La levataccia di 518 politici. Il Papa li manda all'inferno

Affollatissima la messa per i parlamentari, Francesco non risparmia una tirata d'orecchi: "I peccatori saranno perdonati, ma i corrotti no"

Città del Vaticano - Tutti in fila per ascoltare il Papa. Di buon'ora 518 parlamentari si sono ritrovati nella Basilica di San Pietro per partecipare alla messa di Bergoglio. Una levataccia, come hanno scritto diversi di loro su Twitter, per sentire la tirata di orecchie di Francesco. Perché il Papa non ha utilizzato toni morbidi per rivolgersi ai politici. «I peccatori saranno perdonati, i corrotti no», ha ammonito. Una classe dirigente che «si allontana dal popolo e lo abbandona» seguendo la «propria ideologia» scivola «verso la corruzione». Parole dure e senza mezzi termini. I parlamentari ascoltano, riflettono. E twittano. La messa doveva essere nelle grotte vaticane, ma la partecipazione è stata sorprendentemente alta e così il protocollo vaticano ha deciso di spostarla nella Basilica di San Pietro. Scene divertenti tra i parlamentari che hanno cercato di accaparrarsi posti in prima fila. «Assonnati e bagnati i deputati alla messa del Papa, corsa per primi posti. Speriamo arrivi presto Bergoglio e ci metta tutti a posto», twitta la senatrice del Pd Emma Fattorini.

Piazza San Pietro è blindata, via della Conciliazione chiusa al traffico. Non è per la messa ai parlamentari, ma per la visita di Obama da Bergoglio. Tant'è, ma la paura di arrivare tardi costringe molti a muoversi per tempo. La sveglia suona presto, alle 5.30. Il raduno è nella piazza vaticana poco prima delle sette. Una schiera di auto blu affolla l'area. I leghisti arrivano invece in pullman. Il premier Matteo Renzi è assente, ma ha una buona scusa. Definita la data dell'udienza personale con il Papa che dovrebbe avvenire entro il mese di aprile. Ma c'è anche chi arriva in ritardo come Mariastella Gelmini che ha dovuto discutere non poco con la gendarmeria vaticana per poter ugualmente partecipare alla messa. In compenso alla celebrazione c'è mezzo governo: i ministri Angelino Alfano, Maurizio Lupi, Beatrice Lorenzin, Stefania Giannini, Andrea Orlando e Marianna Madia. E ci sono i presidenti di Camera e Senato, Laura Boldrini (sulla sedia a rotelle per un incidente sulla neve) e Pietro Grasso che al termine della celebrazione hanno salutato privatamente il Pontefice.

La Basilica è strapiena e bipartisan: ci sono 176 senatori, 298 deputati, 9 ministri, 19 sottosegretari, tre europarlamentari, 23 ex parlamentari e un infiltrato, il giornalista Renato Farina. È lui a bruciare tutti sul tempo e a twittare l'omelia del Papa. «Apritevi all'amore. Non caricate sul popolo pesi che voi non sfiorate neppure con un dito», è il suo primo cinguettio. Al Corriere.it racconta qualche retroscena. Come quello su Bossi. «Mi ha detto che non si confessava da 15 anni, lo ha fatto solo per il Papa», racconta Farina. Alla messa c'erano anche il dissidente del Movimento 5 Stelle, Luis Orellana e il deputato Sel Gennaro Migliore. «Non ha fatto altro che parlare», riferisce Farina.
Quaranta minuti di messa e tutto finisce. Le auto blu lasciano il Vaticano. E i riflettori si spostano sulla prima visita di Obama da Papa Francesco.

Commenti

swiller

Ven, 28/03/2014 - 08:22

Siete dei corrotti così in poche parole ha chiamato i nostri politici con il loro vero nome.

Accademico

Ven, 28/03/2014 - 08:40

Nel rivedere il video di questa singolare... santa Messa senza precedenti, rimango basito, giocando con il fermo-immagine, nel notare la faccia imbarazzata di molti tra i più noti Mercanti... presenti nel Tempio nel momento in cui Francesco li staffila impietoso. A qualcuno di loro le guance si fanno rosee.. altri mettono il corpo in movimento come se si sentissero trapassati da una lancia, alcuni improvvisamente fingono di leggere qualcosa, altri ancora si mettono ad ammirare.. la volta del Tempio... Sono in evidente stato di disagio. Sui loro volti si legge la vergogna che provano nel sentirsi mettere a nudo...

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Ven, 28/03/2014 - 08:48

Sante parole quelle del Pontefice. Il mio rammarico è quello di non avere avuto uno come papa Bergoglio nel '92 quando scoppio tangentopoli. Forse questo paese poteva essere diverso.

gadertal

Ven, 28/03/2014 - 08:53

I parlamentari hanno dovuto fare una levataccia, giustamente, per ascoltare la Messa celebrata dal Santo Padre.Sara' venuto in mente a qualc'uno quanta gente si deve alzare quotidianamente a quell'ora per prendere i mezzi e recarsi al lavoro? Speriamo di si.

Alessio2012

Ven, 28/03/2014 - 09:12

Insomma, i preti tornano a fare gli interessi dei potenti...

Ritratto di il.politicante.

il.politicante.

Ven, 28/03/2014 - 09:16

il papa li manda all'inferno, gli italiani li mandano AFFF....

