Letta fa il gradasso ma Berlusconi avverte: «Si muova o sarà crisi»

Enrico Letta fa lo spaccone: «Si cerca di usare il governo come punching ball, tutti se le danno di santa ragione. Noi continuiamo a lavorare». E poi, per essere più chiaro: «Guardatemi in fronte, non c'è mica scritto Jo Condor». Ma Berlusconi è deluso dall'atteggiamento del premier. E detta la linea: non facciamoci dettare l'agenda dall'Ue o Letta dovrà andare a casa.

servizi da pagina 2 a pagina 8

Commenti
Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 20/09/2013 - 09:56

Per me Letta dovrebbe riunire i ministri,fare il punto sulla situazione ed una volta precisato quella che è il programma di governo con le relative priorità,si deve ripresentare alle camere per chiedere nuovamente la fiducia.Solo così,metterà spalle al muro le propagande incrociate del masaniello di arcore e dal congresso del pd.

Gioa

Ven, 20/09/2013 - 10:15

ma letta era quello che diceva: non si governa con le batture...o sbaglio?....

Gioa

Ven, 20/09/2013 - 10:15

letta: non si governa con le batture...NON ERA COSI?

canaletto

Ven, 20/09/2013 - 17:43

sarebbe meglio si guardasse allo specchio. Certo è proprio mascalzone come tutti i rossi, negare che la magistratura non persegue Berlusconi, è negare una evidenza lampante. Sarebbe più sincero ed apprezzato se dicesse le cose come stanno e soprattutto ordinasse ai magistrati di darsi una calmata prima che ci pensino le brigate rosse.