L'ex tempio di Ferré ora è Palazzo Kiton

Ieri sera in via Pontaccio a Milano si sono riaccese le luci del palazzo che era stato di Gianfranco Ferré e che d'ora in poi si chiamerà Palazzo Kiton. «Abbiamo trovato una perfetta intesa con la famiglia Ferré assicurando che avremmo fatto un restauro conservativo e rispettoso. Non è un caso che sia stato lo stesso architetto Franco Raggi, storico collaboratore dello stilista, a occuparsene» spiegava Antonio De Matteis amministratore delegato dell'azienda napoletana celebre in tutto il mondo per i suoi abiti sartoriali mentre mostrava il piano nobile e l'ammezzato della costruzione che nel 2015 vedrà anche foresterie per ospiti, un bistrot e un atelier aperto al pubblico. Grande l'emozione di Ciro Paone, fondatore dell'azienda e sostenitore di questa operazione da circa 30 milioni di euro. Notevoli le opere d'arte presenti arrivate dalla collezione dell'azienda e i magnifici abiti tra cui quelli nella mitica vicuña: 15 mila euro per una giacca.