Caballero65

Ven, 28/03/2014 - 09:30

Beh, sai quanto gli importa dei commenti del papa a quei politici. Hanno solo a cuore abbuffarsi arricchirsi e truffare. Avete presente la parabola del ricco Epulone. Loro mangiano gli italiani perdono lavoro e le famiglie non arrivano a fine mese. Le piu' grandi rivoluzioni sono scoppiate quando la gente aveva fame. Una classe politica totalmente distaccata dalla gente, tesa solo a mantenere i privilegi.

Ritratto di pipporm

pipporm

Ven, 28/03/2014 - 09:43

Per mandare all'inferno questi signori non ci voleva Papa Francesco. Ha solo tentato di risvegliare la loro coscienza. Sarebbe opportuno che Papa Francesco ora dedichi una messa anche ai giornalisti.

gneo58

Ven, 28/03/2014 - 10:18

una bella messa "di facciata" - sai che gliene frega delle parole del papa a quelli, gli entrano da una parte e gli escono dall'altra. Gli unici che ascoltano le parole del papa sono i clandestini da quando e' andato lungo mare a braccia aperte a dire "fratelli fratelli" e gli amici rossi hanno rullato giu' il tappeto gli sbarchi sono decuplicati. fossero un po' piu' ricettivi i primi e un po' piu' sordi i secondi.....

Gianca59

Ven, 28/03/2014 - 10:32

Bene, anche il Papa ha decretato che i nostri politici sono gentaglia che pensa solo ai fatti propri, ovvero sono l' esatto contrario di una classe politica.

Ritratto di marcotto73

marcotto73

Ven, 28/03/2014 - 10:38

LA FACCIA DI GASPARRI..... UNO SPETTACOLO!!!!!!!

Ritratto di charry_red_wine

charry_red_wine

Ven, 28/03/2014 - 11:06

curiosità..i fairsei al tempo di Nostro Signore godevano anch'essi di svariati rimborsi spese. Ad es. alcuni, per la campagna elettorale, di cui ricordiamoil il candidato premier (tale Barabba), presentarono a bilancio l'originale della ricevuta dei 30 denari..

millycarlino

Ven, 28/03/2014 - 11:39

Il Gesuita ha messo il dito nella piaga proprio come faceva il Cristo che conosciamo attraverso i Vangeli scelti e rimaneggiati fra i tanti di allora. Cammina e parla dunque come Don Camillo. Benvenuto anche fra i non cattolici. Milly Carlino

Aristofane etneo

Ven, 28/03/2014 - 11:42

Per una volta mi compiaccio di questo Papa. Che figura di m... i nominati della Partitocrazia. Certo ... poi ... da Italiano non è bello pensare che un Capo (di origini latino americane) di uno Stato Straniero (il Vaticano, pagato da noi Italiani) si permetta simili atteggiamenti (condivisibilissimi!). Se poi penso al Capo di un altro Stato straniero (gli USA) che lo stesso giorno viene in Italia e ci impone l'acquisto degli F35 dopo aver annullato unilateralmente la commessa debitamente sottoscritta degli elicotteri presidenziali USA ... beh!... un po' mi girano.

Aristofane etneo

Ven, 28/03/2014 - 11:52

@leopardi50 - Ven, 28/03/2014 - 08:48. Lo chieda agli Argentini della classe media che è stata devastata da una classe politica famelica pur avendo il futuro Papa Bergoglio a "risvegliare la loro coscienza" (pipporm - Ven, 28/03/2014 - 09:43)

cgf

Ven, 28/03/2014 - 12:31

Ke 'botta'! Francesco non dice neppure buongiorno! Questo potrebbe dire molto di più di quanto non ha detto perche' le espressioni buonasera (una delle prime parole pronunciate in pubblico dal Papa) e/o buon giorno si usano sempre a Buonos Aires non tanto quando si arriva e si saluta, ma sempre quando si inizia a parlare al microfono e spesso si aggiunge anche buen provecho [buon apetito] se prossimi al pranzo e/o alla cena. I cinquecento dovrebbero sapere/ricordare che fu scritto: Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che legherai in terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai in terra sarà sciolto nei cieli... se poi non interessa, perché si son alzati così presto? già... la poltrona!! Hanno già avuto la loro ricompensa.

Accademico

Ven, 28/03/2014 - 14:51

@cgf - è vero: per la prima volta, Bergoglio non saluta, non dice buongiorno. E dirò di più: fa il suo ingresso con un' espressione del volto inedita. Severa, rabbuiata.

Ritratto di filatelico

filatelico

Sab, 29/03/2014 - 04:30

Finalmente qualcuno che sferza i nostri politici che hanno dovuto fare buon viso a cattivo gioco. I peggiori di tutti sono proprio quelli che si professano cristiani, almeno gli altri si dichiarano non credenti. La faccia di bronzo dell'ex segretario di Forlani è EMBLEMATICA.

Ritratto di malatesta

malatesta

Dom, 12/02/2017 - 15:46

Anche Napolitano sferzo' i nostri politici all'inizio del proprio secondo mandato, e ottenne un'ovazione di consenso e di ammirazione con applausi e grida entusiastiche da tutto lo schieramento parlamentare...Sappiamo poi come e' andata. Morale..?....