tifoso "acritico" è proprio lei.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 13:28

Chi, ha in mano la Giustizia ha in mano lo Stato, la riforma vitale che si deve fare e quella della Giustizia, perche non si puo permettere ai Magistrati di disfare i Governi come piace a loro!. Tu, puoi fare tutte le Riforme ed i Governi che vuoi, ma se i Magistrati hanno il potere assoluto di fare quello che vogliono L,Italia non diventerá mai un Paese dove i Governi eletti possono Governare!; non ci é bastato quello che la Magistratura ha fatto in 4 anni di governo Berlusconi?, 3 anni fá hanno comprato la D,Addario per spiare Berlusconi e 2 anni fá hanno comprato Spatuzza e Ciancimino per callunniare ed infangare Berlusconi di nuovo; e questo con il beneplacet del capo della Giustizia Napolitano!. Il, Cancro principale della Politica Italiana é la Giustizia, e il PD non vorrá mai guarire questa malatia che avvelena il nostro Paese; perche loro cosi possono controllare la situazione Politica in Italia, qui é dove il PDL deve fare pressione, il resto é solo bla bla!.

barone_1

Dom, 10/06/2012 - 13:50

propongo al sig.alfano di autocandidarsi al 'Bamba' della settimana..ottime possibilita' di vittoria. "L'unica riforma istituzionale che gli italiani di qualsiasi schieramento vogliono davvero" e' che tutti voi andiate a.......

Marcello.Oltolina

Dom, 10/06/2012 - 13:53

I politicanti Italiani di ieri e di oggi sono il problema principale per la Nazione che la porteranno alla completa rovina se non vengono fermati in tempo.

ciaciaron

Dom, 10/06/2012 - 14:07

"E le primarie? Si sa solo che ci saranno e già questo è un mezzo shock nel centrodestra" adesso mi spiego il perchè vedo gente in giro che vagola con lo sguardo perso, non sono io in un manicomio, sono elettori delle prossime primarie del PDL. Il dubbio se votare per la Santa Nchè, Alè Manno o Al Fano li manda in tilt.

ciaciaron

Dom, 10/06/2012 - 14:13

#26 Pasquale Esposito Pasquà, ieri ti sei fatto tagliolini al tartufo e Brunello però, Pasquà, del Brunello dovevi fartene solo un bicchiere non una pinta. Vedi che cosa scrivi poi oggi? Noi ti vogliamo bene però ti raccomandiamo il vino, solo un bicchiere e a pasto. Promesso?

profiler

Dom, 10/06/2012 - 14:10

Perché non prendete in considerazione una lista civica guidata anche da Pietro Gambadilegno? Sarebbe l'alleato più affine al Pdl....

bolinatore

Dom, 10/06/2012 - 14:36

#26 Pasquale Esposito: basterebbe che i politici delinquessero di meno. in ogni caso non si può gridare al Golpe, quando colpiscono quelli della propria parte politica ed osannarli in caso contrario. berlusconi ha goduto di una maggioranza bulgara, ma ha pensato, sulla giustizia, solo alle leggine che interessavano i suoi processi. La famosa riforma epocale è rimasta in un cassetto, assieme agli innumerevoli annunci. Non si può dare sempre ad altri la colpa dei propri fallimenti ed incapacità.

bolinatore

Dom, 10/06/2012 - 14:56

#31 profiler: pare cge pure Sgarbi si mette in gioco... meglio del vecchio Pietro di Topolinia:D.....Comunque a proposito di bere, mi sa che anche l'articolista tanto sobrio non era, al momento di scrivere il pezzo

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 14:56

#ciaciaron. Io, me lo posso permettere di bere Brunello, e di mangiare Tagliolini al Tartufo proprio perche sono piu intelligente di te cosa che non é difficile, vedere la realtá e molto difficile vero?, certo chi e nato in un clima dominato da una Nomenclatura Rossa non puo immaginare che lo prendono per il lulo tutta la vita!. Capire, perche Berlusconi ha vinto 26 processi inventati dai Magistrati, e non capire che i Giudici e Magistrati sono impegnati a difendere solo i loro privilegi, non é alla tua altezza povero Lobotomizzato. Essere,in Europa é vedere come funziona uno Stato Moderno non credo che tu l,abbia mai visto!, dire a me di non bere troppo ed essere allo stesso tempo ubriaco di una Ideologia Rossa che ci ha portato alla rovina é il colmo dell,ignoranza!. Anche; io ti voglio bene ma cerca di non strapazzare la mia Intelligenza , perche tu sei cieco e non vedi le minkiate che i Magistrati fanno in Italia, essere un provincialotto fá bene alla salute é allo spirito!. ciao.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 15:01

