Roma, Letta vede Kerry. Sul tavolo rapporti bilaterali, Siria e Datagate

Il Segretario di Stato Usa in Italia, dove inconterà anche il premier israeliano Netanyahu

Enrico Letta e John Kerry a Palazzo Chigi

Il Segretario di Stato americano, John Kerry, è arrivato a Roma, per un incontro con il presidente del Consiglio Enrico Letta e il premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Kerry è stato accolto a palazzo Chigi dal ministro degli Esteri, Emma Bonino. Due i temi preponderanti nell'agenda dell'incontro con la presidenza del Consiglio: i rapporti bilaterali tra i due Paesi e la crisi siriana. Il 23 novembre - secondo le dichiarazioni della Lega Araba - sarà il giorno di Ginevra 2, la seconda chance per trovare una difficile soluzione alla guerra che dilania il Paese.

Indiscrezioni vogliono che Kerry e Letta abbiano paralto anche di altri aspetti della situazione mediorientale, concentrandosi sulla difficile questione libica e sul rinnovato dialogo con l'Iran.

Sullo sfondo anche lo scandalo Datagate, che agli Stati Uniti ha causato nell'ultimo periodo parecchi problemi e qualche incomprensione con diversi Paesi, Francia e Messico in testa. In precedenza anche il Brasile aveva reagito duramente alla notizia dello spionaggio messo in atto dall'americana Nsa.

Ieri il Garante alla privacy aveva chiesto al governo di verificare con gli Stati Uniti se le attività di spionaggio avessero riguardato anche l'Italia.

Una risposta indiretta alla domanda è arrivata questa mattina, in un'intervista sul Corriere della Sera. Vincent Cannistraro, ex capo della Cia in Italia, ha ricordato il carattere globale della rete spionistica. "Non credo - ha detto - che Roma, e persino Washington, possano essere state risparmiate".

Al termine dell'incontro con Kerry, durato circa un'ora, il presidente del Consiglio ha dichiarato di avere "posto la questione del Datagate" e chiesto "di verificare la veridicità delle indiscrezioni" su possibili "violazioni della privacy". Il segretario di Stato ha risposto che l'obiettivo degli Stati Uniti e "trovare il giusto equilibrio tra la protezione della sicurezza e la privacy".

A mezzogiorno l'incontro tra il segretario di Stato e il premier israeliano Benjamin Netanyahu.

Commenti

roberto.morici

Mer, 23/10/2013 - 11:16

Obama si appresta a cucinare un "Letta al Kerry"...

m.m.f

Mer, 23/10/2013 - 11:38

no andrà ad anitcipare che a breve il paese verrà commissariato da bruxelles.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 23/10/2013 - 12:15

Letta, oltre che del Datagate, è opportuno "segnalare" a Kerry che il metanodotto libico Wafa non è ancora in funzione, dopo la famigerata guerra libica, e che cosa intendono fare gli USA in proposito, visto che ne sono i maggiori responsabili!

vivaitaly

Mer, 23/10/2013 - 12:55

che bello incontro un sinistro Italiano contro un estrema sinistro Americano. Due complottori che cercano di distruggere l'occidente.

cgf

Mer, 23/10/2013 - 12:56

nun te preoccupà Leeta! l'ho faccimmo per la vs stabilità. OK, go ahead, said Mr.Letta! mai visto più lecca-fondo-di-bicchiere di Letta. Tutt'altra cosa rispetto lo zio.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 23/10/2013 - 13:01

A Kerry tremavano le gambe davanti alla rana dalla bocca larga.

Ritratto di .creepshow..

.creepshow..

Mer, 23/10/2013 - 13:06

indiscrezioni confermano che l'italia resta una fedele colonia aperta ad ogni esperienza di lecchinaggio

egi

Mer, 23/10/2013 - 13:21

Cosa ci importa con tutte le intercettazioni in Italia quelle sono bazzecole.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mer, 23/10/2013 - 14:01

Gli Usa spiano l'Italia per proteggerla? L'Italia, specialmente negli ultimi decenni, é stata dissanguata dal crimine finanziario organizzato, dalle mafie nazionali, internazionali e degli immigrati, dal terrorismo sopratutto islamico e sue reti di crimine organizzato, anche da chi ha guadagnato e guadagna molto e moltissimo portando soldi all'estero! La Nsa non ha passato informazioni al Capo dello Stato italiano o al governo per proteggere l'Italia dal dissanguamento finanziario ed economico! E nemmeno i servizi segreti italiani o l'Antimafia hanno fatto presente questi gravi crimini contro l'Italia! Bisogna restituire i soldi alla Patria e lanciare Lavoro Per Tutti! Ma la corruzione si nasconde dapertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato.....

enrico09

Mer, 23/10/2013 - 14:43

vivaitaly, "sinostro americano", quello che lottava contro i comunisti in Vietnam? Eh? Di che parla? Un segretaio di stato americano che cerca di distruggere l'occidente? Cosa distrugge casa sua?

Ritratto di martello carlo

martello carlo

Mer, 23/10/2013 - 15:04

Kerry è venuto da letta, probabilmente esito delle stesse intercettazioni di cui dovrebbe " GIUSTIFICARSI " ( vicenda Berlusconi), per dare ordini ai suoi fantoccini del governo PD & ALFINI. Se fossi letta gli chiederei il LAY OUT del muro del MESSICO anti peones e di sostituire la legge BOSSI/FINI CON QUELLA USA ANTI IMMIGRAZIONE ISPANICA ( così papa francesco e l' ONU non avrebbero nulla da ridire ). Non sarà certo così, ma almeno speriamo che non si faccia prendere la mano sull' INTERVENTO SIRIANO.

Ritratto di giordano

giordano

Mer, 23/10/2013 - 16:24

Italia usaeletta......

linoalo1

Mer, 23/10/2013 - 16:36

Campanellino se l'è cavata con un abbraccio!E' ovvio che non abbia nemmeno accennato a protestare!E poi,per che cosa?Lo sa anche lui che gli U.S.A. controllano tutti i Paesi sotto Regime!Lino.