Legge elettorale, tutti contro tutti Napolitano: «Sul voto decido io»

Sul filo del rasoio il rischio di farsi male è molto concreto. Lo sa bene Giorgio Napolitano, che con un comunicato di venti righe ha strigliato i partiti, che in questi giorni giocano alla guerra tra loro e non si avvicinano a un accordo sulla riforma elettorale. Stanco di sentirsi tirare per la giacca da destra e sinistra (l'ultima era stata Rosy Bindi), il presidente della Repubblica ha ricordato che «sul voto decide il Quirinale» e ha esortato Pd, Pdl e Udc a trovare presto quell'intesa che «era annunciata come imminente» e invece si sta arenando tra le polemiche.

a pagina 9

Scafi a pagina 9

Adalberto Signore