#profiler. Invece, Bersani e Co dovrebbero prendere la Banda Bassotti e metterla nelle loro Liste, vedendo i Miliardi di Euro che si sono fregati Bassottolino, Errani, Penati, e Vendola, con L,aiuto dei vostri Kompagni Magistrati e Giudici!.

roberto leone

Dom, 10/06/2012 - 15:13

«Il Partito comunista italiano non era un partito stalinista .................................e comprendeva forti componenti liberali». Quando il nostro presidente incontrerà il nostro concittadino Totò, e data l'età ciò avverrà abbastanza presto, sicuramente si vedrà apostrofato come l'onorevole Trombetta nell'esilarante scenetta del vagone letto «ma mi faccia il piacere...»

apterix

Dom, 10/06/2012 - 15:14

Alfano è una bravissima persona, anche se concordo con Berlusconi gli manca il quid, credo però che a parte le riforme istituzionali possibili vi sia un primo principio base che non ha bisogno di essere sancito per legge: chi perde le elezioni fa un passo indietro, vedi Zapatero e Sarkosy, non vi è dubbio alcuno che Alfano abbia straperso le ultime elezioni, cosa aspetta a trarne le conclusioni, per questo non c'è bisogno di una riforma elettorale, basta un minimo di rispetto per il corpo elettorale

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 15:26

#bolinatore. Finché, in Italia non si capirá che il governo eletto rappresenta tutto il Popolo sia di SX che di DX noi non saremo mai un paese da rispettare!, che berlusconi ha fatto sbagli questo non lo metto in dubbio essendo una persona ragionevole, ma che napolitano ci toglia il potere di eleggere chi vogliamo con calunnie e diffamazioni questo e un putsch bianco. Forse, berlusconi é l,unico parlamentare che non é diventato ricco in politica, essendo un imprenditore,lui si é trovato come daniele nella fossa dei Leoni in compagnia di persone che badano solo ai loro interessi; vedi Fini, Bersani, Dipietro, Bindi, ed altri ancora DI DX E DI SX!. In, Italia non ci vogliono elezioni per cambiare qualcosa, ma 1000 Anni di Dittatura come ai tempi degli Antichi Romani, dove i politici corrotti li mettevano in un sacco con una Bestia Feroce; é li buttavano giu dalla rupe scarpea!. buona domenica.

Raoul Pontalti

Dom, 10/06/2012 - 15:25

A Paquale Esposito sconfinato ammiratore di Roland Freisler. Mi spieghi perché i governi burlesQoni che si sono succeduti negli anni non hanno mai provveduto a risolvere i problemi della Giustizia? Alfano cosa ha fatto in particolare come ministro titolare di quel dicastero? Non ha saputo nemmeno garantire il completamento dei ruoli dei magistrati, dei cancellieri e neppure degli uscieri, non ha garantito nemmeno il materiale di cancelleria, i computer, e neppure delle sedi decenti con locali adeguati. Ha garantito però le leggi ad personam come altri prima di lui. Dal 2008 fino allo sfaldamento del 2010 il governo ha goduto di una maggioranza così ampia che non trova riscontro in tutta la storia della Repubblica e cosa ha saputo impostare in tema di giustizia? solo gare di burlesque a quanto pare...regalando a certi giudici su un vassoio d'argento l'occasione di inquisire il Cav e sopratutto ridicolizzarlo.

Censore71

Dom, 10/06/2012 - 15:33

La domanda è semplice: cosa ha fatto berlusconi negli ultimi 10 anni? La risposta è ancora più semplice: niente. Niente per il paese, niente per le persone normali...ha fatto qualcosa per il ladri, farabutti, delinquenti vari, corruttori, concussori, evasori fiscali....i quali ringraziano in coro.....dimenticavo, ovviamente le norme per questi personaggi prima di tutto hanno avvantaggiato lui

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 15:40

#roberto leone. Io, invece dico che se questi 2 si incontreranno lassú, Napolitano cantera chi avút ha avút é chi á rat á rat scurdammocé ó passat simmo é napulé paisá! Napolitano, ha una faccia di bronzo e scorda facilmente quello che ha fatto, é per lui il partito Comunista Italiano era un Partito Democratico come tutti gli altri, peccato che lui e Togliatti quando andavano a Mosca si mettevano i Milioni di Rubli in tasca, ma questo per i Comunisti nostrani e solo un peccato veniale, mentre quello che interessa a loro e vedere cosa ha Berlusconi nei pantaloni!.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 15:54

