Letta fa ancora promesse: "Con la legge di stabilità taglieremo le tasse sul lavoro"

Il premier a New York: "Sono ottimista, l'Italia tornerà a crescere". Sull'Europa: "Non sia solo rigore e austerity"

Non perde il suo ottimismo Enrico Letta, intervenuto al Council of Foreign Relations di New York: "Le misure prese negli ultimi anni avranno conseguenze positive", ha detto il premier. Ad ascoltarlo c'era anche Massimo D'Alema che ieri ha incontrato gli iscritti del circolo newyorkese del Pd.

"Sto cercando di fare del mio meglio, ma gestire una grande coalizione non è facile", ammetto il premier, conscio dei problemi del governo di larghe intese, "Sono convinto che la stabilità prevarrà". Le cose, secondo lui, miglioreranno con la legge di stabilità che presto verrà presentata in Consiglio dei ministri: "Contiene un programma di bilancio molto importante, che prevede anche un consistente taglio delle tasse sul lavoro, che per l’Italia è un punto cruciale".

Parlando dell'Europa, Letta ha aggiunto che "dopo le elezioni tedesche non ci sono più alibi: dobbiamo mettere la crescita al centro in Ue". Ed è tornato a ripetere che le tasse e l'austerity non bastano: "Senza nessuna luce in fondo al tunnel, è impossibile convincere le persone a compiere i sacrifici necessari". E aggiunge: "L’Europa ha vissuto cinque anni di crisi profonda. L’Europa ha bisogno di aggiornare la propria governance per agire più rapidamente".

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 24/09/2013 - 15:19

Neanche noi c'abbiamo scritto Joe Condor in faccia!

Gioa

Mar, 24/09/2013 - 15:29

"Sono ottimista, l'Italia tornerà a crescere". Sull'Europa: "Non sia solo rigore e austerity" ORMAI ENRICHETTO LA TUA FANTASIA A FUSO COME LE TUE PROMESSE...SEMPRE LE STESSE PAROLE SONO OTTIMISTA L'ITALIA TORENERA' A CRESCERE...PER TE!! BRAVO CENTOCINQUE NEANCHE NOI C'ABBIAMO SCRITTO JIE CONDOR IN FACCIA. PENSARE CHE ENRICHETTO LETTA DICHIARAVA LE RIFORME NON SI FANNO CON LE BATTUTE..IO SCRIVO: SI FANNO CON LE PROMESSE LANCIATE DA NEW YORK....MA CHE FAI GLI INTERESSI DEGLI AMERICANI O I NOSTRI?

Gioa

Mar, 24/09/2013 - 15:30

NON DOBBIAMO FARE UNA LEGGE SULLA STABILITA', MA LA LEGGE PER DESTABILIZZARE TE!!

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Mar, 24/09/2013 - 15:32

Dov'è il problema, le promesse sono prerogativa di qualcuno ? Conosco uno che ne fa da 20 anni. Nel nostro paese c'è una gara a chi le spara più grosse.

unosolo

Mar, 24/09/2013 - 15:34

a seconda della personalità che il letta incontra cambia strategia con la Angela , appoggia la sua linea che ci costringe a svendere le aziende storiche e che hanno moltissimi dipendenti , con l'altro mondo vuole far capire che le prossime imprese del governo sono quelle di abbassare la pressione sul lavoro , strano voltafaccia , se solo avesse cercato di farlo subito al suo insediamento oggi saremmo in grado di dire : finalmente ci stacchiamo dal cordone della Angela ,. per fare questo primo ci vuole coraggio a licenziare o trasferire il personale eccedente della P.A. , tagliare nettamente le province , eliminare una della due camere , ridurre le spese del quirinale , della camera e del senato , diminuire stipendi dell'alta società come la magistratura , eliminazione di tutte le auto blu e affidarsi ai taxi privati solo per spostamenti istituzionali, insomma tagliare le comodità che la politica e la casta ha permesso . per fare questo ci vuole un PCM con le palle e tutti i parlamentari, con tutta la partecipazione dei sindacati , questo sappiamo che non lo permetteranno mai , (con i soldi che prendono) .

Leo Vadala

Mar, 24/09/2013 - 15:36

Letta fa ancora promesse? E chi si crede di essere, Berlusconi?

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 24/09/2013 - 15:39

E' un antico vizio dei politici italiani fare promesse ma poi bisogna vedere se sapranno realizzarle. Considerate le promesse elargite e non rispettate negli ultimi vent'anni dal leader del cdx, si fa fatica a credergli. Sta di fatto che almeno il premier attuale ha più credibilità a livello internazionale del pinocchio di Arcore.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 24/09/2013 - 15:57

Via uno, eccone un altro che fa promesse.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Mar, 24/09/2013 - 16:03

