La legge Il regime «speciale» per i padrini

L'articolo 41 bis («carcere duro») della legge 354 del 1975 sull’ordinamento penitenziario si riferisce alla legge 663 del 1986, e prevede la possibilità per il ministro della Giustizia di sospendere l’applicazione delle normali regole di trattamento dei detenuti in casi eccezionali di rivolta o di altre situazioni di emergenza. L’articolo è stato emendato con il decreto legge 306 del 1992, che ha esteso la facoltà ministeriale ai casi di detenuti incarcerati per reati di criminalità organizzata, terrorismo o eversione, quando ricorrano gravi motivi di ordine e di sicurezza pubblica. Le misure principali: restrizioni nel numero e nella modalità dei colloqui, limitazione della cosiddetta ora d’aria, censura della corrispondenza.