Alfano sta lavorando alacremente per distruggere il Pdl. Prendiamo atto di questo suo folle piano. Le "primarie" dei mediocri sono il suo passo decisivo: Santanché, un reso dopo una sfortunata uscita; Alemanno, il rottamatore di Roma; Polverini, il nulla; Cattaneo, uno sconosciuto ai più. A questo punto prendiamoci Montezemolo che è antipatico, ma almeno ha una faccia presentabile. Ma forse l'elenco dei candidati è studiato apposta per far eleggere lui, Alfano, candidato a "rottamare" il Pdl, con lui il disastro è sicuro. Possibile che nelle cantine del Pdl non ci sia un candidato migliore? Se andiamo a grattare qualcuno ci sarebbe, magari Letta, ma non è nel giro buono per Alfano. Intoniamo il "de profundis" e preghiamo santo Silvio.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 15:55

Il semipresidenzialismo in salsa francese è diventato il cavallo di battaglia di Alfano. Non passerà mai dato che, a mio modesto avviso, non ci sono né una maggioranza disponibile né i tempi tecnici necessari, con le elezioni ormai alle porte, ma Alfano non molla l'osso. Rimango dell’idea che sia per lui una scusa per far sopravvivere fino al termine della legislatura il governo Monti così allontanando le elezioni che stroncherebbero soprattutto lui, che non potrebbe sopravvivere politicamente ad un secondo disastro elettorale, anche se inspiegabilmente Silvio lo apprezza molto.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Dom, 10/06/2012 - 16:04

#raul pontalti. Io, non sono mai stato uno sconfinato ammiratore di Roland Freisler, anzi io odio tutti i sistemi totalitari, se berlusconi non ha potuto fare niente in tema di giustizia e perche in Italia quando tu fai un progetto di legge, questo entra come un Purosangue nel Parlamento ed esce da Ippopotamo da questa camera, governare in Italia con una costituzione ferma a 67 anni fá é impossibile e se tu saresti un pó intelligente non mi avresti fatto questa domanda!. Dare, al Premier ed é uguale di che linea politica é, poteri come la Merkel oppure Obama, nessuno lo vuole e poi ci lamentiamo se in Italia non si fanno le riforme necessarie, e da cretini e retrogradi!. Noi, stiamo allo Status Quo da 67 anni; e finché non daremo ai Premier Italiani gli stessi poteri degli altri Premier Mondiali, saremo sempre gli ultimi della classe, il Mondo si evolve e noi non possiamo rimanere fermi ad una Costituzione scritta 70 anni fá!; lo capisci questo oppure sei un dinosauro?!

Adelio

Dom, 10/06/2012 - 16:18

Spero ci sia il voto di fiducia armeno vedreno se c'havete le palle.

bolinatore

Dom, 10/06/2012 - 17:00

l#38 Pasquale Esposito. lasciamo perdere la Rupe Tarpea (traduco da Scarpea, probabile lapsus), da cui peraltro venivano gettati i traditori e non i corruttori, risparmiando sacchi e bestie feroci (immagine forse mutuata da qualche polpettone USA). lei continua nelle sue Filippiche, ma battendo sempre sullo stesso chiodo non risponde per nulla ai quesiti ed agli argomenti che lei vorrebbe contestare. Contano i fatti non le promesse e la propaganda delle campagne elettorali, da cui lei attinge con abbondanza i suoi argomenti, a cominciare dal famoso contratto con gli Italiani, disatteso in ogni suo articolo. Ma tant'è.. contento lei contenti tutti. Colpa della Costituzione, colpa della magistratura rossa, colpa dei comunisti... mettiamoci pure che è colpa del Bajon... come cantava Nilla Pizzi e l'elenco è completo. buona domenica anche a lei

chiara63

Dom, 10/06/2012 - 17:04

Cambiare l'attuale legge elettorale mi pare sia la cosa più giusta e che si possa veramente realizzare in tre settimane come già disse in precedenza Bersani (mi fa piacere che adesso sia d'accordo anche Alfano) ma di presidenzialismo mi pare proprio che agli italiani non gliene importi nulla e non mi sembra il caso di perdere rempo visto che le priorità sono altre.