LE TUE SONO PROMESSE COME QUELLI DI EPIFANI - CHE A PORTA A PORTA DICE E FA CAPIRE CHE LUI NON E' INTERESSATO A NIENTE - SE NON SOLO A VEDER TRAGHETTATO IL PD IN UNA FASE NUOVA - IN SOSTANZA EPIFANI CREDE DI ESSERE " CARONTE " - dopo in seguito direbbe: "sono i compagni che me l'hanno chiesto" LETTA SVEGLIATI - D'accordo che il fuso orario tra europa e usa è un pò massacrante ma tu, già dormivi da prima "in volo" QUALE SICUREZZA SULLA STABILITA' ??? SE NON SIETE ANCORA RIUSCITI A cancellare L'IMU - ANZI VORRESTI ALZARE ANCORA DI PIU 'L' IVA - ALMENO PINOCCHIO QUANDO DICEVA LE BUGIE GLI SI ALLUNGAVA IL NASO (visibile a tutti)

gneo58

Mar, 24/09/2013 - 16:57

cominciate, stando zitti, a tagliare tutti i vostri stipendi e privilegi. 3000 euro netti al mese e vi pagate tutto - e ne avanza.......

giocondo1

Mar, 24/09/2013 - 17:26

@Leopardi e H2So4 @ Negli ultimi 20 anni Berlusconi ha governato 9 anni. Per gli altri 11 dovete reclamare con Ciampi, Amato, Prodi, D'Alema, Dini e Monti.

Beaufou

Mar, 24/09/2013 - 17:27

"L’Europa ha bisogno di aggiornare la propria governance per agire più rapidamente". Certo, più rapidamente. Ma se il buon giorno si vede dal mattino, c'è poco da stare allegri. Avevano convenuto, ad inizio legislatura, una linea di condotta su IMU ed IVA: sono ancora a discutere le relative coperture. Avevano convenuto di approvare in fretta una nuova legge elettorale: neppure l'ombra. Di tagliare drasticamente la spesa, non si parla neanche più, come se la cosa fosse ininfluente, mentre è l'unico modo per uscire dalla crisi senza affossare definitivamente il settore manifatturiero italiano. E da New York dice un'altra frase rivelatrice: "Senza nessuna luce in fondo al tunnel, è impossibile convincere le persone a compiere i sacrifici necessari." Come dire: il vero problema è convincere la gente che in fondo al tunnel brilla una luce, in modo da poterla torchiare, la gente, ancora un po'. Magari finché schiatta; ma evidentemente questo, a chi mangia da sempre alla greppia pubblica, importa poco.

fabrizio

Mar, 24/09/2013 - 17:53

ma cosa vuole fare questo Letta, sorretto da caino e abele pronti a scannarsi l'un l'altro. Meglio finirla qui,non ci sono parole per un governo che non governa di cui non frega nulla dell'italia e tanto meno degli italiani...

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mar, 24/09/2013 - 18:00

Bilderberg, CFR, Aipac....ormai il potere, quello vero, non si nasconde più. Si sente troppo forte e sente troppo deboli i suoi sudditi rincoglioniti dai loro media.

terzino

Mar, 24/09/2013 - 18:30

parole, parole, parole e se non son chiacchiere son rinvii.

il gotico

Mar, 24/09/2013 - 18:46

mah si... nuove mosse, strategie vincenti, la crisi è quasi alle spalle... ma voi quando vi dimezzate lo stipendio ? Quando vedremo un parlamento di soli 200 deputati ? Quando vedremo all'asta 250.000 auto blu o di rappresentanza ? Quando la finirete con queste profezie per i poveri creduloni ? E soprattutto quando inizierete a lavorare ??? Se proprio dovete prenderci per il culo almeno non costringeteci a leggere queste porcate tutti i giorni, ieri il presidente, oggi il primo ministro, aspettiamo di arrivare al gabibbo prima di vedere dei risultati ?

canaletto

Mar, 24/09/2013 - 19:46

PROMESSE DI MARINAIO O DI PINOCCHIO E NON SI FA NULLA L'ITALIA AFFONDA: MA CHI SE NE FREGA???????? TAGLIARE CASTE, SPESE POLITICHE, FANNULLONI IN PARLAMENTO, PENSIOI IPNS MIIARDARIE ECC. ECC. COSì SI RISANA IL BILANCIO, SVERGOGATI, AVERE PAURA DI RIMANERE POVERI????? CON TUTTI I BILIARDI CHE IL PD NASCONDE. SVERGOGNATI TRUFFATORI E FARABBUTTI

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 24/09/2013 - 19:53

SPERIAMO CHE NON SIA SOLO UNA PROMESSA FATTA DA UN COMUNISTA, A PARTE CHE POTEVANO PENSARCI GIA' DA DIVERSI MESI...

roby55

Mar, 24/09/2013 - 23:58

Caro Letta, se l'Italia sta messa così male, una delle grandi cause è proprio questa legge di stabilità, che la Germania non ha mai rispettato. Lei è proprio Joe Condor!

roby55

Mer, 25/09/2013 - 00:09

Abbiamo sempre avuto un debito pubblico da paese del terzo mondo. Il Giappone l'ha il doppio del nostro, ma a differenza di noi può stampare tutta la moneta che vuole, mentre noi ci siamo castrati entrando nell'euro. L'euro è stata la discesa negli inferi, il grande imbroglio. Da allora, continuiamo a prenderlo in quel posto. Il resto sono solo chiacchiere.