Il giusto

Dom, 10/06/2012 - 17:16

Al pasquale...di' la verità...sei bondi in incognito.Solo il suo innamorato potrebbe scrivere le caz..te che scrivi tu!Nemmeno sallusti,con tutto l'impegno possibile,riuscirebbe a fare meglio!Parli di errori di silvio ma non li menzioni mai.Saranno cose terribili,tipo calzini spaiati o la tinta troppo rossa!Apri gli occhi,se ci riesci!!!1 invio 15.48 2 invio 17.16

Raoul Pontalti

Dom, 10/06/2012 - 17:31

ancora per Pasquale Esposito. Ma il Grundgesetz (Legge fondamentale) della Bundesrepublik Deutschland (ricordando che la Verfassung (Costituzione) è di spettanza dei singoli Laender) a quale epoca risale? o Ti sfugge che le due "costituzioni" sono coeve? e che la costituzione americana risale al 1787? Si può legiferare da un lato e governare dall'altro anche con questa costituzione, anche se è stata malamente modificata nel 2001 con l'introduzione di un falso federalismo che non risolve alcun problema, aggravando invece la criticità del sistema. Nota grammaticale incidentale: nella lingua italiana il periodo ipotetico richiede il doppio indicativo nell'ipotesi della realtà e il congiuntivo nella protasi e il condizionale nell'apodosi nelle ipotesi della possibilità e dell'irrealtà; Tu hai usato invece il doppio condizionale (se saresti intelligente...avresti fatto) ciò che è uno sfondone, forse Ti ha ingannato la lingua tedesca che usa però il doppio congiuntivo,pur con tempi diversi.

giovanni PERINCIOLO

Dom, 10/06/2012 - 17:44

Il presidenzialismo andrebbe senz'altro bene e sarebbe comunque meglio del "porcellum". Tra l'altro non riesco proprio a capire (o forse li capisco troppo!) i trinariciuti che, dopo aver fatto fuoco e fiamme per il semipresidenzialismo "alla Francese", ora che siamo al dunque lo rifiutano con varie scuse. Quanto alle primarie, se serie, potrebbero essere utili a dare una scossa al sistema, solo che, candidare Alemanno e Polverini candidati alle primarie??? Non scherziamo! se vincesse uno dei due non varrebbe neanche la pena andare a votare, tanto anche l'ultimo scalzacane di sinistra vincerebbe a man bassa.

Ritratto di limick

limick

Dom, 10/06/2012 - 17:49

Legge elettorale: la cosa piu' inutile del pianeta e la vogliono fare proprio in italia che c'e' la dittatura... :))

Rigoletto

Dom, 10/06/2012 - 18:31

Dai Alfano mostra i muscoli. Non se ne può più dei valzer per i governi. Ricordiamoci che in Belgio hanno un non governo perchè dopo le elezioni non sono andati d'accordo.... e sono passati due anni dal voto,altro che Grecia!

aliberti

Dom, 10/06/2012 - 18:32

à arfano ma allora sei dè coccio, bersani già t'ha detto nò, 'e ànnamo!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 18:54

Il semipresidenzialismo in salsa francese è diventato il cavallo di battaglia di Alfano. Non passerà mai dato che, a mio modesto avviso, non ci sono né una maggioranza disponibile né i tempi tecnici necessari, con le elezioni ormai alle porte, ma Alfano non molla l'osso. Rimango dell’idea che sia per lui una scusa per far sopravvivere fino al termine della legislatura il governo Monti così allontanando le elezioni che stroncherebbero soprattutto lui, che non potrebbe sopravvivere politicamente ad un secondo disastro elettorale, anche se inspiegabilmente Silvio lo apprezza molto.

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/06/2012 - 18:56

Alfano sta lavorando alacremente per distruggere il Pdl. Prendiamo atto di questo suo folle piano. Le "primarie" dei mediocri sono il suo passo decisivo: Santanché, un reso dopo una sfortunata uscita; Alemanno, il rottamatore di Roma; Polverini, il nulla; Cattaneo, uno sconosciuto ai più. A questo punto prendiamoci Montezemolo che è antipatico, ma almeno ha una faccia presentabile. Ma forse l'elenco dei candidati è studiato apposta per far eleggere lui, Alfano, candidato a "rottamare" il Pdl, con lui il disastro è sicuro. Possibile che nelle cantine del Pdl non ci sia un candidato migliore? Se andiamo a grattare qualcuno ci sarebbe, magari Letta, ma non è nel giro buono per Alfano. Intoniamo il "de profundis" e preghiamo santo Silvio.

Censore71

Dom, 10/06/2012 - 20:15

per #44 e precedenti di Pasquale Esposito.....dica la verità....se uno le racconta che gli asini volano lei ci crede, vero? Ogni tanto riporta cose che erano nel programma del pdl e forza italia negli ultimi 18 anni. Programma di cui si sono perse le tracce. Niente di quello promesso è stato realizzato. E non dica che non glielo hanno fatto fare addossando la colpa anche agli ufo, perchè le leggi che servivano a berlusconi sono state fatte anche con sedute notturne delle camere.